Il tabellone femminile di Madrid: Halep all’assalto del tris

La romena punta al terzo titolo consecutivo, Wozniacki a soffiarle il n.1. Tabellone aperto, con tanti primi turni interessanti (ma quasi zero Italia). Mancherà Serena Williams

Il tabellone femminile di Madrid: Halep all’assalto del tris

Snodo cruciale nella stagione del tennis femminile, il Mutua Madrid Open è il secondo grande appuntamento su terra dopo il Porsche Tennis Grand Prix di Stoccarda e subito prima dei nostri Internazionali BNL d’Italia. L’edizione 2018 segnerà il decennale per la “metà femminile” della Caja Mágica, inaugurata nel 2009 in concomitanza con il cambio di superficie e di settimana dell’evento maschile (anche se un torneo WTA su terra battuta era già stato disputato a Madrid dal 1996 al 2003). Uno dei quattro tornei Premier Mandatory, la categoria appena inferiore agli Slam, il Mutua Madrid Open mette in palio 1000 punti per il ranking e un montepremi totale che supera i cinque milioni e mezzo di euro.

La peculiarità dell’impianto, formato da un palazzo che contiene i tre campi principali dotati di tetto retrattile e da alcuni campi secondari all’esterno, fa sì che il torneo diventi spesso un ibrido tra la terra battuta e l’indoor, fornendo occasioni a giocatrici di ogni tipo. Negli anni Delle grandissime mancheranno Serena Williams, che ha detto di non sentirsi ancora pronta al ritorno in campo, e Angelique Kerber, infortunatasi a Stoccarda, ma il tabellone madrilegno è come sempre decisamente ricco: per la numero uno al mondo Simona Halep fare tris dopo i successi degli ultimi due anni non sarà certo una passeggiata.

 

IL TABELLONE: PARTE ALTA

IL TABELLONE: PARTE BASSA

L’ANALISI

Numero uno del seeding e e connazionale del “padrone del vapore” Ion Tiriac, Simona Halep inizierà il proprio torneo contro Ekaterina Makarova, per poi attendere la vincitrice del confronto belga tra le compagne di Fed Cup Elise Mertens, favorita, e Alison Van Uytvanck. La prima testa di serie sulla strada della romena dovrebbe essere Madison Keys, che però, nonostante una buona attitudine alla terra battuta, non ha mai trovato un grande feeling col torneo di Madrid: l’ostacolo Mertens sembra senza dubbio più pericoloso.

Stando al ranking, Halep dovrebbe trovarsi contro nei quarti di finale una tra Sloane Stephens, campionessa a Miami, e Karolina Pliskova. La campionessa in carica è in vantaggio su entrambe negli scontri diretti, dato per lei tranquillizzante, ma non è escluso che da quell’ottavo di tabellone possa emergere invece Victoria Azarenka: finalmente libera di viaggiare, con figlio al seguito, la bielorussa torna a disputare un torneo in Europa dallo scorso Wimbledon (l’ultima vittoria su terra battuta risale invece proprio a Madrid 2017, esattamente un anno fa). Azarenka ha raggiunto due volte la finale a Madrid, nel 2011 e nel 2012, e testerà quanto lontano può andare nel tabellone esordendo contro la serba Aleksandra Krunic.

Bella folla anche nel secondo quarto di tabellone, presieduto da Garbiñe Muguruza. Nella sua zona gravitano, seppure a distanza, Daria Kasatkina (potenziale avversaria agli ottavi), Petra Kvitova e Venus Williams. Tutte quante sembrano avere una strada discretamente spianata verso gli ottavi, fatta eccezione per lo scontro della russa con Sorana Cirstea al secondo turno e soprattutto per l’ostico esordio contro Anett Kontaveit della maggiore delle sorelle Williams.

Tra le macro-sezioni del tabellone, questa sembrerebbe la meno indicata per cercare sorprese; clamorosamente sconfitta al primo turno lo scorso anno, Muguruza potrà quindi rifarsi e guadagnare un bel gruzzolo di punti in classifica. Nella rincorsa al numero uno, tuttavia, la terza giocatrice del ranking non è aiutata dalla matematica, dato che anche in caso di titolo e di coincidente sconfitta all’esordio per Simona Halep rimarrebbe dieci punti dietro alla vetta.

La sola a poter tentare la detronizzazione è allora Caroline Wozniacki, seconda testa di serie e posizionata nell’ultimo dei 64 slot. La metà di tabellone presieduta dalla danese presenta un numero maggiore di giocatrici candidate a fare bene, e il sorteggio non le ha garantito una strada così agevole: primi due turni “australiani” con Daria Gavrilova e Ashleigh Barty, poi probabilmente Anastasija Sevastova (anche se non vanno sottovalutare Maria Sakkari e Kiki Bertens, capaci di un exploit contro la lettone che, Fed Cup a parte, non scende in campo da un mese e di terra ha toccato finora soltanto quella verde di Charleston).

Difficile prevedere chi si potrebbe trovare di fronte Wozniacki più in là nella settimana, considerati alcuni primi e secondi turni davvero in bilico. Caroline Garcia ha pescato Dominika Cibulkova e, superata lei, troverebbe una tra Svetlana Kuznetsova e Petra Martic; Magdalena Rybarikova invece esordirà contro la “decaduta” Johanna Konta, anche lei un nome celebre fuori dalle teste di serie; il secondo incontro di Jelena Ostapenko potrebbe vederla di fronte a Maria Sharapova (che esordirà contro Mihaela Buzarnescu); l’incontro tra Coco Vandweghe e Kristina Mladenovic delineerà la probabile avversaria di Naomi Osaka.

Unica presenza italiana a Madrid sarà Sara Errani, che dovrà però superare due turni di qualificazione per poter fare il suo ingresso nel tabellone. Il primo incontro preliminare della bolognese la vedrà opposta alla brasiliana Beatriz Haddad Maia.

Ottavi di finale teorici

Halep vs Keys
Stephens vs Ka. Pliskova
Muguruza vs Kasatkina
Kvitova vs V. Williams
Garcia vs Goerges
Rybarikova vs Svitolina
Ostapenko vs Vandeweghe
Sevastova vs Wozniacki

INFORMAZIONI SUL TORNEO

  • Tabellone a 64 giocatori (16 teste di serie, nessun bye)
  • 51 giocatrici in tabellone per accettazione diretta
  • 8 qualificate (da definirsi)
  • 5 wild card: Puig, Kostyuk, Arruabarrena, Sorribes Tormo, Garcia Perez
  • Montepremi: $6.685.828

CALENDARIO DI GIOCO

  • venerdì 4 maggio (dalle ore 12): qualificazioni
  • sabato 5 maggio (dalle ore 11): qualificazioni e primo turno
  • domenica 6 maggio (dalle ore 11): primo turno
  • lunedì 7 maggio (dalle ore 12): secondo turno
  • martedì 8 maggio (dalle ore 12): secondo turno
  • mercoledì 9 maggio (dalle ore 12): ottavi di finale
  • giovedì 10 maggio (dalle ore 12): quarti di finale
  • venerdì 11 maggio (dalle ore 14): semifinali
  • sabato 12 maggio (dalle ore 18:30): finale

COPERTURA TELEVISIVA

SuperTennis, la televisione della della Federazione Italiana Tennis, trasmetterà in diretta e in esclusiva per l’Italia il torneo sul canale 64 del digitale terrestre, sul canale 224 di Sky, sul canale 30 di Tivùsat, e in streaming su www.supertennis.tv con la seguente programmazione:

  • sabato 5 maggio LIVE alle ore 19:00 e alle ore 21:00
  • domenica 6 maggio LIVE alle ore 11:00, alle ore 18:o0 e alle ore 19:00; in differita alle ore 21:00
  • lunedì 7 maggio LIVE alle ore 12:00, alle ore 14:00, alle ore 16:00, alle ore 18:00, alle ore 20:00 e alle ore 21:30
  • martedì 8 maggio LIVE alle ore 12:00, alle ore 14:00, alle ore 16:00, alle ore 18:00, alle ore 20:00 e alle ore 21:30
  • mercoledì 9 maggio LIVE alle ore 12:00, alle ore 14:00, alle ore 16:o0, alle ore 18:00 e alle ore 20:00
  • giovedì 10 maggio LIVE alle ore 12:00, alle ore 16:00, alle ore 18:00 e alle ore 21:30
  • venerdì 11 maggio LIVE alle ore 14:00 e alle ore 20:00
  • sabato 12 maggio LIVE alle ore 19:00

CATEGORIE
TAG
Condividi