Schwartzman: "Non saluto più Medvedev né mi alleno più con lui"

Flash

Schwartzman: “Non saluto più Medvedev né mi alleno più con lui”

L’argentino racconta l’episodio di gennaio, quando fu protagonista di un battibecco con Medvdedv. E aggiunge: “Tratto Federer come se fosse il mio migliore amico”

Pubblicato

il

Diego Schwartzman - Roland Garros 2020 (via Twitter, @rolandgarros)
 

Diego Schwartzman è uno dei ragazzi che ha più amici dentro lo spogliatoio del circuito ATP. A detta dei suoi colleghi, tutti vanno d’accordo con lui. Beh, quasi tutti, dovremmo dire. L’eccezione è Daniil Medvedev, secondo quanto raccontato dall’argentino in un’intervista nel podcast di ESPN. L’episodio risale a un match della scorsa ATP Cup, quando nel primo set i due battibeccarono a causa del comportamento antisportivo del russo (che vinse poi il match in tre set).

“Non saluto più Medvedev” ha detto El Peque. “Avevo un buon rapporto con lui. So che ci sono momenti nel match dove puoi scaldarti e poi chiedi scusa. Ma se lui si comporta così… Non mi alleno più con lui e non lo saluto. Vi spiego: faccio il break sul 3-5 e festeggio guardando la mia panchina. Sul 4-5 0-30 faccio doppio fallo e lui festeggia sul doppio fallo. L’ho guardato e ho pensato ‘che strano’. Servo sullo 0-40, perdo il punto, lui vince il set per 6-4, guardandomi e guardando il mio angolo argentino. Allora ho detto ‘questo è un deficiente’. Ho iniziato a dirgli in faccia che era uno sciocco. L’ho insultato e lui mi ha guardato giustificandosi con l’accaduto. Nel calcio è come se qualcuno segnasse un gol ed esultasse sotto la tua curva. Dopo il capitano russo, Safin, mi ha chiesto scusa e mi ha detto ‘è mezzo matto, non capisco perché l’abbia fatto‘”.

Niente di troppo sorprendente, conoscendo Daniil. Schwartzman però, come detto, va d’accordo con tutti gli altri top player, compreso Federer: Tratto Roger come se fosse il mio migliore amicoha detto durante l’intervista. “Il suo team ha uno sponsor di pasta (Barilla, ndr), perciò gli chiedo sempre quando mi vuole cucinare un piatto di pasta. Ci sentiamo costantemente. Lui d’altro canto mi prende in giro per il modo in cui pronuncio il suo nome (Rojer, ndr)“.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Perché credo che questo Sinner batterà questo incerto Djokovic. Ma non al quinto set

Editoriali del Direttore4 settimane fa

Australian Open: Sabalenka regina quasi scontata. Bolelli Vavassori in vista Slam. E diritti tv: Sky, Supertennis, FITP: la negoziazione langue

ATP4 settimane fa

La storia del tennis italiano chiama a sé Sinner, da De Stefani a Berrettini passando per le vittorie di Pietrangeli, Panatta, Schiavone e Pennetta

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Jannik Sinner è molto più calmo di tutti quelli che oggi lo osannano. Un anno fa era il tennista dei… senza

Senza categoria4 settimane fa

Australian Open LIVE: Sinner in semifinale, nemmeno Rublev riesce a strappargli un set!

Novak Djokovic - Australian Open 2024 (X @AustralianOpen)
Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Djokovic: “Sono scioccato, uno dei miei peggiori match di sempre”

Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Sinner tranquillizza tutti: “L’addome? Nulla di che”. Contro Djokovic alle 4.30 italiane

Australian Open4 settimane fa

Australian Open: Sinner batte Rublev e vola in semifinale con Djokovic senza aver perso un set [VIDEO]

Editoriali del Direttore3 settimane fa

Jannik Sinner non è un patriota per cui tifare perché non paga le tasse in Italia? Non sono d’accordo con Aldo Cazzullo e Massimo Gramellini

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – La grande attesa per i duellanti dai tanti punti in comune Djokovic e Sinner. Vinca il migliore? “Sperem de no”

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement