Roland Garros: primi quarti per Tsitsipas

Focus

Roland Garros: primi quarti per Tsitsipas

Vittoria in tre set per Stefanos Tsitsipas su Grigor Dimitrov. Ai quarti per lui c’è Andrey Rublev

Pubblicato

il

Stefanos Tsitsipas al Roland Garros 2020 (foto Twitter @Rolandgarros)
 

[5] S. Tsitsipas b. [18] G. Dimitrov 6-3 7-6(9) 6-2

Il match tra due tra i più “belli” del circuito ATP non è stato altrettanto “bello” quanto l’avvenenza dei due protagonisti avrebbe potuto far pensare. Due tra i più valenti rappresentanti del tennis brillante con rovescio ad una mano, Grigor Dimitrov e Stefanos Tsitsipas si sono affrontati in condizioni di temperatura e di campo che certamente non hanno esaltato il loro gioco spumeggiante: nonostante il tetto chiuso (gli organizzatori hanno deciso di anticipare la chiusura dato che le previsioni suggerivano scrosci nel pomeriggio e certamente non volevano ripetere la figuraccia rimediata sabato sera durante il match Djokovic-Galan), la temperatura si è sempre mantenuta poco sopra i 10 gradi e il campo, sebbene secco, non è certamente adatto ad esprimere un tennis offensivo.

Tsitsipas ha preso un vantaggio consistente nel punteggio sia nel primo sia nel terzo set, lasciando come unico set combattuto il secondo, nel quale Dimitrov ha avuto due set point. Alla fine la maggior parte dei punti importanti è stata decisa da errori gratuiti di Dimitrov, ben 53 in totale, che è sicuramente stato il giocatore che ha provato a fare più gioco, ma non è riuscito a ottenere abbastanza punti dalle sue sortite offensiva (ha persino realizzato meno vincenti di Tsitsipas, 22 contro 24).

IL MATCH

Partenza lenta di Dimitrov, che si fa sorprendere dall’avversario molto più regolare di lui. Tsitsipas scappa subito sul 3-0 e si trova con due opportunità del 4-0, che però si fa sfuggire. I quattro punti consecutivi alla fine del quarto game aprono la partita di Dimitrov che comincia a diventare più propositivo anche se non sempre sufficientemente preciso. Tsitsipas protegge il vantaggio iniziale fino alla fine del set e riesce a chiudere il parziale sul 6-3, nonostante debba affrontare tre chance del controbreak nel game conclusivo, sull’ultima delle quali è anche abbastanza fortunato prendendo un nastro che spiazza Dimitrov.

Nel secondo set è il bulgaro a iniziare a servire e sembra quello che muove di più il gioco, ma non è sufficientemente continuo per concretizzare tutte le aperture che produce. Infatti è lui che concede le uniche palle break del set: sul 2-2 si inguaia sul 15-40 con un doppio fallo, ma per sua fortuna Tsitsipas scentra un diritto il punto successivo e subito dopo fa seguire un bello schema servizio-diritto-smash. Sulla terza palla break Stefanos scentra un altro colpo da fondo, e da lì si va avanti senza scossoni fino al tie-break.

Nessuno tenta di ottenere punti dal servizio nel “jeu decisif”: troppo lenta la superficie e troppo rischioso concedere una seconda su cui l’avversario può provare a prendere in mano lo scambio. È Tsitsipas che va subito avanti 3-0 grazie a un errore di diritto di Dimitrov che gli dà il minibreak in apertura, ma il bulgaro rimedia con una bella azione d’attacco chiusa da una volée di diritto per il 4-4. Il primo ad arrivare al setpoint è Stefanos, che però se lo vede cancellare da un bel rovescio di Dimitrov. Ci sono quattro punti consecutivi contro il servizio, due set point sfumati per parte, poi sul 9-9 nessuno si ricorda che bisogna cambiare campo e l’arbitro Keothavong deve richiamare i due protagonisti a seguire le regole. Tsitsipas ottiene il terzo set point sul 10-9 con un bel diritto incrociato in contropiede, ed è quello buono perché Dimitrov sbaglia un altro diritto per ritrovarsi sotto due set a zero.

Al termine del pit-stop negli spogliatoi che i due protagonisti si concedono al termine del secondo parziale, sembra che sia solo Tsitsipas ad essere tornato in campo: Dimitrov sembra ancora pensare alle occasioni sciupate nel set precedente, e viene lasciato sul posto dal rivale. Con un parziale di 15-4 Tsitsipas si porta 3-0 e due palle del secondo break. Dimitrov si scuote, mette a segno uno splendido rovescio in allungo con il polso bloccato per cancellare la seconda palla break e rimane aggrappato alla partita, ma non per molto. Ormai sfiduciato, il bulgaro non riesce più a dare continuità ai suoi attacchi e, dopo essersi salvato da una palla dell’1-5, finisce per cedere set e match due giochi più tardi aprendo a Tsitsipas le porte per i quarti di finale.

RIVINCITA CON RUBLEV

Per proseguire il cammino nel torneo ed accedere alla sua prima semifinale Slam sulla terra battuta, Tsitsipas dovrà affrontare il russo Andrey Rublev, testa di serie n. 13, che in precedenza sul campo Suzanne Lenglen era uscito da una partita piuttosto delicata con l’ungherese Fucsovics. I due si sono già affrontati poco più di una settimana fa nella finale dello European Open di Amburgo, nella quale Tsitsipas era in vantaggio per 5-3 nel set decisivo ma non è riuscito a chiudere il match lasciando via libera al suo avversario. I precedenti vedono Rublev in vantaggio per 3-2, e questo di Amburgo è l’unica occasione nella quale i due si sono affrontati quest’anno o sulla terra battuta.

 
Continua a leggere
Commenti
Advertisement
ATP4 settimane fa

Trattative Sky-FITP-Supertennis. A che punto è la negoziazione dei diritti-tv

Flash4 settimane fa

Diritti TV SKY e FITP: ecco lo scenario di questa aspra negoziazione infinita [VIDEO]

evidenza3 settimane fa

In Svizzera è polemica sulle On di Roger Federer. La risposta: “In Vietnam paghiamo oltre il minimo salariale”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam: Sinner: “Fra uno Slam e una medaglia olimpica scelgo la seconda. Non vedo l’ora di conoscere i migliori atleti del mondo” [AUDIO]

evidenza3 settimane fa

Richard Krajicek: “Piatti mi disse di Sinner ‘diventerà un campione’”. Jannik al servizio è come Djokovic: la battuta è un extra, ma quando gli serve la mette dentro” [VIDEO INTERVISTA]

Flash3 settimane fa

Ubaldo da Rotterdam: “Sinner sulle orme di Camporese? Siamo qui apposta”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, il viaggio di Sinner continua: “Bisogna anche divertirsi. Io ho trovato le persone giuste al momento giusto” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, Sinner: “Contento del numero 3 ma le cose più importanti sono altre” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

Griekspoor, prima “vittima” delle 12 di fila di Jannik: “Per me Sinner è il più forte tennista del mondo” [AUDIO ESCLUSIVO]

Flash4 settimane fa

Mattarella: “Azzurri, in Coppa Davis ho visto un vero spirito di squadra” (Cocchi, Primavera) Campioni d’Italia (Guerrini) Sinner porta il tennis al Quirinale (Piccardi) Italdavis in festa, Sinner incoronato da Mattarella (Mei, Schito)

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement