Seppi: "Non penso minimamente al ritiro"

Flash

Seppi: “Non penso minimamente al ritiro”

ROTTERDAM – “Finché sto bene sento di poter continuare”. Ora la pausa, poi la Coppa Davis

Pubblicato

il

 

da Rotterdam, il nostro inviato

Un titolo Challenger a Canberra, gli ottavi a Melbourne e la semifinale a Rotterdam, per raggiungere la quale ha superato anche Sascha Zverev. Un inizio di stagione di grandissimo livello, di cui Andreas Seppi è piuttosto soddisfatto: “Ho buone sensazioni, sto bene, anche se i viaggi mi hanno un po’ consumato”. Dal 20 novembre, data di inizio della preparazione atletica negli USA, Seppi non è più tornato in Italia, infilando una serie di voli lunghissimi e logoranti. Doha, l’Australia, il Giappone per la Davis e poi di nuovo in Europa, tra Sofia e Rotterdam. Adesso serve riposo: “Mi fermerò per la solita infiltrazione all’anca. Avrò bisogno di almeno tre settimane, poi ricomincerò con l’attività per prepararmi in vista della Davis”, che si giocherà a Genova contro la Francia, 6-8 aprile.

Più di ogni altra cosa, dopo la onorevole sconfitta con Federer, Andreas scaccia le parole di chi lo volevo vicino al ritiro:Non è affatto nei miei pensieri. Finché sto bene continuo, e mi diverto”. Qualcuno segnalava il suo acquisto di una casa in Colorado come il primo passo verso un post carriera tranquillo e lontano dal caos: “Abbiamo comprato casa là perché ci piaceva molto, e il posto in generale è splendido. Tutto qui, non credo sia un indicatore particolare”.

Quel noi è riferito alla bellissima moglie Michaela, che lo ha seguito qui a Rotterdam: “Il matrimonio non ha cambiato molto le nostre routine, ma di certo ha avuto impatto sulla mia vita. Ho delle responsabilità in più adesso, e questo mi ha aiutato a crescere molto”. Non ci sono obiettivi fondamentali per l’anno in corso, solo buoni auspici e una raccomandazione che fa a se stesso: “Devo prepararmi bene per la stagione su terra, lo scorso anno feci pochissimi punti. Vuol dire che avrò una buona occasione per riscattarmi e salire anche nel ranking”.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Perché credo che questo Sinner batterà questo incerto Djokovic. Ma non al quinto set

Editoriali del Direttore4 settimane fa

Australian Open: Sabalenka regina quasi scontata. Bolelli Vavassori in vista Slam. E diritti tv: Sky, Supertennis, FITP: la negoziazione langue

ATP4 settimane fa

La storia del tennis italiano chiama a sé Sinner, da De Stefani a Berrettini passando per le vittorie di Pietrangeli, Panatta, Schiavone e Pennetta

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Jannik Sinner è molto più calmo di tutti quelli che oggi lo osannano. Un anno fa era il tennista dei… senza

Senza categoria4 settimane fa

Australian Open LIVE: Sinner in semifinale, nemmeno Rublev riesce a strappargli un set!

Novak Djokovic - Australian Open 2024 (X @AustralianOpen)
Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Djokovic: “Sono scioccato, uno dei miei peggiori match di sempre”

Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Sinner tranquillizza tutti: “L’addome? Nulla di che”. Contro Djokovic alle 4.30 italiane

Australian Open4 settimane fa

Australian Open: Sinner batte Rublev e vola in semifinale con Djokovic senza aver perso un set [VIDEO]

Editoriali del Direttore3 settimane fa

Jannik Sinner non è un patriota per cui tifare perché non paga le tasse in Italia? Non sono d’accordo con Aldo Cazzullo e Massimo Gramellini

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – La grande attesa per i duellanti dai tanti punti in comune Djokovic e Sinner. Vinca il migliore? “Sperem de no”

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement