Mondo Challenger: è già tempo di Alexander Zverev

Senza categoria

Mondo Challenger: è già tempo di Alexander Zverev

Pubblicato

il

 

TENNIS CHALLENGER – Strabiliante affermazione del giovanissimo tedesco a Braunschweig : un predestinato. La settimana vede imporsi anche Denis Kudla, Adrian Mannarino e Aljaz Bedene.

 

Nielsen Pro Tennis Championship
Winnetka, Illinois, USA
28 June – 5 July 2014
Hard, Deco Turf $50,000

 

Quarto titolo in carriera per Denis Kudla. Il 21 enne americano (ma nato a Kiev) lo ha centrato sul cemento di Winnetka, dando quindi seguito al buon risultato ottenuto a Wimbledon, dove era stato abile a superare i tre turni di qualificazione e il primo del tabellone principale, bissando esattamente il cammino dello scorso anno. Il successo dell’ Illinois riporta l’ex finalista della prova junior degli Us Open 2010 al n.ro 120 del ranking. L’ostacolo più duro da superare si è dimostrato essere l’australiano John-Patrick Smith (177), campione dell’edizione 2012 di questo torneo, arresosi soltanto al tie-break del terzo set.

Senza storia invece la finale, risolta in due rapidi set nei confronti dell’uzbeko Farrukh Dustov, recente vincitore a Samarcanda. Su di lui, al primo turno, si sono infrante le speranze del teenager australiano Thanasi Kokkinakis, appena entrato fra i primi 300 del ranking (297). Ottima semifinale, al suo esordio nel circuito Challenger, per il 19 enne Mackenzie McDonald (482), autore lo scorso anno di una clamorosa qualificazione al Masters 1000 di Cincinnati.

F Denis Kudla (7) (USA) Farrukh Dustov (UZB) 6-2 6-2
SF Farrukh Dustov (UZB) Mackenzie McDonald (Q) (USA)6-4 6-3
SF Denis Kudla (7) (USA) John-Patrick Smith (AUS) 2-6 7-5 7-6(4)
QF Farrukh Dustov (UZB) Austin Krajicek (USA) 5-7 6-3 7-5
QF Mackenzie McDonald (Q) (USA)Adrien Bossel (SUI) 6-3 6-4
QF John-Patrick Smith (AUS) Illya Marchenko (UKR) 7-6(5) 6-3
QF Denis Kudla (7) (USA) Tim Smyczek (2) (USA) 6-3 6-2

 

Trofeo Ricardo Delgado Aray
MANTA, Ecuador
June 30-July 05 2014
Hard $40,000

Pronostico della vigilia confermato in quel di Manta, che ha visto imporsi il francese Adrian Mannarino. Un successo davvero provvidenziale, perché gli consente di mantenere lo status di top 100 (92), messo fortemente a rischio dopo la mancata conferma dell’ottima cavalcata dello scorso anno al torneo di Wimbledon, dove seppe spingersi sino agli ottavi di finale. Desideroso di riscattare la delusione londinese, ( quest’anno si è fermato al secondo turno)il tennista transalpino ha deciso di prendere parte al torneo solo all’ultimo momento, vedendosi quindi costretto a percorrere la lunga strada delle qualificazioni.
Sorprendente finale per il terraiolo argentino Guido Andreozzi (156), fermo al successo del 2012 colto a Lima. Interessante la crescita del 23 enne americano Chase Buchanan, che da maggio in poi ha messo insieme una semifinale e due finali, centrando rapidamente l’ingresso fra i top 200 (187).

F Adrian Mannarino (1) (FRA) Guido Andreozzi (6) (ARG) 4-6 6-3 6-2
SF Adrian Mannarino (1) (FRA) Chase Buchanan (8) (USA) 6-3 6-3
SF Guido Andreozzi (6) (ARG) Emilio Gomez (ECU) 6-4 6-0
QF Adrian Mannarino (1) (FRA) Juan Ignacio Londero (ARG) 6-1 6-3
QF Chase Buchanan (8) (USA) Peter Polansky (4) (CAN) 6-4 3-6 6-4
QF Guido Andreozzi (6) (ARG) Facundo Arguello (3) (ARG) 6-3 6-7(6) 6-4
QF Emilio Gomez (ECU) Tatsuma Ito (5) (JPN) 6-1 6-4

 

Distal & ITR Group Tennis Cup
Todi, Italy 1-6 July 2014
Red Clay € 35,000

Ottava affermazione a livello Challenger per Aljaz Bedene, che continua la sua rincorsa verso il ritorno fra i primi 100 (112). Il 24 enne sloveno ( ma in procinto di divenire cittadino britannico) ha sbaragliato la concorrenza sui campi in terra rossa di Todi, palesando una clamorosa solidità mentale. In ben quattro dei suoi cinque match, infatti, si è trovato a dover rimontare un set di svantaggio. Appassionante e serrata anche la finale, in cui Marton Fucsovics, campione Junior a Wimbledon nel 2010, è andato davvero ad un passo dal soffiare il titolo allo sloveno. Il 22enne ungherese, che in Italia si era già reso protagonista lo scorso anno centrando il titolo ad Andria, si consola con il nuovo best ranking (167). Debacle del tennis azzurro : dei nove tennisti nostrani ammessi al tabellone, nessuno è riuscito ad approdare ai quarti di finale.

F Aljaz Bedene (5) (SLO) Marton Fucsovics (HUN) 2-6 7-6(4) 6-4
SF Aljaz Bedene (5) (SLO) Andreas Haider-Maurer (1) (AUT) 6-7(5) 6-3 7-5
SF Marton Fucsovics (HUN) Enrique Lopez-Perez (ESP) 3-6 6-3 6-0
QF Andreas Haider-Maurer (1) (AUT) Ruben Ramirez Hidalgo (ESP) 6-3 7-5
QF Aljaz Bedene (5) (SLO) Martin Fischer (AUT) 6-3 6-3
QF Marton Fucsovics (HUN) Norbert Gombos (4) (SVK) 6-4 6-2
QF Enrique Lopez-Perez (ESP) Maximo Gonzalez (2) (ARG) 7-6(4) 3-6 6-1

 

Sparkassen Open 2014
Braunschweig, Germany
30 June – 5 July 2014
Red Clay € 106,500

Davvero incredibile. Non mi aspettavo proprio di vincere. Mathieu è stato n.ro 12 del mondo e io l’ho battuto, non riesco a crederci. Entrare fra i primi 300 senza passare dai Futures è una grande cosa, perché dimostra che appartengo già a questo livello”. Aveva vinto un solo match degli appena sei eventi disputati nel circuito Challenger. Nonostante questo, chi ha avuto la possibilità di ammirare il tennis di Alexander Zverev, non può certo dirsi esterrefatto di vedere il suo nome nell’albo d’oro del torneo di Braunschweig. Il fenomenale tedesco (285) diviene il dodicesimo più giovane di sempre, a 17 anni e 3 mesi, ad aggiudicarsi un torneo di questo calibro. Zverev entra così a far parte di un elite di tennisti (in grado di imporsi prima del compimento dei 18 anni) che comprende, tra gli altri, nomi del calibro di Michael Chang, Richard Gasquet, Rafael Nadal, Novak Djokovic e Juan Martin Del Potro. Il pubblico italiano ha avuto il modo di apprezzare da vicino il suo indiscutibile talento in occasione del trofeo Bonfiglio dello scorso anno, trionfo che successivamente il tedesco ha saputo ribadire portandosi a casa anche il titolo degli Australian Open lo scorso Gennaio. Suo padre, Alexander, è un ex tennista che vanta un passato da Davis man per la Russia, e suo fratello, Mischa, è stato n.ro 45 del mondo. Dopo aver superato per la prima volta in carriera un top 100 al primo turno (Tobias Kamke) , ha terminato il torneo sconfiggendone altri due ( Andrey Golubev e Paul-Henri Mathieu). Con queste credenziali, il suo approdo al grande tennis non sembra più essere una questione di “se”, ma solo di “quando”.

F Alexander Zverev (WC) (GER) Paul-Henri Mathieu (4) (FRA) 1-6 6-1 6-4
SF Alexander Zverev (WC) (GER) Andrey Golubev (1) (KAZ) 6-2 6-3
SF Paul-Henri Mathieu (4) (FRA) Nikola Cacic (SE) (SRB) 6-4 6-2
QF Andrey Golubev (1) (KAZ) Philipp Petzschner (WC) (GER) 6-4 6-4
QF Alexander Zverev (WC) (GER) Joao Souza (BRA) 7-5 7-6(5)
QF Paul-Henri Mathieu (4) (FRA) Gastao Elias (POR) 6-3 6-3
QF Nikola Cacic (SE) (SRB) Diego Sebastian Schwartzman (5) (ARG) 7-6(6) 4-6 7-5

Continua a leggere
Commenti

Flash

Terremoto in Turchia: sospesi i tornei ITF ad Antalya

Turchia messa in ginocchio dal terremoto: stop a tutti gli eventi sportivi fino a data da destinarsi

Pubblicato

il

Il mondo si ferma a guardare le tragiche conseguenze del terremoto di magnitudo 7,7 che la notte scorsa ha colpito la Turchia. Alle 21 di oggi, RaiNews ha pubblicato che le vittime accertate sono più di 3.000 ma si continua a scavare sotto le macerie per cercare di salvare altre vite.

Il ministro dello sport e della gioventù della Turchia ha annunciato con un post su Twitter la sospensione di tutte le attività sportive “fino a nuovo avviso”. Tra questi anche i due tornei ITF che si sarebbe dovuti giocare ad Antalya, una zona graziata da questa tragedia. Alcuni giocatori hanno rilasciato di essersi svegliati nella notte a cause dell’allarme che ha invaso il paese, ma non hanno avvertito scosse intense e sono tutti al sicuro.

Non si hanno notizie su quando potrebbero riprendere i tornei ma sicuramente non prima di una settimana. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha indotto alle 19 italiane di oggi un lutto nazionale di 7 giorni.

 

Continua a leggere

Senza categoria

Australian Open LIVE, finale maschile: Djokovic vince in 3 set, 22° titolo dello Slam, decimo a Melbourne [VIDEO]

A Melbourne si assegna il primo Slam dell’anno e il N.1 della classifica mondiale

Pubblicato

il

12:42 – Djokovic vince il tie-break 7-5 e conquista il 22° titolo dello Slam, il decimo in Australia

12:32 – Ancora un tie-break per decidere il terzo set

11:55 – Break e controbreak in apertura di terzo set: Djokovic 2-1*

 

11:33 – Tie-break disastroso da parte di entrambi: Djokovic lo vince 7 punti a 4, grazie a 5 errori gratuiti del greco. Ora il serbo è avanti di due set

11:22 – Tie-break per decidere il secondo set: Tsitsipas ha avuto un set point sul servizio di Djokovic sul 5-4

10:23 – Djokovic chiude il primo set: 6-3

10:07 – Tsitsipas subito in affanno, Djokovic ottiene il break nel quarto gioco: 4-1* per lui

9:45 – Con qualche minuto di ritardo sono in campo i due finalisti per la finale maschile: comincia Djokovic al servizio

9:20 – L’attesissima finale maschile dell’Australian Open 2023 mette di fronte Novak Djokovic alla caccia del decimo titolo a Melbourne e Stefanos Tsitsipas che cerca l’impresa per il primo Slam della carriera. In palio anche la vetta del ranking mondiale

La Preview della finale
L’editoriale pre-partita di Ubaldo Scanagatta
Le armi di Tsitsipas

Continua a leggere

Senza categoria

Australian Open, Scanagatta: “Djokovic conferma i pronostici e vince la decima dominando il torneo” [VIDEO]

Il direttore di Ubitennis commenta così la finale vinta a Melbourne dal serbo in tre set su Stefanos Tsitsipas

Pubblicato

il

Il resto del video, che qui potete vedere in anteprima, è disponibile sul sito di Intesa Sanpaolo, partner di Ubitennis.

Clicca QUI per vedere il video completo!

Novak Djokovic torna re di Melbourne vincendo il torneo per la decima volta in carriera. Si tratta del 22° titolo del Grande Slam per il serbo che aggancia Rafa Nadal in questa classifica, e lo fa battendo in finale il greco Stefanos Tsitsipas per 6-3 7-6(4) 7-6(5). Nonostante la grande pressione che precedeva questo match, il serbo ha giocato in maniera impeccabile soprattutto con il servizio nei momenti chiave, portando a casa il titolo perdendo solamente un set lungo il percorso. Con questo risultato Djokovic torna anche numero 1 della classifica mondiale ATP.

 

Il resto del video, che qui potete vedere in anteprima, è disponibile sul sito di Intesa Sanpaolo, partner di Ubitennis.

Clicca QUI per vedere il video completo!

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement