WTA Pechino: Ostapenko batte Pegula in scioltezza, passa anche Samsonova

Flash

WTA Pechino: Ostapenko batte Pegula in scioltezza, passa anche Samsonova

La lettone e la russa avanzano ai quarti di finale e si sfideranno venerdì. Battute l’americana testa di serie numero 4 e l’ucraina Marta Kostyuk

Pubblicato

il

Jelena Ostapenko – WTA Birmingham 2023 (foto via Twitter @the_LTA)
 

La giornata di mercoledì a Pechino, prima della finale maschile tra Sinner e Medvedev, che andrà in scena alle 13:30 italiane (LIVE scritto su Ubitennis), è occupata da quattro match di ottavi di finale del torneo femminile. Il primo incontro di giornata, tra Ostapenko e Pegula, non ha lasciato spazio a discussioni, con una vittoria schiacciante della numero 17 del mondo. Il secondo match di giornata ha visto Kostyuk e Samsonova darsi battaglia per quasi tre ore, con la russa uscita vincitrice dopo 52 vincenti e 71 errori non forzati. Il quarto di finale tra Ostapenko e Samsonova andrà in scena nella giornata di venerdì 6 ottobre.

[13] J. Ostapenko b. [4] J. Pegula 6-4 6-2

Il primo set inizia all’insegna dell’equilibrio, con entrambe le giocatrici che hanno diverse occasioni per prendere il largo, ma nessuna delle due riesce a piazzare lo strappo decisivo. Dopo quattro giochi consecutivi persi al servizio, entrambe riescono a portare a casa il rispettivo game e il punteggio arriva sul 4-4. Nel momento decisivo del set è la lettone a spuntarla, sbagliando meno e spingendo meglio con entrambi i colpi da fondo campo, chiudendo il primo parziale per 6-4 in 46 minuti.

Nel secondo set sembra tutto facile per Ostapenko. La 26enne lettone riesce ad imporre il suo ritmo agli scambi da subito, e costringe la statunitense a giocare di rimessa. Il livello di gioco di Pegula non sale, quindi Ostapenko riesce a prendere facilmente il largo nel secondo parziale. Una volta preso il largo, la lettone lascia andare i colpi e non concede occasioni di recupero a Pegula, che continua a commettere troppi errori. Dopo una fase di stallo in cui nessuna delle due riesce ad impensierire l’avversaria nei game di risposta, il match si chiude sul 6-2 con il secondo break del set conquistato da Ostapenko, in 1 ora e 19 minuti totali.

L. Samsonova b. M. Kostyuk 6-4 6-7(4) 7-5

Samsonova parte decisamente forte, strappando il servizio a Kostyuk nel primo gioco con una grande risposta di dritto e portandosi facilmente sul 2-0. L’ucraina riesce ad entrare in partita ed accorcia sul 2-1 dopo aver salvato due palle break. La pressione di Samsonova inizia a diventare meno asfissiante a causa dei molti errori commessi dalla russa, che consentono alla 21enne di Kiev di portarsi sul 4-4. Sul 30-30 Kostyuk commette un errore gratuito ed un doppio fallo che consegnano a Samsonova la possibilità di servire per il set, dopo il quarto gioco di fila vinto contro il servizio. La russa non si fa scappare l’occasione, spingendo al servizio e chiudendo il primo parziale con un ace, per un 6-4 in 42 minuti di gioco.

Il secondo set inizia con la 24enne russa che mette pressione alla avversaria senza riuscire a strapparle il servizio. Nel quarto gioco l’ucraina riesce ad approfittare della fallosità di Samsonova e a guadagnare un break di vantaggio. La difesa di Kostyuk sale di colpi e la pazienza di Samsonova non fa altrettanto; perciò, gli errori della russa consentono all’ucraina di portarsi sul 4-1.

La reazione della numero 22 del mondo non si fa attendere molto, e infatti la nativa di Olenegorsk aumenta la spinta e diminuisce il numero di errori, recuperando il break di svantaggio. Dopo essere arrivati sul 4-4 inizia una fase nervosa del match, in cui entrambe commettono errori e non sfruttano le occasioni. Samsonova torna a regalare di più e Kostyuk non impensierisce più di tanto la russa, quindi si arriva all’epilogo più naturale: il tiebreak. Ancora una volta è Samsonova a fare e disfare, alternando vincenti folgoranti ad errori banali. Dopo aver rincorso per tutto il tiebreak, Kostyuk resiste agli attacchi dell’avversaria e piazza 4 punti di fila, aggiudicandosi il tiebreak per 7 punti a 4 dopo un set lungo 1 ora e 13 minuti.

Il terzo set inizia come peggio non poteva per Samsonova, che commette 13 gratuiti nei primi tre giochi e si ritrova sotto 3-0. Con il suo decimo doppio fallo, Kostyuk rimette in partita l’avversaria facendole recuperare uno dei due break. Con l’aiuto del nastro e grazie agli errori di Kostyuk, Samsonova riesce a recuperare anche il secondo break e a riportarsi sul 4-4. Sull’onda dell’entusiasmo, la russa torna a spingere bene e sale sul 5-4. Dopo due giochi combattuti ma senza palle break concesse si arriva sul 6-5 per Samsonova. Qui il servizio non aiuta Kostyuk, che si fa pressare in maniera vincente dalla russa ed è costretta a cedere il terzo set per 7-5.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Editoriali del Direttore4 settimane fa

Australian Open: Sabalenka regina quasi scontata. Bolelli Vavassori in vista Slam. E diritti tv: Sky, Supertennis, FITP: la negoziazione langue

ATP4 settimane fa

La storia del tennis italiano chiama a sé Sinner, da De Stefani a Berrettini passando per le vittorie di Pietrangeli, Panatta, Schiavone e Pennetta

Australian Open4 settimane fa

Australian Open – Jannik Sinner è molto più calmo di tutti quelli che oggi lo osannano. Un anno fa era il tennista dei… senza

Novak Djokovic - Australian Open 2024 (X @AustralianOpen)
Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Djokovic: “Sono scioccato, uno dei miei peggiori match di sempre”

Editoriali del Direttore3 settimane fa

Jannik Sinner non è un patriota per cui tifare perché non paga le tasse in Italia? Non sono d’accordo con Aldo Cazzullo e Massimo Gramellini

ATP3 settimane fa

Trattative Sky-FITP-Supertennis. A che punto è la negoziazione dei diritti-tv

Flash4 settimane fa

Australian Open, Scanagatta: “Ora per tutti Sinner è diventato il favorito. Per lui meglio Medvedev piuttosto che Zverev. E’ stato 7 ore in campo meno del russo battuto a Pechino, Vienna e Torino” [VIDEO]

Jannik Sinner - Australian Open 2024 (foto X @AustralianOpen)
Australian Open4 settimane fa

Australian Open: estasi Sinner! Djokovic si arrende in quattro set, è la prima finale Slam [VIDEO]

Australian Open4 settimane fa

Australian Open: Cahill e Vagnozzi, i “tagliatori” del diamante Sinner

Australian Open4 settimane fa

Australian Open, Vagnozzi prima della semifinale: “Le vittorie degli ultimi sei mesi hanno reso Jannik più forte e consapevole”

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement