Lo show di Pierre-Hugues Herbert sulle note degli Oasis: neanche male

Flash

Lo show di Pierre-Hugues Herbert sulle note degli Oasis: neanche male

Eliminato al primo turno di Indian Wells da Kohlschreiber, il tennista francese si è riscattato sul palco interpretando (benino, dobbiamo dire) un classico del repertorio Oasis

Pubblicato

il

Un Herbert incravattato di tutto punto durante la cena ufficiale di un match di Davis del 2015. Si era esibito già allora, ma questa volta ha osato ancora di più...
 

Si può perdere maluccio al primo turno, raccattando per via anche un sanguinoso bagel, e fare un figurone lo stesso. È quanto capitato a Pierre-Hugues Herbert, sconfitto in due set al primo turno del primo Masters 1000 di stagione da Philipp Kohlschreiber. Il tennista nato a Schiltgheim, durante uno spettacolo serale a margine del torneo, ha servito da frontman per il gruppo dei fratelli Bryan: gradito ospite a sorpresa, Pierre-Hugues ha interpretato, dobbiamo dire discretamente, la celeberrima ballata degli Oasis “Don’t Look Back in Anger”, quarto singolo estratto dall’opera “(What’s the Story) Morning Glory” e disco di platino nel 1995.

Una linea vocale insidiosa, quella originariamente interpretata da Noel Gallagher, soprattutto nel ritornello che il mensile New Musical Express ha in tempi non sospetti definito “il più esplosivo di tutti i tempi”. Herbert se l’è cavata bene, prendendosi molti meno rischi di quanti normalmente ne assuma seguendo la seconda di servizio a rete e raccogliendo un generoso applauso alla fine del cameo. Va sottolineato come non fosse la sua primissima uscita pubblica poiché nel 2015, durante una cena ufficiale con i compagni francesi di Davis, si era esibito in un classico francese di Joe Dassin, Champs Elysées.

Non aggiungiamo altro e vi consigliamo la visione dell’ultimo show, immortalato dai colleghi francesi di Tennis.life, e chissà che la prestazione canora non funga da buon viatico per il torneo di doppio, dove Pierugo, insieme all’inseparabile Mahut, è prima testa di serie e in vista di un esordio complesso contro i bombardieri di casa Isner e Querrey.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
ATP4 settimane fa

Trattative Sky-FITP-Supertennis. A che punto è la negoziazione dei diritti-tv

Flash4 settimane fa

Diritti TV SKY e FITP: ecco lo scenario di questa aspra negoziazione infinita [VIDEO]

evidenza3 settimane fa

In Svizzera è polemica sulle On di Roger Federer. La risposta: “In Vietnam paghiamo oltre il minimo salariale”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam: Sinner: “Fra uno Slam e una medaglia olimpica scelgo la seconda. Non vedo l’ora di conoscere i migliori atleti del mondo” [AUDIO]

evidenza3 settimane fa

Richard Krajicek: “Piatti mi disse di Sinner ‘diventerà un campione’”. Jannik al servizio è come Djokovic: la battuta è un extra, ma quando gli serve la mette dentro” [VIDEO INTERVISTA]

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, il viaggio di Sinner continua: “Bisogna anche divertirsi. Io ho trovato le persone giuste al momento giusto” [AUDIO]

Flash3 settimane fa

Ubaldo da Rotterdam: “Sinner sulle orme di Camporese? Siamo qui apposta”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, Sinner: “Contento del numero 3 ma le cose più importanti sono altre” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

Griekspoor, prima “vittima” delle 12 di fila di Jannik: “Per me Sinner è il più forte tennista del mondo” [AUDIO ESCLUSIVO]

Flash4 settimane fa

Mattarella: “Azzurri, in Coppa Davis ho visto un vero spirito di squadra” (Cocchi, Primavera) Campioni d’Italia (Guerrini) Sinner porta il tennis al Quirinale (Piccardi) Italdavis in festa, Sinner incoronato da Mattarella (Mei, Schito)

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement