Federer: “Un torneo sulla terra prima del Roland Garros”. Ma quale?

Focus

Federer: “Un torneo sulla terra prima del Roland Garros”. Ma quale?

Montecarlo è troppo vicino al Sunshine Double, Barcellona non ha soldi per lui e Nadal insieme. Il dilemma rimane tra Roma e Madrid

Pubblicato

il

 

(foto di Roberto Dell’Olivo)


Dopo la prematura uscita di scena agli ottavi degli Australian Open per mano di Stefanos Tsitsipas, Roger Federer aveva annunciato: “Mi voglio divertire in questa stagione, giocherò il Roland Garros. E questa dichiarazione non poteva che fare clamore. È dal 2015 che il fuoriclasse svizzero non calca la terra rossa più famosa del mondo. C’è chi, anche alla luce della sconfitta australiana, ha interpretato la decisione come la conferma del fatto che questa possa essere veramente la sua stagione d’addio e perciò non possa mancare una fermata a Parigi. C’è chi invece ha preso il ritorno sulla terra rossa dopo due stagioni di assenza come un segnale delle sue buone condizioni fisiche, nonostante i 37 anni suonati.

Fatto sta che gli appassionati di tennis di tutto il mondo potranno ammirare nuovamente, e forse per un’ultima volta, Federer muoversi con la sua innata disinvoltura anche sul mattone tritato. Ma il fenomeno di Basilea non è intenzionato a concedere troppe apparizioni sulla superficie meno congeniale al suo gioco offensivo e che meno soddisfazioni gli ha regalato in carriera. “Probabilmente giocherò un solo torneo in preparazione al Roland Garros”, ha dichiarato in questi giorni. “Non voglio giocare troppo. Preferisco allenarmi bene per la stagione su erba. Sicuramente non voglio esaurire le mie energie”. Dunque, a questo punto tutti si domandano: quale sarà l’altro palcoscenico in cui si esibirà Federer? A rigor di logica, uno dei tre 1000: Montecarlo, Madrid e Roma. A scartare l’ipotesi monegasca è lo stesso 20 volte campione Slam. “Montecarlo è troppo presto”, ha aggiunto, implicando la necessità di avere più tempo dopo le fatiche del Sunshine Double tra Indian Wells e Miami.

Rimangono quindi gli organizzatori di Roma e Madrid ad accendere un cero e sperare nell’avvento di Federer (anche se al Foro Italico si sono sempre dichiarati tifosi di Nadal…). Da una parte, il torneo della capitale garantirebbe una pausa ancora più lunga al campione elvetico. Dall’altra parte, forse potrebbe essere persino troppo lunga con lo Slam parigino che comincia solamente una settimana più tardi. Nel 2016, in quella che rimane la sua ultima stagione sulla terra battuta, Roger mise davanti il Colosseo al Prado. E questo può essere un piccolo indizio. Ma quelle settimane furono fortemente caratterizzate dai fastidi fisici e quindi non molto indicative delle sue preferenze tecniche e logistiche.

Nella corsa ad aggiudicarsi Federer si è già parzialmente chiamata fuori Barcellona. In quanto ATP 500, il torneo catalano deve puntare su una consistente offerta economica per accaparrarsi i big three. Il direttore dell’evento e vincitore del Roland Garros 2002, Albert Costa ha fatto capire di non potersi permettere sia Nadal, 10 volte vincitore del titolo, che Federer. “Mi piacerebbe molto se Federer venisse anche se non ho notizie a riguardo. E il budget è quello che è”, ha affermato Costa a Marca. Insomma, la scelta dovrebbe essere proprio tra Madrid e Roma. E dalle parti del Foro Italico si spera.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Perché credo che questo Sinner batterà questo incerto Djokovic. Ma non al quinto set

Editoriali del Direttore4 settimane fa

Australian Open: Sabalenka regina quasi scontata. Bolelli Vavassori in vista Slam. E diritti tv: Sky, Supertennis, FITP: la negoziazione langue

ATP4 settimane fa

La storia del tennis italiano chiama a sé Sinner, da De Stefani a Berrettini passando per le vittorie di Pietrangeli, Panatta, Schiavone e Pennetta

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Jannik Sinner è molto più calmo di tutti quelli che oggi lo osannano. Un anno fa era il tennista dei… senza

Senza categoria4 settimane fa

Australian Open LIVE: Sinner in semifinale, nemmeno Rublev riesce a strappargli un set!

Novak Djokovic - Australian Open 2024 (X @AustralianOpen)
Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Djokovic: “Sono scioccato, uno dei miei peggiori match di sempre”

Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Sinner tranquillizza tutti: “L’addome? Nulla di che”. Contro Djokovic alle 4.30 italiane

Australian Open4 settimane fa

Australian Open: Sinner batte Rublev e vola in semifinale con Djokovic senza aver perso un set [VIDEO]

Editoriali del Direttore3 settimane fa

Jannik Sinner non è un patriota per cui tifare perché non paga le tasse in Italia? Non sono d’accordo con Aldo Cazzullo e Massimo Gramellini

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – La grande attesa per i duellanti dai tanti punti in comune Djokovic e Sinner. Vinca il migliore? “Sperem de no”

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement