Challenger: Cerundolo vince a Cordenons, Molcan domina a Liberec

Challenger

Challenger: Cerundolo vince a Cordenons, Molcan domina a Liberec

A Cordenons l’argentino Francisco Cerundolo vince il suo quarto Challenger mentre a Liberec Alex Molcan solleva il suo primo trofeo

Pubblicato

il

Francisco Cerundolo e Thomas Etcheverry - ATP Challenger Cordenons 2021 (via Twitter, @ATPChallenger)
 

È l’argentino Francisco Cerundolo (n.119 ATP e terzo favorito del torneo) a vincere il Challenger 80 di Cordenons, battendo 6-1 6-2 il connazionale Tomas Martin Etcheverry (n.148 ATP) al termine di una finale a senso unico. Il 22enne Etcheverry (il giocatore più caldo del circuito con le sue recenti vittorie a Perugia e Trieste) ha lottato con tutta l’energia che da sempre lo contraddistingue in oltre un’ora e mezza di gioco, ma il più grande dei fratelli Cerundolo (anche lui 22enne) si è dimostato semplicemente di una cilindrata superiore. Come se non bastasse, il servizio di Etcheverry ha spesso fatto cilecca come confermano i quattro break subiti contro nessuno. Cerundolo migliora il proprio best ranking raggiungendo la posizione n.111 e abbiamo l’impressione che le sue apparizioni nel circuito Challenger saranno sempre più rare. Best ranking anche per il suo avversario che sale al posto n.139, a conferma della sua strepitosa stagione. 

Gli italiani si erano fermati ai quarti con Zeppieri, eliminato (6-1 4-6 6-3) proprio da Francisco Cerundolo, al termine di un match molto intenso durato oltre due ore. Il tennista romano si guadagna comunque un ottimo voto e, oltre a stabilire il nuovo best ranking al n.293, si conferma ormai regolare a questi livelli, visto che in stagione ha raggiunto i quarti già altre tre volte, (Gran Canaria, Roma 2 e Todi).

Soddisfatto coach Melaranci che, raggiunto telefonicamente, ci conferma: Giulio ha disputato un buon torneo, ma in questo momento l’obiettivo principale è giocare il maggior numero possibile di partite in modo da migliorare sia da un punto di vista fisico che tecnico/tattico. Da qui alla fine dell’anno cercheremo quindi di giocare tanti tornei, a cominciare da San Marino e Verona. Purtroppo a San Marino Giulio non ha superato il primo turno delle qualificazioni, fermato in tre set dall’ucraino Vladyslav Orlov (n.386 ATP). 

I quarti hanno rappresentato le colonne d’Ercole anche per Stefano Travaglia (n.98 ATP e testa di serie n.1) che è stato bruscamente fermato (6-1 6-2) da Andrea Collarini (n.209 ATP). Continua così il 2021 tutto luci e ombre dell’ascolano che adesso rischia di uscire dalla top 100 (ne occupa proprio l’ultima posizione) e dovrà raccogliere le idee per capire cosa non ha funzionato in questa stagione in cui l’unico momento felice è stato il suo inizio, ossia la finale (persa contro Sinner) dell’ATP 250 disputato in febbraio in Australia.

CHE MOLCAN! – Grande sorpresa nel Challenger 80 di Liberec (terra) in Repubblica Ceca, dove il 23enne slovacco Alex Molcan (n.153 ATP) ha letteralmente spazzato via (6-0 6-1) il favorito, 20enne e padrone di casa, Tomas Machac (n.150 ATP). Avevamo definito Machac ‘ragazzo baciato dal talento’, ma evidentemente oggi il talento era impegnato altrove perché i tanti errori e un disastroso 40% di punti sulla prima di servizio non gli hanno lasciato scampo. E Molcan non è certo uno sprovveduto, come confermano la recente finale al Challenger di Prostejov (sconfitto da Coria) e soprattutto la finale raggiunta a maggio nell’ATP 250 di Belgrado, quando riuscì a impensierire (si fa per dire) sua Maestà Djokovic.

A impressionare è stata tutta la settimana di Molcan, poiché lo slovacco ha vinto il torneo senza perdere set. Dopo aver lasciato cinque game ad Haase al primo turno e tre al ceco Svrcina al secondo, si è fatto trascinare al tie-break da Majchrzak (vinto 7-3) e poi ha chiuso il torneo con i seguenti parziali: 6-3 6-1 6-0 6-0 6-1, nel mezzo anche la semifinale dominata con Jaziri. Per Molcan arriva il nuovo best ranking al n.136.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
Flash20 ore fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash1 giorno fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria4 giorni fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza7 giorni fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash1 settimana fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash2 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza1 mese fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement