Fed Cup, play-off: l'Azarenka prova il colpaccio in Russia, tedesche alla prova rumena, Usa in Australia

Fed Cup

Fed Cup, play-off: l’Azarenka prova il colpaccio in Russia, tedesche alla prova rumena, Usa in Australia

Oltre alle semifinali il week-end di Fed Cup prevede anche gli spareggi per l’accesso al World Group 2017. Rischia la Russia che ospita la Bielorussia di Vika Azarenka, trasferta non facile anche per la Germania in Romania. Gli Usa vanno in Australia che ha scelto la terra per provare l’impresa

Pubblicato

il

World Group Play-off

Il prossimo fine settimana riprende la Fed Cup e doltre alle semifinali avranno luogo gli spareggi per accedere o rimanere nel World Group che presentano ai nastri di partenza un parterre de Roi davvero notevole. Basti osservare che le nazioni protagoniste dei quattro scontri in programma totalizzano ben 39 vittorie contro le 11 (9 per la sola Repubblica Ceca) delle squadre che si contenderanno la finale. Ma questo fa parte parte del fascino di una competizione a squadre spesso definita atipica, relativa allo sport forse più individuale e individualistico di tutti.

Ma cominciamo a pregustare ciò che ci attende vedendo in dettaglio le singole sfide (eccezion fatta per quella dell’Italia che potete leggere qui).

 

 

RUSSIA-BIELORUSSIA

La squadra russa si è suicidata giocando alla omonima roulette nel turno precedente contro l’Olanda in casa, perdendo clamorosamente i primi tre singolari, fra i quali la vittoria-record di Richel Hogenkamp contro Kuznetsova in quattro ore nette.

La Bielorussia invece, sotto la bandiera sovietica fino al 1991, ha dovuto far ricorso al doppio decisivo per sconfiggere il Canada a Quebec City nel febbraio scorso e raggiungendo questi playoff ha realizzato la sua miglior performance di sempre in Fed Cup.

Il tennis russo, e non solo, è stato scosso profondamente dal MeldonioGate che ha estromesso forse per sempre Maria Sharapova dalle competizioni, quindi la capitana Anastasia Myskyna ha optato per un team giovane, probabilmente con l’intento di ricostruire dopo il caso squassante della principessa siberiana. Ecco quindi alla ribalta Kasatkina, Gasparyan e Kulichkova, tutte nate fra il settembre 1994 e il maggio 1997, accompagnate dalla doppista ventinovenne Elena Vesnina.

Le vicine dell’Ovest bielorusse, capitanate da Edouard Doubrou potranno contare sull’apporto di Victoria Azarenka, assente in Canada e attualmente, checché ne dica la classifica, la migliore giocatrice del mondo. Prova ne sia, se servisse, la doppia corona Indian Wells/Miami appena conquistata. Ecco quindi che Olga Govortsova e le giovani Sasnovich e Sabalenka avranno le spalle ben coperte per dare il meglio di loro stesse e sconfiggere la Grande Madre dell’Est.

Si gioca a Mosca sulla terra indoor della Luzhniki Arena e le padrone di casa rischiano fortemente di dover abbandonare per la prima volta in diciott’anni l’élite della Fed Cup. Infatti, dando per acquisiti i due punti di Vika, gli altri singolari appaiono aperti ad ogni pronostico e il doppio finale è sempre un incognita. Russe sul filo del rasoio, quindi, contro avversarie che saranno motivatissime.

La nazionale di Minsk tra l’altro è in vantaggio 2-1 nei precedenti, tutti disputati a metà anni ’90 e sempre all’aperto.


Precedenti fra le nazionali

Russia – Bielorussia 1-2

 

Precedenti fra le giocatrici

Kasatkina – Sasnovich 0-1

Gasparyan – Govortsova 2-1

Gasparyan – Sasnovich 2-1

Vesnina – Azarenka 0-7

Vesnina – Govortsova 1-1

Non esistono altri precedenti fra le giocatrici

Sorteggio

Si comincia con Darya Kasaktina che affronterà subito Viktoria Azarenka. Sarà poi Margarita Gasparayan a cercare il punto contro Aliaksandra Sasnovich.

ROMANIA-GERMANIA

La Romania torna sulla terra indoor di Cluj-Napoca dopo la dolorosa sconfitta per 2-3 patita nei quarti del tabellone principale contro la Repubblica Ceca. Le detentrici del trofeo sono dovute ricorrere al doppio per imporsi ma erano sotto 1-2 dopo i primi tre singolari. Le romene hanno come miglior risultato nella manifestazione i quarti di finale, raggiunti cinque volte fra il 1973 e il 1981 e solo recentemente avevano riguadagnato il tabellone principale. Rispetto al match del febbraio scorso le padrone di casa confermano la n°6 WTA Simona Halep e la n° 31 Monica Niculescu, affiancate da Begu (35) e Dulgheru (97) che rimpiazzano Andreea Mitu e Raluca Olaru.

Diverso il caso della Germania, sconfitta sorprendentemente 2-3 a Lipsia dalla Svizzera nella quale hanno brillato Belinda Bencic e la maestra Martina Hingis, clamorosa in alcuni momenti del doppio che ha deciso le sorti della contesa. Le tedesche hanno un rapporto difficile con la Fed, vinta solo due volte ai tempi di Steffi e l’anno scorso hanno mancato un’ottima occasione per raggiungere la finale per scelte quantomeno opinabili della capitana Rittner nel corso della prima giornata. Le convocate sono Angelique Kerber (WTA 3), in calo dopo il sogno di Melbourne, Andrea Petkovic (30), Annika Beck (41) e Julia Goerges (59).

Il pronostico dipenderà molto dallo scontro fra Halep e Kerber, con Simona in vantaggio 3-0 nei precedenti, ma in linea generale il team romeno si fa preferire per spirito di squadra e compattezza. Da non sottovalutare inoltre la grinta di Monica Niculescu, capace nel turno precedente di battere netto Petra Kvitova perdendo poi di un’incollatura al terzo contro Karolina Pliskova.

 

Precedenti fra le nazionali

Romania – Germania 0-1

 

Precedenti fra le giocatrici

Halep – Kerber 3-0

Halep – Petkovic 5-1

Halep – Beck 3-1

Halep – Goerges 2-1

Niculescu – Kerber 1-3

Niculescu – Petkovic 2-2

Niculescu – Beck 1-1

Niculescu – Goerges 2-2

Begu – Kerber 2-2

Begu – Petkovic 0-1

Begu – Goerges 1-1

Dulgheru – Kerber 0-2

Dulgheru – Petkovic 0-1

Dulgheru – Goerges 1-0

Non esistono altri precedenti fra le giocatrici

Sorteggio

Subito in campo la vincitrice degli Australian Open, Angelique Kerber, che affronterà Irina-Camelia Begu. Poi sarà la volta di Simona Halep e Andrea Petkovic, forse l’incontro più atteso di questi spareggi.

 

AUSTRALIA-USA

L’Australia e gli Stati Uniti sono il tennis. A livello maschile e femminile queste due nazioni hanno fatto incetta di titoli fra Coppa Davis e Fed, donando al gioco infiniti campioni la cui storia è incisa in eterno nella memoria di tutti.

In Fed Cup queste due rappresentative assommano 24 successi, 17 per gli USA e 7 per le australiane. Ben otto di questi incroci furono finali, l’ultima nel 1978 quando Chris Evert, Tracy Austin e Billie Jean King violarono il sacro Kooyong di Melbourne portandosi via il trofeo. L’ultimo scontro in assoluto era valido per le semifinali e si svolse in Giappone sul cemento di Nagoya 31 anni fa, nell’ottobre del 1985.

Oggi quei fasti sono lontani, il palcoscenico è meno nobile di allora, gli USA non vincono dal 2000, le cangure addirittura dal 1974 mentre la dura realtà di oggi vede le due nazionali competere per abbandonare il WG2. Nel turno precedente le padrone di casa si sono imposte in Slovacchia mentre le loro avversarie hanno comodamente asfaltato la Polonia alle Hawaii.

Sembra un’eresia in Australia ma si giocherà sulla terra rossa della Pat Rafter Arena di Brisbane. Probabilmente la capitana aussie Alicia Molik ha fatto questa scelta per arginare la potenza delle avversarie ma onestamente le singolariste designate Samantha Stosur e Daria Gavrilova (rispettivamente 26 e 39 WTA) non appaiono troppo in grado di trarre questo gran vantaggio. Completano il quartetto Arina Rodionova e Casey Dellacqua.

Per parte sua coach Mary Jo Fernandez si affida alle “Young Guns” Madison Keys, CoCo Vandeweghe e Christina McHale (25, 36 e 57 WTA), che si contenderanno i due singolari. Per l’eventuale doppio spazio a Bethanie Mattek-Sands, numero 3 del mondo nella specialità e gran carisma in campo.

Pronostico a stelle e strisce con ogni probabilità, con la sola incognita dell’umore per le giovani tigri USA, le quali hanno armi per battere chiunque ma in giornata storta sono pure capaci di non centrare mai il campo con i loro traccianti.

 

Precedenti fra le nazionali

Australia – Stati Uniti 5-8

 

Precedenti fra le giocatrici

Stosur – Keys 2-0

Stosur – Vandeweghe 1-3

Stosur – McHale 3-0

Stosur – Mattek-Sands 1-0

Gavrilova – McHale 1-0

Dellacqua – Keys 0-2

Dellacqua – McHale 1-1

Non esistono altri precedenti fra le giocatrici.

 

Sorteggio: 

Ad aprire le ostiilità sarà la sfida tra Daria Gavrilova e Madison Keys. A seguire scenderanno in campo Sam Stosur e Christina McHale.

Continua a leggere
Commenti

Fed Cup

BJK Cup, play-off: Canada, Ucraina, Lettonia e Gran Bretagna sul 2-0

Equilibrio tra Argentina e Kazakistan così come tra Olanda e Cina e tra Polonia e Brasile. Oggi si concludono le sfide

Pubblicato

il

Jelena Ostapenko - Billie Jean King Cup 2021 (via Twitter, @BJKCup)

Oltre alla sfida di Cluj tra Romania e Italia sono in corso altre sette sfide valide per i play-off della Billie Jean King Cup, le cui vincenti saranno ammesse alle qualificazioni per le Finals 2022. Dopo la prima giornata tutto abbastanza facile per la Gran Bretagna contro il Messico e per l’Ucraina contro il Giappone.

Al National Tennis Center di Londra Katie Boulter e Heather Watson faticano solo nel primo set dei loro rispettivi incontri chiudendo poi in scioltezza i loro match. La prima regola con il punteggio di 7-5 6-0 la messicana Zacarias, la seconda con un similare 7-5 6-1 completa il 2-0 britannico contro la Olmos. A Chornomorsk, sulla terra rossa, vita facile per le ucraine contro il Giappone orfano di Naomi Osaka. Elina Svitolina lascia 5 giochi a Chihiro Muramatsu (6-3 6-2), Marta Kostyuk uno in più a Yuki Naito (6-3 6-3).

Sul 2-0 anche il Canada in Serbia e la Lettonia contro l’India. Sul veloce di Kraljevo Fernandez supera Olga Danilovic dopo tre combattuti set (7-5 4-6 6-4) e a seguire Rebecca Marino supera 6-4 7-6(8) Nina Stojanovic. Nordamericane ad un passo dai Qualifiers 2022. Qualche problemino per la Lettonia contro l’India anche se alla fine della prima giornata si è come da pronostico sul 2-0 per le padrone di casa a Jurmala. Jelena Ostapenko impiega infatti 2 ore e 25 minuti per superare in tre set la quasi sconosciuta Raina (nr. 147 WTA) con il punteggio di 6-2 5-7 7-5. Passata la paura Sevastova dà il 2-0 alla Lettonia superando in tranquillità Tandi (6-4 6-0).

Equilibrio invece nelle altre 3 sfide. Parità dopo la prima giornata tra Polonia e Brasile a Bytom. Magdalena French aveva dato l’1-0 alle padrone di casa superando Meligeni Rodrigues 6-4 6-3 ma nel secondo singolare Laura Pigossi ha ristabilito la parità superando in tre set Urszula Radwanska (7-6 (9) 3-6 6-2). A ‘s-Hertogenbosch sembrava una passeggiata di salute per l’Olanda contro la Cina. Ma dopo la facile vittoria di Kiki Bertens contro Xinyu Wang (6-2 6-0) ci pensava l’altra Wang Xiyu a rovesciare il pronostico contro Arantxa Rus e portare in parità le asiatiche (6-1 3-6 6-2).

 

Infine 1-1 anche sulla terra rossa di Cordoba tra Argentina e Kazakistan. Yulia Putinsteva rimonta la tenace Nadia Podoroska battuta 2-6 6-4 6-0 ma la sorpresa arriva dal secondo singolare, dove Maria Luise Carle (nr. 415 WTA) supera al terzo Elena Rybakina (6-4 3-6 6-0)

Continua a leggere

Fed Cup

Billie Jean King Cup: Romania-Italia 0-2. Cocciaretto e Trevisan non tradiscono

Vittoria al cardiopalma per Martina, che salva due match point a Buzarnescu. Tutto facile per Cocciaretto contro Bara

Pubblicato

il

Inizia nel migliore dei modi per la nazionale azzurra la sfida di play-off contro la Romania nella Billie Jean King Cup (ex Fed Cup). Nel cemento indoor della Sala Polivalenta di Cluj le italiane guidate da Tathiana Garbin (senza la numero 1 Camila Giorgi, positiva al coronavirus) hanno vinto i primi due match di singolare, andando a riposo sul 2-0. La Romania non sta certamente schierando la sua formazione migliore: mancano infatti le prime cinque giocatrici della nazione, ovvero Simona Halep, Patricia Maria Tig, Sorana Cirstea, Irina Camelia Begu e Ana Bogdan. Non per questo il risultato che potrebbe acquisire l’Italia vincendo il tie (la qualificazione ai preliminari del tabellone di BJK Cup 2022) avrebbe meno valore.

La prima sfida è tutta nel segno di Elisabetta Cocciaretto. Scesa in campo da numero 2, ha battuto nettamente Irina Bara, n.132 WTA, in un’ora e mezza di partita con il punteggio di 6-1 6-4, recuperando da uno svantaggio di 0-3 nel secondo parziale dopo aver dominato il primo. Per Elisabetta è la quarta vittoria con i colori della nazionale azzurra: le prime tre sono state preziosissime (e anche più nette rispetto a quella su Bara). Le ha messe a segno lo scorso anno in Estonia e hanno permesso alle nostre ragazze di giocare questo match di play-off.

Il secondo match invece è stato un autentico dramma, durato oltre tre ore. Martina Trevisan ha superato Mihaela Buzarnescu (n.137 WTA) al tie-break del terzo set (7 punti a 5), finendo il match in lacrime. Una vittoria che ha il freddo valore del 2-0 per la squadra, ma ha un significato inestimabile per lei. Anzi, probabilmente ce lo spiegano quelle lacrime alla stretta di mano e l’abbraccio con Tathiana. Martina infatti aveva vinto un solo match in questo 2021, quello nel primo turno di qualificazione a Dubai contro Rodionova. La striscia di sconfitte stava per allungarsi oggi, perché nel terzo set (durato la bellezza di 103 minuti) è stata a un passo dalla sconfitta.

Prima si sono rifilate un 6-2 per parte. Poi è iniziata una sfilza di break, che ha portato la rumena a servire per il match sul 5-4. Martina è stata tenace e nonostante non si stesse esprimendo al meglio (complici alcuni fastidi fisici) è riuscita a salvare due match point consecutivi (40-15) e anche a non lasciarsi condizionare dal disappunto per aver perso il servizio sul 5-5 con numerose chance di tornare avanti nel punteggio. Ha recuperato ancora una volta il break e non si è distratta nel lungo Medical Time Out di Buzarnescu che ha preceduto il tie-break. Qui si è portata avanti 5-3 per poi chiudere il match alla prima occasione.

Sabato si continua con gli altri due singolari: salvo imprevisti, Cocciaretto incrocerà proprio Buzarnescu, mentre a Trevisan toccherà Bara.

Continua a leggere

Fed Cup

Billie Jean King Cup, i playoff: Cocciaretto-Bara il primo incontro

A Cluj, l’Italia affronta la Romania priva di Halep; Trevisan-Buzarnescu il secondo match. In campo anche Ostapenko, Svitolina e Bertens per le rispettive nazionali

Pubblicato

il

Elisabetta Cocciaretto - Guadalajara 2021 (Foto Facebook Abierto Zapopan 2021)

La squadra azzurra di Billie Jean King Cup torna in campo nella giornata di oggi contro la Romania, a oltre un anno di distanza dal successo sulla Croazia a Tallinn che è valso l’accesso ai playoff, inizialmente previsti per il 17 e 18 aprile del 2020 prima di essere rinviati al 2021. Il gruppo a disposizione di Tathiana Garbin include Elisabetta Cocciaretto, Martina Trevisan, Giulia Gatto-Monticone, Jasmine Paolini e Bianca Turati, alla sua prima convocazione. Gli incontri saranno visibili su Supertennis dalle 14:30 di oggi e dalle 13 di domani.

Il tie si svolgerà presso la Sala Polivalenta di Cluj (cemento indoor), e vedrà l’Italia opposta ad una formazione decisamente rimaneggiata, visto che saranno assenti le cinque migliori giocatrici rumene (Halep, Tig, Cirstea, Begu e Bogdan). Le selezioni di Monica Niculescu hanno quindi incluso… sé stessa (N.173 in singolare e 55 in doppio), oltre a Irina Maria Bara (N.132 in singolare e 124 in doppio), Mihaela Buzarnescu (137 in singolare e 114 in doppio) e Elena Gabriela Ruse (168 in ambo le specialità).

Il primo incontro di oggi, a partire dalle 14:30 italiane, sarà Bara-Cocciaretto, a cui farà seguito Buzarnescu-Trevisan. Domani, invece, si inizierà alle 13 con Bara-Trevisan, poi Buzarnescu-Cocciaretto e infine il doppio Niculescu/Ruse vs Gatto-Monticone/Paolini.

 

Questi gli altri incontri di playoff:

REGNO UNITO-MESSICO

  • Sede: National Tennis Centre, Londra
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 15 italiane):

  • K. Boulter vs M. Zacarias
  • H. Watson vs G. Olmos

Incontri di sabato (a partire dalle 12:30 italiane):

  • H. Watson vs M. Zacarias
  • K. Boulter vs G. Olmos
  • H. Dart/H. Watson vs F. Contreras Gomez/G. Olmos

SERBIA-CANADA

  • Sede: Sport Hall Ibar, Kraljevo
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 14 italiane):

  • O. Danilovic vs L.A. Fernandez
  • N. Stojanovic vs R. Marino

Incontri di sabato (a partire dalle 11 italiane):

  • N. Stojanovic vs L.A. Fernandez
  • O. Danilovic vs R. Marino
  • O. Danilovic/A. Krunic vs S. Fichman/C. Zhao

LETTONIA-INDIA

  • Sede: National Tennis Centre Lielupe, Jurmala
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 17 italiane):

  • J. Ostapenko vs A. Raina
  • A. Sevastova vs K.K. Thandi

Incontri di sabato (a partire dalle 15 italiane):

  • A. Sevastova vs A. Raina
  • J. Ostapenko vs K.K. Thandi
  • D. Marcinkevica/D. Vismane vs S. Mirza/A. Raina

UCRAINA-GIAPPONE

  • Sede: Elite Tennis Club, Chornomorsk
  • Superficie: terra outdoor

Incontri di oggi (a partire dalle 10 italiane):

  • E. Svitolina vs C. Muramatsu
  • M. Kostyuk vs Y. Naito

Incontri di sabato (a partire dalle 10 italiane):

  • E. Svitolina vs Y. Naito
  • M. Kostyuk vs C. Muramatsu
  • L. Kichenok/N. Kichenok vs S. Akita/H. Sato

ARGENTINA-KAZAKISTAN

  • Sede: Córdoba Lawn Tennis Club, Córdoba
  • Superficie: terra outdoor

Incontri di oggi (a partire dalle 16 italiane):

  • N. Podoroska vs Y. Putintseva
  • M.L. Carle vs E. Rybakina

Incontri di sabato (a partire dalle 15:30 italiane):

  • N. Podoroska vs E. Rybakina
  • M.L. Carle vs Y. Putintseva
  • M.L. Carle/N. Podoroska vs A. Danilina/Y. Shvedova

OLANDA-CINA

  • Sede: Maaspoort Sports & Events, s-Hertogenbosch
  • Superficie: terra indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 13 italiane):

  • K. Bertens vs Xiyu Wang
  • A. Rus vs Xinyu Wang

Incontri di sabato (a partire dalle 13 italiane):

  • K. Bertens vs Xinyu Wang
  • A. Rus vs Xiyu Wang
  • L. Pattinama Kerkhove/D. Schuurs vs S. Zhang/S. Zheng

POLONIA-BRASILE

  • Sede: Hala Na Skarpie, Bytom
  • Superficie: cemento indoor

Incontri di oggi (a partire dalle 14 italiane):

  • M. Frech vs C.M.R. Alves
  • U. Radwanska vs L. Pigossi

Incontri di sabato (a partire dalle 13 italiane):

  • M. Frech vs L. Pigossi
  • U. Radwanska vs C.M.R. Alves
  • W. Falkowska/P. Kania Chodun vs G. Ce/L. Stefani

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement