US Open, quote finale maschile: favorito Alcaraz a 1,45

Flash

US Open, quote finale maschile: favorito Alcaraz a 1,45

Vale 2,70 invece il primo titolo Slam per Ruud. A 5,40 l’ennesima vittoria al quinto per lo spagnolo

Pubblicato

il

Saranno quindi Carlos Alcaraz e Casper Ruud a giocarsi il titolo 2022 dello US Open, in una finale che metterà in palio anche la prima posizione del ranking ATP. Qualcosa di oggettivamente imprevedibile all’inizio di questa stagione, ricca di sorprese ed eventi unici a livello tennistico ed extra tennistico, a partire dalla querelle Novak Djokovic agli Australian Open (con il serbo poi escluso anche a Flushing Meadows) alla rinascita di un Rafa Nadal che era parso prossimo al ritiro, dall’esclusione dei russi e bielorussi da Wimbledon all’exploit di Nick Kyrgios proprio ai Championships. Ci ritroviamo quindi con un diciannovenne, seppur predestinato a detta di tutti, e un ventitreenne, grande professionista e giocatore solidissimo ma da pochi pronosticato a questi livelli, pronti a salire in cima alla classifica mondiale.

Se alla vigilia di questo torneo ci si poteva aspettare, nonostante una campagna estiva americana non ottimale, che Alcaraz potesse arrivare fino in fondo (era il terzo favorito per i bookies), per quanto riguarda Ruud una sua vittoria finale era quotata in media a 50, con il norvegese addirittura terzo favorito nel suo quarto dietro a Taylor Fritz e Matteo Berrettini, quest’ultimo purtroppo facilmente battuto da Casper.

Prima finale Slam in assoluto per Carlitos, seconda per Casper, che a Parigi a giugno ha pagato la pressione del debutto, oltre che nell’affrontare l’idolo Nadal.

Per il terzo anno consecutivo a New York ci sarà così un vincitore Major nuovo di zecca, dopo i successi di Dominic Thiem e Daniil Medvedev; è la terza volta negli ultimi 8 anni che si affrontano due tennisti ancora a secco di Slam, come accaduto fra Marin Cilic e Kei Nishikori nel 2014 e poi due anni fa con Sasha Zverev che si fece rimontare due set da Thiem.

Due i precedenti, entrambi terminati con vittoria di Alcaraz in due set: il primo sulla terra di Marbella nell’aprile dello scorso anno, il secondo nella finale del Masters 1000 di Miami di quest’anno, dove lo spagnolo, giunto a quota 50 successi nell’anno solare, ha alzato uno dei suoi quattro trofei stagionali.

Bilancio complessivo nelle finali di 9 vittorie e 4 sconfitte per Ruud, che ha però perso le due più importanti (le già citate di Parigi con Nadal e Miami proprio con Alcaraz), portando a casa solo titoli ATP 250; per lo spagnolo il record è 6-2, con le due sconfitte arrivate per mano di Lorenzo Musetti e Jannik Sinner, rispettivamente ad Amburgo e Umago, ma con già in cascina due trofei 1000 (Miami e Madrid), due 500 (Rio de Janeiro e Barcellona) e le Next Gen Atp Finals dello scorso anno.

Percorso sicuramente più agevole quello di Ruud fino alla finale, con il solo Tommy Paul al terzo turno capace di portarlo al quinto set; anche nella semifinale con Karen Khachanov lo scandinavo è sembrato sempre in controllo, dominando secondo e quarto set dopo aver vinto al tie break un primo parziale zeppo di break e contro break, rilassandosi solo sul finire del terzo.

Ben più complicato il cammino di Carlos, che anche contro un ottimo Frances Tiafoe ha avuto bisogno di cinque set per avere la meglio; terza partita consecutiva conclusa al set decisivo e oltre le quattro ore di gioco, ma questa volta, rispetto alle precedenti, il diciannovenne di Murcia non ha dovuto rimontare anche un break nell’ultimo parziale, come accaduto con Marin Cilic e Jannik Sinner.

Secondo i bookmakers di Bwin il favorito della finale è Alcaraz, dato a 1,45, con un’altra sua secca vittoria, come avvenuto nei due confronti diretti in cui non ha concesso set, data a 3,15 da Betpoint. Per chi pensa che lo spagnolo possa pagare la stanchezza o l’emozione per la prima finale Slam, un successo di Ruud è dato a 2,70. Per chi volesse credere in una quarta maratona portata a casa da Carlos, la quota di un suo 3-2 è a 5,40 per Goldbet.

    BETPOINTGOLDBETBWIN
C. ALCARAZC. RUUD1,43 – 2,761,46 – 2,751,45 – 2,70
***Le quote sono aggiornate alle 17 di sabato 10 settembre e sono soggette a variazione
Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
evidenza1 settimana fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash1 settimana fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria1 settimana fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash3 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash3 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP2 mesi fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza2 mesi fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP2 mesi fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement