ATP Nizza: Montanes-Monfils, al secondo turno è rematch della finale 2013

Flash

ATP Nizza: Montanes-Monfils, al secondo turno è rematch della finale 2013

Pubblicato

il

 
 

TENNIS – Vincono Tursunov, Montanes, Mahut e Mayer nel match d’esordio dell’ATP Nizza.

Cinque i match giocati oggi a Nizza, torneo nel quale Albert Montanes è campione in carica. Proprio lo spagnolo ha vinto all’esordio 6-1 6-3 sull’australiano Matthew Ebden, conquistando il diritto a sfidare al secondo turno il finalista dello scorso anno: Gael Monfils, al rientro dopo l’infortunio alla caviglia che lo tiene fermo dal torneo di Bucarest. Parte bene Dimitry Tursunov, a cui bastano 56 minuti – e l’82% di punti vinti con la prima – per stendere 6-1 6-4 Aleksandr Nedovyesov. Va a Nicolas Mahut, 6-7(4) 6-3 6-2, il derby transalpino con il qualificato Martin Vaisse, incapace di sfruttare sei delle sette palle break avute a disposizione. Per un qualificato che va ce n’è uno che resta ed è l’argentino Leonardo Mayer, finalista quest’anno a Vina del Mar, che al terzo ha avuto la meglio 4-6 6-3 6-4 sulla wild card croata Borna Coric. Il secondo derby di giornata, sempre francese, se l’è aggiudicato in rimonta, 2-6 6-4 6-0, Paul Henri Mathieu ai danni della giovane speranza Lucas Pouille.

Risultati primo turno:
Paul-Henri Mathieu (France) beat Lucas Pouille (France) 2-6 6-4 6-0
Leonardo Mayer (Argentina) beat Borna Coric (Croatia) 4-6 6-3 6-4
[6] Nicolas Mahut (France) beat Martin Vaisse (France) 6-7(4) 6-3 6-2
Albert Montanes (Spain) beat Matthew Ebden (Australia) 6-1 6-3
[5] Dmitry Tursunov (Russia) beat Aleksandr Nedovyesov (Kazakhstan) 6-1 6-4

 

Continua a leggere
Commenti

evidenza

WTA Ranking: Samsonova vicina alla top20, Zheng in top30. Raducanu +11 posti

La russa vince il terzo torneo della stagione e si candida ad entrare in top20. La cinese la seguirà a breve? Riguadagna terreno Emma Raducanu, dopo la semifinale a Seoul. Tre posti in meno per Martina Trevisan

Pubblicato

il

I risultati dei tornei in programma la scorsa settimana hanno segnato sostanziali progressi in classifica per giovani da tempo sotto i riflettori e attese ad alti livelli. Il Toray Pan Pacific Open Tennis di Tokio, categoria WTA 500, ha riservato una finale tra Liudmila Samsonova, già vincitrice quest’anno del Tennis in the Land presented by Motorola Edge di Cleveland e del Citi Open di Washington, e la stella nascente cinese Qinwen Zheng, salita alla ribalta dopo essere riuscita a strappare un set a Parigi a Iga Swiatek.  L’ha spuntata Samsonova, che con questo risultato si avvicina alla top20. Nonostante la sconfitta, anche Zheng può festeggiare: la finale le frutta l’ingresso in top30. Un risultato ancora più rilevante se pensiamo che a inizio anno era solo n.126. Per entrambe si tratta, ovviamente del best ranking, ma sono destinate a salire molto più in alto. Riusciranno a centrare la top20 entro la fine della stagione? L’Hana Bank Korea Open di Seoul, invece, è stato vinto da Ekaterina Alexandrova, al secondo titolo stagionale. Ekaterina non è più una giovane promessa tuttavia quest’anno è sicuramente il migliore della sua carriera e il trionfo in Corea del Sud la porta a un passo dalla top20. A Seoul si sono riviste ad alti livelli Emma Raducanu e Tatjana Maria, che, con i punti guadagnati sono tra le atlete che risalgono più posti in classifica quest’oggi. Infine, il titolo del WTA 125 di Budapest Ladies Open è stato portato a casa da Tamara Korpatsch che ha sconfitto in finale la bulgara Viktoriya Tomova. Entrambe entrano per la prima volta in top100 grazie a questi risultati. Andiamo a vedere come questi risultati hanno influito sulla classifica di oggi 26 settembre 2022.

LA CLASSIFICA WTA DI TENNIS AGGIORNATA

Classifica WTAVariazioneGiocatriceTorneiPunti
10Iga Swiatek1610180
20Ons Jabeur195090
3+1Paula Badosa243934
4-1Anett Kontaveit193860
50Jessica Pegula173501
6+1Aryna Sabalenka203470
7-1Maria Sakkari203176
80Coco Gauff173047
90Simona Halep193025
100Caroline Garcia222930
110Daria Kasatkina212895
120Garbiñe Muguruza202875
130Veronika Kudermetova222561
140Belinda Bencic182295
15+1Beatriz Haddad Maia312295
16-1Danielle Collins142277
17+2Jelena Ostapenko182271
18-1Madison Keys182248
19+1Karolina Pliskova182061
20-2Petra Kvitova182003
21+3Ekaterina Alexandrova211975
22-1Victoria Azarenka141951
23+7Liudmila Samsonova231937
24-1Amanda Anisimova171840
25-3Elena Rybakina231810
26+2Shuai Zhang331655
27-2Barbora Krejcikova181627
28+8Qinwen Zheng251602
29-3Alison Riske-Amritraj231522
30-3Martina Trevisan271521
31-2Aliaksandra Sasnovich211521
320Kaia Kanepi221433
330Irina-Camelia Begu211424
34+1Ajla Tomljanovic241400
35-1Shelby Rogers221379
36-5Jil Teichmann201358
370Alizé Cornet241321
380Leylah Fernandez171310
390Sorana Cirstea221300
400Alison Van Uytvanck221280
41+1Marie Bouzkova161253
42-1Yulia Putintseva191238
43+3Petra Martic191208
440Elise Mertens221200
45-2Bernarda Pera191140
46+2Naomi Osaka131122
470Anhelina Kalinina281091
48-3Anastasia Potapova251076
490Katerina Siniakova221007
500Sloane Stephens161006

Questa è la classifica delle prime cinquanta. Ricordiamo che oggi uscivano, tra gli altri, i punti del J&T Banka Ostrava Open 2021, degli Internationaux de Strasbourg e del Columbus WTA 125. Possiamo notare che:

 
  • In top10, ritorna al n.3 Paula Badosa, nonostante i risultati non la supportino. Supera Annet Kontaveit (-1, n.4), alla quale uscivano i 470 punti della vittoria a Ostrava nel 2021. Per l’estone sta arrivando un periodo carico di risultati da confermare. Prossimamente le scadranno i punti dei trionfi alla VTB Kremlin Cup 2021 e al Transylvania Open 2021, nonché quelli della finale al Masters. Un posto in meno anche per Maria Sakkari (n.7), impegnata a Parma questa settimana, e uno in più per Aryna Sabalenka, che risale al n.6.
  • In top20, la finale a Seoul fa guadagnare due posti a Jelena Ostapenko (n.17). Un posto in più per Beatriz Haddad-Maia (n.15), due in meno per Petra Kvitova (n.20).
  • Per quanto riguarda le posizioni dalla n.21 alla n.50, Ekaterina Alexandrova (+3, n.21) si porta a soli 28 punti dalla top20. Peccato che tra qualche settimana le scadranno i 305 punti della finale a Mosca persa nel 2021 contro Kontaveit. Come già anticipato, Liudmila Samsonova sale di sette posti e si posiziona al n.23, Qinwen Zheng ne guadagna otto e irrompe in top30, al n.28.
  • Alle spalle delle migliori cinquanta, troviamo al n.51 Madison Brengle, in salita di ben nove posti dopo la vittoria all’ITF di Berkeley. Rientrano tra le migliori settanta del ranking Emma Raducanu (+11, n.66) e Tatjana Maria (+10, n.70). Undici posti in più per Claire Liu (n.73), sedici per Viktoiya Tomova (n.93), diciotto per Tamara Korpatsch (n.100).

LE ATLETE CHE PERDONO MAGGIORMENTE TERRENO

In top50, la tennista a perdere più posizioni è Jil Teichmann. L’elvetica retrocede di cinque posti e si ferma al n.36. Non è una settimana positiva per Anna Bondar (-8, n.60), Tereza Martinkova (-8, n.75), Nuria Parrisaz Diaz (-15, n.76), in top50 fino allo scorso maggio, e Xinyu Wang (-9. n.87).

LA CLASSIFICA WTA DELLE TENNISTE ITALIANE

Non ci sono grandi movimenti per azzurre in top100. Martina Trevisan lascia per strada tre posizioni e scende al n.30. La toscana sarà a Parma dove cercherà di riscattare le opache prestazioni degli ultimi mesi, condizionate anche da un problema muscolare alla coscia sinistra rimediato sul cemento statunitense. Camila Giorgi è stabile al n.59 seguita da Lucia Bronzetti, in salita di due posti al n.61. Perde altre quattro posizioni, invece, Jasmine Paolini, che si ferma la n.79, mentre Elisabetta Cocciaretto scende al n.98. Alle loro spalle Lucrezia Stefanini (n.158) perde nove posizioni, Giulia Gatto-Monticone (n.313) ne perde 21, Lisa Pigato (n.389) e Federica Di Sarra (n.456) fanno registrare rispettivamente -20 e -45 posti. Sorridono Jessica Pieri (+60, n.455) e Diletta Cherubini (+44, n.458).

Classifica WTAVariazioneGiocatriceTorneiPunti
30-3Martina Trevisan271521
590Camila Giorgi20954
61+2Lucia Bronzetti30906
79-4Jasmine Paolini29755
98-2Elisabetta Cocciaretto24670
109+1Sara Errani26590
158-9Lucrezia Stefanini31402
281-6Camilla Rosatello20227
298-1Nuria Brancaccio25210
313-21Giulia Gatto-Monticone20195
352+1Angelica Moratelli23163
356-6Martina Di Giuseppe27159
366-4Matilde Paoletti9149
389-20Lisa Pigato27137
407-5Cristiana Ferrando17126
419+6Anna Turati20120
448+2Deborah Chiesa13109
455+30Jessica Pieri13104
456-45Federica Di Sarra19103
458+44Diletta Cherubini22101

NEXT-GEN RANKING: LE GIOVANI TENNISTE IN ASCESA

Emma Raducanu ritorna al n.6 del Next Gen ranking, la classifica delle giocatrici nate dopo il 1° gennaio 2002. Scende al n.7 Linda Fruhvirtova. Non ci sono altri movimenti in classifica.

PosizioneVariazioneGiocatriceAnnoClassifica WTA
10Cori Gauff20048
20Qinwen Zheng200228
30Leylah Fernandez200238
40Marta Kostyuk200256
50Diane Parry200265
6+1Emma Raducanu200266
7-1Linda Fruhvirtova200577
80Clara Tauson200295
90Linda Noskova2004105
100Daria Snigur2002110

LA RACE

Sale di un posto Veronika Kudemertova (n.9). Entrano tra le prime venti Liudmila Samsonova (+5, n.19) e Ekaterina Alexandrova (+1, n.20). Alle spalle della top20 Qinwen Zheng si porta al n.31 con un balzo di 15 posizioni.

PosizioneVariazioneGiocatriceTorneiPunti
10Iga Swiatek149560
20Ons Jabeur164496
30Jessica Pegula153232
40Coco Gauff162983
50Caroline Garcia192896
60Aryna Sabalenka182871
70Daria Kasatkina192831
80Simona Halep152661
9+1Veronika Kudermetova182497
10-1Maria Sakkari172358
110Paula Badosa182264
120Madison Keys162214
130Belinda Bencic162197
14+2Beatriz Haddad Maia192015
15-1Danielle Collins101997
16-1Petra Kvitova171939
170Anett Kontaveit141912
18+1Jelena Ostapenko161882
19+5Liudmila Samsonova181806
20+1Ekaterina Alexandrova181755

Continua a leggere

ATP

Ranking ATP: Sinner torna in top 10 con l’aiuto di Sonego. Jannik e Berrettini ancora in corsa nella ‘Race’

L’Italia ha di nuovo un tennista tra i primi 10 del ranking ATP: Hurkacz lascia spazio a Sinner in decima posizione. Anche Lorenzo torna a salire

Pubblicato

il

Jannik Sinner – Davis Cup 2022 by Rakuten Bologna (Photo by Ion Alcoba / Quality Sport Images / Kosmos Tennis)

Archiviati i pianti e le risate della Laver Cup londinese, si torna a fare i conti con i classici tornei del Tour. E di calcoli veri e propri si tratta quando c’è in ballo il ranking ATP. La classifica da due settimane ha un nuovo padrone, ovvero Carlos Alcaraz, che dopo aver vinto a Flushing Meadows il suo primo Major è diventato il più giovane numero 1 della storia ATP. Un risultato che il nostro Jannik Sinner ha provato in tutti i modi a evitare e c’è arrivato davvero vicinissimo a New York. Non ha sfruttato un match point che avrebbe cambiato tutto. Jannik può consolarsi un minimo guardando la classifica (pur non essendo questo il suo focus principale, certo). Da lunedì 26 settembre è di nuovo tra i primi 10 giocatori del mondo, in decima posizione.

Nella settimana post-Davis in cui Sinner non ha giocato e di conseguenza non ha guadagnato alcun punto, ha dovuto guardare i risultati del weekend per sperare di salire in classifica. Deve quindi ringraziare il connazionale Lorenzo Sonego, campione al Moselle Open di Metz. In semifinale il torinese ha dato due set a zero a Hubert Hurkacz, che difendeva il titolo. Con la sconfitta in semifinale, il polacco ha perso 160 punti, dovendo abbandonare per il momento la top 10. Jannik invece ringrazia e affronterà il prossimo torneo di Sofia da numero 10 del mondo: stavolta toccherà a lui difendere i 250 punti conquistati nel 2021 con la vittoria finale.

Gli altri azzurri che hanno un ranking diverso rispetto a 7 giorni fa sono lo stesso Lorenzo Sonego e Fabio Fognini. Tre posizioni perse da quest’ultimo, ora in 57esima posizione. Sonego ne ha guadagnate invece ben 20 grazie al titolo a Metz. Ha così riguadagnato la top 50 (è ora numero 45), in un’annata sicuramente complessa dove i risultati hanno faticato ad arrivare. Con quest’energia data dal titolo in Francia senza perdere nemmeno un set, dovrà ripartire già questa settimana a Sofia.

 

Per quanto riguarda invece la classifica ‘Race’, oltre al già citato Jannik Sinner è ancora in corsa anche Matteo Berrettini, impegnato lo scorso weekend tra le file del Team Europe durante la Laver Cup. Berrettini è in 13esima posizione con 2225 punti, mentre Jannik è appena dietro, in 14esima con 2220. Entrambi dovranno puntare alla settima posizione, al momento occupata da Felix Auger-Aliassime con 2860 punti. Perché non l’ottava? Quest’anno Novak Djokovic, non avendo giocato in Australia e a New York, non rientra tra i primi otto della Race per le Finals torinesi avendo solo 1970 punti (15esimo, proprio dietro Sinner). Ha però vinto uno Slam, a Wimbledon, e per regolamento chi vince uno Slam se non è già tra gli otto qualificati (come quasi sempre accade) accede comunque alle ATP Finals qualora rientrasse nella top 20 della Race.

Novak ha un margine di 360 punti sul 21esimo, Alex de Minaur, e questa settimana sarà impegnato all’ATP 250 di Tel Aviv per rafforzare la sua posizione. Ha rivelato durante la Laver Cup di avere un problema al polso da qualche giorno, ma con in mente l’obiettivo della qualificazione a Torino, non si ritirerà dal torneo. Sinner e Berrettini allora guardano anche a chi sta davanti a loro: Fritz (n. 10), Norrie (11) a Seoul e Carreno Busta a Sofia.

Continua a leggere

ATP

ATP Seoul: sconfitta all’esordio per Kecmanovic, in attesa di Ruud e Norrie

Peggior sconfitta del 2022 per il serbo, contro il lucky loser Kovacevic. Vincono Albot e Munar

Pubblicato

il

Miomir Kecmanovic - Miami 2022 (foto Twitter @atptour)

Solo quattro match di singolare in programma nella prima giornata dell’Eugene Korea Open di Seoul, ma subito una piccola sorpresa. Il serbo Miomir Kecmanovic deve già fare le valigie. Numero 7 del seeding, Kecmanovic ha perso in due set (6-4 6-4) dall’americano Aleksandar Kovacevic, numero 222 del mondo. È sicuramente la sconfitta peggiore dell’annata di Kecmanovic, che nel corso della stagione ha fatto segnare risultati importanti su cemento, come i quarti di finale a Indian Wells e Miami e gli ottavi all’Open d’Australia. Per Kovacevic invece è la prima vittoria in un match del circuito maggiore, arrivata con un pizzico di fortuna visto che aveva perso nell’ultimo turno di qualificazione ed è stato poi ripescato.

Classe 1998, ha finito il college solo l’anno scorso e si sta affacciando sul Tour ATP: “È un po’ surreale” ha detto. “Guardo queste partite in TV ogni giorno. Considero molti di questi ragazzi miei coetanei e sento che sto giocando a un livello abbastanza buono, ma solamente il fatto di essere là fuori in un evento ATP nel main draw… Onestamente pensavo di aver bisogno di un po’ più di esperienza prima di fare bene“. Al prossimo round sfiderà il vincente di O’Connel-Tseng.

Il torneo entrerà poi nel vivo all’arrivo in Corea del Sud di Casper Ruud e Cameron Norrie, testa di serie numero 1 e 2, oltre che a Taylor Fritz (n. 3). Il terzetto è partito da Londra, dove era in campo per l’edizione della Laver Cup vinta per la prima volta dal Team World, domenica 25 settembre. A conoscere già il suo avversario è Cam Norrie: sarà il giapponese Uchida, reduca da una vittoria agevole contro il numero 471 al mondo Seong Chan Hong, wild card coreana. Bene anche il moldavo Radu Albot, che ha eliminato il lucky loser Moriya in due set. Ben più rapido invece l’esordio di Jaume Munar: il suo avversario, il qualificato giapponese Watanuki (che aveva eliminato proprio Moriya nelle ‘quali’ in un derby) ha dovuto ritirarsi dopo appena 3 game.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement