ATP Montecarlo, Apostolos Tsitsipas: "È bello vedere Stefanos 'in the zone' per molto tempo durante il torneo"

Flash

ATP Montecarlo, Apostolos Tsitsipas: “È bello vedere Stefanos ‘in the zone’ per molto tempo durante il torneo”

“Mio figlio è un sognatore, anche lui è ancora giovane nell’anima e nella mente” dice il padre del vincitore del Masters 1000 del Principato. “Una liberazione per tutti”

Pubblicato

il

D. Che tipo di parole ti vengono in mente alla fine di questa settimana?
APOSTOLOS TSITSIPAS: Sì, sempre quando superi tutte queste difficoltà, tutti questi ostacoli dopo una settimana dura, sappiamo benissimo cosa significa giocare a questi livelli, è una grande liberazione per tutti, per la squadra. È sicuramente una soddisfazione riuscire a farcela, ottenere il miglior risultato. Questa è la sensazione.


D. Come giudichi il livello di gioco Stefanos in questi giorni – ci sono stati momenti incredibili contro Zverev, sette partite di fila, il primo set contro Sinner – in termini di puro livello di tennis?
APOSTOLOS TSITSIPAS: La domanda è: come ha alzato il livello?
D. Come valuteresti il suo livello durante questa settimana?
APOSTOLOS TSITSIPAS: Come dovrei valutare il suo livello?
Sì, è uno dei migliori tornei che abbia disputato finora dal punto di vista dell’allenatore. Potrei dire che il livello era, sì, uno dei migliori su campi in terra battuta.
Ci sono stati alcuni momenti in cui era “in the zone”, come diciamo nel tennis, ed è riuscito a rimanerci a volte per molto tempo, il che è davvero molto bello. Speriamo di vederlo di nuovo in futuro, e poi vedremo del grande tennis da parte di Stefanos.
Potrei dire che merita i complimenti per questa settimana, per la sua vittoria, e anche i complimenti per come ha lavorato con la squadra, con me, perché è un aspetto molto, molto importante, perché non sono solo il suo allenatore, Sono un padre. È stato molto professionale.
Quando sei consapevole di ciò che stai facendo in allenamento, viene fuori nel campo da tennis, nelle partite.


D. È una persona che pensa molto alla vita, a se stesso, al tour. Hai avuto in alcuni momenti qualche dubbio sul fatto che avrebbe giocato a questi livelli? È ancora molto giovane, ma da come parla di sé a volte pensi che si chieda: ne sono ancora capace, eccetera?
APOSTOLOS TSITSIPAS: Non ho mai avuto dubbi che avrebbe giocato a questo livello. Di sicuro non ho mai avuto dubbi. Ma sai, Stefanos, è un sognatore. Potrei dire che anche lui è ancora giovane nell’anima, nella mente.
Come ogni giovane, si sa, ha bisogno di credere nella vita, ha bisogno di credere negli obiettivi che si pone. Ecco perché siamo lì, per ricordare loro che meritano di essere quello che sono.
D. Non pensi che il dio greco questa settimana, tutti pensiamo al doppio fallo di ieri, forse era un segno che Tsitsipas doveva vincere questo torneo?
APOSTOLOS TSITSIPAS: Il dio? È una domanda molto difficile a cui rispondere. Se potessi rispondere a questa domanda, non sono sicuro che sarei qui adesso (sorride).
Ma sicuramente la nostra energia positiva è molto, molto importante nello sport e in generale nella vita. Ogni giorno dobbiamo svegliarci con un’energia positiva.
Chissà se questo tipo di energia, questo tipo di potere intorno a noi, e probabilmente è felice con noi e può darci dei benefici. Possiamo trarne alcuni benefici.


D. Qual è il prossimo passo? Qual è il programma per te? Come vedi adesso la strada verso il Roland Garros?
APOSTOLOS TSITSIPAS: Sì, sicuramente la preparazione della stagione sulla terra è ancora lunga. Se il suo fisico sta bene lo valuteremo stasera, poi la prossima settimana giocherà con il Barcellona. Poi abbiamo il Masters a Roma e poi c’è il Roland Garros.
Dimostra che sta bene. La sua preparazione aveva già visto alcuni risultati. Speriamo che sia fresco e che vada al Roland Garros con la migliore prestazione possibile.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
evidenza4 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash4 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria6 giorni fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza1 settimana fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash3 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza1 mese fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement