Wimbledon, il ritmo di Shapovalov è troppo per Murray

Flash

Wimbledon, il ritmo di Shapovalov è troppo per Murray

Non c’è storia sul Centrale: il canadese si regala il primo ottavo in carriera ai Championships, dove sfiderà Bautista Agut

Pubblicato

il

Denis Shapovalov a Wimbledon 2021 (Credit: AELTC/Edward Whitaker)

[10] D. Shapovalov b. [WC] A. Murray 6-4 6-2 6-2

Con 44 vincenti a fronte di 24 unforced, Denis Shapovalov supera Andy Murray, che è riuscito a opporre una resistenza solo parziale alla veemenza del giovane canadese, il quale, dal canto suo, ha avuto momenti in cui ha rischiato di incartarsi per poi uscire sempre più facilmente alla distanza. Troppo sforzo hanno richiesto i primi due turni per lo scozzese, che si è fatto sorprendere dalla partenza a razzo dell’avversario senza riuscire ad approfittare delle rare chance di mantenere il punteggio in equilibrio. Alla sua quarta partecipazione a Wimbledon dove vantava solo un incontro vinto, Shapovalov arriva ora agli ottavi, il suo secondo miglior risultato Slam dopo i quarti dello US Open dello scorso anno.

IL MATCH – Dopo un paio di game e altrettante cadute perdendo gli appoggi, Murray cambia le scarpe; forse risolto quel problema, è ora il dritto a tradirlo ripetutamente, e a Shapo basta piazzare un bel rovescio per mettere la testa avanti. Andy prova a variare con lo slice, tenta di sorprendere con la smorzata, ma Denis non si fa destabilizzare e continua a spingere forte. Prima di servizio scozzese pressoché assente e rovescio d’acero on fire non possono che tradursi in un secondo break. Qualche palla profonda di Andy è sufficiente a far andare in confusione Shapo quando serve sul 5-2 e tanto basta anche a Murray per presentarsi minaccioso a rispondere di nuovo per salvare il set forte di dodici punti consecutivi a suo favore. Troppo morbido sulla seconda che apre il game, ritrova subito profondità e riesce a guadagnarsi una palla per rientrare, cancellata con un po’ di fortuna dal mancino nato a Tel Aviv, bravo però e ripetersi per altre due volte ai vantaggi prima di fare suo il parziale dominando lo scambio sulla diagonale destra.

 

Rohan Bopanna applaude il bel punto vinto in difesa che vale a Denis la possibilità di partire in vantaggio anche nel secondo parziale – possibilità colta grazie al doppio fallo. Continua a spingere, quando tutto funziona il biondo sembra inarrestabile, ma, come visto nella prima partita, basta davvero poco perché il meccanismo rischi di incepparsi. A incepparsi è però Muzza che, costretto a fronteggiare la palla dello 0-3 pesante dalle ottime risposte del n. 12 della classifica, fallisce sotto rete un appoggio tanto comodo quanto comunque sbagliato, visto che l’altro era già scattato rapidissimo. Davvero poco lucido, Andy, che manca l’occasione di riaprire il gioco successivo, distratto sì dall’avversario volato a terra vicino al giudice di linea, ma sarebbe bastato colpire la palla con le corde. Shapovalov continua ad alternare scintille e appannamenti, una volta sfonda e una sbaglia, mentre Murray non riesce quasi mai a essere incisivo e regala solo qualche rara perla estemporanea, come nell’emblematico sesto gioco da 18 punti, dove sfodera uno dei suoi magici lob; poi, tentando di replicarlo, gli esce talmente corto che l’altro deve replicare con una volée a fil di nastro… che gli rimane sulla racchetta. Non il miglior set del torneo, ma Shapo lo fa suo con un saldo vincenti/errori non forzati ancora positivo, al contrario di Andy.

Giocatori negli spogliatoi mentre viene chiuso il tetto, ma la pausa non modifica l’inerzia del match: l’ex numero 1 del mondo subisce l’iniziativa canadese, il dritto rimane corto o è fuori misura, e neanche gli dà punti neanche se colpito con i piedi dentro al campo, la prima di servizio latita e quando entra è poco efficace; viceversa, Denis fa buon affidamento sulla battuta (12 ace contro 1 alla fine) e trova varchi con facilità, così solo un moto d’orgoglio del classe 1987 di Dunblane al quinto gioco interrompe in extremis l’emorragia di giochi. Pubblico in visibilio quando Murray scaraventa un rovescio lungolinea vincente per il 2-5, ma il destino della sfida è ormai segnato – probabilmente non è mai stato in discussione – e Shapovalov chiude agevolmente dopo due ore e un quarto. Tra lui e i quarti di finale c’è ora il confronto inedito con Roberto Bautista Agut, vincitore in tre set di Dominik Koepfer.

Continua a leggere
Commenti

Flash

WTA Cluj-Napoca 2: Halep avanti in scioltezza

Simona domina 6-1 6-2 il derby con Ruse e sfiderà Gracheva. Esordio agevole anche per Kontaveit contro Krunic

Pubblicato

il

Simona Halep - Cluj Napoca 2021 (foto Twitter @Transylvaniaopn)

Tutti incontri abbastanza a senso unico in questo mercoledì al Transylvania Open. Spicca la vittoria all’esordio di Simona Halep che si è aggiudicata il derby contro Elena Gabriela Ruse con un inequivocabile 6-1 6-2. Troppa la differenza nello scambio tra le due giocatrici con la più blasonata delle due che ha fatto suo il match in un’ora e 15 di gioco. Al secondo turno sfiderà Varvara Gracheva. Avanti senza problemi anche Anett Kontaveit, fresca vincitrice della Kremlin Cup di Mosca. L’estone ha superato Aleksandra Krunic 6-3 7-5, accusando un singolo passaggio a vuoto a metà del secondo set quando si è lasciata riprendere sul 4-4 con un controbreak a zero. Anett ha comunque prontamente ripreso in mano le operazioni e chiuso la partita senza ulteriori patemi. La sua prossima avversaria sarà Alison Van Uytvanck.

Si sono invece già qualificate per i quarti di finale Anhelina Kalinina e Lesia Tsurenko. La prima ha rifilato un doppio 6-2 a Ana-Lena Friedsam, mentre l’ucraina ha domato in due set le resistenze di Anastasia Gasanova (6-2 7-5).

Continua a leggere

Flash

ATP Vienna, il programma di giovedì 28 ottobre: Sonego e Sinner in campo nel pomeriggio

Jannik Sinner secondo match sul centrale (ore 16 circa) contro Dennis Novak. Lorenzo Sonego cercherà di fermare Casper Ruud (ore 15 circa) sul #glaubendich

Pubblicato

il

Gael Monfils (FRA) - Vienna 2021 (© e-motion/Bildagentur Zolles KG/Christian Hofer).

Si completano gli ottavi di finale all’Erste Bank Open di Vienna, con tre dei pretendenti agli ultimi posti per le Nitto ATP Finals di Torino ancora in corsa. Inizierà Cameron Norrie alle 13 sul campo #glaubendich contro il canadese Felix Auger Aliassime, poi a seguire ci sarà Casper Ruud che se la vedrà con il nostro Lorenzo Sonego.

Sonego potrebbe “fare gioco di squadra” vincendo il suo match perchè in quel modo aiuterebbe Jannik Sinner a raggiungere il norvegese in graduatoria. Sinner sarà sul campo centrale contro la wild card austriaca Dennis Novak, vincitrice al primo turno del nostro Gianluca Mager.

Le prime due teste di serie, Stefanos Tsitsipas e Alexander Zverev, saranno impegnate nella sessione serale non prima delle 17.30.

 

Questo il programma completo (cliccare l’icona in alto a destra per ingrandire l’immagine)

Continua a leggere

Flash

WTA Courmayeur: Gatto-Monticone eliminata da Tauson

L’azzurra se la gioca per un set, ma cede 6-4 6-1 alla danese. Sesta vittoria di fila per Ann Li

Pubblicato

il

Si conclude agli ottavi l’avventura di Giulia Gatto-Monticone nel Courmayeur Ladies Open. Contro Clara Tauson l’azzurra ha tenuto botta nel primo set anche grazie alla bassa percentuale di prime dell’avversaria, ma nel secondo si è dovuta arrendere alla crescita al servizio di Tauson e alle sue prepotenti accelerazioni.

Il match si apre con quattro break consecutivi che fissano il punteggio sul 2-2. Nonostante la parità risulta comunque evidente che Tauson abbia un lieve predominio sul gioco: Gatto-Monticone infatti ha perso il servizio nonostante il 77% di prime in campo, mentre la danese a stento arriva al 45% e da fondo ha spesso in mano lo scambio, incappando però altrettanto spesso in errori al momento di chiudere. L’italiana è bravissima a cercare di esacerbare questa tendenza al gratuito con frequenti cambi di ritmo e riesce a rimanere in scia fino al 4-4, annullando anche due palle break nell’ottavo game. A questo punto però Tauson trova un paio di accelerazioni delle sue e si prende di forza il set col punteggio di 6-4. Nel secondo parziale la danese riprende a viaggiare su ritmi che Gatto-Monticone non è in grado di gestire. I colpi le filano che è un piacere, con il lungolinea fa danni enormi da entrambi i lati e anche il servizio gira molto meglio (chiuderà il set con il 55% di prime e zero punti persi con la prima). In appena 28 minuti si concretizza il 6-1 che pone fine al match.

ALTRI INCONTRI – Sesta vittoria di fila per Ann Li, forte del primo titolo in carriera conquistato la scorsa settimana a Tenerife. La statunitense ha rimontato un set a Kamilla Rakhimova, portando a casa il match in poco più di due ore con il punteggio di 4-6 6-3 6-4. Sono serviti tre set anche a Dayana Yastremska per avere la meglio su Kateryna Kozlova: l’ucraina si è imposta per 6-1 3-6 7-5 prima che scoccassero le due ore di gioco.

 

Il tabellone completo

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement