Barty, Williams e Muguruza sempre più in fiducia. Kerber esce dalla quarantena col piede giusto

Flash

Barty, Williams e Muguruza sempre più in fiducia. Kerber esce dalla quarantena col piede giusto

Nel WTA Melbourne 1 c’è attesa per il re-match della finale dell’Australian Open tra Kenin e Muguruza. Al via anche il WTA Melbourne 3 con il successo di Kerber

Pubblicato

il

Serena Williams - WTA Melbourne 1, Yarra Valley 2021 (via Twitter, @AustralianOpen)

WTA 500 Melbourne 1 (Yarra Valley Classic)

La settimana pre-Slam prosegue a Melbourne con una ricca giornata di tennis, e con tre tornei WTA in contemporanea ogni giorno c’è la possibilità di ammirare le migliori giocatrici del circuito. Dopo un’anno di lontananza dai campi è ovvio che le attenzioni principali siano rivolte alla n. 1 del mondo Ashleigh Barty, che anche oggi ha centrato la vittoria, imponendosi con un 6-0 nel primo set ma lasciando per strada il secondo parziale prima di chiudere 6-3 al terzo. La partita contro la ceca Marie Bouzkova è stata un buon test per lei. “Fa sempre bene allenare le gambe e prendere parte e incontri tosti come questo” ha spiegato la giocatrice australiana in conferenza. “Anche nel primo set molti game sono finiti ai vantaggi (cinque su sei, ndr) quindi non va affatto considerato come un 6-0″.

La presenza di tante giocatrici di alto livello e papabili vincitrici Slam diventa ancora più evidente se queste vengono divise in tre tornei come sta accadendo adesso, e questo non fa altro che mostrare “la grande profondità che c’è nel tennis femminile che si estende nei tabelloni, dove non ci sono affatto match facili“. Barty ha spiegato che “più o meno siamo tutte sulla stessa barca, nel senso che siamo all’inizio della stagione e non abbiamo messo molti incontri in cascina. Ma questa situazione a volte può far venir fuori il meglio di te”.

Interessanti poi sono le impressioni di Barty circa le condizioni di gioco a Melbourne Park. I campi tendono sempre a cambiare a seconda del meteo, è normale. Quando c’è una giornata calda, il calore resta in campo per più tempo e con le palle di quest’anno ci sono rimbalzi più vivaci, più alti. Ma la notte può anche essere più lento. Si tratta più di capire come i campi e le palle reagiscono alle condizioni meteo, che la superficie in sé. In ogni caso credo che quest’anno vada tutto più veloce e col passare delle settimane il gioco si velocizzerà ancora di più“.

 

Con molte meno difficoltà sono invece arrivate le vittorie di due campionesse Slam che, chi per un motivo chi per un altro, sono in cerca di riscatto. Serena Williams, nel perenne tentativo di marcare il 24esimo sigillo Slam, si è sbarazzata di Tsvetana Pironkova nel derby delle mamme per 6-1 6-4, mentre Garbine Muguruza, finalista agli Australian Open lo scorso anno, ha lasciato solo tre game ad Anastasia Pavlyuchenkova. Serena in conferenza stampa ha riconosciuto l’eccezionalità della situazione, cioè giocare la settimana che precede il major, ma non si poteva fare altrimenti. Di solito in questo periodo mi alleno il giorno e vado a cena a Melbourne la sera per rilassarmi, mentre ora c’è poco relax. Ma comunque siamo tutti contenti di poter giocare perché abbiamo bisogno di partite ed è molto conveniente non dover volare da una città all’altra bensì restare nello stesso posto per abituarsi alle condizioni. Se c’era un modo per mettere in piedi la cosa, questo era decisamente quello giusto“.

Parlando delle sue condizioni fisiche, e in particolare del suo problema al tendine d’Achille, l’attuale n. 11 del mondo ha aggiunto: Finora sto bene. Il mio team e il mio fisioterapista mi sta dando esercizi da fare quotidianamente e la cosa sta migliorando. Io farò di tutto per non procurarmi quel tipo di infortunio perché influisce sulla mia vita. I problemi alle ginocchia sono diversi, mentre con un infortunio al tendine d’Achille non puoi letteralmente camminare”.

Passando a Muguruza invece, lei stessa in conferenza stampa ha riconosciuto il dominio imposto su Pavlyuchenkova sin dai primi game di entrambi i set, ma in fin dei conti la mente è già proiettata al prossimo torneo.Credo che quest’anno bisogna adattarsi tutto il tempo. Non posso mettermi a pensare cosa facevo e in che modo mi preparavo prima, perché ovviamente le cose non saranno così. Sì, forse in passato mi sarei preparata in maniera differente ma per fortuna ho avuto due settimane per prepararmi quindi sono pronta a competere, indipendentemente dal fatto che la settimana prossima c’è uno Slam”.

La sua prossima avversaria sarà Sofia Kenin, la quale ha battuto in tre set Jessica Pegula nel derby a stelle e strisce. La sfida tra l’americana e la spagnola sarà il re-match della finale di Melbourne dello scorso anno e Garbine sente di avere più assi nella manica su cui contare questa volta. “Ho riguardato quel match (finale degli Australian Open 2020, ndr) e ora penso di conoscerla un po’ meglio”.

Risultati:

[1] A. Barty b. [16] M. Bouzkova 6-0 4-6 6-3
[5] S. Williams b. T. Pironkova 6-1 6-4
[2] S. Kenin b. J. Pegula 5-7 7-5 6-2
S. Rogers b. [7] P. Martic 7-6(1) 6-3
[8] M. Vondrousova b. V. Zvonareva 7-6(4) 6-7(4) 6-4
[6] G. Muguruza b. [11] A. Pavlyuchenkova 6-1 6-2
[13] D. Collins b. [3] Ka. Pliskova 7-6(5) 7-6(2)
[14] N. Podoroska b. [4] P. Kvitova 5-7 6-1 7-6(7)

Il tabellone completo

WTA 500 Melbourne 3 (Grampians Trophy)

L’ultimo torneo iniziato nella capitale dello Stato di Victoria è quello riservato alle tenniste rimaste in isolamento per 14 giorni, senza possibilità di uscire per allenarsi. Tra i primi turni che si sono svolti nelle ore scorse, spicca la vittoria di Angelique Kerber su Katerina Siniakova dopo due ore esatte di gioco. La tedesca si è imposta sulla ceca per 6-3 4-6 6-3. Un po’ a sorpresa – considerando la non-preparazione delle giocatrici questi risultati vanno presi con le pinze – è arrivata la sconfitta di Sloane Stephens per mano della promettente canadese Leyla Fernandez per 6-3 6-1.

Risultati:

M. Kostyuk b. G. Dabrowski 6-0 6-3
O. Jabeur b. A. Blinkova 6-1 6-1
S. Cirstea b. O. Kalashnikova 6-1 6-1
A. Li b. E. Perez 5-3 rit.
B. Krejcikova b. L. Davis 6-4 4-6 6-4
Y. Putintseva b. G. Garcia-Perez 7-6(1) 6-4
B. Mattek-Sands b. B. Strycova 7-6(3) 6-2
[6] A. Kontaveit b. C. McHale 6-1 6-3
[7] J. Brady b. S. Kuznetsova 6-3 6-0
V. Kudermetova b. H. Watson 6-2 6-2
[8] A. Kerber b. K. Siniakova 6-3 4-6 6-3
L. Fernandez b. S. Stephens 6-3 6-1

Il tabellone completo

Continua a leggere
Commenti

Flash

ATP Mosca, il tabellone: Rublev primo favorito del torneo

Predominio dei giocatori di casa nonostante il forfait di Medvedev: Karatsev e Khachanov saranno infatti secondo e terzo seed

Pubblicato

il

Andrey Rublev - Mosca 2019 (foto via Twitter, @atptour)

In attesa dell’ultimo atto dell’edizione autunnale di Indian Wells, il circuito ATP è pronto a fare tappa in Europa con una serie di appuntamenti sul cemento indoor che porteranno alle Finals di Torino. Dopo un anno di stop, ritorna nuovamente in calendario la VTP Kremlin Cup, torneo 250 (tabellone da 28 giocatori, financial commitment di 779.515 dollari) che si svolgerà sui campi dell’Irina Viner-Usmanova Gymnastics Palace di Mosca.

C’era molta attesa per la partecipazione dell’idolo di casa e vincitore dello US Open Daniil Medvedev, ma il venticinquenne russo ha deciso di dare forfait dopo l’eliminazione ad Indian Wells. Il pubblico potrà comunque godersi la presenza del numero 5 al mondo e campione in carica del torneo, Andrey Rublev, accreditato della prima testa di serie. Nel 2019 il russo si aggiudicò il titolo sconfiggendo in due set il francese Mannarino. Ironia della sorte, proprio Mannarino potrebbe essere l’ostacolo nel match di esordio per Rublev, ammesso e non concesso che il francese esca vincitore dal match contro la wild card locale Safiullin (N.151 ATP). Nello stesso quarto di tabellone anche il vincitore di Winston Salem, il bielorusso Ivashka, tds N.7. Di seguito il tabellone:

Bandiera russa anche per i numeri 2 e 3 del seeding, entrambi sorteggiati nella parte bassa del tabellone: Aslan Karatsev (N.23 ATP) esordirà con il vincente della sfida tra il serbo Kecmanovic (N.63 ATP e vincitore di soli due match degli ultimi dieci disputati) ed un qualificato. In caso di successo possibile avversario il serbo Djere, N.47 al mondo e testa di serie numero otto. Karen Khachanov (N.29 e cognato del sopracitato Ivashka, visto che sono sposati con due sorelle), invece, inizierà il suo torneo contro uno tra l’australiano Duckworth e un qualificato, per poi proiettarsi, in caso di vittoria, verso una sfida nei quarti di finale contro il funambolico Bublik (anche lui russo di nascita ma kazako di passaporto).

 

Ultima testa di serie che beneficerà di un bye al primo turno è il serbo Krajinovic (N.34), recente semifinalista a Sofia dove è stato sconfitto da Jannik Sinner: per lui secondo turno contro il vincente della sfida tra l’argentino Pella e lo spagnolo Martinez, seguito da un ipotetico quarto contro Marin Cilic, semifinalista a Mosca nel 2019.

Qui il tabellone aggiornato dell’ATP di Mosca e degli altri tornei della settimana

Continua a leggere

Flash

WTA Mosca, il tabellone: Aryna Sabalenka torna in campo dopo lo stop per Covid

Tennis di alto livello nella capitale russa: scalpitano le neo-Top 10 Jabeur e Sakkari, ma occhio a Kerber, Halep e Muguruza

Pubblicato

il

Aryna Sabalenka - US Open 2021 (via Twitter, @usopen)

Dopo l’interruzione della passata stagione a causa del COVID-19, il tennis femminile è pronto a tornare nella capitale russa, dove lunedì prenderà il via la ventiquattresima edizione della VTB Kremlin Cup, torneo di categoria 500 con montepremi totale di 565.530 dollari ed un tabellone da 28 giocatrici. A contendersi porzioni di questa cifra ci saranno ben quattro Top 10, affiancate da diverse campionesse Slam.

La testa di serie N.1 sarà Aryna Sabalenka, che dopo aver saltato Indian Wells per la positività al coronavirus ha ricevuto una wild card ed esordirà direttamente al secondo turno contro la vincente di Samsonova-Tomljanovic. La seconda favorita in termini di classifica sarà Garbine Muguruza, che troverà o una qualificata o Tereza Martincova. Di seguito il tabellone:

La neo-Top 10 Ons Jabeur, che a Mosca raggiunse la finale nel 2018, affronterà al primo turno la tennista di casa Ekaterina Alexandrova, mentre un’altra neofita dei piani alti del ranking, la greca Maria Sakkari, giocherà contro una qualificata o contro Dayana Yastremska.

 

Come detto il tabellone è arricchito da numerose campionesse Slam: una di queste è Angelique Kerber, che sarà impegnata in un ostico primo turno contro Katerina Siniakova. L’altra tedesca presente nel main draw è Andrea Petkovic, sorteggiata contro la sua ex-compagna di doppio Jelena Ostapenko, proveniente da una buona prestazione ad Indian Wells (semifinale persa con Azarenka). Un’altra wild card di lusso presente in Russia è Simona Halep, vincitrice del torneo nel 2013. La rumena sta ancora ricercando un po’ di continuità nei risultati dopo un periodo pieno di eventi significativi (infortuni, matrimonio, cambio allenatore) e scenderà in campo contro la russa Anastasia Potapova.

Nel tabellone principale non sono presenti italiane: l’unica azzurra che ha tentato la trasferta moscovita è stata Lucia Bronzetti (22 anni, N.150), sconfitta 6-3 6-1 nel primo turno di qualificazioni dalla bielorussa ex-Top 60 Vera Lapko (23 anni, N.373).

Qui il tabellone aggiornato del WTA di Mosca e degli altri tornei della settimana

Continua a leggere

Flash

ATP Anversa, il tabellone: per Sinner derby agli ottavi con il vincente di Musetti-Mager

Gli italiani di nuovo dalla stessa parte del tabellone, come già successo diverse volte nel 2021. Al via anche Murray, Seppi gioca le qualificazioni

Pubblicato

il

Jannik Sinner a Sofia 2021 (Foto di Ivan Mrankov)

La corsa agli ultimi posti per le ATP Finals di Torino si scalda, e uno degli snodi verso il finale di stagione sarà rappresentato dalla sesta edizione dello European Open, torneo 250 (cemento indoor, tabellone a 28 giocatori, total financial commitment di 584.125 euro) che si svolgerà alla Lotto Arena di Anversa, Belgio. Il numero uno del tabellone sarà Jannik Sinner, che dopo l’eliminazione per mano di Taylor Fritz ad Indian Wells andrà a caccia di punti nel torneo in cui raggiunse la sua prima semifinale ATP nel 2019, quando ancora fuori dalla Top 100 fu omaggiato di una wild card e venne stoppato solo da Stan Wawrinka.

Sinner è certo di esordire contro un suo connazionale: infatti, il sorteggio ha designato come avversario di secondo turno il vincente della sfida tra Lorenzo Musetti (N.62) e Gianluca Mager (N.73). Non è la prima volta che nel 2021 i tabelloni ATP riscontrano una grande densità di italiani dallo stesso lato: al Roland Garros ne capitarono nove nella parte alta e due in quella bassa; allo US Open, dieci su dieci nella parte alta; a Indian Wells, sette nella parte bassa e uno in quella alta.

Se da un lato risultati di questo tipo sono possibili solo grazie ad un movimento in salute, dall’altra rendono complicate sfide fra nostri connazionali nelle fasi finali dei tornei, e Anversa non farà eccezione, visto che i tre azzurri presenti in tabellone si giocheranno “solo” un posto ai quarti. Nello stesso quarto degli italiani anche la testa di serie numero 8 Dusan Lajovic e Richard Gasquet, omaggiato di una wild card dagli organizzatori. Dalla stessa parte di Sinner, anche la tds N.4, lo spagnolo Roberto Bautista Agut, che esordirà contro uno tra l’ungherese Fucsovics e un qualificato, per poi trovare in un ipotetico quarto il sudafricano Harris. Di seguito il tabellone:

 

Testa di serie numero due per Diego Schwartzman, che avrà un esordio tutt’altro che facile. Al secondo turno, infatti, attenderà il vincente della sfida tra lo statunitense Frances Tiafoe e Sir Andy Murray, vincitore dell’edizione 2019 del torneo belga e reduce dalle ottime prestazioni di Indian Wells. Quarto di tabellone scoppiettante completato dalla presenza del sesto favorito e finalista Alex de Minaur (il campione in carica Ugo Humbert ha dato forfait all’ultimo minuto). Parte bassa del tabellone anche per Cristian Garin (tds N.3). Per il cileno secondo turno contro il vincente tra l’australiano Thompson e lo spagnolo Davidovich Fokina. Il possibile avversario del match di quarti di finale potrebbe essere Reilly Opelka, quinto seed.

Tra i nomi impegnati nelle qualificazioni a caccia di un posto nel tabellone principali, oltre ai Next Gen Jenson Brooksby, Brandon Nakashima e Holger Rune, vi sarà il nostro Andreas Seppi, tds N.4 del tabellone cadetto. Per il trentasettenne di Caldaro esordio contro il ventenne belga Onclin, N.524 del ranking e omaggiato di una wild card. In caso di successo, match decisivo con uno tra l’austriaco Dennis Novak e lo slovacco Jozef Kovalik.

Qui il tabellone aggiornato di Anversa e degli altri tornei della settimana

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement