Borna Coric lascia Riccardo Piatti

Flash

Borna Coric lascia Riccardo Piatti

La decisione è arrivata al termine di un periodo complicato per il tennista di Zagabria. Il numero 12 ATP si è ritirato dallo US Open per problemi fisici

Pubblicato

il

Il 2019 di Coric non stava certo mantenendo ciò che l’ottimo finale della stagione scorsa aveva promesso, e Borna, conseguente, ha deciso di rimediare nel modo più classico, forse il più comodo, anche se non sempre risolutivo: licenziando l’allenatore. Così sembra sia andata, per lo meno, la certezza non trasparendo dal comunicato ufficiale affidato alla piattaforma Instagram, segnato da un approccio condiviso e solidale tipico di dichiarazioni pubbliche di questo tenore.

Io e Riccardo abbiamo deciso di percorrere strade diverse. È stato un periodo fruttuoso e auguro a lui e al meraviglioso centro che dirige i migliori successi per i progetti presenti e futuri“. Niente di nuovo sotto il sole, ma c’è da sospettare che il giocatore nato a Zagabria il 14 novembre di ventitré anni fa non sia proprio soddisfatto di una stagione che sin qui gli ha reso appena due semifinali, peraltro perse contro Federer (Dubai) e Mannarino (‘s-Hertogenbosch).

Se Riccardo Piatti abbia aderito nolente o volente all’iniziativa non è dato sapere, ma Coric ha comunque voluto lasciare con modi eleganti, tenendo a ringraziare calorosamente anche il resto del team composto da Dalibor Sirola (preparatore) e Claudio Zimaglia (fisioterapista e fotografo part time, a quanto si evince dal comunicato). Coric, attualmente occupante la dodicesima posizione del ranking ATP, non ha ancora svelato, o deciso, il nome del nuovo coach, ma ha garantito di voler chiudere la stagione con un’accelerata dopo un necessario periodo di riposo, utile a guarire i problemi alla parte bassa della schiena che lo hanno costretto al ritiro prima del match di secondo turno allo US Open corrente contro Grigor Dimitrov.

 

Secondo i media croati Borna potrebbe aver maturato questa scelta da quando Piatti ha iniziato la sua collaborazione con Maria Sharapova. Infatti nei primi giorni a Flushing Meadows è stato chiesto a Coric se gli desse fastidio il nuovo rapporto professionale tra la tennista russa e il suo (ormai ex) coach: “No, se lo fa nel tempo libero” ha risposto il croato. Considerando che anche Jannik Sinner è seguito dal team Piatti, la risposta fa pensare a un Coric che non si è sentito più così importante e ha deciso quindi di cambiare rotta.

Continua a leggere
Commenti

Flash

Monfils contro… Monfils: Gael ricrea le sue magie

Il funambolico francese è chiamato dall’ATP a replicare i suoi colpi più spettacolari. Come sarà andata?

Pubblicato

il

A Londra c’è anche lui, anche se non come giocatore. Gael Monfils si è dovuto accontentare del posto da riserva per questa edizione delle ATP Finals, ma si sa come il francese trovi difficoltà nello stare con le mani in mano, soprattutto in prossimità di un campo da tennis. A rendere uniche le giocate di Gael Monfils non è solo la spettacolarità dei suoi colpi ma anche la facilità con la quale il tennista francese le mette in atto. Tuttavia dando uno sguardo più attento ci si rende conto che facili quei colpi non lo sono affatto, tanto che lo stesso Gael trova difficoltà nel replicarli.

Il numero 10 del mondo ha così accettato la classica sfida del “se ci provi altre 100 volte non ci riesci”, e ha dimostrato come alcuni suoi capolavori siano veramente difficili da ricreare. “Prima di giocare colpi del genere non ho la minima idea di cosa andrò a fare“, ha ammesso sorridendo il 33enne francese.

Continua a leggere

Flash

ATP Finals, doppio: Herbert\Mahut a caccia del titolo, sarà finale contro Cabal\Farah?

La coppia francese, ancora imbattuta, cerca il primo titolo al Masters. I colombiani non vogliono sfigurare da numeri 1 del mondo. In semifinale anche Klaasen/Venus e Kubot/Melo

Pubblicato

il

Juan Sebastian Cabal e Robert Farah - ATP Finals 2019 (foto via Twitter, @atptour)

Uno dei meriti che si può attribuire alle ATP Finals di fine anno è quello di dare risalto al doppio, una categoria sempre più in difficoltà che a Londra occupa lo stesso palcoscenico riservato ai singolaristi, pur non ricevendo la stessa attenzione da parte del pubblico. Anche in questa edizione tra i semifinalisti si leggono nomi di spicco e non mancano i campioni Slam. Il gruppo intitolato a Max Mirnyi è stato vinto dal duo francese Herbert\Mahut – senza che questi perdessero neanche una partita – e insieme a loro sono passati anche i numeri 1 Cabal\Farah. Il gruppo Jonas Bjorkman invece è stato superato da Klaasen\Venus e Kubot\Melo.

Con la vittoria di ieri per 6-3 7-6(4) su Tecau e Rojer, i due francesi hanno conquistato la testa del girone e allungato la striscia di vittorie consecutive a 14 (tra le quali c’è il titolo a Bercy), ma i loro prossimi avversari non si faranno impressionare da questi numeri dato che sono stati loro gli artefici della loro più recente sconfitta. Abbiamo una grande prova e una grande partita in semifinale contro Lukasz Kubot e Marcelo Melo. Ci hanno battuto tre settimane fa (a Vienna), quindi è una bella sfida e proveremo a vendicarci ha ammesso Pierre-Hugues Herbert.

Ad approfittare del risultato di ieri sono stati i due colombiani Juan Sebastian Cabal (in armonia sia col suo team che con i suoi dottori) e Robert Farah, numeri 1 della categoria, che hanno passato il turno insieme ai francesi. Mahut ci ha scherzato sopra: Forse se giocheremo contro di loro in finale se lo ricorderanno(Il risultato) è buono per loro, è buono per la Colombia ed è buono per noi”. Intanto loro si preparano a sfidare la coppia formata dal sudafricano Raven Klaasen (finalista nel 2016) e il neozelandese Michael Venus, alla sua terza partecipazione.

Continua a leggere

Flash

ATP Finals, il programma delle semifinali di sabato: Federer-Tsitsipas alle 15

Roger è il giocatore con la classifica più alta rimasto in gara. Alle 15 affronterà Stefanos, che l’ha battuto quest’anno all’Australian Open. Alle 21 si cena in compagnia di Zverev e Thiem

Pubblicato

il

Stefanos Tsitsipas e Roger Federer - Australian Open 2019 (foto Roberto Dell'Olivo)

Appena terminati i gironi, si passa subito alle semifinali. Il programma di singolare della penultima giornata delle ATP Finals di Londra si aprirà con la rivincita dell’ottavo di finale giocato quest’anno in Australia, quando il giovane greco Stefanos Tsitsipas eliminò a sorpresa il campione svizzero Roger Federer. Il match si giocherà alle 15:00 ore italiane e questa volta i favori del pronostico penderanno dalla parte di Roger, il quale per superare il girone ha prodotto delle prestazioni magistrali (vedi il match contro Djokovic), mentre Stefanos ieri contro Nadal ha dovuto sudare parecchio, nonostante fosse già sicuro della qualificazione.

In serata scenderà in campo, alle 21:00 ore italiane, il campione in carica Alexander Zverev che affronterà il giocatore apparso più in forma in questo torneo: Dominic Thiem. Sappiamo comunque come il tedesco su questi campi sia in grado di battere chiunque e l’austriaco è già nel mirino.

Il programma completo di sabato (orari italiani)

ore 13: [5] R. Klaasen\M. Venus vs [1] J. S. Cabal \R. Farah
ore 15: [6] S. Tsitsipas vs [3] R. Federer
ore 19: [7] P. H. Herbert\N. Mahut vs [2] L. Kubot\M. Melo
ore 21: [5] D. Thiem vs [7] A. Zverev

Gironi e tabellone (conserva il link: lo aggiorneremo quotidianamente)

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement