WTA Cleveland: a Trevisan serve un set per entrare in partita e battere Sherif

Flash

WTA Cleveland: a Trevisan serve un set per entrare in partita e battere Sherif

L’azzurra, testa di serie numero 2, parte male ma riesce comunque ad eliminare l’egiziana Sherif

Pubblicato

il

Martina Trevisan - Roland Garros 2022 (foto Roberto Dell'Olivo)
 

[2] M. Trevisan b. M. Sherif 2-6 6-2 6-4

Non è la miglior versione di Martina Trevisan, ma d’altronde la superficie e le due sconfitte consecutive tra Toronto e Cincinnati non potevano far certo presagire una versione Roland Garros della 28enne fiorentina. La numero 27 del mondo, seconda testa di serie del tabellone del WTA250 di Cleveland, sbaglia molto nel primo parziale, poi riesce però a sciogliersi nel corso della partita, riducendo il numero degli errori e aumentando la resa con la prima di servizio.

IL MATCH – Trevisan deve subito cedere la battuta a quindici in avvio, tradita da un doppio fallo e due errori di dritto. A fare la differenza è proprio questo colpo in particolare, che vede piuttosto fallosa l’azzurra, mentre è molto incisiva e penetrante Sherif, che sale 2-0. La numero 27 del mondo stenta ad ingranare e, complice anche un insolito doppio fallo (con due falli di piede consecutivi), perde ancora il servizio. L’egiziana gioca bene da fondo e sbaglia decisamente meno, ma pian piano Trevisan inizia a sciogliersi, recuperando uno dei due break di svantaggio con un bel vincente di dritto dal centro del campo.

L’onda del quinto gioco potrebbe essere importantissimo per l’italiana, che annulla altre tre palle break e risale sul 2-3 nonostante i soli due punti su dodici raccolti con la seconda nei primi tre turni di servizio. Nel sesto game la testa di serie numero 2 si porta prima sullo 0-30, poi sul 30-30 manda in corridoio un recupero non impossibile sulla smorzata della sua avversaria. Con questo errore, di fatto, si conclude il primo set di Trevisan, che perde ancora il servizio sul 2-4. Sherif archivia 6-2 un primo set interpretato decisamente meglio, tanto da fondo quanto al servizio. Troppo bassa la percentuale di prime in campo per l’azzurra (48%), così com’è emblematico il 2/15 con la seconda.

La numero 27 WTA prova a scuotersi in avvio di secondo parziale, passando a condurre per la prima volta nel match. Pare decisamente un’altra Trevisan rispetto al primo set, in grado di procurarsi due break point consecutivi. Sherif è brava però ad annullarli entrambi con il servizio, ma l’italiana tiene agilmente il terzo game, portandosi sul 2-1. L’allungo della numero 2 del seeding è però solo rimandato: l’egiziana va avanti 40-0, poi si incarta e subisce la rimonta della 28enne fiorentina, che vola sul 4-1.

A fare la differenza rispetto al primo set è certamente una maggiore quantità di prime in campo per l’azzurra, oltre ad un dritto ritrovato. Allo stesso tempo, bisogna registrare il calo di Sherif, per certi versi comunque provocato dalla crescita di Trevisan, ora decisamente più fluida nei movimenti. Gli scambi si allungano e questo non può che far piacere all’italiana, che riesce a procurarsi un set point sul 5-2. Alla prima chance utile, la semifinalista dell’ultimo Roland Garros restituisce il 6-2 e rimanda ogni discorso al terzo parziale. Certamente più positivo per la toscana il 72% di prime in campo, con cui ottiene il 78% dei punti.

Il set decisivo parte subito in lotta, con la numero 61 del ranking che si porta subito avanti 0-30 ma non riesce a procurarsi palle break, anche per via di una Trevisan decisamente centrata. L’azzurra trova più punti anche con alcune variazioni che mandano in tilt Sherif, sempre più sfiduciata. La testa di serie numero 2 fa la voce grossa non solo col servizio ma anche con il dritto, armi con cui riesce a portarsi prima sul 3-0, quindi sul 4-1. La partita sembra ormai indirizzata, ma quasi all’improvviso spunta una possibilità di break in favore dell’egiziana. Trevisan capisce che è il momento opportuno per spingere sull’acceleratore e, con due dritti pesanti, torna ad allargare la forbice tra sé e la sua avversaria: 5-2.

La situazione si è praticamente capovolta rispetto all’inizio di match, dato che a fare la partita con costanza – da tempo ormai – è l’italiana. La numero 27 del mondo ha la possibilità di chiudere al servizio sul 5-3, ma incappa in alcuni errori di troppo e, alla seconda chance, Sherif trova il contro-break. Trevisan è però fenomenale a cancellare subito quanto accaduto e a riprendere da dove aveva lasciato, ritrovando in un lampo profondità e precisione nei suoi colpi. Dopo oltre due ore di gioco, l’azzurra si impone 2-6 6-2 6-4 e ottiene la prima vittoria nella tournée americana (aveva perso al primo turno tanto a Toronto quanto a Cincinnati). Al secondo turno la attende la 33enne cinese Shuai Zhang, che ha impiegato appena un’ora per eliminare 6-2 6-1 Katerina Siniakova.

Il tabellone completo del WTA250 di Cleveland

Continua a leggere
Commenti
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement