WTA Madrid, Swiatek: "Tornare numero 1 è stato imprevedibile. Favorita a Madrid? Non bisogna darlo per scontato"

Flash

WTA Madrid, Swiatek: “Tornare numero 1 è stato imprevedibile. Favorita a Madrid? Non bisogna darlo per scontato”

“Anche se è la mia superficie preferita, non significa che il mio tennis sarà perfetto” così la polacca n.1 al mondo, alla vigilia del suo debutto. Su Muguruza: “Da giovane pensavo sarebbe diventata la mia giocatrice preferita”

Pubblicato

il

Iga Swiatek - Australian Open 2024 (Photo by TENNIS AUSTRALIA/ VINCE CALIGIURI)

Iga Swiatek, nonostante la giovane età, ha già infranto moltissimi record. Alla vigilia del suo debutto per il Mutua Madrid Open, la polacca infatti è diventata la quinta giocatrice più giovane (22 anni e 326 giorni) a raggiungere le 100 settimane in cima alla classifica WTA.

Un record di enorme importanza, considerando che la numero 1 ha già vinto 4 Slam e un totale di 19 titoli WTA. Dopo aver perso in semifinale a Stoccarda contro una delle rivali Rybanika, Swiatek è pronta a tornare in campo da testa serie nel Mutua Madrid Open. Nel torneo di Madrid, infatti, la 3 volte vincitrice Slam non ha mai vinto, perdendo lo scorso anno in finale contro Sabalenka. Alla vigilia del suo debutto in campo – previsto giovedì contro Wang – la 22 enne ha parlato con i media.

D. Qualche parola riguardo le sue 100 settimane da numero 1.

Swiatek: “Per me è difficile comprenderlo perché è successo così in fretta, ma è piuttosto pazzesco. Mi ripeterò, ma non mi sarei mai aspettata di essere in quella posizione e rimanere ai vertici del gioco per così tanto tempo. È qualcosa che mi rende davvero orgogliosa e penso che a volte abbiamo preso delle decisioni difficili. Ho delle brave persone che mi guidano e mi aiutano; non sarei qui se fossi stata da sola. Sono così grata che tutto mi abbia portato a questo perché, soprattutto l’anno scorso, tornare al numero uno è stato un grosso problema ed è successo in modo imprevedibile. Sono orgogliosa di me stessa e di essere stata in grado di far fronte a tutta la pressione “.

D. Per quanto riguarda invece il ritiro di Garbié Muguruza (qui un’intervista alla spagnola)?

Swiatek: “In realtà, quando ero più giovane guardavo i suoi successi pensando che forse sarebbe diventata la mia giocatrice WTA preferita perché Rafa mi è sempre piaciuto. Non ho mai avuto nessuno nella WTA da seguire, quindi Garbié è stata una di loro per un po’, finché non ho iniziato a giocare nel tour, dato che era piuttosto raro essere fan sfegatato di qualcuno. È una grande giocatrice e una brava persona. Non mi sono stupita quando si è ritirata perché era da tanto tempo che non giocava, ma mi è sempre piaciuta. Ha vinto due Slam, ha giocato tante finali e tutto il resto”.

D. La terra è la tua superficie preferita, ma non dovresti dare nulla per scontato.

Swiatek: “Non ho mai avuto la sensazione di dare per scontati questi tornei perché ho perso qui l’anno scorso e a Roma; quindi, stiamo davvero giocando contro le migliori giocatrici del mondo. Non si possono vincere tutti i tornei, anche se è la mia superficie preferita, ciò non significa che il mio tennis sarà perfetto, perché il tour è intenso. Non abbiamo tempo illimitato per allenarci e lavorare su varie cose; quindi, a volte devi andare avanti con quello che hai ogni giorno”.

D. Riguardo invece all’adesione con Lancome, non è nulla a che vedere con lo sport?

Swiatek: “Sono così grata che abbiano visto del potenziale in me perché non sono quel tipo di persona che si trucca tutti i giorni e non ero sicura di adattarmi a quel tipo di prospettiva. Ma penso che siano un ottimo partner, quindi sono molto grata che abbiano voluto collaborare con me. Non era un obiettivo specifico perché non avrei mai pensato che sarebbe stato possibile per me, ma in realtà mi sono sentita davvero bene durante le riprese che abbiamo fatto; quindi forse sono pronta per questo genere di cose. Abbiamo girato dopo l’Australia, quando mi sentivo piuttosto triste e poco motivata, ma le riprese, anche se non avevano nulla a che fare con lo sport, mi hanno dato la prospettiva che vale la pena lavorare duro se si hanno opportunità del genere. Quindi è stato molto divertente e anche piuttosto folle”.

Lorenzo Celenza

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
evidenza4 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash4 giorni fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria6 giorni fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza1 settimana fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash3 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza1 mese fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement