Coppa Davis: Argentina-Svezia 1-2, i fratelli Ymer battono Baez e Schwartzman

Coppa Davis

Coppa Davis: Argentina-Svezia 1-2, i fratelli Ymer battono Baez e Schwartzman

Elias Ymer batte Sebastian Baez in due set, così come il fratello Mikael contro una versione alquanto insufficiente di Diego Schwartzman. Gli scandinavi primi vincitori a Bologna

Pubblicato

il

 

Davis Cup Finals Group Stage

Gruppo A (Bologna)

Argentina-Svezia 1-2

E. Ymer (SWE) b. S. Baez (ARG) 6-4 3-6 7-6(4)

M. Ymer (SWE) b. D. Schwartzman (ARG) 6-2 6-2

M. Gonzales/H. Zeballos (ARG) b. A. Goransson/E. Ymer (SWE) 3-6 6-3 6-2

Il primo turno di questo girone che vedrà domani coinvolta anche la nostra Italia è cominciato con la vittoria di Elias Ymer contro Sebastian Baez. Lo svedese spreca 3 matchpoint nel secondo set contro l’argentino ma vince per miracolo al tiebreak del terzo set.

IL MATCH

Ymer comincia il primo set subito aggressivo, andando a prendersi il break già al terzo gioco. Solido e concentrato lo svedese deve annullare una palla del contro break sul 3 a 2 contro l’argentino Sebatian Baez che ha cercato di rimanere aggrappato per tutto il primo set. L’argentino non ha infatti più perso un turno di servizio ma anche lo svedese rimane solido e chiude 6-4 in meno di un’ora di gioco. Nel secondo set invece la prima palla break arriva per l’argentino sul 2 a 1 e per via di un brutto errore di Ymer riesce ad andare sopra 3 giochi a 1. Senza ulteriori break il secondo set si conclude altrettanto velocemente e senza grandi scambi da segnalare: 6 giochi a 3 per l’argentino. I due iniziano quindi il terzo e decisivo set dopo 1 ora e mezza di gioco. Lo svedese parte aggressivo conquistandosi subito il primo break del terzo set portandosi avanti 2 a 0. Sul 5 a 2 per Elias Ymer arrivano ben tre matchpoint ma la costanza di Baez mixata alla paura dello svedese fanno girare la partita fino al tiebreak di un terzo set che sembrava già essere finito parecchio tempo prima. Ma questi non sono stati gli unici matchpoint sprecati di quella che è stata una partita da mandare lo svedese al manicomio. Nel tiebreak, sul 6-3 arrivano altri due matchpoint per Ymer il quale vede sfumare il primo, per una palla fuori di pochi millimetri. Ma non il secondo. Quel che è certo però, è che Elias Ymer si ricorderà sicuramente di questa partita e di come le cose possono girare in fretta.

Il secondo turno di Svezia-Argentina è toccato a Mikael Ymer contro Diego Schwartzman, che come il fratello ha vinto, lui però in soli due set 6-2 6-2. Il primo set si è giocato quasi sempre sull’errore di Schwartzman. L’argentino oggi ha giocato un tennis nettamente al di sotto del suo livello. Tantissimi, troppi, errori non forzati hanno regalato allo svedese una partita al quanto facile da portare a casa.

IL MATCH

Arriva la prima palla break dopo mezz’ora di gioco per Ymer ma Diego prende l’iniziativa forse per la prima volta dall’inizio del match e l’annulla. Ymer fa il punto più bello della partita subito dopo e si guadagna un’altra palla break. Questa volta Schwartzman commette un errore di profondità e lo svedese conquista il break: 4-2. Diego cerca di rifarsi nel game successivo cercando di più la rete e di andare a comandare lo scambio, e arriva la palla break anche per lui. Ymer però l’annulla con il primo ace della partita. E consolida il suo vantaggio, si gira 5-2 per la Svezia. Schwartzman riesce a procurarsi diverse palle del 5-3 ma non riesce a chiudere finché arriva un’altra palla break per la Svezia: Mikael Ymer chiude questo set con un ottimo passante sulla riga che gli permette di andare a sedersi avanti 1 set a 0: 6-2. Nel secondo set lo svedese si aggiudica di nuovo il break per primo sull’1 a 0. E presto ne arriva un’altra per Ymer anche sul 4-1 che ha tutta l’aria di essere un matchpoint. E infatti il braccio di Ymer si blocca proprio perché sente la stessa tensione del punto decisivo in questa risposta. 40 pari e di colpo Ymer sente la paura anche nel game successivo. L’argentino va a prendersi almeno il game che lo porta sotto 4-2. Ma da lì la partita vola via veloce per lo Svedese che chiude contro un pessimo Diego Schwartzman 6-2 6-2.

IL DOPPIO – Il terzo rubber, ovvero il doppio finale di Argentina-Svezia, è stato disputato tra gli argentini: Maximo Gonzalez e Horacio Zeballos; contro gli svedesi: Andre Goransson e Ymer Elias. Gli svedesi partiti aggressivi si sono aggiudicati il primo set con un punteggio di 6 giochi a 3. Nel secondo set gli argentini sono riusciti ad aggiudicarsi finalmente un break portandosi avanti 5 giochi a 3 fino ad aggiudicarsi il terzo e decisivo set. Il terzo set è stato la rivincita dell’Argentina in una giornata di sconfitte. Due break a favore di Gonzalez e Zeballos hanno concesso agli argentini di ritrovare la fiducia e la grinta perse nei singolari, per portare a casa una vittoria meritata nel doppio con un punteggio di 36 63 62.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Editoriali del Direttore4 settimane fa

Australian Open: Sabalenka regina quasi scontata. Bolelli Vavassori in vista Slam. E diritti tv: Sky, Supertennis, FITP: la negoziazione langue

ATP4 settimane fa

La storia del tennis italiano chiama a sé Sinner, da De Stefani a Berrettini passando per le vittorie di Pietrangeli, Panatta, Schiavone e Pennetta

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Jannik Sinner è molto più calmo di tutti quelli che oggi lo osannano. Un anno fa era il tennista dei… senza

Novak Djokovic - Australian Open 2024 (X @AustralianOpen)
Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Djokovic: “Sono scioccato, uno dei miei peggiori match di sempre”

Editoriali del Direttore3 settimane fa

Jannik Sinner non è un patriota per cui tifare perché non paga le tasse in Italia? Non sono d’accordo con Aldo Cazzullo e Massimo Gramellini

ATP3 settimane fa

Trattative Sky-FITP-Supertennis. A che punto è la negoziazione dei diritti-tv

Flash4 settimane fa

Australian Open, Scanagatta: “Ora per tutti Sinner è diventato il favorito. Per lui meglio Medvedev piuttosto che Zverev. E’ stato 7 ore in campo meno del russo battuto a Pechino, Vienna e Torino” [VIDEO]

Jannik Sinner - Australian Open 2024 (foto X @AustralianOpen)
Australian Open4 settimane fa

Australian Open: estasi Sinner! Djokovic si arrende in quattro set, è la prima finale Slam [VIDEO]

Australian Open4 settimane fa

Australian Open: Cahill e Vagnozzi, i “tagliatori” del diamante Sinner

Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Vagnozzi prima della semifinale: “Le vittorie degli ultimi sei mesi hanno reso Jannik più forte e consapevole”

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement