Italiano English Fran├žais
HOMEPAGE > > Federer, il Perfezionista

10/08/2010 00:49 CEST - NOTIZIE SMASH!

Federer, il Perfezionista

Notizie Smash! – La preparazione di Roger, Sharapova contro l’orso, il nuovo servizio (fotografico) della Dementieva, le liti virtuali di Roddick, le avventure di Tipsarevic e tanto altro! Misuratevi nel gioco della palla. Ubaldo ha fatto due...
Marco Sicolo
 

| | condividi

federer

PRONUNCIA - Ricordate lo spot dello psicanalista? Bene, pare che dietro ogni psicanalista ci sia un perfezionista; e un perfezionista è uno che cerca di dire ‘this’ invece di ‘this’: la differenza la sa solo lui. E stiamo parlando di uno spot: immaginate questo come prepara le partite!

ESIGENZE - Dalla testimonianza di un raccattapalle anonimo del torneo di Stanford: “Fare questo lavoro è bello, ma ogni tanto c’è qualche momento fastidioso. La Azarenka, per esempio: lei è molto… particolare. Vuole le palle sempre dallo stesso lato, e se non lo fai ti sgrida”. (Immaginiamoci adesso cosa possa significare un grido di Vika da due passi…. ndr). E la Sharapova? “Anche lei è un po’ difficile da accontentare, ma si comporta con simpatia”.

SENSO DELLA MISURA - Quando la competizione ce l’hai nel sangue: durante il vittorioso torneo di Stanford, la coppia Huber – Davenport ha scambiato qualche colpo con dei bambini sorteggiati, ma la Huber non deve aver fatto troppo caso alla differenza d’età. Quando ha servito in kick contro una malcapitata bambina di 10 anni, persino la compagna Lindsey glielo ha fatto notare: “Un servizio in kick? Sul serio, Liezel?”

L’INCUBO DELLA SHARAPOVA - Tipo quando mangi pesante, che il giorno dopo ti svegli e ti ricordi: “Ho sognato che giocavo contro un orso. E perdevo!

UNA CONTRO CINQUE - Ma lei ne ha passate (e vinte) anche di più dure (2008).

ACE - Marion Bartoli su Serena Williams: “Lei ha ‘Il Servizio’. Può servirti 4 aces di fila, e tu non tocchi palla per 2, 3, 4, 5 giochi di fila. Tutto qui. Si è visto persino nella finale di Wimbledon contro la Zvonareva, che per gran parte della partita ha faticato a fare anche un solo punto sulla risposta. Serena può servire in qualsiasi modo, ovunque, con la velocità che vuole, con topspin, slice… è un’arma, no? E lei è piuttosto intimidante quando ci giochi contro. Non ti senti esattamente a tuo agio, onestamente.”

VALORI - Mark Woodforde, uno dei Woodies, su come abbia vissuto il record dei Bryan: “Ero seduto con le mie figlie, di 8 e 9 anni. Sapevano di Bob e Mike. Sapevano che stavano per battere il nostro record. Mi hanno detto: ‘Ok, papà. Sei ancora nostro padre’. Questo, per me, significa più di ogni altra cosa”.

ELENA’S ARIA
Quella fiamma, che 'l petto m'accende
S'alimenta col sangue del cor.
Tanto puro quel foco risplende,
Quando è l'esca che nutre l'ardor. *

COME ANDRE’ - Ana Ivanovic torna sulla mancata wildcard a Montreal: “Avere bisogno di una wildcard significa avere un ranking molto basso, e la cosa peggiore è questa. Ma sento che posso giocare meglio, devo solo dimostrarlo. Altri giocatori ci sono passati, come Agassi quando si rimise a disputare i Challenger… perciò devo solo tenere duro e non abbattermi”.

sharapova

TRA LE GAMBE - Dopo essere entrata per sbaglio nell’incubo della Sharapova, la Ivanovic è tornata in campo ad allenarsi, dove ha fatto sfoggio di un colpo d’alta scuola. Però non aveva fatto i compiti.

TOUCHE’ - Oltre ad uscire fuori dalla Top 10 – dove per la prima volta da ’73 non ci sarà un americano – Andy Roddick affronta anche la sua brava guerra su twitter. Una ragazza, dalla propria pagina del social network, faceva sapere di tifare ogni volta contro Roddick, e, chissà come, il tennista lo è venuto a sapere, pensando bene di risponderle: “Ma una persona non dovrebbe evitare di seguire le cose che non gli piacciono?”. Folgorante la replica della ragazza: “Può darsi che Andy Roddick debba passare meno tempo a cercare il suo nome su twitter, e più tempo a vincere qualcosa… qualsiasi cosa”.

BASTA - Quando qualcuno gli ha fatto notare che difficilmente eviterà di essere associato al famoso 70-68, John Isner si è sfogato: “Ci sto provando. Mentalmente, sono un po’ esausto. Rispondere a domande, ascoltare scherzi, ogni singolo giorno sulla stessa cosa, ti logora”.

UN INIZIO - Dalla conferenza stampa di Sam Querrey dopo la finale del torneo di Los Angeles: “Cosa serve a Murray per vincere uno Slam? Beh, se non fosse costretto ad affrontare Federer sarebbe un inizio”.

RAZZA DI PARAGONE - Ernests Gulbis non sembra gradire molto il chiasso del pubblico: “Devono capire che, ok, pagano per godersi un po’ di tennis, ma devono anche capire che è il nostro lavoro, guadagniamo denaro per quello, è come se andassimo al lavoro quando entriamo in campo. E io non vado sul loro posto di lavoro, mentre scrivono al computer, a gridargli nelle orecchie per distrarli”.

SACRO SONNO - “Qualcuno può abbassare il volume del dannato campanile? Non riesco a dormire!” (dall’ultimo profeta di twitter, Dmitry Tursunov)

tipsarevic

GUERRA CHIMICA – “Ero nei sedili posteriori, ero completamente intrappolato. Credo che mia moglie fosse svenuta. È stato un incubo”: questa, la drammatica testimonianza di Janko Tipsarevic sul suo recente volo in aereo. Il tipo avanti a lui ne aveva mollata una.

COLPO DI FULMINE, O QUASI - Ancora Tipsarevic (è lui anche nella foto accanto), fresco sposo: “Mia moglie l’ho conosciuta 5 o 6 anni fa. Lei lavorava per una TV, e mi intervistò al termine di una partita di coppa Davis. Fu tremendo. Ero lì che parlavo di me, e un certo punto lei mi fa: ‘Sappiamo che leggimolto. Qual è l’ultimo libro che hai letto?’ Io risposi: ‘Sì, l’ultimo libro che ho letto è…’, e ho fissato la telecamera, giuro, per una ventina di secondi. Come diciamo in Serbia, la fissavo come una pecora che guarda una porta (???). Fino ad allora avevo fatto lo splendido, ed ora ero totalmente bloccato. E lei lo sapeva benissimo. Mi stava solo lasciando soffrire. Avrebbe potuto dire ‘Ah, non è importante’, e continuare l’intervista, ma voleva farmi sentire stupido”.

E’ AGOSTO - Come recitava uno striscione dei tifosi del Chievo scesi da Verona fino a Reggio Calabria per un incontro del secondo turno preliminare dell’insulsa Coppa Italia: “Non abbiamo niente da fare”.

I CONSIGLI DI NONNA SERENA - “Tenere il telefonino nella tasca posteriore è il modo più sicuro per farlo cadere nella toilette. Mi sarà successo 20 volte”.

TUTTE A LEI – Martina Navratilova spiega come ha battuto il cancro: “Credo che chiunque riesca a sopravvivere al regime comunista, sia molto forte. E poi essere gay, non mi ha aiutato. Ciò che non ti uccide, ti fortifica: perciò io sono molto forte”.

FOTOFINISH – La Schiavone in Turchia, un grande fotografo, l’abbronzatura col cappello (Blake), il raccattapalle più timido del mondo, il topless della Dokic e la tennista meno animalista del mondo! Alla prossima!

* (Op. cit. - Handel: Arminio, Sigismondo's aria,
"Quella fiamma")

notizie smash del 25.07.10
notizie smash del 16.07.10
notizie smash del 28.06.10

Marco Sicolo
 

comments powered by Disqus
TV Tennis
Ultimi commenti
Blog: Servizi vincenti
La vittoria di Francesca Schiavone a Parigi

Fotogallery a cura di Giacomo Fazio

Ubi TV

It must be Twitter: Roddick e Serena

Quote del giorno

“Che ci crediate o no, il mio coach, prima dell’inizio del torneo, mi ha detto che sarei stato in grado di giocare per dieci ore”

John Isner e un curioso aneddoto sul match dell’anno

Accadde oggi...

25 Luglio 1999

Patrick Rafter inizia la sua prima e unica settimana da numero 1 delle classifiche ATP, superando Andre Agassi. Il suo è stato il numero 1 più breve di tutta la storia del tennis maschile e femminile.

 

Tratto da: On This Day in Tennis History di Randy Walker