Fed Cup, finale: sorteggio a sorpresa, Kvitova non gioca

Finale delle riserve alla O2 Arena di Praga: dopo Pliskova salta anche l'altra top 10 ceca, influenzata. Potrebbe riprendersi per domenica. Gli Stati Uniti campioni in carica in mano alle esordienti

Fed Cup, finale: sorteggio a sorpresa, Kvitova non gioca
Federation Cup (foto via Twitter, @FedCup)

Sorteggiati gli incontri della finale di Fed Cup, che vedrà sfidarsi le padrone di casa della Repubblica Ceca e le campionesse in carica degli Stati Uniti. In teoria due corazzate, entrambe le rappresentative nazionali si presenteranno sul sintetico Ultracushion della O2 Arena di Praga senza nessuna delle giocatrici migliori. Se le assenze di Sloane Stephens, Madison Keys e Coco Vandeweghe dalle fila statunitensi erano annunciate da tempo, soltanto nell’ultima settimana le due singolariste ceche si sono tirate indietro: prima Karolina Pliskova e ora, a pochi minuti dal sorteggio, anche Petra Kvitova.

Problemi di salute, probabilmente influenza, hanno costretto Kvitova a sospendere l’allenamento nella giornata di giovedì. La numero 7 del mondo potrebbe comunque essere recuperata per domenica, perciò capitan Petr Pala si conserva la possibilità di sostituirla a una delle tre compagne presenti nell’ordine di gioco stilato dopo il sorteggio. In mancanza delle grandi, la Repubblica Ceca punta ad affidarsi negli incontri di singolare a Barbora Strycova, alla sua ultima presenza in carriera in Fed Cup, e a Katerina Siniakova, chiamata agli straordinari (giocherà l’eventuale rubber decisivo in coppia con Barbora Krejcikova, con la quale condivide la prima posizione mondiale nel ranking di doppio e i titoli al Roland Garros e a Wimbledon di quest’anno). Ancor più vuota la dispensa della capitana USA Kathy Rinaldi, imbattuta dal suo arrivo sulla panchina a stelle e strisce a fine 2016 ma priva di tutte le giocatrici che sollevarono la coppa lo scorso novembre a Minsk. Costretta a convocare tre esordienti assolute nella competizione, da affiancare alla seconda linea Alison Riske, potrà comunque contare sul fatto di aver preparato il tie con la consapevolezza del materiale umano a disposizione. Dal singolare, nonostante il miglior ranking di numero 36, l’esclusa iniziale è Danielle Collins, partita benissimo nel primo trimestre della stagione e poi di fatto quasi scomparsa dai radar. Potrà rifarsi in doppio, dove almeno stando alle formazioni ufficiali farà coppia con Nicole Melichar, nata curiosamente proprio in Repubblica Ceca.

 

Nessuna top 10 in campo dunque, in una sfida che sulla carta vede affrontarsi il dream team da cinque coppe negli ultimi sette anni e quello detentore del titolo ma, a conti fatti, presenta tantissime riserve. La numero uno USA, Sofia Kenin, diciannove anni, affronterà Strycova nell’incontro iniziale. Adesso è dura parlare di chiare favorite, anche se la maggiore esperienza e il vantaggio del campo continuano a mantenere le ceche avanti nel pronostico. Il weekend finale, al momento, sembra davvero colato a picco dal punto di vista di qualità e “quantità”. Chissà se la magia della Fed Cup riuscirà a risollevarlo.


Sabato 11 novembre

dalle ore 14:00

[CZE] Barbora Strycova vs [USA] Sofia Kenin
[CZE] Katerina Siniakova vs [USA] Alison Riske

Domenica 12 novembre

dalle ore 12:00

[CZE] Katerina Siniakova vs [USA] Sofia Kenin
[CZE] Barbora Strycova vs [USA] Alison Riske

[CZE] Barbora Krejcikova/Katerina Siniakova vs [USA] Danielle Collins/Nicole Melichar

CATEGORIE
TAG
Condividi