WTA Hua Hin: Andreescu e Maria in evidenza, due ucraine ai quarti

Flash

WTA Hua Hin: Andreescu e Maria in evidenza, due ucraine ai quarti

Andreescu conferma i favori dei pronostici. Ai quarti sarà sfida con Kostyuk. Che brutta giornata per Yastremska contro Maria

Pubblicato

il

Marta Kostyuk - WTA Hua Hin 2023 (Twitter @wta)
Marta Kostyuk - WTA Hua Hin 2023 (Twitter @wta)

Parla ucraino il torneo WTA di Hua Hin. Ben due delle tre atlete ucraine in tabellone accedono ai quarti di finali. Kostyuk elimina Hibino agevolmente, mentre Tsurenko in tre set avanza nel torneo battendo la testa di serie n. 4, Kalinskaya. Per il resto confermano i favori dei pronostici sia Andreescu che Maria.

La canadese sembra a suo agio sul cemento thailandese. Zakharova va fuori in due set, 6-2, 7-5, in 1ora e 32’.  Tutto facile per Bianca Andreescu nel corso del primo parziale: la testa di serie n. 1 va avanti di due break, prima di perdere il servizio nel quarto gioco. Arriva un altro break in suo favore nel settimo gioco: è decisivo per il primo parziale chiuso 6-2. Nel secondo set c’è più partita, con la russa che fatica, però, con la prima del servizio con la quale ottiene solo il 58% dei punti. Nell’undicesimo gioco arrivano le prime palle break del parziale e parlano canadese. Bianca Andreescu strappa a zero il servizio e chiude 7-5 nel turno di battuta successivo. Ai quarti sfiderà Marta Kostyuk.

L’ucraina batte Nao Hibino con il punteggio di 6-3, 7-6(9) in 1ora e 34’. Partita non molto spettacolare e ricca di errori. Kostyuk vince, malgrado abbia servito con il 46% di prime e fatto registrare ben sette doppi falli. L’ucraina scappa via subito sul 3-1, ma concede il controbreak nel turno successivo alla prima opportunità. La giapponese non approfitta di una doppia occasione capitatale nel settimo game per passare avanti nel punteggio. Nell’ottavo gioco, Kostyuk strappa il servizio alla sua avversaria e non trema in quello successivo, quando chiude 6-3. Nel secondo set l’ucraina domina, arriva due volte a matchpoint, ma incredibilmente si complica la vita: deve annullare due setpoint prima di ottenere il passaggio del turno. Tre break consecutivi segnano l’inizio del secondo set e danno il vantaggio nel parziale a Kostyuk. L’ucraina sale con la prima di servizio e passa dal 42% al 49%. Ma ci sono sei doppi falli a rimettere in carreggiata Hibino, dopo che quest’ultima deve annullare due matchpoint nell’ottavo gioco. Si decide tutto al tie break: la giapponese due volte arriva al setpoint, ma non basta. Il terzo matchpoint è quello decisivo.

L’altro quarto di finale della parte alta del tabellone vedrà in campo Lesia Tsurenko e Tatjana Maria. L’ucraina vince in tre set su Anna Kalinskaya. Per la russa avvio horror: incappa in un 6-0 caratterizzato da percentuali bassissime con la prima di servizio, 43%. Nel secondo set il match è assolutamente irregolare: vi sono dieci break su tredici giochi. Eppure nel nono gioco, quando Tsurenko va a servire per il match sembra tutto scritto. L’ucraina si porta 40-15 ma inspiegabilmente si ferma sul più bello e fa rientrare in partita la su avversaria. La n. 53 del ranking si porta a set point prima di cedere il servizio a sua volta e far decidere tutto nel tiebreak de lei dominato. Arriva la reazione di Tsurenko nel terzo parziale: sale 2-0 mostrando un piglio diverso in avvio di parziale. Ma nel quarto gioco comincia un poker di fila di break che rimettono in pole position la n. 136 del ranking. Al terzo match point e un’ora più tardi, l’ucraina conquista i quarti di finale.

 Molto più agevole il compito della tedesca Tatjana Maria che batte in due set Dayana Yastremska 6-0, 6-4. Nel primo parziale non c’è partita, con Maria che infila nove gioco in fila trovandosi 6-0, 3-0, prima di complicarsi la vita. L’ucraina torna sotto nel parziale, 3-2, ma altri cinque break consecutivi la condannano all’eliminazione. Per dare un’idea di quanto sia stata storta la giornata di Dayana, può bastare dire che su 58 punti totali vinti da Maria, 44 sono stati errori gratuiti dell’ucraina.

IL TABELLONE DEL WTA 250 DI HUA HIN

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
evidenza5 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash6 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria1 settimana fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash3 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash3 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza2 mesi fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP2 mesi fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement