WTA Charleston: Bertens facile su Trevisan, fatica Stephens

Italiani

WTA Charleston: Bertens facile su Trevisan, fatica Stephens

Nulla da fare per Martina Trevisan contro la n.6 Bertens. Esordio complicato per Stephens contro Sorribes Tormo

Pubblicato

il

Martina Trevisan (foto GAME)

È un vero peccato che il primo match di Martina Trevisan contro una Top 10 su un palcoscenico importante si sia disputato davanti a poco più di 50 persone in un ambiente quasi surreale. La tennista fiorentina ha concluso la sua avventura al Volvo Open di Charleston cedendo con il punteggio di 6-2 6-1  contro la testa di serie n.2 del torneo e campionessa uscente Kiki Bertens, n. 6 della classifica WTA. A causa del protrarsi dei match del pomeriggio, la sessione serale è iniziata in ritardo in South Carolina cosicché Trevisan e Bertens sono state costrette a scendere in campo intorno alle ore 22 con una temperatura di 9 gradi. Martina ha resistito bene fino al 2-2 del primo set, poi la maggiore solidità da fondocampo dell’olandese ha scavato un solco di otto game consecutivi che hanno segnato la partita.

Il torneo si chiude comunque in maniera più che positiva per la nostra Trevisan, che dopo aver superato le qualificazioni, ha vinto il suo primo match a livello WTA contro l’ucraina Nadia Kichenok (n. 42 della classifica di doppio ma prima di questo torneo senza ranking in singolare) conquistando quasi 50 punti che la porteranno molto vicina al suo miglior ranking di n. 144.

Nella sessione pomeridiana c’era stato l’esordio della prima testa di serie del torneo, la statunitense Sloane Stephens, che ha impiegato ben 2 ore e 40 minuti per avere ragione della spagnola Sara Sorribes Tormo. La campionessa 2016 del Volvo Open è stata costretta a rimontare dal 2-5 nel primo parziale, salvando un set point sul 3-5, e si è pure vista annullare un match point sul 5-4 del secondo set prima di vincere gli ultimi cinque punti consecutivi del match risalendo dal 2-4 nel tie-break del secondo set.

 

In precedenza vi era stata la sconfitta in tre set della giovane Amanda Anisimova, crollata al terzo set contro la testa di serie n.16 Petra Martic in un match fortemente disturbato dal vento oltre che dalla bassa temperatura, rimasta sotto i 12 gradi per tutta la giornata a Charleston.

Risultati secondo turno:

[2] K. Bertens  b. [Q] M. Trevisan 6-2 6-1
L. Siegemund b. [WC] E. Navarro 7-5 6-4

Risultati primo turno:

[11] D. Collins b. M. Brengle 6-1 6-3
[15] M. Sakkari b. C. Perrin 7-5 3-6 6-1
[1] S. Stephens b. S. Sorribes Tormo 7-6(4) 7-6(4)
[12] M. Buzarnescu b. [Q] M. Frech 6-1 4-6 7-5
K. Kanepi b. V. Kudermetova 7-6(4) 6-3
[16] P. Martic b. A. Anisimova 6-4 2-6 6-1
[Q] L. Davis b. Y. Bonaventure 6-4 0-6 6-2
A. Petkovic b. V. Lepchenko 6-0 6-4
[Q] K. Kozlova b. Kr. Pliskova 7-5 6-4

Il tabellone completo

Continua a leggere
Commenti

Flash

Quattro italiane nelle qualificazioni di Acapulco

Errani, Cocciaretto, Trevisan e Gatto-Monticone tenteranno l’accesso al tabellone principale

Pubblicato

il

Sara Errani - Bogotà 2019 (foto via Twitter, @CopaWTABogota)

Ci sarà una folta presenza italiana nelle qualificazioni di Acapulco, in programma dalla mezzanotte di sabato. Dopo l’eliminazione di Camila Giorgi a Doha saranno infatti Martina Trevisan, Giulia Gatto-Monticone, Elisabetta Cocciaretto e Sara Errani a tentare l’accesso al tabellone principale del torneo Messicano.

Nessuna delle nostre giocatrici sarà testa di serie del torneo di qualificazione. Menzione speciale per Sara Errani che ha ricevuto una wild card per la partecipazione in qualità di due volte campionessa del torneo (2012 e 2013). Proprio la tennista bolognese, in grande crisi di risultati, sfiderà la testa di serie numero 1, la svizzera Voegele. L’ultimo precedente tra le due è l’incontro di qualificazioni di Indian Wells, vinto dalla svizzera.

Elisabetta Cocciaretto, grande speranza del nostro tennis femminile e reduce da un ottimo Australian Open, sarà in campo contro la statunitense Arconada, numero 5 del seeding. Chiudono la parte di tabellone italiana Gatto-Monticone e Trevisan, impegnate rispettivamente contro l’australiana Sharma e la statunitense Dolehide. Entrambe sono date sfavorite dai pronostici, ma in caso di passaggio del turno darebbero luogo ad uno spareggio tutto italiano per un posto in tabellone.

 

Continua a leggere

ATP

Tanta pioggia a Rio: Sonego sconfitto, Mager in vantaggio su Thiem

Tra uno scroscio e l’altro Lorenzo Sonego cede in due set contro Borna Coric nonostante una buona partita. Mager fermato dalla pioggia avanti un set e un break contro Thiem. La ripresa sabato alle 18

Pubblicato

il

Borna Coric - Rio 2020 (foto Twitter @RioOpenOficial)

La pioggia torrenziale per per diverse ore è caduta su Rio de Janeiro nella giornata di venerdì ha disturbato non poco i quarti di finale del Rio Open nel quale erano impegnati anche i due italiani Lorenzo Sonego e Gianluca Mager. Inizialmente programmati tutti sul campo principale, la Quadra Kuerten, gli incontri sono stati progressivamente distribuiti sui vai campi dell’impianto: a metà pomeriggio, dopo una breve interruzione del primo quarto di finale (quello tra Garin e Coria), gli incontri sono stati ripartiti sul Kuerten e sul n.1; successivamente, a seguito di una più lunga sospensione di quasi quattro ore, tutte le partite non ancora disputate sono state programmate contemporaneamente su tutti i campi disponibili.

Lorenzo Sonego ha giocato quindi sul campo n.1, facendo vedere ottime cose contro la testa di serie n.5 Borna Coric, piuttosto remissivo nella prima parte del match e spesso in difficoltà sulla propria battuta. Il croato ha dovuto salvare cinque palle break al quarto game e poi, immediatamente dopo la lunga pausa per la pioggia, si è trovato a salvare due set point sul 4-5 e un altro sul 5-6, peraltro ben cancellati giocando in maniera più aggressiva. Al tie-break si è andati avanti a forza di minibreak (sei nei primi otto punti) per poi arrivare con Coric al set-point sul 6-5 e capace di convertirlo subito con una risposta aggressiva sulla seconda. Tra un’interruzione e l’altra il primo parziale ha richiesto ben 83 minuti.

Nel secondo set il piemontese ha avvertito il contraccolpo della perdita di un parziale nel quale era sembrato avere il controllo del gioco e che lo aveva visto ottenere ben otto palle break senza concederne nessuna. Sempre costretto a inseguire nel punteggio, Sonego ha finito per cedere il servizio al sesto game, scaraventando a terra la racchetta e facendo uscire tutta la sua frustrazione nel sentire che il match gli stava scappando di mano. Coric, dal canto suo, ha giocato con grande mestiere e discernimento, nonostante la sicura stanchezza per il lungo match giocato nemmeno 24 ore prima, ed ha portato a casa il match dopo due ore e 10 minuti di gioco.

 

Borna Coric è stato fortunato anche perché un paio di minuti dopo la fine della sua partita il cielo sopra Rio de Janeiro si è riaperto sospendendo le partite ancora in corso, tra cui quella tra il nostro Gianluca Mager e la testa di serie n.1 Dominic Thiem. Il match è stato sospeso con l’italiano, n. 128 del ranking ATP, sorprendentemente in vantaggio di un set e un break.

Sceso in campo senza alcun timore reverenziale, Mager ha approfittato di un Thiem un po’ appesantito forse anche dalla maratona del giorno prima contro Munar, conclusa ben oltre la mezzanotte, e si è portato subito in vantaggio sul 4-1. Un controbreak a zero al settimo game ha però riequilibrato il primo parziale, che si è deciso poi al tie-break dove Mager ha giocato con grande coraggio, spingendo sempre Thiem a giocare punti forzati e conquistando il set per 7 punti a 4. Poco prima che la pioggia ricominciasse a scendere, il sanremese ha approfittato di un paio di errori di Thiem per ottenere il break di vantaggio per il 2-1 avendo così questo importante vantaggio psicologico durante la notte di pausa.

Il programma di sabato verrà sul campo Kuerten il completamento di Mager-Thiem a partire dalle ore 14 locali (le 18 in Italia) ed alla stessa ora la continuazione di Martinez-Balasz sul campo 1. Le semifinali poi seguiranno sul campo Kuerten non prima delle 17 locali (le 21 in Italia), iniziando con Garin-Coric, seguita poi dal match tra i vincenti dei due quarti di finale non terminati venerdì.

Risultati:

[3] C. Garin b. [Q] F. Coria 2-6 6-3 7-5
[5] B. Coric b. L. Sonego 7-6(5) 6-3
[Q] P. Martinez vs [L] A. Balasz 6-2 2-2 sosp.
[Q] G. Mager vs [1] D. Thiem 7-6(4) 2-1 15-15 sosp.

Il tabellone aggiornato

Continua a leggere

Flash

Doppia festa in casa Seppi: compleanno e… fiocco rosa!

È nata negli Stati Uniti la primogenita di Andreas Seppi

Pubblicato

il

Dopo la finale disputata al New York Open domenica scorsa, Andreas Seppi è corso a Boulder, in Colorado, dove da qualche tempo risiede con la moglie Michela, pronto a festeggiare il 36° compleanno che sarebbe arrivato venerdì di questa settimana.

Prima del compleanno, però, è arrivato un enorme regalo atteso da tempo: la nascita della sua prima figlia, la piccola Liv. Andreas è diventato padre proprio il giorno prima di compiere 36 anni: “Il regalo è arrivato in anticipo, ma non avrei pensato ad un regalo migliore – ha scritto Andreas sul suo profilo Instagram – grazie Michela per essere una fantastica moglie, e per essere già diventata una fantastica mamma”.

Naturalmente sono arrivati gli auguri da parte di tanti colleghi e amici del mondo del tennis, con in testa Fabio Fognini che si è distinto con un poetico “E mo… so cazzi! Auguri ragazzi!”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement