Roland Garros interviste, Berdych: "Mi sento forte fisicamente e mentalmente"

Interviste

Roland Garros interviste, Berdych: “Mi sento forte fisicamente e mentalmente”

Roland Garros, primo turno: T. Berdych b. Y. Nishioka 6-0 7-5 6-3. L’intervista del dopo partita a Tomas Berdych

Pubblicato

il

So che non lo conoscevi molto prima del match, ma cosa sapevi di lui?
Beh, sì, ho visto un paio di video che ho trovato solo per vedere alcuni suoi game e il suo gioco, credo sia stato abbastanza per me. Soprattutto perché è un match al meglio dei 5 set quindi hai tutto il tempo per capire cosa ti sta per accadere e qual’è lo stile del tuo avversario. Credo di essere piuttosto esperto nell’affrontare avversari per la prima volta e gestire la situazione, quindi non è stato per nulla un problema.

I tornei ATP 250 hanno fatto un accordo con i giocatori per diventare più popolari. Cosa possono fare i 250 per avvicinare i top 10 o 20 a giocarli più spesso?
Wow, ok andiamo completamente da un’altra parte. Cosa possono fare di meglio? Io non sono probabilmente la persona giusta per dire cosa andrebbe o non andrebbe fatto. Insomma, è programmato così, e fa anche parte delle nostre settimane obbligatorie che dobbiamo fare. Credo che la stagione sia piuttosto piena di tornei; è tutta una questione di priorità, come vuoi o in che modo prepari il tuo calendario. Persino io credo di avere possibilità di giocarne di più di questi. Ma volendo salire in classifica devo giocare più grandi eventi, è così. Non credo ci siano cose significative che si debbano fare o cambiare. Forse se ne potrebbe parlare, ma non credo di essere ben preparato per la tua domanda ora.

Ok, scusa.
Non c’è problema.

Tu hai avuto dei buoni anni agli Open di Francia ma anche dure sconfitte al primo match, quest’anno forse stai giocando il tuo miglior tennis, sei molto produttivo. Vorrei sapere, qual’è la tua mentalità quest’anno agli Open di Francia?
Bene, quindi se me lo stai chiedendo una volta passato il primo turno è una buona cosa… no, credo di essere arrivato al torneo dopo delle settimane molto, molto positive soprattutto sulla terra, il che è molto importante per me. Ho giocato molti match e ne ho vinti parecchi, e anche tra queste settimane ho avuto una buona preparazione, quindi tutto è stato fatto puntando a questo torneo ma comunque, sai, è uno Slam e voglio decisamente far bene. Il mio principale obiettivo è essere pronto e preparato per ogni singolo match che mi aspetta, e migliorarmi ogni volta che scendo in campo. Mi sento bene, forte fisicamente e mentalmente e questo è il miglior inizio che potessi avere. Ora devo solo essere paziente, continuare a lavorare per le due settimane e cercare di arrivare il più lontano possibile.

Ben fatto oggi. Hai ottenuto una buona testa di serie ma ancora nessuno parla di te come un possibile campione. Sei abituato a ciò? Ti da fastidio? Credi che bisognerebbe parlare di te come uno di quelli da battere?
Beh, resta il fatto che ci sono ragazzi che hanno vinto Slam e io no. Questa è una verità e l’unica cosa che posso fare è cercare di cambiarla, sai, provare a prendere le mie possibilità. Questo è tutto quello che posso fare al riguardo.

Ti senti più felice questa volta per la forma con la quale hai approcciato il torneo? Hai detto di aver molta esperienza nel giocare con giocatori per la prima volta. Credi che ti aiuterà quest’anno in particolare?
No, non credo sia qualcosa di importante. Cioè, è solo il modo in cui devi affrontare questi incontri, tutto qui, questo è ciò che ho fatto per il mio primo turno. No, mi sento in generale piuttosto felice per il mio tennis, e la direzione che ha preso. Tutto sta andando liscio finora.

È la prima volta che Nishioka gioca nel tabellone principale al Roland Garros, cosa pensi del suo gioco di oggi? Credo che il secondo set sia stato un po’ più combattuto tra voi due. Cosa dici ripensandoci?
Sì, il secondo è stato serrato, io stavo solo cercando di trovare le mie opportunità e capire la situazione, trovare il ritmo giusto e cercare di colpire la palla il più pulito possibile. È un giovane ragazzo davvero talentuoso e si muove molto bene, ma ha bisogno di diventare decisamente più forte per il suo futuro e per essere competitivo ai livelli più alti. Ma si trova ad un buon punto e deve partire da lì.

Hai detto di essere un giocatore con molta esperienza; ci sono state domande sulla questione dei titoli dello Slam e così via. Quali credi siano gli altri dettagli di cui hai bisogno per vincere un torneo dello Slam? C’è qualcosa, piccoli dettagli, che puoi ancora cambiare?
Anche se ci fossero, io non ne parlerei. Non sono una persona che parla di dettagli, soprattutto sul mio gioco. Credo sia una cosa che debba rimanere nel mio team e con le persone con le quali ci sto lavorando, e non essere condivisa col pubblico. È così che sto facendo, questo è il mio obiettivo giornaliero. La cosa importante è lavorare duro e avere fiducia in se stessi che un giorno ciò accadrà.

Per molti anni è sembrato che i tornei dello Slam appartenessero ai big four. Lo scorso anno Wawrinka e Cilic hanno vinto uno Slam ciascuno. Io vorrei sapere, per giocatori come te o Tsonga che alcune volte ci siete andati molto vicini, è eccitante vedere che non appartengono solo a loro quattro, o eravate convinti già prima di poter essere dei vincitori di Slam?
Credo solo che sia buono per loro, è positivo per chiunque vinca uno Slam, tutto qui. Ciò mostra un’immagine del tennis attuale, è esattamente così, i risultati sono la miglior fotografia del gioco. Andarci vicino o non andarci, non importa realmente, importa solo il vincitore ed è così.

Traduzione di Paolo Di Lorito

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
evidenza4 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash4 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria7 giorni fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza1 settimana fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash3 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza1 mese fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement