WTA Miami, Swiatek travolge Brengle a suon di vincenti

Flash

WTA Miami, Swiatek travolge Brengle a suon di vincenti

La prossima numero uno del mondo colleziona vincenti su vincenti e cede appena tre game. Ad attenderla agli ottavi ci sarà Cori Gauff

Pubblicato

il

Iga Swiatek - Indian Wells 2022 (Twitter - @BNPPARIBASOPEN)
Iga Swiatek - Indian Wells 2022 (Twitter - @BNPPARIBASOPEN)
 

[2] I. Swiatek b. M. Brengle 6-0 6-3

Sono giorni e momenti in cui Iga Swiatek colleziona primati, lei che dal prossimo lunedì sarà la prima polacca di sempre ad occupare la prima posizione del ranking WTA. Inoltre, quella odierna contro Madison Brengle è la sua prima vittoria in assoluto da numero uno del mondo: un match dominato in lungo e in largo in cui la polacca ha messo a segno 25 vincenti in poco più di un’ora di gioco, in una performance a tratti impressionante. La numero 59 del mondo non può davvero nulla e abbandona il torneo con una grande sensazione di dejavu: già nel 2016, infatti, Brengle raggiunse il terzo turno e perse contro una polacca che occupava la seconda posizione del ranking. In quel caso si trattò di Agnieszka Radwańska, contro cui perse 6-3 6-2.

LA PARTITA – Swiatek inaugura il match con due banali errori di dritto ma, nonostante ciò, inizia subito ad imporre il proprio ritmo dominante, che le permette di ottenere subito il break e volare sul 3-0 a suon di vincenti (già sei nei primi tre giochi). Brengle prova ad opporre un accenno di resistenza, ma la giovane polacca appare davvero inarrestabile, spolverando ogni riga del campo ed ottenendo il doppio break. Come nel primo game del match, la statunitense riesce a costruirsi una piccola chance portandosi avanti 0-30, ma in un attimo la testa di serie numero due rimonta e consolida il vantaggio. Swiatek vince praticamente ogni punto, sia esso con il dritto o con il rovescio, di potenza o di tocco.

Alla prossima numero uno del ranking bastano appena 25 minuti per conquistare il primo set per 6-0 (il settimo del 2022 in suo favore), in cui ha messo a referto ben 12 vincenti contro l’unico della sua avversaria, oltre al 78% di punti vinti con la prima a fronte del 29% di Brengle.

Nel secondo parziale inizia quantomeno ad intravedersi una partita degna di questo nome. Dopo sette giochi consecutivi, la statunitense vince il suo primo game dell’incontro, impattando sull’1-1 e riuscendo ancora a salire 0-30 nel game successivo. Tuttavia, la superiorità di Swiatek da fondo è disarmante, sottolineata anche da un rovescio lungolinea strabiliante che le consente di salire 2-1.

A differenza del primo set, la polacca concede qualcosa in più nei turni di risposta, pareggia i conti e, per la prima volta nel match, passa anche a condurre. Il quindi gioco del secondo set, infatti, è il primo in cui Swiatek regala un’opportunità alla sua avversaria, trovandosi costretta a cedere il servizio per la prima volta nella partita nonostante altre due perle. La testa di serie numero due fiuta immediatamente il pericolo e, con quattro vincenti su altrettanti punti, riporta il match in parità. Brengle non può fare nulla per arginare la furia agonistica della sua rivale, che conquista dieci punti consecutivi tra il sesto e l’inizio dell’ottavo game e, alla terza chance di break, si porta a servire per il match. Alla numero 59 WTA va riconosciuta una grande professionalità, dato che in ogni modo cerca di rimandare l’appuntamento con un finale che, però, è già scritto. Al secondo match point, infatti, la Swiatek chiude 6-0 6-3 in un’ora e cinque minuti di gioco, con un quasi imbarazzante 25-4 in suo favore nel computo dei vincenti. Ad attendere la classe 2001 al prossimo turno ci sarà Cori Gauff, in una rivalità estremamente interessante che senz’altro infiammerà gli anni che verranno.

[28] P. Kvitova b. [Q] L. Davis 7-5 6-1 (da Miami, il nostro inviato Marco Lorenzoni)

L’ultimo match femminile sul Grandstand vede di fronte Petra Kvitova contro Lauren Davis. La ceca quest’anno è riuscita a vincere più di due partite nello stesso torneo solamente a Dubai e, nonostante abbia solo trentadue anni, la sua carriera sembra in parabola discendente. Tra il 2019 e il 2020 aveva raggiunto i quarti di finale in tre dei sei slam giocati. Dopo alcuni anni complicati era riuscita a tornare all’ultimo atto di una finale slam nel 2019 in Australia perdendo in una partita molto combattuta contro Naomi Osaka. Ma dopo la semifinale a Parigi nel 2020 non è più riuscita a superare gli ottavi in nessuno slam. Anche per Lauren Davis i giorni migliori sembrano alle spalle. Ha infatti raggiunto il best ranking cinque anni fa al numero 27 del mondo. Qui a Miami però è riuscita, non solo a superare le qualificazioni, ma a vincere due partite nel tabellone principale.

La partita inizia con Kvitova al servizio, la ceca gioca molto aggressiva ma spesso perde le misure con il dritto. Davis si fa apprezzare per l’ottimo rovescio ma la seconda di servizio è morbida. Rapidamente l’americana si trova sotto di un break ma Petra in uscita dal servizio è molto fallosa e deve restituire il break. Per i successivi game il copione non cambia. Davis viene costantemente attaccata sulla sua seconda di servizio: “cerca le righe” le dice il suo coach e effettivamente quando l’americana riesce a disegnare il campo con il rovescio Kvitova fa molta fatica. La ceca con un’altra serie di gratuiti con il dritto deve cedere nuovamente la battuta. Le due giocatrici migliorano al servizio e fino al 6-5 riescono a vincere i propri game di battuta. “Ottima altezza di palla” continua il coach di Davis, Eddie Elliott. In una partita con così tanti break è complicato servire per rimanere nel set. Davis sente il momento e commette due errori con il suo colpo meno sicuro, il dritto.

La partita finisce qui. Kvitova nel secondo set va avanti di un break e limita gli errori con il dritto. Il rovescio è sempre stato il suo colpo più naturale e in questo parziale delizia i pochi spettatori presenti con alcuni rovesci incrociati vincenti. Il risultato finale recita 7-5 6-1 in favore della ceca che ora affronterà Veronika Kudermetova per un posto ai quarti di finale.

Il tabellone femminile completo di Miami

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
ATP4 settimane fa

Trattative Sky-FITP-Supertennis. A che punto è la negoziazione dei diritti-tv

Flash4 settimane fa

Diritti TV SKY e FITP: ecco lo scenario di questa aspra negoziazione infinita [VIDEO]

evidenza3 settimane fa

In Svizzera è polemica sulle On di Roger Federer. La risposta: “In Vietnam paghiamo oltre il minimo salariale”

ATP3 settimane fa

ATP Rotterdam: Sinner: “Fra uno Slam e una medaglia olimpica scelgo la seconda. Non vedo l’ora di conoscere i migliori atleti del mondo” [AUDIO]

evidenza3 settimane fa

Richard Krajicek: “Piatti mi disse di Sinner ‘diventerà un campione’”. Jannik al servizio è come Djokovic: la battuta è un extra, ma quando gli serve la mette dentro” [VIDEO INTERVISTA]

Flash3 settimane fa

Ubaldo da Rotterdam: “Sinner sulle orme di Camporese? Siamo qui apposta”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, il viaggio di Sinner continua: “Bisogna anche divertirsi. Io ho trovato le persone giuste al momento giusto” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, Sinner: “Contento del numero 3 ma le cose più importanti sono altre” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

Griekspoor, prima “vittima” delle 12 di fila di Jannik: “Per me Sinner è il più forte tennista del mondo” [AUDIO ESCLUSIVO]

Flash4 settimane fa

Mattarella: “Azzurri, in Coppa Davis ho visto un vero spirito di squadra” (Cocchi, Primavera) Campioni d’Italia (Guerrini) Sinner porta il tennis al Quirinale (Piccardi) Italdavis in festa, Sinner incoronato da Mattarella (Mei, Schito)

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement