All’ITF di Gubbio il 17enne Gabriel Debru vince il suo primo titolo professionistico

Flash

All’ITF di Gubbio il 17enne Gabriel Debru vince il suo primo titolo professionistico

In finale, davanti al pubblico delle grandi occasioni, Federico Arnaboldi è costretto alla resa dopo una tenace resistenza.

Pubblicato

il

 

Sui campi del CT Gubbio, i cui spalti erano gremiti al massimo della capienza, il giovanissimo francese Gabriel Debru (prima testa di serie del torneo) ha battuto in finale Federico Arnaboldi (seconda testa di serie) al termine di un match molto combattuto e anche spettacolare che si è concluso col punteggio di 6-4 3-6 6-3. Debru che già l’anno scorso in terra umbra aveva disputato un ottimo torneo, fermandosi in semifinale, ha dimostrato di avere ben speso questi 12 mesi, mostrando grandi miglioramenti e una nuova maturità. E se fa un po’ impressione parlare di nuova maturità a proposito di quello che in fin dei conti rimane un adolescente, bisogna comunque ricordare che il 17enne originario di Grenoble porta da tempo le stimmate del predestinato.

Come conferma la vittoria al Roland Garros Juniores dello scorso anno, quando poi chiuse la stagione al n.1 delle classifiche mondiali. Qui a Gubbio il suo torneo è stato molto consistente e non ha mai dato l’impressione di poter perdere, anche se almeno in un paio di occasioni ha dovuto tirare fuori gli artigli, costretto al terzo set oltre che in finale, anche nei quarti contro un combattivo Alessandro Pecci. Quella di Gubbio è la sua prima vittoria in campo professionistico, che gli consente di migliorare il proprio best ranking alla posizione n.368 ATP.

Molto bene comunque anche il più giovane dei cugini Arnaboldi che, pur reduce da un anno difficile dopo il divorzio da Diego Nargiso e i diversi infortuni che ne hanno ostacolato il percorso, ha lottato con tutte le proprie forze per mettere in bacheca il suo quarto titolo ITF (Bergamo, L’Aquila e Padova i precedenti) e non ha lasciato niente d’intentato per riuscirci, salvo doversi arrendere ad un avversario più forte. Molto soddisfatti gli organizzatori che parlano di un’edizione da record e che per l’anno prossimo sono fiduciosi di poter crescere ulteriormente diventando un 25.000$.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
ATP4 settimane fa

Trattative Sky-FITP-Supertennis. A che punto è la negoziazione dei diritti-tv

Flash4 settimane fa

Diritti TV SKY e FITP: ecco lo scenario di questa aspra negoziazione infinita [VIDEO]

evidenza3 settimane fa

In Svizzera è polemica sulle On di Roger Federer. La risposta: “In Vietnam paghiamo oltre il minimo salariale”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam: Sinner: “Fra uno Slam e una medaglia olimpica scelgo la seconda. Non vedo l’ora di conoscere i migliori atleti del mondo” [AUDIO]

evidenza3 settimane fa

Richard Krajicek: “Piatti mi disse di Sinner ‘diventerà un campione’”. Jannik al servizio è come Djokovic: la battuta è un extra, ma quando gli serve la mette dentro” [VIDEO INTERVISTA]

Flash3 settimane fa

Ubaldo da Rotterdam: “Sinner sulle orme di Camporese? Siamo qui apposta”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, il viaggio di Sinner continua: “Bisogna anche divertirsi. Io ho trovato le persone giuste al momento giusto” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, Sinner: “Contento del numero 3 ma le cose più importanti sono altre” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

Griekspoor, prima “vittima” delle 12 di fila di Jannik: “Per me Sinner è il più forte tennista del mondo” [AUDIO ESCLUSIVO]

Flash4 settimane fa

Mattarella: “Azzurri, in Coppa Davis ho visto un vero spirito di squadra” (Cocchi, Primavera) Campioni d’Italia (Guerrini) Sinner porta il tennis al Quirinale (Piccardi) Italdavis in festa, Sinner incoronato da Mattarella (Mei, Schito)

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement