Wang Qiang reginetta a Guangzhou

La 26enne cinese vince 6-1 6-2 su Putinseva conquistando il secondo titolo dell'anno e diventando la nuova numero 1 del proprio paese

Wang Qiang reginetta a Guangzhou

Quella di quest’anno si conferma come la miglior stagione della carriera, finora, per Wang Qiang che in un match a senso unico batte Yulia Putinseva conquistando il titolo a Guangzhou. Per la 26enne cinese questo è il secondo trionfo al livello WTA International nel giro di pochi mesi (il precedente era arrivato a luglio a Jiangxi sempre sul veloce) e ancora una volta lo swing asiatico dimostra come avere tanti tornei nel proprio paese possa dare una mano a far crescere i propri giocatori o le proprie giocatrici. È pur vero che molte delle tenniste cinesi che vincono tornei in Asia faticano poi a replicare quei successi altrove ma sicuramente sono risultati che danno una grossa mano per la crescita, anche a livello di classifica, tant’è che da lunedì Wang raggiungerà il suo nuovo best ranking alla posizione n. 33 diventando la numero 1 cinese scalzando dal trono Zhang Shuai. 

La kazaka Putinseva oggi non è mai riuscita ad imporre il suo gioco e la maggior mobilità della sua avversaria è stata evidente sin dai primi game, con la cinese che ha esordito con un break e non si è più voltata indietro finendo per chiudere 6-1. I primi game del secondo set sono stati più equilibrati e per un po’ c’era la parvenza di poter assistere ad una partita equilibrata fino a che non si è giunti al sesto gioco. Wang, supportata anche dal composto pubblico cinese, ha ripreso a controllare le operazioni e dopo un primo break che l’ha portata 4-2 ha proseguito creandosi altre occasioni in dirittura d’arrivo, e sul match point la sua avversaria ha alzato bandiera bianca commettendo un doppio fallo. La varietà di colpi di Wang è notevole e l’età sembra essere quella giusta per fare il salto di qualità, che la Cina abbia trovato la sua nuova Li Na?

 

Risultati:

[3] Q. Wang b. [5] Y. Putinseva 6-1 6-2

Il tabellone completo

CATEGORIE
TAG
Condividi