Nadal: un futuro da presidente del Real Madrid?

Flash

Nadal: un futuro da presidente del Real Madrid?

Il campione spagnolo scherza, ma neanche troppo, in un’intervista: “Io presidente dei Blancos? Non potrei dire di no”

Pubblicato

il

 

Una finale Slam persa solo al quinto set da un gigantesco Federer appena dieci giorni fa. Certo Rafa Nadal non si trova di fronte alla necessità di cercare un’alternativa al tennis, faccenda con la quale ha tutta l’aria di non avere ancora concluso. Ma una passione è una passione e del resto ci sarà sempre un “dopo” da occupare, quando la racchetta verrà appesa al chiodo. E il maiorchino ne ha parlato in un’intervista rilasciata a El Mundo.

La passione mai nascosta si chiama Real Madrid, un sostegno e un attaccamento che derivano anche da un passato in cui Rafa a calcio ci ha giocato, e anche con buoni risultati, quando era ancora indeciso sullo sport che avrebbe dovuto “azzannare” con le sue incredibili doti di fighter. E da uno zio – Angel Nadal – ex colonna portante della nazionale spagnola nel corso degli anni ’90 con una carriera diversa tra Maiorca e Barcellona, storica rivale del Real Madrid. L’altro zio Toni, quello più famoso da queste parti e anche lui tifoso del Barcellona, del resto aveva sempre detto che se Nadal avesse sentito la possibilità di giocare per il Real Madrid probabilmente non sarebbe mai diventato un tennista. Per fortuna di questo sport così non è stato.

In futuro Nadal potrebbe però coronare il suo sogno, sebbene in veste diversa. Gli chiedono dell’attuale presidente del Real Madrid, Florentino Perez, e lui risponde: “Abbiamo un grande presidente, stiamo benissimo così. Non credo che il Real abbia bisogno di me ma non si sa mai cosa potrebbe accadere in futuro…“. Dopo, ancora più chiaro: “Beh, se mi chiedi se mi piacerebbe diventare presidente ovviamente ti rispondo ‘Perché no?. Ma non è certo una cosa che posso immaginare oggi”. Il tennis si prepari all’impatto: un giorno potrebbe dover cedere una delle sue stelle allo sport “chiassoso” contro cui spesso si pone in contraddizione.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Perché credo che questo Sinner batterà questo incerto Djokovic. Ma non al quinto set

Editoriali del Direttore4 settimane fa

Australian Open: Sabalenka regina quasi scontata. Bolelli Vavassori in vista Slam. E diritti tv: Sky, Supertennis, FITP: la negoziazione langue

ATP4 settimane fa

La storia del tennis italiano chiama a sé Sinner, da De Stefani a Berrettini passando per le vittorie di Pietrangeli, Panatta, Schiavone e Pennetta

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Jannik Sinner è molto più calmo di tutti quelli che oggi lo osannano. Un anno fa era il tennista dei… senza

Senza categoria4 settimane fa

Australian Open LIVE: Sinner in semifinale, nemmeno Rublev riesce a strappargli un set!

Novak Djokovic - Australian Open 2024 (X @AustralianOpen)
Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Djokovic: “Sono scioccato, uno dei miei peggiori match di sempre”

Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Sinner tranquillizza tutti: “L’addome? Nulla di che”. Contro Djokovic alle 4.30 italiane

Australian Open4 settimane fa

Australian Open: Sinner batte Rublev e vola in semifinale con Djokovic senza aver perso un set [VIDEO]

Editoriali del Direttore3 settimane fa

Jannik Sinner non è un patriota per cui tifare perché non paga le tasse in Italia? Non sono d’accordo con Aldo Cazzullo e Massimo Gramellini

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – La grande attesa per i duellanti dai tanti punti in comune Djokovic e Sinner. Vinca il migliore? “Sperem de no”

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement