Italiano English Fran├žais
HOMEPAGE > > Federer, lezione a Soderling

15/10/2010 20:34 CEST - Masters 1000 Shanghai

Federer, lezione a Soderling

TENNIS - Lo svizzero rifila 6-1 6-1 a Soderling e si qualifica per le semifinali. Deludente lo svedese, mai in partita, esplosivo e cinico Federer. In semifinale ci sarà una pirotecnica sfida con Djokovic, rivincita dello Us Open (ore 14, diretta Sky Sport Extra) Melzer fallisce la prova del nove: dopo aver battuto Nadal si arrende al "compagno di Playstation" del maiorchino, Juan Monaco. Alessio Morra

| | condividi

Per non essere da meno a Murray, che ha perso quattro giochi con Tsonga, ed a Djokovic, che ne ha concessi cinque a Garcia Lopez, Roger Federer accede alle semifinali del 1000 di Shanghai (3.240.000$, cemento), lasciando appena due games (6-1 6-1 lo score) a Robin Soderling, numero cinque del mondo.

Nel primo gioco Soderling salava una palla break (buon per lui, altrimenti il punteggio sarebbe stato ancor più pesante). Lo svizzero non è facilmente giudicabile, perché ha giocato bene, molto bene se consideriamo la parte finale del primo set ed il secondo, però quando gioca tranquillo, senza pressioni fa sempre spettacolo. Il servizio viaggiava, il diritto ed il rovescio pure. Il sei volte vincitore di Wimbledon si è apriva il campo quando voleva, facendo muovere lo svedese a proprio piacimento. Saltellando ha chiuso il primo set. Il secondo set è stato una passeggiata. In un quarto d’ora, l’ex numero uno del mondo è volato sul 5-0; poi, dopo undici giochi persi, lo svedese, che ha vinto solo uno dei quindici confronti diretti, è riuscito a portare a casa un game, evitando così il 6-1 6-0 con cui perse a Roma, da Nadal, nel 2009. Poi la passerella per Federer che ha chiuso in 53’. Domani l’avversario (ore 14 italiane, diretta Sky Sport Extra), sarà Djokovic, sconfitto al super tie-break nei quarti del torneo di doppio, da Nestor e Zimonijc.

Sorpresa Monaco
C’è chi ha il compagno di giochi, chi il compagno di bevute, chi il compagno di doppio e chi ha il compagno di playstation. Rafa Nadal (sempre presente anche quando ha già perso) a Shanghai alla play ha giocato con Juan Monaco, che oggi ha sfidato il suo giustiziere, Jurgen Melzer. L’austriaco, in completo blu, è partito al rallentatore, mentre Monaco provava ad essere aggressivo e cercava il diritto dell’avversario. Proprio l’ennesimo errore di dritto da all’argentino il primo break, che poi vola sul 4-1. Melzer si sveglia, strappa a zero il servizio all’avversario, e lo aggancia. Sul quattro pari Monaco commette un doppio fallo che lo condiziona, tanto da fargli tirare una mediocre seconda palla, che Melzer attacca strappando il servizio all'argentino. Il semifinalista del Roland Garros serve per il primo set, ma il braccio trema, Monaco rientra nel set, ed infila un’incredibile serie di punti, portandosi a due punti dal primo set. Ma Melzer, che cerca punti per il Masters di Londra, ha un guizzo ritorna a servire a dovere ed è tie-break. Il tie-break inizia con un errore di diritto di Monaco, Melzer scappa, uno smash da fondo campo di Monaco finisce fuori, ed è 5-1! Sembra tutto finito, invece, l’incessante martellamento sul rovescio porta ad un’incredibile parità. Dopo il secondo cambio di campo, uno splendido lungolinea ed una volèe danno il primo set a Melzer.


La seconda partita inizia con due break, poi nel settimo gioco l’argentino di Tandil, città di tennisti, tra cui Del Potro, toglie il servizio a un Melzer sempre più inquieto. L’austriaco nervoso e ciondolante riesce a ritrovarsi quando Monaco è sul 5-4 40-15: un diritto favoloso ed una deliziosa volèe riportano il set in parità. Dopo un punto splendido, coronato da un appagante sorriso, Monaco toglie ancora il servizio al numero dodici del mondo, va a servire per il set e lo porta a casa. Arrivati al terzo Melzer, potrebbe aver pensato all’unica vittoria su Monaco, giunta la settimana scorsa a Tokyo, in rimonta. Ma dopo aver vinto il primo gioco del terzo, un Melzer stanco (e forse appagato dopo il successo su Nadal) ha dovuto subire Monaco, che ha conquistato cinque giochi consecutivi. Non è stato un match bellissimo, ci sono stati tanti errori, soprattutto da parte di Melzer, ma sicuramente questo è stato il quarto più bello di Shanghai, quanto meno per equilibrio ed intensità. Domattina l’argentino sfiderà Andy Murray, sfidato già assieme a Nadal alla Play martedì sera. Sul campo da tennis, tuttavia, sarà molto più dura.

MASTERS 1000 SHANGHAI, QUARTI DI FINALE

Andy Murray b. Jo Wilfried Tsonga 6-2 6-2

Novak Djokovic b. Guillermo Garcia Lopez 6-2 6-3

Juan Monaco b. Jurgen Melzer 6-7 7-5 6-2

Roger Federer b. Robin Soderling 6-1 6-1
 

Alessio Morra

comments powered by Disqus
TV Tennis
Ultimi commenti
Blog: Servizi vincenti
La vittoria di Francesca Schiavone a Parigi

Fotogallery a cura di Giacomo Fazio

Ubi TV

Agassi non ha bisogno di effetti speciali...

Quote del giorno

"Non so quale sia il segreto per vincere uno Slam; sai, non ne ho mai vinto uno".

Andy Murray dopo la sconfitta con Wawrinka agli US Open

Accadde oggi...

17 Ottobre 2004

 Il qualificato num. 185 del mondo Jerome Haehnel è l'inatteso vincitore del suo primo titolo Atp a Metz, in Francia. Batte in finale il connazionale Richard Gasquet col punteggio di 7-6, 6-4. Era la prima finale per entrambi i tennisti.

 

Tratto da: On This Day in Tennis History di Randy Walker