WTA Monastir: il bel torneo di Stefanini finisce con un ritiro

Flash

WTA Monastir: il bel torneo di Stefanini finisce con un ritiro

L’azzurra non recupera dalla fatica della maratona vinta con Linette e si ritira sotto di un set e un break

Pubblicato

il

A Monastir al “Jasmin Open”, Lucrezia Stefanini non recupera dalla fatica della maratona con Linette e si ritira in avvio di set lasciando strada a Diane Parry già in vantaggio di un set e un break, 6-3, 1-0 (30-15).

Davvero un peccato per l’azzurra grande protagonista fin qui al WTA Monastir tra la qualificazione e la vittoria al primo turno su Magda Linette. La francese conquista i quarti dove attende la vincente del match tra Kudermetova e Frech. La gara si è protratta sino all’ora di gioco quando è arrivato l’abbandono da parte della n. 152 del ranking WTA.

Parry è partita fortissimo, portandosi sul 5-0 con un invidiabile 14/14 punti realizzati su altrettante prime di servizio. Stefanini, oltre ad aver problemi con la risposta sulla prima dell’avversaria, fa fatica a impostare il gioco sulla sua seconda di servizio. L’azzurra ha un sussulto e dopo aver evitato il 6-0, annulla quattro set point prima di accorciare sul 5-3 per la sua avversaria. La quinta palla set è decisiva per chiudere il primo parziale in favore della francese. La prima palla break del secondo set indirizza subito il parziale prima che Stefanini sul 30-15 saluti tutti. Applausi comunque per la 24enne di Carmignano.

GLI ALTRI MATCH – Sempre al “Jasmin Open”, Katerina Siniakova non si ripete e va fuori al secondo turno contro Claire Liu. Dopo le meraviglie slovene, per la russa arriva lo stop in due set con il punteggio di 7-5, 6-2 in 1he31’. Ben sette i break in dodici turni di servizio necessari per consegnare la prima frazione a Liu. Avanti di un break in tre circostanze, la campionessa di Portorose non riesce ad allungare a causa anche di una prima di servizio servita col 53% e ben otto doppi falli commessi. Siniakova non tiene mai il suo turno di battuta anche nel secondo set e muove il punteggio solo grazie ai due break ottenuti.

Al “Jasmin Open” Alize Cornet dimostra di avere un’ottima condizione fisica. Chiude in due set la sfida con la britannica Dart, vincendo 6-3, 6-4 in 1he39’. Si complica la vita nel corso del primo set e sul finire di gara, ma per il resto domina con serenità la gara. La n. 37 del ranking WTA si porta avanti subito di un break in una sfida in cui fa la differenza soprattutto con la prima di servizio. Il controbreak nel corso del settimo gioco non sortisce particolari cambi di rotta, in un set che Cornet riesce a far suo con il punteggio di 6-3. La francese parte forte anche nel secondo parziale: limita gli errori al servizio e allunga sul 3-0 pesante con due break di vantaggio. Nel quarto gioco è Dart a rientrare in partita, sfruttando una prima di servizio assente per Cornet. Quando torna avanti di due break e va a servire per il match sul 5-2, il meccanismo, in casa della francese, si inceppa e cominciano i guai. Dart recupera un break, soffre nel nono gioco ma ugualmente accorcia le distanze sul 5-4. Cornet pone fine allo spettacolo offerto ai tifosi, chiudendo a zero il game decisivo. Prossimo turno vedrà opposta la francese alla vincente del match tra Potapova e Zidansek.

A chiudere la giornata ci hanno pensato Elise Mertens e Despina Papamichail. A sorpresa è stata la greca, numero 175 del ranking, a conquistare un primo set molto lottato. Nonostante il break realizzato in avvio, infatti, la tennista belga – numero 5 del seeding – non è riuscita a mantenersi in vantaggio fino alla fine, venendo agguantata sul 4-4. Quando tutto sembra avviato verso il tie-break, Mertens perde una seconda volta la battuta, cedendo 7-5 il primo parziale. Da quel momento, tuttavia, la numero 42 WTA non lascia che le briciole, vincendo 12 degli ultimi 15 game, anche grazie al crescente aiuto del servizio. Finisce così 5-7 6-1 6-2 in favore della giocatrice belga, che attende ai quarti una tra Petra Martic (testa di serie numero 4) e Moyuka Uchijima.

QUI IL TABELLONE AGGIORNATO DEL WTA DI MONASTIR

Paolo Michele Pinto

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
evidenza4 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash4 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria7 giorni fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza1 settimana fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash3 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza1 mese fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement