Tsitsipas doma Rublev, prima semifinale per lui al Roland Garros

Focus

Tsitsipas doma Rublev, prima semifinale per lui al Roland Garros

Dopo un prmo set a inseguire, Stefanos Tsitsipas batte in tre set Andrey Rublev e vola in semifinale

Pubblicato

il

 

[5] S. Tsitsipas b. [13] A. Rublev 7-5 6-2 6-3

Il match rivincita della finale dello European Open di Amburgo ha un po’ deluso le attese. Dopo il rovesciamento di fronte che ha deciso il primo set, la partita è filata via a senso unico in favore di Tsitsipas che sulla terra lenta del Philippe Chatrier è riuscito a controllare con grande maestria le bordate potenti ma monotone di Andrey Rublev, il quale man mano che la partita avanzava si scopriva sempre più impotente e con le armi sempre più spuntate. I cinque giochi consecutivi in favore del greco (che era favorito dai bookmakers prima della partita, dato a 1,42 contro i 2,65 del rivale) a cavallo tra la fine del primo e l’inizio del secondo set, nei quali sicuramente Rublev ha la sua dose di responsabilità, hanno rappresentato un cambi di direzione irreversibile sia per il l’andamento del punteggio sia per il gioco, che da quel momento in poi è sempre stato in mano a Stefanos.

 

IL MATCH

Nonostante sia Rublev a concedere la prima palla break già al suo primo di battuta, è certamente il russo a prendere in mano le redini degli scambi ad inizio match. Molto aggressivo in risposta, il biondo allampanato costringe Tsitsipas a rimanere sulla difensiva diversi metri dietro la riga di fondo, il più delle volte incapace a sviluppare le sue trame offensive. Tre errori di rovescio del greco propiziano il break al quinto gioco che sembra lanciare Rublev verso la conquista del set. Tsitsipas si salva dal 15-30 sul 2-4 e dal 30-30 sul 3-5, e quando tutto sembra pronto per la chiusura da parte del russo, ecco che il set improvvisamente si ribalta: al momento di servire per il set Rublev commette quattro errori non forzati consecutivi, poi sbaglia quattro risposte nel game seguente e infine, sul 5-6 30-40 mette lungo un diritto che consegna il set nelle mani di Tsitsipas dopo 48 minuti di gioco.

Stefanos Tsitsipas al Roland Garros 2020 (foto Twitter @rolandgarros)

Rublev si trattiene appena dallo spedire una pallina nel Bois de Boulogne tanto è il disappunto per aver smarrito un parziale quasi interamente dominato. Grazie all’alternanza di colpi, velocità e rotazioni, Tsitsipas prosegue nella sua opera di smantellamento dell’arsenale da fondocampo di Andrey che non riesce a sfondare l’avversario da fondo con il suo martellamento e finisce per sbagliare più di quanto dovrebbe. Anche la sua strategia molto spregiudicata in risposta, che aveva pagato dividendi a inizio match, lo costringe a sbagliare molte ribattute che rendono i turni di battuta di Tsitsipas molto più agevoli. Sul 2-3 il russo si affossa sul 15-40 con tre errori gratuiti e poi viene sbeffeggiato da un passante di Tsitsipas che prende il nastro e lo costringe a steccare la volée.

Due giochi più tardi anche il secondo set finisce in cascina per il greco, con Rublev che prima di andare a raggruppare le idee alla toilette tira una racchettata ai suoi beveroni energetici disposti sulla sua panchina sparpagliandoli in mezzo al campo.

La pausa fisiologica però non sortisce alcun effetto (tranne, speriamo, quello appunto fisiologico…) e Rublev continua cocciutamente a martellare da fondo, ma i suoi colpi hanno lo stesso effetto di pugni in un cuscino di piume. Tsitsipas continua imperterrito a incassare gli errori dell’avversario e ad avvicinarsi a grandi passi alla semifinale. Altri tre gratuiti condannano Rublev a subire il break al quarto gioco, e quando nel punto successivo mette in corridoio un passante ravvicinato su un drop shot di Stefanos la sua racchetta fa la conoscenza dell’argilla dello Chatrier nel peggiore dei modi.

Con gli ultimi turni di battuta tenuti a zero Tsitsipas chiude la pratica quarti di finale in meno di due ore e conquista la seconda semifinale slam della sua carriera dopo quella dell’Australian Open 2018. Ad attenderlo ci sarà il vincente tra Novak Djokovic e Pablo Carreno Busta.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
ATP4 settimane fa

Trattative Sky-FITP-Supertennis. A che punto è la negoziazione dei diritti-tv

Flash4 settimane fa

Diritti TV SKY e FITP: ecco lo scenario di questa aspra negoziazione infinita [VIDEO]

evidenza3 settimane fa

In Svizzera è polemica sulle On di Roger Federer. La risposta: “In Vietnam paghiamo oltre il minimo salariale”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam: Sinner: “Fra uno Slam e una medaglia olimpica scelgo la seconda. Non vedo l’ora di conoscere i migliori atleti del mondo” [AUDIO]

evidenza3 settimane fa

Richard Krajicek: “Piatti mi disse di Sinner ‘diventerà un campione’”. Jannik al servizio è come Djokovic: la battuta è un extra, ma quando gli serve la mette dentro” [VIDEO INTERVISTA]

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, il viaggio di Sinner continua: “Bisogna anche divertirsi. Io ho trovato le persone giuste al momento giusto” [AUDIO]

Flash3 settimane fa

Ubaldo da Rotterdam: “Sinner sulle orme di Camporese? Siamo qui apposta”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, Sinner: “Contento del numero 3 ma le cose più importanti sono altre” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

Griekspoor, prima “vittima” delle 12 di fila di Jannik: “Per me Sinner è il più forte tennista del mondo” [AUDIO ESCLUSIVO]

Flash4 settimane fa

Mattarella: “Azzurri, in Coppa Davis ho visto un vero spirito di squadra” (Cocchi, Primavera) Campioni d’Italia (Guerrini) Sinner porta il tennis al Quirinale (Piccardi) Italdavis in festa, Sinner incoronato da Mattarella (Mei, Schito)

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement