Coppa Davis, le dichiarazioni croate dopo il sorteggio

Flash

Coppa Davis, le dichiarazioni croate dopo il sorteggio

Croazia soddisfatta dopo il sorteggio di ieri a Liegi, dove oggi pomeriggio inizierà la sfida contro il Belgio, dato che si inizia con il match che vede Marin Cilic favoritissimo contro Kimmer Coppejans. A margine del sorteggio il c.t. croato Krajan ha anche spiegato i motivi della sostituzione di Marin Draganja con Franko Skugor

Pubblicato

il

 

Tutto è pronto per la sfida di Coppa Davis tra Belgio e Croazia. Ad aprire le danze sulla terra rossa della Country Hall di Liegi saranno il n. 1 croato Marin Cilic e la seconda racchetta belga Kimmer Coppejans.

La nazionale croata è apparsa soddisfatta dell’esito del sorteggio di ieri. Il fatto che il match di esordio sia quello tra Cilic e Coppejans, con il campione degli Us Open 2014 che parte ovviamente nettamente favorito contro il 22enne belga, potrebbe infatti essere fondamentale per indirizzare la sfida a favore della nazionale balcanica. E anche un giocatore di solito molto cauto come Marin Cilic si è sbilanciato in tal senso. “Non ho mai giocato contro Coppejans, ma parlerò con Dodig, che l’ha incontrato da poco a Rotterdam, e con Borna che l’ha affrontato tempo fa. Sappiamo che è un giocatore che frequenta in prevalenza il circuito Challenger. Devo restare concentrato sul mio gioco, so che la Davis è una manifestazione nella quale l’emozione gioca un ruolo fondamentale. Spero di partire bene, vincere e portare in vantaggio la Croazia – ha detto Cilic, che ha aggiunto poi di non essere particolarmente teso per il fatto di avere i favori del pronostico. “Sono abituato al ruolo di favorito. Questo aggiunge pressione ma devo conviverci, e cerco di farlo nel miglior modo possibile. L’importante è che riesca a portare il primo punto, in modo da permettere a Borna di scendere in campo più tranquillo. Con un po’ di fortuna potremmo andare sul 2-0” ha dichiarato il tennista di Medjugorje, attualmente n. 12 ATP.

L’ottimismo professato da Cilic relativamente ad una possibile vittoria di Borna Coric contro il n. 1 belga David Goffin si scontra però con quando dicono i numeri, dato che il giovane croato è uscito sconfitto da entrambi i match disputati sinora contro il n. 16 del mondo: a Basilea nel 2014 e lo scorso anno a Miami.

“Ci ho perso abbastanza nettamente a Miami (6-0 6-4, ndr), però la terra battuta è più adatta a me che a lui. Ci siamo allenati ottimamente, mi sento bene e credo di avere delle chances” ha detto il 19enne zagabrese, che poi ha rivelato come intende giocarsi tatticamente queste chances. “Il suo colpo migliore è il rovescio, mentre l’arma più debole è il servizio. Ed è qui che devo cercare di crearmi delle opportunità. Cercherò di fargli sentire la pressione quando serve e spero di metterlo a disagio. Ho giocato già match di Coppa Davis, so come ci si sente” ha spiegato il n. 47 del mondo.

Ultimo a parlare il c.t. Zeljko Krajan, che ha spiegato i motivi della sostituzione di Marin Draganja con Franko Skugor. “La decisione è legata principalmente al fatto che Marin Draganja è stato assente per sei mesi a causa dell’operazione alle anche. Ha giocato solo tre tornei da quanto è rientrato nel circuito. Affinché lui e Ivan “funzionino” bene assieme, ha bisogno di disputare più match. In doppio è fondamentale conoscersi bene, soprattutto quando un match è in bilico. Credo che in questo momento sarebbe troppo complicato fare giocare assieme loro due. Franko in Brasile ha dimostrato cosa è in grado di fare e nel frattempo ha giocato molto bene anche in singolare ed è in fiducia” ha dichiarato il capitano croato.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Perché credo che questo Sinner batterà questo incerto Djokovic. Ma non al quinto set

Editoriali del Direttore4 settimane fa

Australian Open: Sabalenka regina quasi scontata. Bolelli Vavassori in vista Slam. E diritti tv: Sky, Supertennis, FITP: la negoziazione langue

ATP4 settimane fa

La storia del tennis italiano chiama a sé Sinner, da De Stefani a Berrettini passando per le vittorie di Pietrangeli, Panatta, Schiavone e Pennetta

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Jannik Sinner è molto più calmo di tutti quelli che oggi lo osannano. Un anno fa era il tennista dei… senza

Senza categoria4 settimane fa

Australian Open LIVE: Sinner in semifinale, nemmeno Rublev riesce a strappargli un set!

Novak Djokovic - Australian Open 2024 (X @AustralianOpen)
Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Djokovic: “Sono scioccato, uno dei miei peggiori match di sempre”

Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Sinner tranquillizza tutti: “L’addome? Nulla di che”. Contro Djokovic alle 4.30 italiane

Australian Open4 settimane fa

Australian Open: Sinner batte Rublev e vola in semifinale con Djokovic senza aver perso un set [VIDEO]

Editoriali del Direttore3 settimane fa

Jannik Sinner non è un patriota per cui tifare perché non paga le tasse in Italia? Non sono d’accordo con Aldo Cazzullo e Massimo Gramellini

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – La grande attesa per i duellanti dai tanti punti in comune Djokovic e Sinner. Vinca il migliore? “Sperem de no”

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement