Barty si prende la rivincita su Badosa, a Madrid è di nuovo finale con Sabalenka

Flash

Barty si prende la rivincita su Badosa, a Madrid è di nuovo finale con Sabalenka

MADRID – La n.1 del mondo domina contro la tennista di casa e raggiunge la quarta finale della stagione. Si ripete la sfida di Stoccarda contro Sabalenka

Pubblicato

il

 

Dal nostro inviato a Madrid,

[1] A. Barty b. [WC] P. Badosa 6-4 6-3

Non si è fatta sorprendere una seconda volta la n. 1 del mondo Ashleigh Barty contro Paula Badosa. La wild card spagnola infatti aveva vinto il loro unico precedente il mese scorso sulla terra verde di Charleston ma ieri in conferenza aveva assicurato: “queste giocatrici non fanno due volte lo stesso errore” e così è stato. Barty ha vinto 6-4 6-3 in un’ora e 15 minuti ottenendo la 16esima vittoria consecutiva sulla terra rossa europea (a partire dal Roland Garros 2019) centrando la quarta finale dell’anno. Per Badosa comunque resta un ottimo torneo che le darà gran fiducia per la restante stagione su questa superficie. 

Entrambe le giocatrici hanno una battuta capace di regalarle tante soddisfazioni ma oggi per Paula questo colpo è stato croce e delizia. Barty è rimasta imperturbabile di fronte ai servizi vincenti della sua avversaria e quando si entrava nello scambio è stata quasi sempre lei a controllarlo. I suoi vincenti sono stati di pura posizione, colpi precisi e irraggiungibili dopo aver spostato a dovere l’avversaria, mentre è stata la n. 62 del mondo a ricorrere più spesso alla potenza pura. La pressione di giocare in casa e di essere la prima semifinalista spagnola nella storia del torneo però l’ha pagata a caro prezzo, e al momento di servire nel decimo game quanto di buono fatto fino a quel momento è stato vanificato da un doppio falll che ha mandato l’australiana avanti di un set. 
Nel secondo parziale l’equilibrio è durato ancora meno e di nuovo è stato interrotto da un doppio errore alla battuta di Badosa. Con Ash avanti 3-1, tutto lo stadio si è esibito in un caloroso applauso di incoraggiamento che ha sortito, almeno in parte, l’effetto sperato: Badosa si è rifatta sotto cercando l’immediato contro-break e ha anche avuto tre chance per farlo. Barty però è stata più solida, conscia che mantenere il servizio in quel momento sarebbe stato letale per la sua avversaria. Da vera numero 1 ha mantenuto la battuta e nei suoi due successivi turni ha concesso solo due punti chiudendo con un ace a 182 km/h.

[5] A. Sabalenka b. A. Pavlyuchenkova 6-2 6-3

Nell’ultimo match della giornata non c’è stata proprio storia: la bielorussa n. 7 del mondo ha battuto nettamente la russa Pavlyuhenkova arrivata a questa sfida senza più energie dopo le maratone dei giorni scorsi. Due break per set hanno condannato la n. 41 del mondo ad una sconfitta contro una giocatrice decisamente di un altro livello. “Guardando dall’esterno sembra che tutto giri nel verso giusto” ha ammesso Aryna Sabalenka in conferenza stampa. “Non so spiegarlo, io resto concentrata sul mio gioco, su quello che devo fare in campo. Non penso molto al punteggio o ad altro. Mi diverto sempre in campo, questa è la mia personalità. Questa settimana qui è come se fosse scattato qualcosa e mi avesse indirizzato nella giusta direzione. Inoltre qui ci sono i fan che mi sostengono e la cosa mi è mancata tantissimo.” La bielorussa ha proferito tutte queste parole con un beato sorriso sul viso; chi cercherà di toglierlo adeso sarà la n. 1 del mondo Barty. Le due si sono affrontante in finale al WTA 500 di Stoccarda due settimane fa e a vincere fu l’australiana: quale modo migliore dunque per concludere questa settimana se non con una rivincita?

Il tabellone aggiornato con tutti i risultati

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
ATP4 settimane fa

Trattative Sky-FITP-Supertennis. A che punto è la negoziazione dei diritti-tv

Flash4 settimane fa

Diritti TV SKY e FITP: ecco lo scenario di questa aspra negoziazione infinita [VIDEO]

evidenza3 settimane fa

In Svizzera è polemica sulle On di Roger Federer. La risposta: “In Vietnam paghiamo oltre il minimo salariale”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam: Sinner: “Fra uno Slam e una medaglia olimpica scelgo la seconda. Non vedo l’ora di conoscere i migliori atleti del mondo” [AUDIO]

evidenza3 settimane fa

Richard Krajicek: “Piatti mi disse di Sinner ‘diventerà un campione’”. Jannik al servizio è come Djokovic: la battuta è un extra, ma quando gli serve la mette dentro” [VIDEO INTERVISTA]

Flash3 settimane fa

Ubaldo da Rotterdam: “Sinner sulle orme di Camporese? Siamo qui apposta”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, il viaggio di Sinner continua: “Bisogna anche divertirsi. Io ho trovato le persone giuste al momento giusto” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, Sinner: “Contento del numero 3 ma le cose più importanti sono altre” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

Griekspoor, prima “vittima” delle 12 di fila di Jannik: “Per me Sinner è il più forte tennista del mondo” [AUDIO ESCLUSIVO]

Flash4 settimane fa

Mattarella: “Azzurri, in Coppa Davis ho visto un vero spirito di squadra” (Cocchi, Primavera) Campioni d’Italia (Guerrini) Sinner porta il tennis al Quirinale (Piccardi) Italdavis in festa, Sinner incoronato da Mattarella (Mei, Schito)

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement