Con Knapp e Giorgi per non far rimpiangere le big

Fed Cup

Con Knapp e Giorgi per non far rimpiangere le big

Pubblicato

il

TENNIS FED CUP – Da detentrice del titolo nel prossimo week-end la nostra nazionale inizia l’avventura nella Fed Cup 2014. Trasferta ostica a Cleveland senza Errani, Pennetta, Vinci e Schiavone. Sarà la volta di Karin e Camila (all’esordio). Americane senza le Williams, ma leggermente favorite.

Smaltito il week-end di Coppa Davis ecco che all’orizzonte si profila quello di Fed Cup. La nostra rappresentativa femminile, detentrice del titolo conquistato l’anno scorso a Cagliari contro la Russia, inizierà la nuova avventura dagli Stati Uniti. Si giocherà infatti a Cleveland, al Public Auditorium, chiaramente indoor, sul veloce.

 

Per la prima volta dopo tanti anni nessuna tra Errani, Vinci, Pennetta e Schiavone sarà presente all’appuntamento. Infatti è esattamente dal 2000 che almeno una delle 4 tenniste menzionate in precedenza non risulta tra le convocate. Allora fu in aprile contro la Germania. Le nostre ragazze, vincitrici di 4 Fed Cup, hanno concordato con la Federazione di saltare l’impegno in terra americana per preservare la loro programmazione nel circuito. Barazzutti ha concesso alle sue ragazze il benestare, rassicurato comunque che si tratterà non di una completa rinuncia all’impegno nella manifestazione quest’anno ma solo di una occasionale pausa.

Precisato che le nostre eroine avevano dopo tanti anni di duro impegno diritto a fare un passo del genere e bene (parere personalissimo) ha fatto la nostra federazione a dare loro l’ok, capitan Barazzutti ha dovuto così ripiegare su una formazione di “secondo” piano, dove i gradi di leader in campo saranno sulle spalle di Karin Knapp, affiancata nei singolari con tutta probabilità da Camila Giorgi, all’esordio nella manifestazione. Del resto prima o poi il passaggio generazionale sarà da affrontare e forse è meglio iniziare così, per scelta delle nostre tenniste di primo livello.

Al fianco delle due sono state convocate Nastassja Burnett, già presente proprio contro le americane l’anno scorso a Rimini, ma solo  in panchina, e la giovanissima Alice Matteucci, classe 1995, giovane promesse tra le nostre juniores.

Anche sulla sponda americana Mary Jo Fernandez ha dato ampio spazio alle nuove generazioni, mancando come al solito le Williams.

Convocate quindi Alison Riske, Madison Keys e Lauren Davis, tutte all’esordio nella manifestazione. Al loro fianco Christina McHale, l’unica ad aver già giocato in Fed Cup, 7 match con 4 vittorie e 3 sconfitte, tutte in singolare.

Praticamente tra le 8 convocate solo Knapp per l’Italia (1 vittoria e 2 sconfitte) e la McHale per le americane vantano già esperienza nella manifestazione.

Proprio la novità delle convocazioni rende la sfida alquanto incerta, anche se il maggior equilibrio della formazione americana e gli scontri diretti tra le convocate fanno leggermente pendere il bilancio dalla parte statunitense.

I PRECEDENTI TRA LE GIOCATRICI

Keys-Giorgi 1-0

2012, New Braunfels, Quarti, Hard, Keys 36 64 64

La Keys non ha mai giocato contro Knapp, Burnett e Matteucci.

RISKE-KNAPP 0-1

2013, Australian Open, Qualificazioni, Hard, Knapp 64 26 61

La Riske non ha mai giocato con Giorgi, Burnett e Matteucci

MCHALE-KNAPP 1-0

2013, Roma, R64, terra rossa, R64, McHale 75 62

MCHALE-GIORGI 1-0

2014, Sydney, Hard, qualificazioni, McHale 57 75 63

MCHALE-BURNETT 1-0

2013, Lussemburgo, qualificazioni, 67(7) 62 63

McHale e Matteucci non si sono mai incontrate

DAVIS-GIORGI 2-1

2012, Dothan, semifinale, terra, Giorgi 75 75

2012, Indiana Harbour Beach, R32, terra, Davis 26 64 64

2013, Quebec City, Hard, R32, Davis 67(7) 63 62

DAVIS-BURNETT 1-0

2012, Rancho Santa Fe, Hard, R32, Davis 61 64

Davis e Matteucci non si sono mai incontrate.

Come si può notare, la giovane età di tutte le convocate fa sì che la maggior parte dei precedenti si riferiscano a tornei ITF o a match di qualificazioni a tabelloni principali del circuito Wta.

Se si dovessero prendere in considerazione i precedenti, la McHale tra le americane avendo precedenti favorevoli contro tutte le azzurre dovrebbe essere sicura singolarista in campo, ma visti i valori abbastanza omogenei tra le giocatrici di casa, Mary Jo Fernandez avrà il suo bel da fare.

 

I PRECEDENTI TRA LE DUE NAZIONI

Sono ben 12 le sfide sin qui giocate nella manifestazione tra Stati Uniti e Italia e solo negli ultimi anni abbiamo per così dire cacciato la testa fuori dal sacco.

Dopo 9 vittorie consecutive delle nostre future avversarie e qualche sparuto acuto italico (vittoria della Cecchini contro la Evert nel 1986 e della Farina ad Ancona contro la Seles), abbiamo invertito la tendenza con le vittorie nelle finali di Reggio Calabria e San Diego e nel 1° turno dell’anno scorso a Rimini (vittoria raggiunta solo con il doppio decisivo).

 

USA-ITALIA 9-3

1963, Queens Club London, 1° turno Usa-Italia 3-0

Hard-Pericoli 64 26 62

King-Lazzarino 68 61 62

Graebner/Hard-Lazzarino/Pericoli 64 61

1965, Kooyong classics, Melbourne, QF Usa-Italia 3-0

King-Pericoli 63 61

Graebner-Gordigiani 61 60

Graebner/King-Gordigiani/Pericoli 60 62

1969, Atene Tennis Club, Atene, QF Usa-Italia 3-0

Richey-Riedl 60 60

Heldman-Pericoli 61 62

Bartkowicz/Richey-Bassi/Pericoli 46 86 60

1971, Royal King’s Park, Perth, 1°turno Usa-Italia 3-0

Walsh Pete-Marzano 36 62 62

Hogan-Nasuelli 62 60

Hogan/Walsh Pete-Marzano/Nasuelli 62 63

1973, Bad Homburg T.C., Germania, 1° turno Usa-Italia 3-0

Hogan-Bassi 64 60

Tuero-Nasuelli 61 62

Hogan/Walsh Pete- Bassi/Marzano 63 36 62

1984, Pinheiros Sports Club, San Paolo del Brasile, QF Usa-Italia 2-1

Horvat-Cecchini 63 75

Reggi-Garrison 62 75

Jordan/Smith-Cecchini/Reggi 63 61

1986, Stavnice Stadium, Praga, QF Usa-Italia 2-1

Cecchini-Evert 36 64 63

Navratilova-Reggi 62 64

Navratilova/Shriver-Garrone/Reggi 63 61

1999, Ancona Tennis Association, Ancona, SF Italia-Usa 1-4

V.Williams-Grande 62 63

Farina-Seles 64 46 64

V.Williams-Farina 61 61

S.Williams-Grande 61 61

S.Williams/V.Williams-Garbin/Ad. Serra Zanetti 62 62

2003, Fitzgerald Tennis Centre, Washington, QF Usa-Italia 5-0

Shaughnessy-Schiavone 63 64

Rubin-Grande 63 63

Rubin-Schiavone 57 64 60

Shaughnessy-Grande 63 75

Raymond/Stevenson-Garbin/An. Serra Zanetti 61 62

2009, Circolo Tennis Rocco Polimeni, Reggio Calabria, F Italia-Usa 4-0

Pennetta-Glatch 63 61

Schiavone-Oudin 76(2) 62

Pennetta-Oudin 75 62

Errani/Vinci-Huber/King 46 63 11-9(super tie break)

2010, San Diego Sports Arena, San Diego, F Usa-Italia 1-3

Schiavone-Vandeweghe 62 64

Pennetta-Mattek Sand 76(4) 62

Oudin-Schiavone 63 61

Pennetta-Vandeweghe 61 62

2013, 105 Stadium, Rimini, 1st Round, terra indoor Italia-Usa 3-2

Errani-Hampton 62 61

Lepchenko-Vinci 26 64 75

Lepchenko-Errani 75 62

Vinci-Hamtpon 62 46 61

Errani/Vinci- Huber/Lepchenko 62 62

 

PRONOSTICO

Come detto in precedenza le americane ci sembrano più omogenee come formazione e la Fernandez pare avere maggiore facoltà di scelta. Barazzutti invece dovrebbe giocare con Knapp e Giorgi, Burnett e Matteucci convocate soprattutto per fare gruppo ed esperienza.

Le americane sono giovanissime (la più anziana è la Riske, 23 anni) ed appaiono tutte in buona forma in questo inizio di stagione. Davis (nr. 59 del ranking) e Riske (nr. 46) sono al loro best ranking. La prima ha fatto quarti ad Auckland, ottavi a Sydney partendo dalle qualificazioni e 3° turno agli Australian Open. La seconda (unica delle sue compagne ad essersi spinta al 4° turno in uno Slam, è successo l’anno scorso agli US Open), ha fatto invece quarti ad Hobart e 3° turno a Melbourne.

La McHale (attualmente nr. 62, ma è stata anche nr.20 nel 2012) ha fatto ottavi a Sydney partendo dalle qualificazioni, mentre la Keys (la più giovane del lotto, 18 anni, nr. 37 del ranking, vicina al suo best ranking che è stato un posto più su ad ottobre scorso) ha fatto semifinali a Sydney e 2° turno agli Australian Open.

Per quanto riguarda le nostre ragazze, la Knapp (la più anziana a Cleveland, 26 anni, nr. 40 del ranking, best ranking nr. 35 nel 2008) non ha fatto granché ma a Melbourne ha sfiorato la clamorosa impresa contro la Sharapova. Karin negli Slam ha fatto proprio l’anno scorso 4° turno a Wimbledon.

Mentre Camila Giorgi ha fatto 2° turno agli Australian Open, buttando letteralmente la partita con la Cornet. La tennista nativa di Macerata è nr. 84 nell’ultimo ranking, ha avuto un best ranking al nr. 73 a febbraio del 2013 e per 2° volte ha fatto 4° turno negli Slam, a Wimbledon nel 2012 e l’anno scorso agli Us Open.

Karin Knapp ha il gioco per rendere la vita difficile alle americane sul veloce, forse l’unico difetto è la mobilità vista la grossa stazza, ma servizio e potenza dei colpi sono di assoluto livello. Della Giorgi si è più volte detto che il suo difetto è tirare sempre la palla per cercare di fare il punto, se in giornata diventa pericolosissima, ma quando non riesce nel suo gioco dimostra di non avere presente un piano B. In quanto a talento però la Giorgi ne ha da vendere e immaginare un suo exploit a Cleveland non è da scartare.

Ripetiamo, le americane paiono più complete, ma visto che 3 su 4 sono all’esordio, soffriranno la tensione? Chi sarà (se ci sarà) la leader del gruppo? E se si dovesse arrivare sul 2-2, chi giocherebbe il doppio da entrambe le parti?

Insomma sfida aperta, anche per scaramanzia diamo una piccola preferenza alle nostre avversarie, ma saremmo ben felici di essere smentiti.

USA 55% – ITALIA 45%

Continua a leggere
Commenti

Fed Cup

BJK Cup, play-off: Canada, Ucraina, Lettonia e Gran Bretagna sul 2-0

Equilibrio tra Argentina e Kazakistan così come tra Olanda e Cina e tra Polonia e Brasile. Oggi si concludono le sfide

Pubblicato

il

Jelena Ostapenko - Billie Jean King Cup 2021 (via Twitter, @BJKCup)

Oltre alla sfida di Cluj tra Romania e Italia sono in corso altre sette sfide valide per i play-off della Billie Jean King Cup, le cui vincenti saranno ammesse alle qualificazioni per le Finals 2022. Dopo la prima giornata tutto abbastanza facile per la Gran Bretagna contro il Messico e per l’Ucraina contro il Giappone.

Al National Tennis Center di Londra Katie Boulter e Heather Watson faticano solo nel primo set dei loro rispettivi incontri chiudendo poi in scioltezza i loro match. La prima regola con il punteggio di 7-5 6-0 la messicana Zacarias, la seconda con un similare 7-5 6-1 completa il 2-0 britannico contro la Olmos. A Chornomorsk, sulla terra rossa, vita facile per le ucraine contro il Giappone orfano di Naomi Osaka. Elina Svitolina lascia 5 giochi a Chihiro Muramatsu (6-3 6-2), Marta Kostyuk uno in più a Yuki Naito (6-3 6-3).

Sul 2-0 anche il Canada in Serbia e la Lettonia contro l’India. Sul veloce di Kraljevo Fernandez supera Olga Danilovic dopo tre combattuti set (7-5 4-6 6-4) e a seguire Rebecca Marino supera 6-4 7-6(8) Nina Stojanovic. Nordamericane ad un passo dai Qualifiers 2022. Qualche problemino per la Lettonia contro l’India anche se alla fine della prima giornata si è come da pronostico sul 2-0 per le padrone di casa a Jurmala. Jelena Ostapenko impiega infatti 2 ore e 25 minuti per superare in tre set la quasi sconosciuta Raina (nr. 147 WTA) con il punteggio di 6-2 5-7 7-5. Passata la paura Sevastova dà il 2-0 alla Lettonia superando in tranquillità Tandi (6-4 6-0).

Equilibrio invece nelle altre 3 sfide. Parità dopo la prima giornata tra Polonia e Brasile a Bytom. Magdalena French aveva dato l’1-0 alle padrone di casa superando Meligeni Rodrigues 6-4 6-3 ma nel secondo singolare Laura Pigossi ha ristabilito la parità superando in tre set Urszula Radwanska (7-6 (9) 3-6 6-2). A ‘s-Hertogenbosch sembrava una passeggiata di salute per l’Olanda contro la Cina. Ma dopo la facile vittoria di Kiki Bertens contro Xinyu Wang (6-2 6-0) ci pensava l’altra Wang Xiyu a rovesciare il pronostico contro Arantxa Rus e portare in parità le asiatiche (6-1 3-6 6-2).

 

Infine 1-1 anche sulla terra rossa di Cordoba tra Argentina e Kazakistan. Yulia Putinsteva rimonta la tenace Nadia Podoroska battuta 2-6 6-4 6-0 ma la sorpresa arriva dal secondo singolare, dove Maria Luise Carle (nr. 415 WTA) supera al terzo Elena Rybakina (6-4 3-6 6-0)

Continua a leggere

Fed Cup

Billie Jean King Cup: Romania-Italia 0-2. Cocciaretto e Trevisan non tradiscono

Vittoria al cardiopalma per Martina, che salva due match point a Buzarnescu. Tutto facile per Cocciaretto contro Bara

Pubblicato

il

Inizia nel migliore dei modi per la nazionale azzurra la sfida di play-off contro la Romania nella Billie Jean King Cup (ex Fed Cup). Nel cemento indoor della Sala Polivalenta di Cluj le italiane guidate da Tathiana Garbin (senza la numero 1 Camila Giorgi, positiva al coronavirus) hanno vinto i primi due match di singolare, andando a riposo sul 2-0. La Romania non sta certamente schierando la sua formazione migliore: mancano infatti le prime cinque giocatrici della nazione, ovvero Simona Halep, Patricia Maria Tig, Sorana Cirstea, Irina Camelia Begu e Ana Bogdan. Non per questo il risultato che potrebbe acquisire l’Italia vincendo il tie (la qualificazione ai preliminari del tabellone di BJK Cup 2022) avrebbe meno valore.

La prima sfida è tutta nel segno di Elisabetta Cocciaretto. Scesa in campo da numero 2, ha battuto nettamente Irina Bara, n.132 WTA, in un’ora e mezza di partita con il punteggio di 6-1 6-4, recuperando da uno svantaggio di 0-3 nel secondo parziale dopo aver dominato il primo. Per Elisabetta è la quarta vittoria con i colori della nazionale azzurra: le prime tre sono state preziosissime (e anche più nette rispetto a quella su Bara). Le ha messe a segno lo scorso anno in Estonia e hanno permesso alle nostre ragazze di giocare questo match di play-off.

Il secondo match invece è stato un autentico dramma, durato oltre tre ore. Martina Trevisan ha superato Mihaela Buzarnescu (n.137 WTA) al tie-break del terzo set (7 punti a 5), finendo il match in lacrime. Una vittoria che ha il freddo valore del 2-0 per la squadra, ma ha un significato inestimabile per lei. Anzi, probabilmente ce lo spiegano quelle lacrime alla stretta di mano e l’abbraccio con Tathiana. Martina infatti aveva vinto un solo match in questo 2021, quello nel primo turno di qualificazione a Dubai contro Rodionova. La striscia di sconfitte stava per allungarsi oggi, perché nel terzo set (durato la bellezza di 103 minuti) è stata a un passo dalla sconfitta.

Prima si sono rifilate un 6-2 per parte. Poi è iniziata una sfilza di break, che ha portato la rumena a servire per il match sul 5-4. Martina è stata tenace e nonostante non si stesse esprimendo al meglio (complici alcuni fastidi fisici) è riuscita a salvare due match point consecutivi (40-15) e anche a non lasciarsi condizionare dal disappunto per aver perso il servizio sul 5-5 con numerose chance di tornare avanti nel punteggio. Ha recuperato ancora una volta il break e non si è distratta nel lungo Medical Time Out di Buzarnescu che ha preceduto il tie-break. Qui si è portata avanti 5-3 per poi chiudere il match alla prima occasione.

Sabato si continua con gli altri due singolari: salvo imprevisti, Cocciaretto incrocerà proprio Buzarnescu, mentre a Trevisan toccherà Bara.

Continua a leggere

Fed Cup

Billie Jean King Cup, i playoff: Cocciaretto-Bara il primo incontro

A Cluj, l’Italia affronta la Romania priva di Halep; Trevisan-Buzarnescu il secondo match. In campo anche Ostapenko, Svitolina e Bertens per le rispettive nazionali

Pubblicato

il

Elisabetta Cocciaretto - Guadalajara 2021 (Foto Facebook Abierto Zapopan 2021)

La squadra azzurra di Billie Jean King Cup torna in campo nella giornata di oggi contro la Romania, a oltre un anno di distanza dal successo sulla Croazia a Tallinn che è valso l’accesso ai playoff, inizialmente previsti per il 17 e 18 aprile del 2020 prima di essere rinviati al 2021. Il gruppo a disposizione di Tathiana Garbin include Elisabetta Cocciaretto, Martina Trevisan, Giulia Gatto-Monticone, Jasmine Paolini e Bianca Turati, alla sua prima convocazione. Gli incontri saranno visibili su Supertennis dalle 14:30 di oggi e dalle 13 di domani.

Il tie si svolgerà presso la Sala Polivalenta di Cluj (cemento indoor), e vedrà l’Italia opposta ad una formazione decisamente rimaneggiata, visto che saranno assenti le cinque migliori giocatrici rumene (Halep, Tig, Cirstea, Begu e Bogdan). Le selezioni di Monica Niculescu hanno quindi incluso… sé stessa (N.173 in singolare e 55 in doppio), oltre a Irina Maria Bara (N.132 in singolare e 124 in doppio), Mihaela Buzarnescu (137 in singolare e 114 in doppio) e Elena Gabriela Ruse (168 in ambo le specialità).

Il primo incontro di oggi, a partire dalle 14:30 italiane, sarà Bara-Cocciaretto, a cui farà seguito Buzarnescu-Trevisan. Domani, invece, si inizierà alle 13 con Bara-Trevisan, poi Buzarnescu-Cocciaretto e infine il doppio Niculescu/Ruse vs Gatto-Monticone/Paolini.

 

Questi gli altri incontri di playoff:

REGNO UNITO-MESSICO

  • Sede: National Tennis Centre, Londra
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 15 italiane):

  • K. Boulter vs M. Zacarias
  • H. Watson vs G. Olmos

Incontri di sabato (a partire dalle 12:30 italiane):

  • H. Watson vs M. Zacarias
  • K. Boulter vs G. Olmos
  • H. Dart/H. Watson vs F. Contreras Gomez/G. Olmos

SERBIA-CANADA

  • Sede: Sport Hall Ibar, Kraljevo
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 14 italiane):

  • O. Danilovic vs L.A. Fernandez
  • N. Stojanovic vs R. Marino

Incontri di sabato (a partire dalle 11 italiane):

  • N. Stojanovic vs L.A. Fernandez
  • O. Danilovic vs R. Marino
  • O. Danilovic/A. Krunic vs S. Fichman/C. Zhao

LETTONIA-INDIA

  • Sede: National Tennis Centre Lielupe, Jurmala
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 17 italiane):

  • J. Ostapenko vs A. Raina
  • A. Sevastova vs K.K. Thandi

Incontri di sabato (a partire dalle 15 italiane):

  • A. Sevastova vs A. Raina
  • J. Ostapenko vs K.K. Thandi
  • D. Marcinkevica/D. Vismane vs S. Mirza/A. Raina

UCRAINA-GIAPPONE

  • Sede: Elite Tennis Club, Chornomorsk
  • Superficie: terra outdoor

Incontri di oggi (a partire dalle 10 italiane):

  • E. Svitolina vs C. Muramatsu
  • M. Kostyuk vs Y. Naito

Incontri di sabato (a partire dalle 10 italiane):

  • E. Svitolina vs Y. Naito
  • M. Kostyuk vs C. Muramatsu
  • L. Kichenok/N. Kichenok vs S. Akita/H. Sato

ARGENTINA-KAZAKISTAN

  • Sede: Córdoba Lawn Tennis Club, Córdoba
  • Superficie: terra outdoor

Incontri di oggi (a partire dalle 16 italiane):

  • N. Podoroska vs Y. Putintseva
  • M.L. Carle vs E. Rybakina

Incontri di sabato (a partire dalle 15:30 italiane):

  • N. Podoroska vs E. Rybakina
  • M.L. Carle vs Y. Putintseva
  • M.L. Carle/N. Podoroska vs A. Danilina/Y. Shvedova

OLANDA-CINA

  • Sede: Maaspoort Sports & Events, s-Hertogenbosch
  • Superficie: terra indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 13 italiane):

  • K. Bertens vs Xiyu Wang
  • A. Rus vs Xinyu Wang

Incontri di sabato (a partire dalle 13 italiane):

  • K. Bertens vs Xinyu Wang
  • A. Rus vs Xiyu Wang
  • L. Pattinama Kerkhove/D. Schuurs vs S. Zhang/S. Zheng

POLONIA-BRASILE

  • Sede: Hala Na Skarpie, Bytom
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 14 italiane):

  • M. Frech vs C.M.R. Alves
  • U. Radwanska vs L. Pigossi

Incontri di sabato (a partire dalle 13 italiane):

  • M. Frech vs L. Pigossi
  • U. Radwanska vs C.M.R. Alves
  • W. Falkowska/P. Kania Chodun vs G. Ce/L. Stefani

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement