S. Williams: "Penso che la Halep vincerà uno Slam"

WTA

S. Williams: “Penso che la Halep vincerà uno Slam”

Pubblicato

il

SONY OPEN TENNIS MIAMI WTA – Incontro di semifinale: S. Williams b. M. Sharapova 6-4 6-3. L’intervista del dopo partita a Serena Williams. D. Quando stai giocando al meglio, ti senti come se non avessi mai avuto alcuna rivale o senti che ci sia ancora qualcuna in grado di batterti in questo sport?
R. Penso che ci siano sempre delle rivali. Ho sempre saputo di avere delle rivali quando gioco al massimo,per questo per le avversarie è difficile battermi. Ma, come tutte, devo scendere in campo ed è difficile riuscire ad essere sempre al meglio.

D. Quando non stai giocando particolarmente bene, pensi che uno dei tuoi punti di forza sia la tua abilità nel riuscire a rigirare il match “schioccando le dita”? E’ questo uno dei tuoi punti di forza?
R. Assolutamente si. Quando sento che non sto giocando bene o non mi sento al massimo delle mie energie, so di poter fare meglio. E so che avere questa consapevolezza vale sempre un “punto extra” a mio favore. Specialmente in un match, qualche volte penso “Ok, bene, puoi alzare il livello. Si tratta solo di riuscirci”.

D. Quando eri sotto 1-4, cosa pensavi?
R. Ho pensato “Ok, sono sotto di un solo break”. Si trattava davvero di uno solo. La distanza di game sembrava molto più grande di quello che era in realtà. Ho sentito che se fossi riuscita a brekkarla, avrei potuto essere di nuovo nel match.

 

D. Il rapporto tra te e Maria viene definito come rapporto di “rivalità” perché ,quando vi scontrate, c’è sempre moltissimo interesse da parte del pubblico. Ma , a inizio settimana, Maria ha puntualizzato che non può trattarsi di una vera e propria rivalità perché per 14 volte non è mai riuscita a batterti. Con oggi è la quindicesima. Puoi parlarci del vostro rapporto? Nonostante tu abbia decisamente dominato su di lei in termini di vittorie, perché  i vostri match sono ancora visti dal pubblico come degli incontri interessanti?
R. Credo che entrambe sappiamo giocare bene. E penso che abbiamo molte cose in comune. Diamo il 100% in campo, chiunque sia la nostra avversaria. Entrambe siamo molto forti e decise in campo e penso che ai fan piaccia vedere persone che fanno il massimo per vincere in ogni occasione. E quando due giocatrici, come me e Maria, si scontrano, si assiste a un match in cui una cerca in tutti i modi di battere l’altra e viceversa. Penso che questo sia eccitante per il pubblico. È un match che da spettatrice vorrei decisamente guardare.

D. Dopo averla battuta 14 volte di fila su 16, e adesso 15, consideri ancora quella tra te e lei una rivalità?
R. Suppongo che si possa parlare di rivalità ogni volta che scendi in campo per affrontare un’avversaria. Non lo so. Non ci penso molto. Io sono qui per giocare a tennis e affrontare i miei match.

D. Voglio chiederti una cosa. Negli ultimi anni nella Top 10 abbiamo sempre avuto le stesse giocatrici, ma dall’anno scorso, da maggio ad adesso, abbiamo assistito alla crescita di Simona Halep che è passata da essere numero 67 ad essere numero 5 al mondo. Puoi gentilmente darmi una tua opinione sul suo gioco e sulle sue possibilità di crescere sempre più o forse di vincere in futuro un Grande Slam?
R. Penso che Simona sia una buonissima giocatrice. È molto forte e penso che sia molto concentrata. Ha molta dedizione ed è una combattente. Solo sentendola parlare di tennis, si capisce che si diverte a giocare e che ama vincere. Le piace soprattutto  lavorare duramente per ottenere buoni risultati. E questo penso che farà di lei una vincitrice di Grandi Slam.

D. Cosa pensi quando al turno di servizio della tua avversaria trovi qualcuno come Maria che tra la prima di servizio e la seconda impiega così tanto tempo? Come fai a concentrarti a rispondere?
R. Non è facile ma, allo stesso tempo, non è neanche così difficile. Io cerco di concentrarmi e di non pensare a nient’altro. Sai, fa parte del gioco. Alcune tenniste giocano in questo modo. In questa settimana avevo già affrontato una giocatrice che impiegava molto tempo tra la prima e la seconda di servizio ma è nella norma perciò devi essere pronta a tutto.

D. Hai ricevuto qualche commento dai tifosi o dai giocatori dei Dolphins riguardo al tuo vestito ?
R. Si, molti dai fan dei Dolphins.

D. All’inizio della settimana , sei stata molto severa con te stessa riguardo a come stavi giocando. Come ti senti adesso?R. Non pensavo che sarei arrivata fino a qui nel modo in cui stavo giocando all’inizio della settimana, perciò sono eccitata all’idea di essere ancora in gara. Se continui a lottare per sopravvivere un altro giorno, puoi sempre riuscire a migliorare. Mi sento decisamente bene rispetto a quanto ero riuscita a fare nei primi match, ma so che è ancora grande il salto per riuscire a giocare sempre meglio, per essere più solida e per riuscire a raggiungere il livello con il quale stavo giocando l’anno scorso.

D. Pensieri su Li o Cibulkova?
R. Con entrambe sarebbe un match difficile. Non vedo l’ora in entrambi i casi. Mi piacerebbe incontrare Na Li perché è un po’ di tempo che non gioco contro di lei. Ha giocato dei buonissimi match. È una giocatrice che viene a rete e questo mi piace molto. Stesso discorso per Cibulkova. L’ultima volta che l’ho incontrata ha giocato molto bene. Anche se ha perso, aveva disputato un grande match. Sai, amo le persone che sanno giocare bene e perciò non vedo l’ora di affrontare una delle due in finale.

Traduzione di Yelena Apebe

Continua a leggere
Commenti

Flash

WTA 125 Bol, trionfa Paolini: per lei titolo e best ranking

La 25enne toscana supera l’olandese Rus in finale e festeggia il suo primo titolo

Pubblicato

il

Jasmine Paolini - Roland Garros 2021 (ph. © Loïc Wacziak_FFT)

Il tennis femminile italiano torna ad esultare grazie a Jasmine Paolini: la 25enne toscana si laurea campionessa al WTA 125 di Bol (Croazia) dopo aver superato in finale Arantxa Rus con il risultato di 6-2, 7-6. Si tratta del primo titolo in questa categoria di tornei per la tennista italiana, che grazie a questo successo sale al best ranking di numero 87 del mondo.

Reduce dal secondo turno al Roland Garros dove era caduta per mano di Maria Sakkari, Paolini ha centrato una settimana da sogno infilando le vittorie contro Kuzmova, Havarcova, Kucova e Blinkova, prima della finale contro la tennista olandese, perdendo un solo set in cinque partite. Una dolce rivincita dopo che a inizio maggio Jasmine si era arrampicata fino alla finale di un altro WTA 125, a Saint-Malo, perdendo in quell’occasione dall’elvetica Viktorija Golubic.

Continua a leggere

Flash

WTA Nottingham: Konta, Zhang e Mladenovic ai quarti. Vekic KO

Nel primo torneo di preparazione a Wimbledon la numero uno britannica prova a riprendere la corsa dopo un lunghissimo periodo buio. Heather Watson perde il derby con Boulter

Pubblicato

il

Johanna Konta - Nottingham 2021 (via Twitter, @the_LTA)

Johanna Konta prova a ritrovare qualche certezza smarrita nel primo torneo di warm up sull’erba pre-Wimbledon. La numero uno britannica, tuttora ancorata alla top 20 WTA ma reduce da un lungo periodo colmo di infortuni e risultati negativi, battendo in tre Katerina Kozlova al terzo turno di Nottingham ha raccolto la quinta vittoria stagionale e il primo quarto di finale da Cincinnati 2020: un brodino, ma ricostituente. Mentre scriviamo, l’ex numero 4 del ranking sta affrontando Alison Van Uytvanck per un posto in semifinale, ma soprattutto per ritrovare un briciolo della giocatrice che fu: nel caso, Wimbledon potrebbe rappresentare l’inizio di una nuova stagione migliore.

Tra le teste di serie superstiti bene Kiki Mladenovic e Shuai Zhang, brave a sbarazzarsi di Caty McNally e Zarina Diyas, mentre abbandonano il torneo Donna Vekic, battuta da un’ottima Nina Stojanovic, e Heather Watson – recentemente multata di 1900 sterline perché sorpresa alla guida della Mercedes del fidanzato senza assicurazione -, KO nel derby con Katie Boulter: quest’ultima, nel proprio spicchio a sud del tabellone, attende la vincente del match tra Alison Riske – la quale, nella giornata, di ieri aveva già vinto grazie a un’ incredibile rimonta il suo incontro di secondo turno contro Xiyu Wang – e Lauren Davis, interrotto ieri sul punteggio di un set pari.

Risultati:

 

Secondo turno

[2] A. Riske b. Xiy. Wang 6-3 5-7 7-6(3)

Ottavi di finale

[8] A. Van Uytvanck b. [10] V. Golubic 6-1 7-5
[1] J. Konta b. K. Kozlova 6-2 1-6 6-3
[7] K. Mladenovic b. C. McNally 7-6(6) 1-6 6-1
[15] N. Stojanovic b. [3] H. Watson 6-3 6-4
[17] T. Martincova b. [LL] G. Garcia-Perez 6-1 3-6 6-2
[WC] K. Boulter b. [9] H. Watson 7-6(4) 6-3
[4] S. Zhang b. [16] Z. Diyas 6-4 6-2

Il tabellone aggiornato

Continua a leggere

Flash

WTA Nottingham: Konta guida il tabellone. Giorgi out, entra Di Giuseppe come lucky loser

Gatto-Monticone sfiderà la statunitense Dolehide, mentre Di Giuseppe attende la cinese Xiyu Wang. Fuori anche Danielle Collins

Pubblicato

il

Johanna Konta a Nottingham (2017)

Lo spostamento di una settimana del Roland Garros ha fatto in modo che la stagione su erba prendesse il via in contemporanea con la seconda settimana dello Slam parigino. Il primo torneo femminile della stagione sarà il Viking Open Nottingham, categoria WTA 250, il cui tabellone vedrà al via ben 48 atlete, con le 16 teste di serie che beneficeranno di un bye al primo turno. 

La testa di serie numero 1 del tabellone è la atleta di casa Johanna Konta, numero 20 del ranking WTA. La 30enne, nata a Sidney, è stata eliminata al primo turno a Parigi e finora è stata protagonista di un pessimo 2021, nel quale ha ottenuto solo tre successi. Al secondo turno attende la vincente della sfida tra l’australiana Inglis e l’olandese Pattinama Kerkhove (qualificata).

(parte alta del tabellone: clicca per ingrandire)

La testa di serie numero 2 è l’americana Alison Riske. La numero 28 ha saltato lo Slam francese a causa dell’infortunio al piede sinistro che l’aveva costretta al ritiro a Roma. Il ritorno in campo avverrà al secondo turno, dove affronterà la vincente della sfida tra la 20enne cinese Xiyu Wang (n. 145) e la nostra Martina Di Giuseppe (n. 194). L’azzurra, sconfitta nel turno di qualificazione dall’inglese Moore, è stata ripescata come lucky loser dopo i forfait di Giorgi e Collins arrivati a tabellone compilato. Tra la Di Giuseppe e la giovane cinese vi è un unico precedente datato 2018, quando l’azzurra si impose in tre set nel torneo ITF di Madrid 2.

 
(parte alta del tabellone: clicca per ingrandire)

Accreditata della testa di serie numero 3 Donna Vekic (n.36), vincitrice del torneo inglese nel 2018 in finale proprio contro Konta. La croata affronterà la vincente della sfida tra la svizzera Kung e la qualificata britannica Grey. Testa di serie numero 4 per Shuai Zhang (n.46) che completa il quadro delle top-50 presenti al via. Per la cinese al secondo turno una tra la connazionale Xinyu Wang e l’australiana Arina Rodionova.

Oltre a Di Giuseppe, per i colori italiani al via anche Giulia Gatto-Monticone (n.172), che al primo turno affronterà la 22enne americana Caroline Dolehide (n. 164). L’unico precedente tra le due è datato febbraio 2020; nel turno di qualificazione del WTA di Acapulco, la statunitense sconfisse l’italiana in due set. La vincente di questo match troverà al secondo turno la testa di serie numero 17 Tereza Martincova (n. 94), rientrata all’ultimo minuto nel seeding assieme a McHale (18° e ultima testa di serie).

Il tabellone completo del torneo


Articolo a cura di Giuseppe Di Paola

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement