ATP Indian Wells: la vecchia guardia barcolla ma non molla, avanti Murray e Gasquet

ATP

ATP Indian Wells: la vecchia guardia barcolla ma non molla, avanti Murray e Gasquet

Negli altri match di giornata segnalamo le vittorie sofferte di Sir Andy, Sock e Gasquet; non esce dal tunnel invece Thiem

Pubblicato

il

Stan Wawrinka - ATP Masters 1000 Parigi-Bercy 2022 (foto: twitter @RolexPMasters)
 

Riportiamo di seguito il risultato e il dettaglio dei match della prima giornata del torneo maschile di Indian Wells 2023 a nostro avviso più interessanti:

Murray A. b Etcheverry T. 6-7 (5), 6-1, 6-4

Cominciamo dal vecchio leone britannico, che come da consuetidine in questo 2023 porta il match sul piano della guerra fisica e mentale. Oltre 3 ore di battaglia per il britannico, che al prossimo turno se la vedrà con Pablo Carreno Busta. Ma veniamo alla cronaca del match, che riassumiamo nella nostra grafica (per una legenda dei grafici potete rivedere qua)

 

Partita equilibrata per due set, nei quali a prevalere mentalmente sono stati in un caso l’argentino, e nell’altro il britannico. Nel primo parziale in particolare la combinazione di efficienza al servizio e di incisività in risposta ha portato in dote ai due giocatori un numero di palle break pari a 3 per Etcheverry e 10 per Murray, con un solo break trasformato per entrambi. Un dato che chiaramente ha pesato nell’economia del set con lo scozzese che ha ceduto le armi con un brutto finale di tie break. Detto di un secondo set senza storia, il match ha visto il suo clou nell’ottavo e nel nono game del terzo set. Prima Murray annulla 2 palle break mortifere, e poi nel game successivo alla quinta occasione di break acciugga il game che lo porterà a servire con successo per il match. Alla fine partita dominata soprattutto in risposta da Murray, le performance di realizzazione sulla seconda di servizio sono state pari a 33% (12/36) per Etcheverry. e 62% (28/45) per Murray,

R. Gasquet b Gojo b. 6-4, 6-7 (5), 6-2

Altro match che ha visto prevalere una vecchia volpe alla distanza, a spuntarla infatti è il 36enne francese.

Partita nella quale Gojo ha fatto valere la sue doti sulla prima di servizio, ma che alla fine non è stato sufficiente per permettergli di portare a casa il match. Partita che ha trovato il suo fulcro di interesse nel secondo parziale nel quale prime di servizio in campo sono state 56% per Gojo e 51% per Gasquet con una percentuale di realizzazione sulla prima pari a 79% (15/19) per Gojo e 65% (17/26) per Gasquet. In risposta invece, le performance di realizzazione sulla seconda di servizio sono state pari a 60% (15/25) per Gojo e 60% (9/15) per Gasquet. La combinazione di efficienza al servizio e di incisività in risposta ha portato in dote ai due giocatori un numero di palle break pari a 7 per Gojo e 4 per Gasquet La gestione della pressione in queste situazioni di break point ha avuto come risultato un tasso di conversione pari a 40% (2/5) per Gojo e 100% (2/2) per Gasquet. Il saldo vincenti-errori non forzati è stato +7 per Gojo e -6 per Gasquet. Il vincitore del terzo set è stato Gasquet. Un parziale che insomma Gasquet ha tentato di scippare, ma senza successo. In ogni caso lo sforzo soprattutto mentale è stato fatale a Gojo che è poi crollato nel terzo set.

Mannarino A. b Thiem D. 4-6, 6-4, 7-6 (5)

Altra sconfitta sanguinosa per Thiem che non riesce a sfruttare un sorteggio tutto sommato abbordabile, che l’aveva messo di fronte a Mannarino. Continua il 2023 horribilis per Thiem che se continua rischia seriamente di allontanarsi anche dalla top 100.

Partita che era iniziata bene per l’austriaco che nel primo parziale dopo un avvio accidentato era riuscito ad assestarsi e a breakkare in volata di set il francese. Peccato però per Thiem l’improvviso blackout a metà secondo set, quando si trovava comodamente sul 4-1 e a due game dalla vittoria. Da lì in poi i dolori del (non più) giovane Thiem sono cominciati e hanno lasciato spazio allo psicodramma che ha trovato il suo culmine nel tie break del terzo set dove Mannarino è stato lesto ad approfittare della prima occassione di match point. Match nel quale comunque Thiem ha fatto il suo sulla prima di servizio, mentre non ha trovato particolare fortuna sugli scambi palleggiati. Le statistiche infatti sulla prima di servizio parlano di percentuali di prime di servizio in campo pari al 56% per Thiem e il 61% per Mannarino, con una percentuale di realizzazione sulla prima di 72% (39/54) e 61% (39/64), rispettivamente. In risposta invece, le performance di realizzazione sulla seconda di servizio sono state pari a 27% (11/41) e 49% (21/43). La combinazione di efficienza al servizio e di incisività in risposta ha portato in dote ai due giocatori un numero di palle break pari a 8 per Thiem e 6 per Mannarino. La gestione della pressione in queste situazioni di break point ha avuto come risultato un tasso di conversione pari a 50% (4/8) e 67% (4/6). Il saldo vincenti-errori non forzati è stato -5 per Thiem e -11 per Mannarino che però alla fine ne è uscito vincitore.

Sock J. b Barrere G 6-4, 6-2

Chiudiamo infine con un risultato tutto sommato a sorpresa, sia nell’esito che nel modo in cui è arrivato, con l’americano che no ha lasciato scampo al francese, che in questo 2023 si era ben comportato, conquistandosi in varie occasioni l’accesso al tabellone principale dei tornei dopo turni di qualificazione.

Partita che in pratica è racchiusa nel secondo e nel terzo game del match, con Sock che prima annulla due palle break sul proprio servizio e poi alla seconda occasione trasforma il break che lo porterà a conquistare la prima frazione. A livello statistico le prime di servizio in campo sono state 52% per Barrere e 62% per Sock, con una percentuale di realizzazione sulla prima pari a 58% (19/33) e 76% (29/38) rispettivamente. In risposta invece, le performance di realizzazione sulla seconda di servizio sono state pari a 39% (9/23) e 48% (15/31). La combinazione di efficienza al servizio e di incisività in risposta ha portato in dote ai due giocatori un numero di palle break pari a 2 per il giocatore francese e 5 per il giocatore statunitense. La gestione della pressione in queste situazioni di break point ha avuto come risultato un tasso di conversione pari a 0% (0/2) per Barrere e 50% (3/6) per Sock. Il saldo vincenti-errori non forzati infine è stato -10 per Barrere e +4 per Sock.

Continua a leggere
Commenti

ATP

Italiani in campo oggi 28 maggio: Giorgi sul centrale, Sonego, Musetti, Arnaldi ed Errani. A che ora e dove vederli

Sara Errani pronta a sorprendere Jill Teichmann, Matteo Arnaldi alla sua prima assoluta a Parigi con Daniel Galan

Pubblicato

il

Finalmente si parte con il secondo Slam della stagione! Prima delle tre domenica in cui si articolerà la manifestazione rossa e già alcuni campioni impegnati nei loro primi turni. Per i nostri colori oggi scendono in campo tre uomini e due donne; vediamo nel dettaglio i loro incontri.

Uomini

Sul court numero 12 Matteo Arnaldi incrocia il colombiano Daniel Galan. Il ventisettenne sudamericano attualmente ricopre la novantesima posizione nel ranking e quest’anno si è segnalato per aver disputato la finale del challenger di Sarasota. A Roma non è riuscito a qualificarsi.

Non ci sono precedenti con il nostro Matteo, che recentemente è entrato nei top 100 grazie ai sedicesimi di finale a Madrid. I maggiori siti di Betting vedono l’italiano favorito: Matteo è pagato da 1,50 (bet365 e Snai) a 1,48 (Sisal), mentre per Galan abbiamo il 2,65 di Goldbet ma anche il 2,54 di Planetwin.

 

Fiducia ad Arnaldi, dunque, forse anche per l’intraprendenza con cui ha ottenuto i suoi primi risultati nel circuito maggiore.

Indicativamente dopo le 14 sul campo numero 13 sono attesi Lorenzo Sonego e Ben Shelton. Il ventenne americano è testa di serie numero 30 in virtù di una crescita rapidissima che lo sta vedendo protagonista anche sulla terra rossa europea dagli inizi di aprile all’Estoril.

Unico precedente tra i due i trentaduesimi di finale a Cincinnati 2022: vinse l’allora numero 229 del ranking, che superò Lorenzo 7-5 al terzo. Spazio al fast tennis, sarà un match imprevedibile.

I bookmaker concedono fiducia all’esperienza del torinese: Planetwin assegna 2,80 al ragazzo di Atlanta, mentre bet365 addirittura quota a 3,00 il passaggio del turno del favorito numero 30. Per il torinese 1,40 di Snai e 1,42 di Sisal. L’esperienza di Shelton sul clay è probabilmente valutata ancora troppo debole.

Campo numero sette, un’ora dopo circa: ecco la testa di serie numero 17 Lorenzo Musetti alle prese con lo svedese Mikael Ymer. Per lo svedese solo cinque incontri sul rosso quest’anno: tre nel challenger di Bordeaux e due a Lione durante il secondo dei quali ha subito un default mentre era impegnato con il francese Fils.

Poco esaltante il suo percorso quindi, per risultati come per condotta in campo. Le quote, di conseguenza, sono piuttosto avare per chi punta sul tennista di Carrara: si va dall’1,19 all’1,21 di Goldbet. Sisal concede 4,25 per chi rischia i propri averi sulle fortune dello svedese, Snai arriva a 4,50.

Unico precedente nei sedicesimi del torneo di Rotterdam 2022: sul duro e indoor, condizioni maggiormente gradite al suo avversario, Musetti si impose in tre set, 6-3 6-7 6-3.

Donne

Per una delle due italiche fanciulle subito gli onori del Philippe Chatrier. Camila Giorgi scende il campo contro la nizzarda Alizé Cornet. Per la trentatreenne francese finora la stagione è risultata povera di soddisfazioni e il ranking personale è sceso fino alla sedia numero 59, la peggiore da un anno e mezzo a questa parte.

Camila, quest’anno vincitrice a Merida, è quotata 1,44 da bet365 e 1,47 da Goldbet. Troviamo Cornet a 2,75 (Sisal, Bet365) e a 2,70 (Goldbet, Eurobet). Visti gli ultimi risultati delle due la valutazione su Giorgi sembra invitante, anche perché l’atleta di Macerata è in vantaggio 5-2 negli scontri diretti, avendo vinto proprio gli ultimi 5. Camila non ci perde dal 2014.

Court numero sei a metà pomeriggio per Sara Errani che sfida l’elvetica Jill Teichmann. È una sfida senza precedenti; Sara arriva da una serie di battaglie al Firenze Ladies Open, pronta a dare tutto come sua abitudine.

Jill è scesa alla posizione numero 75 del ranking non essendo riuscita a replicare i buonissimi risultati sul rosso del 2022 (semifinali a Madrid e quarti a Roma). Solo un match vinto per lei sul rosso sino ad ora. I siti di betting scelgono comunque l’elvetica con quote forse poco interessanti alla luce di quanto visto recentemente sul campo. Planetwin propone 1,32 Bet365 sale a 1,36. Per Sara 3,20 (Snai, Sisal) e 3,30 (Planetwin).

Ricordiamo che Roland Garros è trasmesso in esclusiva su Eurosport 1 e 2. I match saranno in streaming so Discovery+ ed Eurosport player; i due canali euro sport saranno visibili anche gli abbonati DAZN, Sky e Tim Vision.

Continua a leggere

ATP

ATP Lione: Fils stende anche Cerundolo, è il primo 2004 a vincere un torneo del tour maggiore

Straordinario risultato per il francese che non ha ancora compiuto 19 anni. Ora è a ridosso dei primi 60 del mondo

Pubblicato

il

Arthur Fils - Lione 2023 (foto Facebook Open Parc Auvergne-Rhône-Alpes)

[WC] A. Fils b. [4] F. Cerundolo 6-3 7-5

La Francia festeggia alla vigilia del Roland Garros: Arthur Fils diventa il primo giocatore nato nel 2004 a vincere un torneo e lo fa sul suolo di casa a Lione battendo in 2 set l’argentino Francisco Cerundolo, il giustiziere di Jannik Sinner al Foro Italico.

Fils, che compirà 19 anni il prossimo 12 giugno, ha vinto il primo set sfruttando un unico break nel sesto gioco e nel secondo è stato bravissimo a non scoraggiarsi dopo non essere riuscito a confermare per ben due volte il break ottenuto nel secondo. Ci è riuscito al terzo tentativo quando è andato a servire sul 6-5 facendo esplodere il pubblico di casa.

 

Ora lo attende Alejandro Davidovich Fokina al primo turno dello Slam di casa ma questo risultato gli consentirà di portarsi a ridosso dei primi 60 del mondo nella classifica di lunedì 29 (N.63)

Il ragazzo di Metz si porta a casa il primo trofeo dopo appena 14 partite giocate nel circuito maggiore, in questo torneo aveva beneficiato del forfait di Felix Auger-Aliassime, N.1 del seeding del torneo

I primi “campioni” per anno di nascita (dal 1980)

Continua a leggere

ATP

ATP Ginevra: Jarry centra il secondo titolo dell’anno, battuto Dimitrov

Il cileno Nicolas Jarry vince sulla terra svizzera il terzo ‘250’ della sua carriera. Grigor Dimitrov regge solo nel primo set

Pubblicato

il

Nicolas Jarry - ATP Santiago 2023 (foto Twitter @Chile_open)

N. Jarry b. [4] G. Dimitrov 7-6(1) 6-1

Al Gonet Geneva Open a trionfare contro pronostico è Nicolas Jarry che supera la testa di serie numero 4 Grigor Dimitrov col punteggio di 7-6(1) 6-1. Il veterano bulgaro ha tenuto il ritmo del cileno per tutto il primo set (durato 65 minuti) perdendo il servizio nel terzo break, ma riuscendo a pareggiare i conti sul 4-4. Da lì in poi si è proseguiti spediti verso il tiebreak dove Jarry ha letteralmente dominato perdendo un solo punto. Il secondo set è stato un altro assolo per Nicolas, iniziato con due break e un rapido 5-0. Il 32enne Dimitrov ha giusto avuto il tempo di trovare il tempo del game della bandiera ma alla fine ad alzare le briaccia al cielo è stato Jarry. Per il bulgaro numero 33 del mondo si trattava della sedicesima finale in carriera, con un bilancio vittorie sconfitte sul 50%.

IL TABELLONE COMPLETO DEL TORNEO

 

Mi sento benissimo”, ha detto Jarry. “È stato un anno fantastico. Dopo tutto il lavoro con la mia squadra e la mia famiglia, stiamo vivendo un anno fantastico e ne sono molto felice. È molto speciale. Due finali, un titolo qui. Sono molto felice.” Sono le parole del numero 54 del mondo che quest’anno aveva già messo in bacheca un trofeo nel torneo di casa a Santiago, il Chile Open, dopo il primo datato 2019 a Bastad, tutti sulla terra, tutti di categoria 250. Con questo risultato Jarry sale di 19 posizioni fino alla posizione numero 35 in classifica, superando il precedente numero 38, best ranking raggiunto nel luglio 2019.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement