Altra Finale a Stoccarda per Sharapova (Fotoracconto)

WTA

Altra Finale a Stoccarda per Sharapova (Fotoracconto)

Pubblicato

il

TENNIS WTA STOCCARDA – Nella giornata delle semifinali di Stoccarda, Sara Errani non ce la fa a superare Maria Sharapova, Ana Ivanovic la spunta nella battaglia delle Serbe e le Cichis. ..conquistano il passaggio alla finale.

Errani_260414_0005

Va bene, senza voler togliere nulla a Sara, ma anche nel tennis si potrebbe pensare a categorie come nel pugilato, no?

Sharapova_260414_0020

Maria Sharapova è la prima a servire, e inizia una corsa in testa.

Errani_260414_0084

Sostenuta da un gruppo locale di fan caloroso e rumoroso (beh, siamo in Germania, mica si può pretendere troppo!),

Errani_260414_0052

Sara cerca di contrastarla, ma non riesce a entrare nel gioco.

Sharapova_260414_0106

Maria detta la velocità e chiude il punto in pochi scambi, in un modo o nell’altro…. Più in uno che nell’altro, a dire il vero.

Sharapova_260414_0039

L’impressione, però è che, nonostante il punteggio largamente a suo favore, non voglia rilassarsi se non sotto la doccia del dopo partita.

Errani_260414_0061

Sara alla fine del primo set chiede l’intervento di Pablo Lozano

Errani_260414_0053

e nel secondo set cerca di caricarsi, conquistando due break.

Sharapova_260414_0115

Maria però più è stuzzicata e più si incattivisce, e dimostra tutto il suo agonismo anche nelle urla che chiudono game particolarmente delicati.

Sharapova_260414_0125

Solo alla fine, conquistato l’ultimo punto, sorride e si rilassa,

Sharapova_260414_0128

andando a rete a stringere la mano a Sara,

Sharapova_260414_0133

e spedendo nelle tribune

Sharapova_260414_0140

il suo distintivo “bacio dei quattro cantoni”.

Errani_presser_260414_0155

Sara non ha rimpianti: ammette che Maria ha giocato in maniera perfetta e non le ha lasciato modo di entrare in partita, ma è contenta del torneo in generale. Ha giocato buone partite, cosa che su questa superficie che non le piace molto è positiva e affronta con buone sensazioni questo periodo nel quale sa di dover difendere molti punti. “Però già una settimana positiva va bene!”

Sharapova_presser_260414_0020

Maria è contenta del modo in cui ha giocato. Ha avuto un’inizio di torneo lungo e difficile ed è contenta di adattarsi sempre meglio alle condizioni di gioco. Essendo Sara capace di giocare un ottimo tennis ha voluto toglierle il tempo in campo e pensa di averlo fatto bene fin dall’inizio. Se guarderà la partita di Jankovic e Ivanovic? “Non penso. Le ho già viste giocare alcune volte!” con un sorrisetto ma-mi-faccia-il-piacere sharapoviano

Sharapova_presser_260414_0050

Dopo l’intervista firma palline e magliette delle vincitrici dello “Slam dei bambini”, organizzato in questi giorni, posa con loro per una foto e rimane un po’ sorpresa quando la più piccoletta, con una vocina acuta, le chiede “Posso avere un abbraccio?” Così sorpresa che la abbraccia veramente!

Intanto in campo finisce la prima semifinale del doppio, con le ragazzotte tedesche che terminano la loro avventura di alternates di fronte alla coppia Mirza-Black (e scusate se è poco!). Sono così felici che, pur avendo perso, salutano il pubblico come se avessero appena vinto uno Slam, e il pubblico ricambia con applausi scroscianti.

Jankovic_260414_0052

Ma ecco che inizia la seconda semifinale, quella partita che, senza i ritiri di Wozniacki e Cibulkova, sarebbe stata di primo turno. Credo che, a conti fatti, gli organizzatori non sono stati mai così contenti di due ritiri importanti a tabellone sorteggiato come stavolta!
Jelena Jankovic, con un ginocchietto guarito e l’altro ancora vistosamente incerottato,

Ivanovic_260414_0015

ed Ana Ivanovic si contendono il diritto a sfidare la campionessa uscente nella finale di domani.

Ivanovic_260414_0057

Ana è molto efficace al servizio,

Jankovic_260414_0086

e Jelena tenta di contrastarla correndo di qua e di là su un campo molto scivoloso. Spesso rischia di ritrovarsi in spaccata, come è successo ieri, per il grande divertimento del pubblico, che ha assistito non solo al suo distintivo split, ma, soprattutto, al tentativo di rialzarsi… a rate, avvicinando un piede all’altro una ventina di centimetri alla volta e scaricando il peso appoggiandosi con la racchetta a terra.

Ivanovic_260414_0068

Con un solo break si chiude il primo set a favore di Ana.

Jankovic_260414_0035

Durante la partita, Jelena decide di prendersi un time-out

Jankovic_260414_0041

per il sollazzo del pubblico seduto dietro alla linea di fondo.

Jankovic_260414_0043

Non ho sentito cosa abbia detto loro, ma si sono fatti tutti grasse risate.

Jankovic_260414_0104

Durante un cambio campo, il fratello di Jelena le dà consigli di gioco in maniera plateale.
Jelena è molto chiara nel fargli capire cosa pensa del suo comportamento.

Jankovic_260414_0109

Poi il regista decide di far vedere sul maxi schermo cosa abbia spinto Jelena a dare del matto al fratello

Jankovic_260414_0114

e quando lei si rende conto di essere stata pizzicata si fa una grassa risata, mentre il fratello cerca di scavare una bella buca per nascondersi.

Jankovic_260414_0128

Parlano tutte del campo scivoloso? Ebbene, Jelena, non paga del ginocchietto sbucciato, stavolta si spiaggia proprio,

Jankovic_260414_0132

riducendosi come una fettina panata!

Ivanovic_260414_0105

Ana però non si distrae, e piazza l’allungo definitivo, che la porta in finale.

Ivanovic_260414_0095

La stretta di mano a rete è molto cordiale, con Ana che si sincera delle condizioni di Jelena.

Ivanovic_presser_260414_0016

Ana è convinta che le due battaglie precedenti l’abbiano aiutata a vincere oggi. Anche se l’ultima vittoria con Maria risale al 2007, l’ultima partita qui è stata abbastanza tirata. Negli ultimi anni ha dovuto lottare abbastanza, ma adesso si sente molto più fiduciosa. Quest’anno ha battuto top players, anche Serena Williams. “Domani sarà una sfida complicata, ma io amo le sfide!”

Cichis_260414_0004

Ed infine, per l’ultima partita della giornata, entrano in campo Jelena Jankovic, che avrà fatto fare gli straordinari alla lavanderia del torneo, con Alisa Kleybanova, contro le Cichis, Sara Errani e Roberta Vinci.

Cichis_260414_0021

Sara dà alla coppia solidità da fondo

Cichis_260414_0068

Roberta tocco a rete

Cichis_260414_0007

Sara è fiducia

Cichis_260414_0072

Roberta equilibrio

Cichis_260414_0047

Sara è mobilità
    Cichis_260414_0040

Roberta è stabilità.
Una coppia vincente!  

Porsche Tennis Grand Prix 2014 - Stuttgart

Di fronte, la regina del dramma

Porsche Tennis Grand Prix 2014 - Stuttgart

sempre protagonista,

Porsche Tennis Grand Prix 2014 - Stuttgart

l’unica che può avere questi atteggiamenti durante una partita!

Cichis_260414_0077

Il match scivola via abbastanza facilmente per le Cichis, molto tranquille durante i cambi di campo (e qui lancio il concorso: “Proponete una didascalia a questa foto”)

Cichis_260414_0042

Meno tranquilla la panchina: due signori, che evidentemente non conoscono benissimo i personaggi del tennis, reclamano il loro posto nel box e ricacciano Lozano e Cinà nel box accanto.

Porsche Tennis Grand Prix 2014 - Stuttgart

Quando le giocatrici dicono che si divertono: fin dall’inizio, e per nulla preoccupate dell’andamento della partita, Jelena e Alisa tra un punto e l’altro scambiano battute e si fanno un sacco di risate.

Cichis_260414_0079

Verso la fine, Lozano scambia due parole con Sara e vuole attirare l’attenzione di Cinà, che invece sta guardando quello che proiettano sul maxi schermo. Visto che Cinà non se lo fila proprio, Lozano lo afferra per l’orecchio!

Cichis_260414_0081

Il regista è attento e passa subito la scena sul maxi schermo, suscitando l’ilarità di Sara, del pubblico

Porsche Tennis Grand Prix 2014 - Stuttgart

e di Jelena!

Cichis_260414_0093

La partita finisce con un tranquillo doppio 6-3, per la gioia delle Cichis che,

Cichis_260414_0094

con lo sguardo allo schermo per rivedere le ultime azioni di gioco, si avviano verso la finale.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
evidenza5 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash6 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria1 settimana fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash3 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash3 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza2 mesi fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP2 mesi fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement