Fed Cup: Con Errani e Giorgi per l'impresa

Fed Cup

Fed Cup: Con Errani e Giorgi per l’impresa

Pubblicato

il

TENNIS FED CUP – Nel week-end pasquale le nostre ragazze affrontano la R.Ceca ad Ostrava per centrare la sesta finale nella competizione. In singolare probabilmente si opterà per Sara e Camila, mentre per il doppio su Errani/Vinci. Kvitova & Co. comunque favorite.

 

 

Mentre sul fronte maschile il week-end di Pasqua riserverà le fasi finali del sempre affascinante Masters Series di Montecarlo, il circuito femminile lascia quasi totalmente (in corso solo un torneo in Malesia) la ribalta alla Federation Cup, competizione riservata alla rappresentative nazionali femminili.
A noi la cosa interessa da molto vicino in quanto le nostre ragazze, campionesse in carica, si recheranno ad Ostrava per giocare la semifinale opposte alla R.Ceca che ha in Petra Kvitova e Lucie Safarova le sue due punte di diamante.

Ricordiamo che ceche e italiane hanno vinto le ultime 5 edizioni della Fed (le padrone di casa nel 2011 e 2012, le azzurre nel 2009, 2010 e per l’appunto 2013) ed è quindi un vero e proprio spareggio per il predominio nella classifica per nazioni, dove al momento la nostra rappresentativa e di poco avanti alla R.Ceca. Come al solito facciamo un attimo il punto della situazione sullo stato di forma delle tenniste convocate, partendo dalle padrone di casa.

R.CECA

Il capitano Petr Pala ha scelto al formazione tipo. Kvitova e Safarova per i singolari, Koukalova (ex Zakopalova, la tennista ceca si è separata ad inizio anno dal marito Zakopal) come eventuale alternativa, Andrea Hlavackova punto fermo per l’eventuale doppio decisivo.

Petra Kvitova, nr. 6 nell’ultimo ranking, non ha conseguito chissà quali risultati quest’anno, ma ultimamente era apparso quanto meno in recupero. Vanta comunque un bilancio nel 2014 appena sufficiente (9 vittorie e 6 sconfitte), una semifinale a Sydney e due quarti di finale, a Doha e a Miami.
Niente di eccezionale nemmeno la Safarova (13-8 il suo bilancio), nr. 26 delle ultime classifiche. Solo due quarti i risultati di prestigio di questa stagione, raggiunti a Sydney a inizio 2014 ed a Charleston la settimana scorsa.
Paradossalmente meglio di tutte ha fatto la Koukalova, che non solo ha un record di 20 vittorie e 10 sconfitte, ma soprattutto vanta addirittura 3 finali giocate. La tennista ceca ha perso quelle ad Hobart e Rio de Janeiro, mentre ha vinto quella di Florianopolis (battendo in finale la giovane spagnola Muguruza). Inoltre la scorsa settimana ha fatto quarti a Katowice, dove la superficie era molto veloce e simile a quella che si troverà ad Ostrava.
Come abbiamo detto la doppista per eccellenza è Andrea Hlavackova, che in singolare è nr. 115, ma in doppio è nr.12. La tennista ceca da quest’anno fa coppia con Lucie Safarova con la quale condivide lo stesso allenatore (ricordiamo che la stessa Hlavackova ha fatto per anni coppia fissa con Lucie Hradecka, sodalizio sciolto proprio all’inizio del 2014). Per la doppista ceca nel 2014 una semifinale al torneo Pattaya City in singolare e gli ottimi quarti di finale agli Australian Open in doppio, in coppia proprio con la Safarova.

ITALIA

Barazzutti dovendo fare a meno di Flavia Pennetta, forse l’azzurra più in forma del momento, limitata da un infortunio al polso, ha optato per un giusto mix di caratteristiche. Da una parte l’esperienza di Roberta Vinci e Sara Errani, coppia oltretutto dalla quale non si può prescindere nel doppio, dall’altra le eroine di Cleveland, Camila Giorgi e Karin Knapp.
Non è stato un eccellente avvio di stagione per le azzurre in generale (se si esclude l’exploit di Flavia Pennetta a Indian Wells), vediamo in quale stato di forma le nostre atlete si avvicinano alla semfinale di Fed.

Sara Errani è, dopo un anno e mezzo, uscita dalla Top10. La tennista italiana, nr.11 del ranking, ha vissuto un 2014 leggermente al di sotto dei suoi standard degli ultimi anni, pur vantando la finale giocata a Parigi e ben 3 quarti di finale (Sydney, Doha e Charleston). L’azzurra ha fatto una gran fatica a ritrovare i suoi ritmi tambureggianti da fondo campo ed il suo gioco, del resto il bilancio del suo inizio anno parla chiaro, 12 vittorie e 9 sconfitte. Peggio che andar di notte Roberta Vinci, che ha raccolto sin qui appena due miserrime vittorie e ben 9 sconfitte nei vari tornei ai quali ha partecipato.
Cosa dire delle due inossidabili compagne di doppio, stanno probabilmente accusando la tensione e la pressione di doversi mantenere nei primissimi posti della graduatoria mondiale. Lo ha confessato e dimostrato per prima Sara Errani (chiaro segnale le lacrime in campo durante il match perso con la Bencic a Charleston), che si sta sforzando almeno mentalmente di ritrovare un minimo di fiducia e di sicurezza. Lo ha palesato Roberta Vinci, la quale non vorremmo che fisicamente si stia avviando verso la fase finale della carriera e quindi faccia più fatica di prima a ritrovare le sue trame, originali ma anche dispendiose da un punto di vista fisico, con le numerose sortite a rete.
Così la migliore a livello di risultati è Camila Giorgi, sulla carta la più debole del lotto per via della classifica WTA (nr. 54, suo best ranking raggiunto proprio questa settimana dopo la finale rocambolesca persa con la Cornet a Katowice) ma nella sostanza la più in forma e quella che ha il gioco esplosivo capace di mettere in difficoltà le tenniste ceche. La tennista originaria di Macerata vanta un bilancio di 13 vittorie e 6 sconfitte comprensive della finale di Katowice di cui abbiamo detto e del quarto turno raggiunto a Indian Wells, traguardo raggiunto partendo dalle qualificazioni. Tutto ciò senza dimenticare l’ottima prestazione fornita a Cleveland nel 1° turno di Fed Cup con la schiacciante vittoria all’esordio nella manifestazione conseguita ai danni di Madison Keys.
Anche Karin Knapp non ha entusiasmato a livello di risultati. La tennista nativa di Brunico ha ottenuto appena 6 vittorie nel 2014 al cospetto di ben 10 sconfitte e c’è da considerare che due successi sono arrivati in Fed contro le statunitensi, dove Karin giocò da vera leader battendo sia la McHale che la Riske. La Knapp a oggi è la nr. 50 del ranking.
Insomma un quadro in tinte chiaroscure per il team italiano che sembra in generale in uno stato di forma leggermente inferiore a  quello delle ceche.

 

I PRECEDENTI

Sono 9 le sfide tra le due nazionali ma nei primi due c’era la Cecoslovacchia, Italia avanti 5-4.

Come detto i due team si affronteranno per la quarta volta in cinque anni e, piccola curiosità, sempre a livello di semifinale.

 ITALIA- R.CECA 5-4

World Group, Consolation Round, Semifinal, 9-15 Novembre 1981, Tokyo, Terra, outdoor

Cecoslovacchia- Italia 3-0

Sukova-Simmonds 26 60 63
Mandlikova-Rossi 46 64 64
Sukova/Tomanova- Murgo/Simmonds 46 75 61

 

World Group, 2 Round, 17-24 luglio 1983, Zurigo, Terra, outdoor

 Cecoslovacchia-Italia 2-1

Reggi-Sukova 64 61
Mandlikova-Simmonds 63 63
Mandlikova/Sukova- Cecchini/Reggi 61 64

World Group, 2 Round, 21 luglio 1993, Francoforte, Terra, outdoor

R.Ceca-Italia 2-1

Sukova-Bentivoglio 64 62
Cecchini-Novotna 06 62 63
Novotna/Sukova- Cecchini/Farina 62 62

 

World Group I, Qualifying Round, 25-26 luglio 1998, Praga, Terra, outdoor

 R.Ceca-Italia 1-4

Farina-Bobkova 60 64
Grande-Peschke 76(3) 46 64
Farina-Peschke 62 61
Bobkova-Grande 26 63 76(5)
Lubiani/Perfetti- Nemeckova/Pastikova 62 46 75

 

World Group I, 1° Round, 24-25 aprile 2004, Maglie, Terra, outdoor

Italia-R. Ceca 3-1

Schiavone-Zahlavova Strycova 57 61 60
Farina-Zakopalova 63 76(6)
Zahlavova Strycova-Camerin 75 36 75
Schiavone-Zakopalova 16 62 62

 

World Group I, Play-off, 9-10 luglio 2005, Carpet, indoor

Italia-R.Ceca 3-2

Schiavone-Peschke 64 75
Vaidisova-Vinci 63 64
Vaidisova-Schiavone 62 75
Pennetta-Peschke 64 46 62
Schiavone/Vinci- Peschke/Vaidisova 64 64

 

World Group I, Semifinale, 24-25 aprile 2010, terra, outdoor

Italia-R.Ceca 5-0

Pennetta-Hradecka 64 75
Schiavone-Safarova 60 62
Pennetta-Kvitova 76(3) 62
Errani-Hradecka 64 62
Errani/Schiavone-Hradecka/Peschke 62 64

 

World Group I, Semifinale, 21-22 aprile 2012, hard, indoor

R.Ceca-Italia 4-1

Safarova-Schiavone 76(3) 61
Kvitova-Errani 64 63
Kvitova-Schiavone 64 76(1)
Errani-Hlavackova 26 62 62
Hlavackova/Hradecka- Errani/Pennetta 56rit.

 

World Goup I, Semifinale, Palermo, 20-21 aprile 2013

Italia-R.Ceca 3-1

Errani-Safarova 64 62
Vinci-Kvitova 64 61
Kvitova-Errani 26 62 60
Vinci-Safarova 63 67(2) 63

I PRECEDENTI TRA LE GIOCATRICI

Sulla carta la Vinci sembra la più accreditata a confondere le carte al gioco di potenza delle tenniste ceche. Roberta infatti è in vantaggio negli scontri diretti sia con la Kvitova, che con la Safarova, che con la Koukalova. Chiaramente dovesse Barazzutti optare come seconda singolarista per la Giorgi, si tratterebbe di match inediti e come tali vi sarebbe molta curiosità (unita a speranza da parte italiana) di vedere con quale piglio la nostra giovane tennista affronterà le avversarie, sulla carta più quotate di lei. Certo se Camila è in giornata diventa una mina vagante per tutte.

Kvitova-Errani 6-0

2012 Australian Open, QF, hard, Kvitova 64 64
2012 Fed Cup, hard, SF, Kvitova 64 63
2012 New Haven, hard, SF, Kvitova 61 63
2013 Dubai, hard, F, Kvitova 62 16 61
2013 Fed Cup, clay, SF, Kvitova 26 62 60
2013 Pechino, hard, R16, Kvitova 64 67(7) 63

Kvitova-Vinci 1-2

2011, Wimbledon, grass, R32, Kvitova 63 63
2013, Katowice, clay, F, Vinci 76 (2) 61
2013, Fed Cup, clay, R2, 64 61

La Kvitova non ha mai incontrato Knapp e Giorgi

 

Safarova-Errani 1-1

2009 Barcellona, clay, R16, Safarova 63 63
2013 Fed Cup, clay, SF, Errani 64 62

Safarova-Vinci 2-4

2004 Us Open, Qualif., Hard, Vinci 63 76(6)
2009 Acapulco, clay, R32, Vinci 64 64
2009 Toronto, hard, Qualif, Vinci w/o
2012 Montreal, hard, Q, Safarova 62 62
2013 Palermo, clay, SF, Vinci63 67(7) 63
2013, Us Open, hard, R64, Vinci 46 61 62
2013 Tokyo, hard, R64, Safarova 75 64

Safarova-Knapp 1-1

2008 Miami, hard, R32, Safarova 36 75 60
2013 Wimbledon, grass, R64, Knapp 46 64 64

Non esistono precedenti tra Safarova e Giorgi

Koukalova-Errani 2-5

2007 Prerov, clay, S, Koukalova 61 62
2008 Praga, clay, R32, Koukalova 61 63
2009 Portoroz, hard, R16, Errani 61 61
2010 Australian Open, hard, R128, Errani 62 76(5)
2011 Madrid, clay, R64, Errani 76(6) 64
2013 Palermo, clay, S, Errani 64 64
2013 Toronto, hard, R32, Errani 62 76(2)

Koukalova-Vinci 1-3

2005 Portoroz, hard, Q, Koukalova 75 76(1)
2005 Zurigo, hard, qualif., Vinci 62 62
2006 Palermo, clay, R16, Vinci 62 76(6)
2011 Budapest, clay, R64, Vinci 62 62

Koukalova-Knapp 2-0

2008 Estoril, clay, Q, Koukalova 36 64 64
2013 Palermo, clay, R16, Koukalova 63 46 64

Non ci sono precedenti tra Koukalova e Giorgi.

IL PRONOSTICO

Da entrambi le parti non è che ci si trovi proprio al top della forma. 

Barazzutti come detto in apertura potrebbe scegliere di far giocare Sara Errani e di affiancarle come seconda singolarista Camila Giorgi, cioé tenacia da una parte e esplosività dall’altra, un mix che ci auguriamo possa essere letale per le ceche campionesse in carica.
Sappiamo bene che il gioco di Camila non conosce mezze misure, o palle agli incroci delle righe o palle fuori di metri. Certo, fare a cazzotti con Safarova e Kvitova non è consigliabile, ma se la Giorgi riuscisse ad imporsi?
Ci sembra evidente che considerando la Kvitova favorita nei suoi match, tutto passi dalla nostra capacità di fare non solo i due punti con la Safarova (notoriamente non molto costante, ma ultimamente in progresso da questo punto di vista) ma anche eventualmente di vincere il doppio decisivo ed in quel caso ci affideremo senza ombra di dubbio a Vinci ed Errani.
Siamo dell’idea che le padrone di casa siano favorite, ma probabilmente la differenza è molto più sottile di quanto si possa immaginare (e la Giorgi vista a Katowice ci fa ben sperare, oltretutto il fatto di non aver mai incontrato le sue potenziali avversarie la rende un’incognita da un punto di vista tecnico).
Insomma la sesta finale di Fed non è impossibile da realizzare ma ci vorrà una prova corale per sovvertire il pronostico.

R.Ceca 60% – Italia 40%

SEMIFINALI FED CUP REPUBBLICA CECA-ITALIA, OSTRAVA

Sabato

Lucie Safarova(Cze) vs Sara Errani (Ita)

Petra Kvitova (Cze) vs Camila Giorgi (Ita)

Domenica

Petra Kvitova (Cze) vs Sara Errani (Ita)

Lucie Safarova (Cze) vs Camila Giorgi (Ita)

Andrea Hlavackova/Klara Koukalova (Cze) vs Karin Knapp/Roberta Vinci (Ita)

 

Continua a leggere
Commenti

Fed Cup

BJK Cup, play-off: Canada, Ucraina, Lettonia e Gran Bretagna sul 2-0

Equilibrio tra Argentina e Kazakistan così come tra Olanda e Cina e tra Polonia e Brasile. Oggi si concludono le sfide

Pubblicato

il

Jelena Ostapenko - Billie Jean King Cup 2021 (via Twitter, @BJKCup)

Oltre alla sfida di Cluj tra Romania e Italia sono in corso altre sette sfide valide per i play-off della Billie Jean King Cup, le cui vincenti saranno ammesse alle qualificazioni per le Finals 2022. Dopo la prima giornata tutto abbastanza facile per la Gran Bretagna contro il Messico e per l’Ucraina contro il Giappone.

Al National Tennis Center di Londra Katie Boulter e Heather Watson faticano solo nel primo set dei loro rispettivi incontri chiudendo poi in scioltezza i loro match. La prima regola con il punteggio di 7-5 6-0 la messicana Zacarias, la seconda con un similare 7-5 6-1 completa il 2-0 britannico contro la Olmos. A Chornomorsk, sulla terra rossa, vita facile per le ucraine contro il Giappone orfano di Naomi Osaka. Elina Svitolina lascia 5 giochi a Chihiro Muramatsu (6-3 6-2), Marta Kostyuk uno in più a Yuki Naito (6-3 6-3).

Sul 2-0 anche il Canada in Serbia e la Lettonia contro l’India. Sul veloce di Kraljevo Fernandez supera Olga Danilovic dopo tre combattuti set (7-5 4-6 6-4) e a seguire Rebecca Marino supera 6-4 7-6(8) Nina Stojanovic. Nordamericane ad un passo dai Qualifiers 2022. Qualche problemino per la Lettonia contro l’India anche se alla fine della prima giornata si è come da pronostico sul 2-0 per le padrone di casa a Jurmala. Jelena Ostapenko impiega infatti 2 ore e 25 minuti per superare in tre set la quasi sconosciuta Raina (nr. 147 WTA) con il punteggio di 6-2 5-7 7-5. Passata la paura Sevastova dà il 2-0 alla Lettonia superando in tranquillità Tandi (6-4 6-0).

Equilibrio invece nelle altre 3 sfide. Parità dopo la prima giornata tra Polonia e Brasile a Bytom. Magdalena French aveva dato l’1-0 alle padrone di casa superando Meligeni Rodrigues 6-4 6-3 ma nel secondo singolare Laura Pigossi ha ristabilito la parità superando in tre set Urszula Radwanska (7-6 (9) 3-6 6-2). A ‘s-Hertogenbosch sembrava una passeggiata di salute per l’Olanda contro la Cina. Ma dopo la facile vittoria di Kiki Bertens contro Xinyu Wang (6-2 6-0) ci pensava l’altra Wang Xiyu a rovesciare il pronostico contro Arantxa Rus e portare in parità le asiatiche (6-1 3-6 6-2).

 

Infine 1-1 anche sulla terra rossa di Cordoba tra Argentina e Kazakistan. Yulia Putinsteva rimonta la tenace Nadia Podoroska battuta 2-6 6-4 6-0 ma la sorpresa arriva dal secondo singolare, dove Maria Luise Carle (nr. 415 WTA) supera al terzo Elena Rybakina (6-4 3-6 6-0)

Continua a leggere

Fed Cup

Billie Jean King Cup: Romania-Italia 0-2. Cocciaretto e Trevisan non tradiscono

Vittoria al cardiopalma per Martina, che salva due match point a Buzarnescu. Tutto facile per Cocciaretto contro Bara

Pubblicato

il

Inizia nel migliore dei modi per la nazionale azzurra la sfida di play-off contro la Romania nella Billie Jean King Cup (ex Fed Cup). Nel cemento indoor della Sala Polivalenta di Cluj le italiane guidate da Tathiana Garbin (senza la numero 1 Camila Giorgi, positiva al coronavirus) hanno vinto i primi due match di singolare, andando a riposo sul 2-0. La Romania non sta certamente schierando la sua formazione migliore: mancano infatti le prime cinque giocatrici della nazione, ovvero Simona Halep, Patricia Maria Tig, Sorana Cirstea, Irina Camelia Begu e Ana Bogdan. Non per questo il risultato che potrebbe acquisire l’Italia vincendo il tie (la qualificazione ai preliminari del tabellone di BJK Cup 2022) avrebbe meno valore.

La prima sfida è tutta nel segno di Elisabetta Cocciaretto. Scesa in campo da numero 2, ha battuto nettamente Irina Bara, n.132 WTA, in un’ora e mezza di partita con il punteggio di 6-1 6-4, recuperando da uno svantaggio di 0-3 nel secondo parziale dopo aver dominato il primo. Per Elisabetta è la quarta vittoria con i colori della nazionale azzurra: le prime tre sono state preziosissime (e anche più nette rispetto a quella su Bara). Le ha messe a segno lo scorso anno in Estonia e hanno permesso alle nostre ragazze di giocare questo match di play-off.

Il secondo match invece è stato un autentico dramma, durato oltre tre ore. Martina Trevisan ha superato Mihaela Buzarnescu (n.137 WTA) al tie-break del terzo set (7 punti a 5), finendo il match in lacrime. Una vittoria che ha il freddo valore del 2-0 per la squadra, ma ha un significato inestimabile per lei. Anzi, probabilmente ce lo spiegano quelle lacrime alla stretta di mano e l’abbraccio con Tathiana. Martina infatti aveva vinto un solo match in questo 2021, quello nel primo turno di qualificazione a Dubai contro Rodionova. La striscia di sconfitte stava per allungarsi oggi, perché nel terzo set (durato la bellezza di 103 minuti) è stata a un passo dalla sconfitta.

Prima si sono rifilate un 6-2 per parte. Poi è iniziata una sfilza di break, che ha portato la rumena a servire per il match sul 5-4. Martina è stata tenace e nonostante non si stesse esprimendo al meglio (complici alcuni fastidi fisici) è riuscita a salvare due match point consecutivi (40-15) e anche a non lasciarsi condizionare dal disappunto per aver perso il servizio sul 5-5 con numerose chance di tornare avanti nel punteggio. Ha recuperato ancora una volta il break e non si è distratta nel lungo Medical Time Out di Buzarnescu che ha preceduto il tie-break. Qui si è portata avanti 5-3 per poi chiudere il match alla prima occasione.

Sabato si continua con gli altri due singolari: salvo imprevisti, Cocciaretto incrocerà proprio Buzarnescu, mentre a Trevisan toccherà Bara.

Continua a leggere

Fed Cup

Billie Jean King Cup, i playoff: Cocciaretto-Bara il primo incontro

A Cluj, l’Italia affronta la Romania priva di Halep; Trevisan-Buzarnescu il secondo match. In campo anche Ostapenko, Svitolina e Bertens per le rispettive nazionali

Pubblicato

il

Elisabetta Cocciaretto - Guadalajara 2021 (Foto Facebook Abierto Zapopan 2021)

La squadra azzurra di Billie Jean King Cup torna in campo nella giornata di oggi contro la Romania, a oltre un anno di distanza dal successo sulla Croazia a Tallinn che è valso l’accesso ai playoff, inizialmente previsti per il 17 e 18 aprile del 2020 prima di essere rinviati al 2021. Il gruppo a disposizione di Tathiana Garbin include Elisabetta Cocciaretto, Martina Trevisan, Giulia Gatto-Monticone, Jasmine Paolini e Bianca Turati, alla sua prima convocazione. Gli incontri saranno visibili su Supertennis dalle 14:30 di oggi e dalle 13 di domani.

Il tie si svolgerà presso la Sala Polivalenta di Cluj (cemento indoor), e vedrà l’Italia opposta ad una formazione decisamente rimaneggiata, visto che saranno assenti le cinque migliori giocatrici rumene (Halep, Tig, Cirstea, Begu e Bogdan). Le selezioni di Monica Niculescu hanno quindi incluso… sé stessa (N.173 in singolare e 55 in doppio), oltre a Irina Maria Bara (N.132 in singolare e 124 in doppio), Mihaela Buzarnescu (137 in singolare e 114 in doppio) e Elena Gabriela Ruse (168 in ambo le specialità).

Il primo incontro di oggi, a partire dalle 14:30 italiane, sarà Bara-Cocciaretto, a cui farà seguito Buzarnescu-Trevisan. Domani, invece, si inizierà alle 13 con Bara-Trevisan, poi Buzarnescu-Cocciaretto e infine il doppio Niculescu/Ruse vs Gatto-Monticone/Paolini.

 

Questi gli altri incontri di playoff:

REGNO UNITO-MESSICO

  • Sede: National Tennis Centre, Londra
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 15 italiane):

  • K. Boulter vs M. Zacarias
  • H. Watson vs G. Olmos

Incontri di sabato (a partire dalle 12:30 italiane):

  • H. Watson vs M. Zacarias
  • K. Boulter vs G. Olmos
  • H. Dart/H. Watson vs F. Contreras Gomez/G. Olmos

SERBIA-CANADA

  • Sede: Sport Hall Ibar, Kraljevo
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 14 italiane):

  • O. Danilovic vs L.A. Fernandez
  • N. Stojanovic vs R. Marino

Incontri di sabato (a partire dalle 11 italiane):

  • N. Stojanovic vs L.A. Fernandez
  • O. Danilovic vs R. Marino
  • O. Danilovic/A. Krunic vs S. Fichman/C. Zhao

LETTONIA-INDIA

  • Sede: National Tennis Centre Lielupe, Jurmala
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 17 italiane):

  • J. Ostapenko vs A. Raina
  • A. Sevastova vs K.K. Thandi

Incontri di sabato (a partire dalle 15 italiane):

  • A. Sevastova vs A. Raina
  • J. Ostapenko vs K.K. Thandi
  • D. Marcinkevica/D. Vismane vs S. Mirza/A. Raina

UCRAINA-GIAPPONE

  • Sede: Elite Tennis Club, Chornomorsk
  • Superficie: terra outdoor

Incontri di oggi (a partire dalle 10 italiane):

  • E. Svitolina vs C. Muramatsu
  • M. Kostyuk vs Y. Naito

Incontri di sabato (a partire dalle 10 italiane):

  • E. Svitolina vs Y. Naito
  • M. Kostyuk vs C. Muramatsu
  • L. Kichenok/N. Kichenok vs S. Akita/H. Sato

ARGENTINA-KAZAKISTAN

  • Sede: Córdoba Lawn Tennis Club, Córdoba
  • Superficie: terra outdoor

Incontri di oggi (a partire dalle 16 italiane):

  • N. Podoroska vs Y. Putintseva
  • M.L. Carle vs E. Rybakina

Incontri di sabato (a partire dalle 15:30 italiane):

  • N. Podoroska vs E. Rybakina
  • M.L. Carle vs Y. Putintseva
  • M.L. Carle/N. Podoroska vs A. Danilina/Y. Shvedova

OLANDA-CINA

  • Sede: Maaspoort Sports & Events, s-Hertogenbosch
  • Superficie: terra indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 13 italiane):

  • K. Bertens vs Xiyu Wang
  • A. Rus vs Xinyu Wang

Incontri di sabato (a partire dalle 13 italiane):

  • K. Bertens vs Xinyu Wang
  • A. Rus vs Xiyu Wang
  • L. Pattinama Kerkhove/D. Schuurs vs S. Zhang/S. Zheng

POLONIA-BRASILE

  • Sede: Hala Na Skarpie, Bytom
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 14 italiane):

  • M. Frech vs C.M.R. Alves
  • U. Radwanska vs L. Pigossi

Incontri di sabato (a partire dalle 13 italiane):

  • M. Frech vs L. Pigossi
  • U. Radwanska vs C.M.R. Alves
  • W. Falkowska/P. Kania Chodun vs G. Ce/L. Stefani

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement