WTA Eastbourne: finalmente Giorgi

Italiani

WTA Eastbourne: finalmente Giorgi

Dopo due brutte sconfitte su erba, Giorgi trova un successo che potrebbe rilanciarla. Avanti anche Kuznetsova e Pavlyuchenkova

Pubblicato

il

 

CAMILA ISPIRATA – Buona prestazione della marchigiana che riesce finalmente a guadagnare un secondo turno su erba alla vigilia del terzo Slam stagionale. Lo fa quest’oggi sbrigando la pratica Irina Camelia Begu con ampio margine, conquistando l’incontro per 6-2 6-2 senza mai dare l’impressione di poter perdere il controllo. Un’ora esatta di partita ha sancito il passaggio del turno sulla superficie nobile del tennis, che quest’anno non ha però portato particolare fortuna alla ex numero 30 del ranking WTA. Nel 2018 ha raccolto appena un successo nelle qualificazioni di Birmingham mentre a Nottingham è stata subito eliminata dalla slovena Jakupovic. Chissà che questo torneo di preparazione a Wimbledon non si possa rivelare un turning-point della sua stagione. Proprio sui prati londinesi la tennista Italo-argentina ha già dimostrato in passato di poter esprimere un ottimo livello di gioco, come dimostrano gli ottavi di finale raggiunti nel 2012 e il terzo turno dello scorso anno e date le sue potenzialità ci si aspetta sempre qualcosa in più da una giocatrice che potrebbe davvero occupare una poltrona di assoluto prestigio nella classifica mondiale. La speranza è l’ultima a morire e dopo aver risolto la controversia con la Federazione, che l’ha ufficialmente riammessa in Fed Cup, tutti speriamo che la marchigiana ci possa sorprendere fino in fondo nel prossimo futuro. Cominciando proprio da questo torneo di Eastbourne con uno sguardo rivolto al prossimo major.

PAVLYUCHENKOVA E COLLINS IN TRE – Ad aprire il programma odierno ad Eastbourne, ultimo torneo combined su erba in programma prima dell’edizione 2018 dei Championships, è toccato alla russa Anastasia Pavlyuchenkova opposta alla romena Sorana Cirstea e alla statunitense Danielle Rose Collins, che sfidava la giovane wild card britannica Katie Swan. Entrambi i match si sono conclusi al terzo set, il primo è stato caratterizzato dalla rimonta completata dalla numero 28 WTA che, dopo aver perso il primo parziale per 6-2 ed essersi trovata a due punti dall’eliminazione nelle battute finali del secondo, si è imposta alla distanza con lo score finale di 2-6 7-5 6-4 in oltre due ore e 20 minuti di partita. Sono stati comunque necessari ben cinque match point per stroncare la resistenza di Cirstea, che ha perso il servizio decisivo nel nono gioco del terzo parziale. In contemporanea la nordamericana Collins, laureatasi nel 2016 e quest’anno semifinalista a Miami, si aggiudicava il set d’apertura, veniva poi sorpresa dalla numero 206 del ranking mondiale nel secondo ma tornava alla fine a condurre il match superando il turno per 6-3 3-6 6-3 in poco meno di due ore di gioco.

 VEKIC COMODAMENTE, KUZNETSOVA LUCE E BUIO – Successo più comodo invece per la croata Donna Vekic contro la kazaka Yulia Putintseva, in match che non ha presentato particolari insidie. Dopo aver ceduto il servizio in apertura, comunque prontamente recuperato, ha strappato il servizio nel decimo gioco del primo parziale e ha poi condotto nel secondo fino a chiudere per 7-5 6-3. Ottima la giovane croata, compagna di Stan Wawrinka, a reagire nei momenti di difficoltà e a farsi trovare pronta appena avuta l’occasione. Storia differente per l’altra russa in gara quest’oggi, l’ex numero 2 del mondo Svetlana Kuznetsova. Prima un combattuto set d’apertura opposta alla greca Maria Sakkari, incassato per 6 giochi a 3, e poi un secondo decisamente più negativo perso con lo stesso punteggio dopo essersi ritrovata sotto anche per 5-0. La russa è però tornata in cattedra nel parziale decisivo, tenendo il servizio nel primo gioco e brekkando subito l’ellenica. Qualche altra difficoltà nel percorso ma alla fine l’ex campionessa del Roland Garros passa il turno con lo score di 6-3 3-6 6-4 dopo 2 ore e 7 minuti di partita. Nell’altro match di giornata vittoria in rimonta di Katerina Bondarenko ai danni della francese Alizé Cornet, che dopo aver chiuso per 6-4 il primo parziale ha ceduto alla distanza alla qualificata ucraina con il punteggio di 4-6 6-2 6-4.

Risultati:

A. Pavlyuchenkova b. S. Cirstea 2-6 7-5 6-4
D.R. Collins b. [WC] K. Swan 6-3 3-6 6-3
D. Vekic b. Y. Putintseva 7-5 6-3
S. Kuznetsova b. M. Sakkari 6-3 3-6 6-4
[Q] K. Bondarenko b. A. Cornet 4-6 6-2 6-4
C. Giorgi b. I. Begu 6-2 6-2

Gianluca Rossino

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
ATP4 settimane fa

Trattative Sky-FITP-Supertennis. A che punto è la negoziazione dei diritti-tv

Flash4 settimane fa

Diritti TV SKY e FITP: ecco lo scenario di questa aspra negoziazione infinita [VIDEO]

evidenza3 settimane fa

In Svizzera è polemica sulle On di Roger Federer. La risposta: “In Vietnam paghiamo oltre il minimo salariale”

ATP3 settimane fa

ATP Rotterdam: Sinner: “Fra uno Slam e una medaglia olimpica scelgo la seconda. Non vedo l’ora di conoscere i migliori atleti del mondo” [AUDIO]

evidenza3 settimane fa

Richard Krajicek: “Piatti mi disse di Sinner ‘diventerà un campione’”. Jannik al servizio è come Djokovic: la battuta è un extra, ma quando gli serve la mette dentro” [VIDEO INTERVISTA]

Flash3 settimane fa

Ubaldo da Rotterdam: “Sinner sulle orme di Camporese? Siamo qui apposta”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, il viaggio di Sinner continua: “Bisogna anche divertirsi. Io ho trovato le persone giuste al momento giusto” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, Sinner: “Contento del numero 3 ma le cose più importanti sono altre” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

Griekspoor, prima “vittima” delle 12 di fila di Jannik: “Per me Sinner è il più forte tennista del mondo” [AUDIO ESCLUSIVO]

Flash4 settimane fa

Mattarella: “Azzurri, in Coppa Davis ho visto un vero spirito di squadra” (Cocchi, Primavera) Campioni d’Italia (Guerrini) Sinner porta il tennis al Quirinale (Piccardi) Italdavis in festa, Sinner incoronato da Mattarella (Mei, Schito)

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement