Serie A1, i verdetti dell’ultima giornata. TC Prato: gli uomini ai play out, le donne in semifinale

Flash

Serie A1, i verdetti dell’ultima giornata. TC Prato: gli uomini ai play out, le donne in semifinale

Park Tennis Genova, Match Ball Siracusa, CT Vela Messina e Sporting Club Vigevano si aggiudicano i rispettivi gironi e strappano il pass per le semifinali del campionato maschile. Nel femminile, TC Prato sfiderà Parioli, Lucca se la vedrà con Genova 1893. Il 24 novembre e l’1 dicembre i match di andata e ritorno di playoff e playout

Pubblicato

il

La squadra femminile del TC Prato, qualificata per le semifinali del campionato di A1

A1 MASCHILE – Nel primo girone, dove tutto era ancora in equilibrio, conquista a sorpresa un posto tra le big 4 il Match Ball Siracusa che si impone con un netto 5-1 sul più quotato TC Italia (Forte dei Marmi). A far la differenza in favore dei siciliani sono state le vittorie di Pedro Sousa su Stefano Travaglia, sia in singolo sia in doppio. Non solo perde la vetta il club toscano ma è anche costretto ai playout in quanto l’SC Sassuolo, con un netto 5-1, sconfigge il TC Crema, guadagnandosi la permanenza nel massimo campionato e costringendo anche il club lombardo ai playout.

Non si ribalta la situazione nel secondo girone dove l’SC Selva Alta, già in vantaggio di tre punti, allunga definitivamente sconfiggendo il TC Parioli in una sfida piuttosto equilibrata che ha visto i padroni di casa prevalere per 4-2 grazie alle vittorie nei doppi e ai soliti trascinatori Filippo Baldi e Roberto Marcora. Il CT Bologna conquista la terza posizione nel girone sconfiggendo in casa l’ATA Trentino con il punto decisivo ottenuto da Federico Gaio e Marco Pedrini, che si sono imposti 11-9 al super tie-break contro la coppia formata da Riccardo Bellotti e Marco Brugnerotto.

Nel terzo girone, dove tutto invece era già stabilito, il forte Park TC Genova era già certo delle semifinali scudetto e si è presentato alla sfida con il New Tennis Torre Del Greco con le seconde linee venendo sconfitto nettamente dai campani per 5-1. Sfortunato episodio invece nell’altra sfida, tra CTD Massa Lombarda e SC Angiulli, entrambe già matematicamente condannate ai playout: durante la trasferta in Puglia, diversi componenti della squadra ospite sono stati coinvolti in un brutto incidente stradale nel quale più di tutti è rimasto coinvolto Riccardo Perin, andato in ospedale con una vertebra incrinata al quale vanno i più sinceri auguri di una pronta guarigione. Per questo motivo gli ospiti si sono presentati solamente con tre giocatori e la sfida è stata vinta 6-0 dai padroni di casa.

Nel quarto ed ultimo girone il CT Vela Messina, nonostante il primo posto già aritmetico, si presenta comunque con un’ottima formazione a Prato strappando un 3-3 in casa dei toscani che vengono condannati ai playout salvezza a causa della soffertissima vittoria del CT Maglie contro il TC Vomero, ottenuta grazie a due successi nei super tie-break di doppio da Blancaneux/Portaluri e Crepaldi/Garzelli.

Tutti i risultati della sesta giornata(fonte federtennis.it)

GIRONE 1

Sporting Club Sassuolo – TC Crema 5-1
Enrico Dalla Valle (S) b. Riccardo Sinicropi (C) 62 63
Michele Vianello (S) b. Lorenzo Bresciani (C) 64 64
Stefano Napolitano (S) b. Adrian Ungur (C) 64 62
Samuel Vincent Ruggeri (C) b. Giulio Mazzoli (S) 64 76(1)
Michele Vianello/Giulio Mazzoli (S) b. Adrian Ungur/ Riccardo Sinicropi (C) 76(6) 64
Enrico Dalla Valle/Stefano Napolitano (S) b. Samuel Vincent Ruggeri/Lorenzo Bresciani (C) 64 64

Match Ball Siracusa – TC Italia 5-1
Inigo Cervantes (I) b. Antonio Massara (S) 64 61
Alessandro Ingarao (S) c. Marco Furlanetto (I) 63 62
Pedro Sousa (S) b. Stefano Travaglia (I) 64 60
Ettore Zito (S) b. Mattia Mancini (I) 62 61
Pedro Sousa/Alessandro Ingarao (S) b. Stefano Travaglia/Marco Furlanetto (I) 63 62
Antonio Massara/ Ettore Zito (S) b. Walter Trusendi/Mattia Mancini (I) 63 61

Classifica finale:
10 (6) Match Ball Siracusa – semifinali
9 (6) Sporting Club Sassuolo – resta in A1
9 (6) TC Italia Forte dei Marmi – playout salvezza
7 (6) TC Crema – playout salvezza

GIRONE 2

Sporting Club Selva Alta – TC Parioli 4-2
Filippo Baldi (V) b. Matteo Fago (P) 62 62
Roberto Marcora (V) b. Flavio Cobolli (P) 61 63
Ante Pavic (P) b. Antoine Hoang (V) 36 76(5) 64
Francesco Bessire (P) b. Davide Dadda (S) 64 36 61
Antoine Hoang/Filippo Baldi (S) b. Francesco Bessire/Ante Pavic (P) 62 64
Roberto Marcora/Davide Dadda (S) b. Flavio Cobolli/ Matteo Fago (P) 67(1) 62 10-8

CT Bologna – ATA Trentino 4-2
Fabio Mercuri (B) b. Mattia Bernardi (T) 75 60
Marco Brugnerotto (T) b. Luca Pancaldi (B) 75 60
Federico Gaio (B) b. Riccardo Bellotti (T) 64 61
Davide Ferrarolli (T) b. Manuel Righi (B) 63 64
Federico Gaio/Marco Pedrini (B) b. Riccardo Bellotti/ Marco Brugnerotto (T) 63 46 11-9
Fabio Mercuri/Enrico Baldisserri (B) b. Edoardo Cestarollo/Davide Ferrarolli (T) 61 63

Classifica finale:
16 (6) Sporting Club Selva Alta Vigevano – semifinali
10 (6) TC Parioli – resta in A1
6 (6) CT Bologna – playout salvezza
3 (6) ATA Battisti Trentino – playout salvezza

GIRONE 3

New Tennis Torre del Greco – Park Tennis Club Genova 5-1
Gennaro Orazzo (T) b. Davide Cortimiglia (G) 64 62
Antonio Mastrelia (T) b. Tommaso Lippolis (G) 63 62
Alessandro Ceppellini (G) b. Giovanni Cozzolino (T) 67(1) 64 64
Raffaele Barba (T) b. Oscar Callo (G) 57 62 62
Filippo Palumbo/Giovanni Cozzolino (T) b. Alessandro Ceppellini/ Davide Cortimiglia (G) 64 36 10-4
Antonio Mastrelia/Gennaro Orazzo (T) b. Tommaso Lippolis/Oscar Callo (G) 62 61

SG Angiulli – CTD Massa Lombarda 6-0
Andrea Pellegrino (A) b. Lorenzo Rottoli (M) 3-0 rit.
Duilio Beretta (A) b. Jacopo Bilardo (M) 3-0 rit.
Attila Balazs (A) b. Alessio De Bernardis (M) 3-0 rit.
Gli altri incontri non disputati per ritiro CTD Massa Lombarda

Classifica finale:
15 (6) Park Tennis Club Genova – semifinali
13 (6) New Tennis Torre del Greco – resta in A1
3 (6) CTD Massa Lombarda – playout salvezza
3 (6) SG Angiulli Bari – playout salvezza

GIRONE 4

TC Prato – CT Vela Messina 3-3
Gianluca Naso (M) b. Jacopo Stefanini (P) 61 62
Matteo Trevisan (P) b. Fausto Tabacco (M) 76(3) 61
Filip Horansky (P) b. Enrique Lopez Perez (M) 62 61
Giorgio Tabacco (M) b. Federico Iannaccone (P) 46 76(13) 60
Antonio Famà/Enrique Lopez Perez (M) b. Jacopo Stefanini/Lapo De Marzi (P) 62 64
Filip Horansky/Matteo Trevisan (P) b. Gianluca Naso/Fausto Tabacco (M) 75 63

CT Maglie – Tennis Club Vomero 4-2
Erik Crepaldi (M) b. Miliaan Niesten (V) 63 62
Facund Juarez (V) b. Francesco Garzelli (M) 60 64
Geoffrey Blancaneux (M) b. Francesco Caparco (V) 60 60
Giammarco Cacace (V) b. Giorgio Portaluri (M) 63 16 76(1)
Geoffrey Blancaneux/Giorgio Portaluri (M) b. Gianluca Di Nicola/ Giammarco Cacace (V) 63 36 10-6
Erik Crepaldi/Francesco Garzelli (M) b. Giuseppe Caparco/Miliaan Niesten (V) 46 75 12-10

Classifica finale:
12 (6) CT Vela Messina – semifinali
8 (6) CT Maglie – resta in A1
6 (6) TC Prato – playout salvezza
5 (6) TC Vomero Napoli – playout salvezza


A1 FEMMINILE – Arrivano i verdetti anche nel massimo campionato a squadre femminile. Il TC Genova 1893 conquista nettamente la prima posizione nel primo girone con un deciso 4-0 ai danni del TC Prato, che arriverà ai playoff da seconda classificata, mentre ai playout vanno CA Faenza e BAL Lumezzane che nell’ultima giornata pareggiano 2-2. Nel secondo girone il TC Parioli con un netto 4-0 ai danni del CT Siena conquista la prima posizione in virtù della sorprendente netta sconfitta per 4-0 del CT Lucca fuori casa al Tennis Beinasco.

Tutti i risultati della sesta giornata (fonte federtennis.it)

GIRONE 1

TC Genova 1893 – TC Prato 4-0
Alberta Brianti (G) b. Federica Sacco (P) 75 60
Giulia Remondina (G) b. Lisa Piccinetti (P) 75 60
Denise Valente (G) b. Viola Turini (P) 64 75
Giulia Assereto/Denise Valente (G) b. Lisa Piccinetti/Viola Turini (P) 2-1 rit.

CA Faenza – BAL Lumezzane 2-2
Alice Balducci (F) b. Georgia Brescia (L) 57 63 75
Ylenia In-Albon (L) b. Camilla Scala (F) 63 61
Rubina De Ponti (L) b. Agnese Zucchini (F) 76(5) 63
Alice Balducci/Camilla Scala (F) b. Rubina De Ponti/Ylenia In-Albon (L) 63 62

Classifica finale:
15 (6) TC Genova 1893 – semifinali
12 (6) TC Prato – semifinali
5 (6) CA Faenza – playout salvezza
2 (6) BAL Lumezzane – playout salvezza

GIRONE 2

TC Parioli – CT Siena 4-0
Greta Arn (P) b. Federica Grazioso (S) 64 60
Martina Di Giuseppe (P) b. Lilla Agnes Bukta (S) 60 62
Nastassja Burnett (P) b. Chiara De Vito (P) 61 63
Camilla Rosatello/Beatrice Lombardo (P) b. Lilla Agnes Bukta/Costanza Federici (S) 62 46 10-7

Tennis Beinasco – ASD Circolo Tennis Lucca 4-0
Giulia Gatto-Monticone (B) b. Tatiana Pieri (L) 61 60
Anastasia Grymalska (B) b. Alice Matteucci (L) 61 62
Sofia Caldera (B) b. Laura Bertagni (L) 60 60
Anastasia Grymalska/Sofia Caldera (B) b. Alice Matteucci/Laura Bertagni (L) 60 61

Classifica finale:
11 (6) TC Parioli Roma – semifinali
11 (6) ASD Circolo Tennis Lucca – semifinali
10 (6) USTB Tennis Beinasco – play out salvezza
1 (6) CT Siena – play out salvezza

Sfide playoff:
TC Prato vs TC Parioli
CT Lucca vs TC Genova 1893

Sfide playout:
Tennis Beinasco vs BAL Lumezzane
CT Siena vs CA Faenza

Continua a leggere
Commenti

Flash

Vincenzo Santopadre sarà il capitano dell’Italia in ATP Cup

Vincenzo Santopadre guiderà la nazionale italiana nella prima edizione dell’ATP Cup in Australia. Fabio Fognini è ancora in forse, al suo posto giocherebbe Sonego

Pubblicato

il

Vincenzo Santopadre e Matteo Berrettini - ATP Finals 2019 (foto Roberto Zanettin)

Il 3 gennaio 2020 partirà la prima edizione dell’ATP Cup, la nuova competizione per nazioni slegata dalla ITF, e tra le tante novità che questo evento porta con sé c’è quella della scelta dei capitani. Scorrendo la lista di quest’ultimi si possono leggere tanti nomi di vecchie glorie, più o meno recenti, mentre l’Italia ha optato per un allenatore di ruolo. Gli azzurri infatti saranno guidati da Vincenzo Santopadre, coach di Matteo Berrettini, anche lui presente nella spedizione azzurra in qualità di numero uno d’Italia. Santopadre, in lizza per il premio di coach dell’anno dopo i grandi risultati ottenuti con il suo allievo romano avrà quindi il compito di guidare la nazionale italiana nell’evento australiano contro Norvegia, Russia e USA. Come lui, a trovarsi nella situazione di guidare l’intero team da allenatore del primo giocatore, anche Apostolos Tsitsipas, coach di Stefanos e capitano greco.

LE ALTRE NAZIONALI – I nomi di spicco di ex giocatori che saranno in Australia dal 3 al 12 gennaio per guidare le rispettive nazionali sono quelli di Boris Becker per la Germania, Thomas Muster per l’Austria e Marat Safin per la Russia. A differenze di queste nazioni e dell’Italia stessa, che non avrà in Corrado Barazzutti (da quest’anno anche coach di Fognini) la sua solita guida, l’Australia ha deciso di confermare in panchina Lleyton Hewitt (e già c’è il primo problemino con Kyrgios). Sarà invece interessante vedere come gestiranno il doppio ruolo di capitano e giocatore il bulgaro Grigor Dimitrov, il belga Steve Darcis e soprattutto il 20enne norvegese Casper Ruud.

CASA ITALIA: FOGNINI FUORI? – Tra i selezionati per l’Italia, al fianco di Matteo Berrettini, figura al momento il nome di Fabio Fognini. La presenza del giocatore ligure, reduce dalla finale nell’esibizione in terra saudita, è tuttavia in forte dubbio a causa dell’imminente nascita della figlia. Le scelte di Fabio dipenderanno dunque dal termine dalla gravidanza di Flavia – come ha detto chiaramente a Diriyah.

 

Il secondo singolarista non potrà quindi essere Jannik Sinner, numero 78 del mondo e sesto giocatore italiano in classifica. Il giovano alto-atesino ha rinunciato all’ATP 250 di Doha e comincerà la stagione direttamente in Australia, dove si allenerà prima a Brisbane con Riccardo Piatti per poi spostarsi a Canberra dal 6 gennaio per prendere parte a un torneo challenger. Il portale Livetennis ha riportato indiscrezioni relative alla sua partecipazione – in qualità di sparring partner – alla prima parte della spedizione italiana a Perth (l’esordio contro la Russia è in programma il 3 gennaio) ma al momento non ci sono conferme ufficiali.

Continua a leggere

Flash

Tipsarevic sulla panchina di Krajinovic

Prima esperienza da coach per il serbo Janko Tipsarevic che dalla prossima stagione sarà l’allenatore del connazionale Filip Krajinovic

Pubblicato

il

La carriera da giocatore di Janko Tipsarevic si è appena conclusa che il serbo è già pronto a intraprendere una nuova sfida, quella di allenatore. Il primo approccio verso questa nuova professione lo farà con il connazionale Filip Krajinovic. Il numero 40 del mondo infatti ha annunciato via Instagram l’inizio della collaborazione con Janko con queste parole. “Una delle notizie più belle della mia carriera – con un vecchio amico verso nuove vette! È un onore e un piacere il fatto che d’ora in poi il mio allenatore sarà Janko Tipsarevic.”

L’ex numero 8 del mondo aveva già espresso in passato la sua ferma volontà di fare l’allenatore e la sua grande esperienza – soprattutto in termini di rientri e scalate “dai quali ho sempre imparato qualcosa” – costituisce un grande bagaglio dal quale trarre grandi insegnamenti. Ad un tennista un po’ sornione come Krajinovic la vicinanza di una personalità temprata come quella di Tipsarevic potrebbe davvero giovare. Ricordiamo che il 27enne di Sombor vanta come miglior posizione nel ranking la n. 26 (aprile 2018), e la finale raggiunta nel Master 1000 di Bercy nel 2017 è stato sì frutto anche di cause esterne, ma considerando il talento che possiede Filip è certamente qualcosa di replicabile. Vedremo se Janko riuscirà a tirarne fuori il massimo potenziale e magari fargli vincere quel primo titolo ATP che davvero manca alla bacheca di Krajinovic.

Continua a leggere

Flash

Smith e Rodionova conquistano una wild card per gli Australian Open

Il n. 311 John-Patrick Smith e la n. 205 Arina Rodionova vincono gli Australian Open play-off e si aggiudicano una wild card per il tabellone principale del primo Slam dell’anno

Pubblicato

il

Australian Open 2019 General Coverage General view of patrons in the precinct on Sunday 20 January 2019. Photo commissioned and owned by Tennis Australia. AO Signage

A Melbourne è già aria di Slam. Nella città australiana si sono infatti disputate le finali degli Australian Open Play-off che mettevano in palio due wild card per i tennisti locali – una maschile e una femminile – per il primo major dell’anno. Ad aggiudicarsele sono stati John-Patrick Smith tra gli uomini e Victorian Arina Rodionova tra le donne. Entrambi avevano già raggiunto più di una volta la finale in questa competizione di fine anno, ma mai erano riusciti a strappare il pass.

Per la trentenne Rodionova si tratta davvero di un momento memorabile considerando che il successo è arrivato nel giorno del suo compleanno. La n. 205 del mondo ha battuto in finale Storm Sanders per 6-4 7-5 e ha commentato così il successo: “Penso sia stata una finale di alta qualità. Entrambe meritiamo di giocare l’Australian Open, ma purtroppo c’è solo un posto. Sono sicura che Storm ce la farà perché sta giocando un gran tennis in questo momento“. E Rodionova dovrebbe intendersene considerando che era stata sconfitta già tre volte in finale: nel 2013 da Casey Dellacqua, nel 2014 da Daria Gavrilova e nel 2015 da Maddison Inglis. “È qualcosa di straordinario. Avevo davvero paura persino di pensare che ciò potesse accadere. Non volevo essere troppo eccitata e ora posso finalmente rilassarmi e godermi il momento”. Per lei dunque si preannuncia una quarta partecipazione allo Slam di casa davvero speciale, e chissà che non arrivi anche la prima vittoria nel tabellone principale.

Tra gli uomini, come detto, a vincere la wild card è stato il n. 311 del mondo Smith giunto alla sua terza finale, dove ha battuto Max Purcell 6-3 6-4 6-1. “Tutti dicevano, la terza volta è quella buona. E ovviamente io ho cercato di ignorarli. Ma tutto ha funzionato abbastanza bene oggi: la terza volta è stata davvero quella buona”. Il trentenne di Townsvile parteciperà per la seconda volta all’Australian Open dopo l’esordio nel 2013, mentre sarà la sesta in assoluto nei tornei dello Slam dove è ancora a caccia di una vittoria. “L’obiettivo finale [per gli Australian Open 2020] è quello di giocare un paio di round. Sarebbe grandioso”.

 

Il nome di John-Patrick Smith va quindi ad aggiungersi a quello dello statunitense Marcos Giron (wild card messa a disposizione dagli organizzatori alla federazione USA) e del giapponese Tatsuma Ito (vincitore degli Asia-Pacific Play-off). Va precisato che durante l’esibizione di Diriyah lo statunitense Michael Mmoh ha annunciato di essere un trattativa per un invito nel main draw. Nel tabellone femminile, invece, Arina Rodionova allunga la lista che vede già presenti la statunitense CoCo Vandeweghe e la coreana Na-Lae Han (vincitrice degli Asia-Pacific Play-off).

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement