Osaka rimonta Stephens nella bufera, Kyrgios si diverte

ATP

Osaka rimonta Stephens nella bufera, Kyrgios si diverte

Un vento tremendo condiziona Naomi e Sloane. Nick ne risente meno e gigioneggia vincendo facile

Pubblicato

il

Naomi Osaka, Indian Wells 2022 (pic credits BNPPO twitter)
 

da Indian Wells, il nostro inviato

N.Osaka b. S.Stephens 3-6 6-1 6-2
[WC]N.Kyrgios b. S.Baez 6-4 6-0


Poco da valutare o analizzare dal punto di vista tecnico o agonistico: nelle condizioni meteorologiche in cui sono scese in campo Naomi Osaka e Sloane Stephens era già un miracolo non steccare una palla su due. 5 Slam in totale, 4 Naomi, 1 Sloane, il più lontano è lo US Open 2017 conquistato dalla statunitense, appena 4 anni e mezzo fa: eppure, nessuna delle due è testa di serie, causa una classifica onestamente bugiarda per entrambe (80 Osaka, 38 Stephens), e il sorteggio le ha messe crudelmente contro al primo turno.

Stephens: “Non credo di aver giocato malissimo, ma la giornata era molto difficile. Le condizioni erano estreme, le peggiori che abbia mai trovato. Lei gioca solida e aggressiva, ha la capacità quasi unica di colpire vincenti anche quando è fuori posizione, e questa cosa è molto utile quando il vento è tanto forte”

L’unica considerazione tecnica che ha senso fare è che quando le raffiche di vento sono tanto violente e soprattutto irregolari, chi tira più forte di solito ha un minimo di controllo delle traiettorie in più rispetto a chi manovre di precisione, e la cosa alla lunga ha favorito Naomi. Nel primo set, comunque, tanti errori in particolare col dritto per Osaka, che se lo fa scivolare via 6-3, ma poi per Sloane la vicenda è diventata via via più complicata, e il 6-1 6-2 subìto negli altri due parziali lo evidenzia chiaramente. Nel terzo set, in effetti, Stephens era salita 2-0, con tre palle per il 3-0 e servizio, ma da lì in poi la statunitense ne ha cacciate entro le righe davvero poche.

Osaka: “Sono molto orgogliosa di come ho gestito il vento, e anche se probabilmente entrambe volevamo condizioni migliori, tutto sommato credo che il match sia stato gradevole”

Alla fine, la cosa migliore che questa disgraziata partita ci ha consegnato è una Naomi decisamente di buon umore, convinta e motivata come non la si vedeva da parecchio tempo: per il tennis femminile, ritrovare una campionessa di tale caratura non può che essere una grande notizia. Giocherà contro Veronika Kudermetova, non ci sono precedenti.

Più tardi, scendono nel catino del centrale, a questo punto della serata un po’ meno ventoso, Nick Kyrgios e Sebastian Baez. L’argentino è un buon giocatore, ordinato, svelto di gambe, non troppo potente, l’australiano lo conosciamo tutti: ma la prima cosa che mi era saltata all’occhio vedendolo allenare l’altro ieri era che si è presentato a Indian Wells molto più in forma fisicamente rispetto a Melbourne. E quando uno con il braccio al fulmicotone di Kyrgios viene supportato da una condizione atletica appena accettabile, per un onesto pedalatore come Baez (sia detto con tutto il rispetto del mondo, s’intende) l’ostacolo diventa insormontabile.

Nick Kyrgios, Indian Wells 2022 (pic credits BNPPO Twitter)

Kyrgios:”Erano anni che non mi sentivo così bene fisicmente, il ginocchio non mi fa male, posso caricare il peso e scivolare senza sentire dolore. Giocherò Miami, Houston e poi una pausa fino alla stagione su erba”

Nessun break fino al 4-4 del primo set, poi una terrificante serie di 8 game a zero per Nick, che è andato in crescendo sia di gioco che di circo. Verso la fine del secondo set, con la partita ormai in saccoccia o quasi, Kyrgios ha dato spettacolo divertendo e divertendosi come fosse un’esibizione, con il suo tipico mix di colpi fenomenali e sciocchezze assurde. Ma nel momento in cui i primi superano abbondantemente come numero le seconde, per un giocatore “normale” come Sebastian non c’è nulla da fare, e così è stato. Nick troverà Federico Delbonis, un precedente, vittoria di Kyrgios 6-3 al quinto set, nel lontano 2015, primo turno all’Australian Open.

Il tabellone femminile aggiornato con tutti i risultati


Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Perché credo che questo Sinner batterà questo incerto Djokovic. Ma non al quinto set

Editoriali del Direttore4 settimane fa

Australian Open: Sabalenka regina quasi scontata. Bolelli Vavassori in vista Slam. E diritti tv: Sky, Supertennis, FITP: la negoziazione langue

ATP4 settimane fa

La storia del tennis italiano chiama a sé Sinner, da De Stefani a Berrettini passando per le vittorie di Pietrangeli, Panatta, Schiavone e Pennetta

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Jannik Sinner è molto più calmo di tutti quelli che oggi lo osannano. Un anno fa era il tennista dei… senza

Senza categoria4 settimane fa

Australian Open LIVE: Sinner in semifinale, nemmeno Rublev riesce a strappargli un set!

Novak Djokovic - Australian Open 2024 (X @AustralianOpen)
Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Djokovic: “Sono scioccato, uno dei miei peggiori match di sempre”

Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Sinner tranquillizza tutti: “L’addome? Nulla di che”. Contro Djokovic alle 4.30 italiane

Australian Open4 settimane fa

Australian Open: Sinner batte Rublev e vola in semifinale con Djokovic senza aver perso un set [VIDEO]

Editoriali del Direttore3 settimane fa

Jannik Sinner non è un patriota per cui tifare perché non paga le tasse in Italia? Non sono d’accordo con Aldo Cazzullo e Massimo Gramellini

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – La grande attesa per i duellanti dai tanti punti in comune Djokovic e Sinner. Vinca il migliore? “Sperem de no”

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement