ITF Futures: Vanni vince a Santa Margherita. Finali amare per Napolitano, Rondoni e Gaio

Senza categoria

ITF Futures: Vanni vince a Santa Margherita. Finali amare per Napolitano, Rondoni e Gaio

Pubblicato

il

TENNIS FUTURES –

Santa Margherita Di Pula (Italia F12, terra battuta, 10mila)
Luca Vanni si aggiudica il titolo del singolare maschile nell’ITF future di questa settimana al Forte Village. In finale il toscano ha approfittato del ritiro per un problema muscolare di Alessio Di Mauro, prima testa di serie del torneo. Il 36enne mancino è stato costretto ad alzare bandiera bianca al quinto gioco del secondo set, con Vanni avanti 6-1 3-1. Dodicesimo titolo ITF per il 28enne toscano e terzo stagionale dopo le vittoria a Rovereto e Sondrio. Piazzamento in semifinale per il croato ormai ex italiano Viktor Galovic e l’austriaco Gibril Diarra. Tra gli altri italiani da segnalare i quarti di finale raggiunti da Omar Giacalone e Francesco Picco. Vittoria nel torneo di doppio per il duo composto da Vanni e Sinicropi che in finale ha avuto la meglio su Giorgini e Volante.

Grasse (Francia F9, terra battuta, 10mila)
Il francese Jonathan Eysseric si è aggiudicato sulla terra di casa il suo primo future stagionale. Il transalpino ha sconfitto in finale Federico Gaio con il punteggio di 6-4 6-3. Ottimo torneo dell’azzurro bravo a sconfiggere negli ottavi di finale il primo favorito del seeding Ouanna. Per Gaio vittorie anche su Tatlot, Galdon ed in semifinale su Lestienne. Presenti in Francia altri tre azzurri: Matteo Donati (tds otto) è stato sconfitto dal francese Lokoli , Gianluca Mager ha ceduto a Ouanna ad un passo dalla vittoria ed il qualificato Pietro Licciardi, dopo aver battuto la WC Py, ha lasciato strada a Vaisse. Per Eysseric gioia anche nel doppio conquistato insieme al monegasco Benjamin Balleret.

 

Seoul (Korea F2, cemento, 15mila)
Primo titolo stagionale e secondo della carriera per Dane Propoggia. L’australiano ha sconfitto in finale in tre set molto combatutti l’idolo di casa Min Hyeok Cho. Sicuramente la vittoria la migliore vittoria della settimana per Propoggia è stata quella ottenuta in semifinale ai danni della prima testa di serie Lim. Piazzamento in semifinale anche per il giapponese Niki. Quarti di finale per l’eterno Hyung Taik Lee che con quasi quaranta sulle spalle ha battuto Neuchrist (tds tre) e Shiga prima di ritirarsi senza neanche scendere in campo contro Niki. Doppietta per Propoggia che in coppia con il sudafricano Roelofse ha fatto suo il torneo.

Cordoba (Messico F2, cemento, 10mila)
Sul cemento di Cordoba è l’americano Kevin King ad alzare il trofeo. In una finale tutta a stelle e strisce, King ha battuto El Mihdawy con il punteggio di 6-2 7-5. Per raggiungere la finale King ha sconfitto nell’ordine Alvarez Cerdan, Reyes Varela, De Paula ed Echazu. Ottima semifinale raggiunta dal peruviano Panta bravo ad estromettere negli ottavi il venezuelano e prima testa di serie del seeding Luis David Martinez. Quarti di finale per l’argentino Estevez (tds due) superato da Echazu.

Andijan (Uzbekistan F3, cemento, 15mila)
Secondo titolo consecutivo in terra uzbeka per Denys Molchanov. L’ucraino in finale ha spento i sogni di vittoria del russo Richard Muzaev con un nettissimo 6-1 6-2. Dopo un primo turno molto duro con Ismailov, Molchanov ha messo in riga Vasilenko, Boutillier ed in semifinale il qualificato russo Safiullin. Semifinale anche per l’indiano Vardhan mentre il connazionale Balaji (tds due) è stato superato all’esordio dal finalista Muzaev. Doppietta per Molchanov che ha avuto successo anche nel torneo di doppio in coppia con il russo Matsukevitch.

Natal (Brasile F4, terra battuta, 10mila)
Il diciassettenne Christian Garin ha finalmente ottenuto il suo primo titolo future della carriera. Sulla terra brasiliana  di Natal il giovane cileno (tds due) ha superato in finale in tre set il primo favorito del seeding ed idolo di casa Thales Turini. Per Garin ottima vittoria anche in semifinale contro un altro brasiliano, Leonardo Kirche (tds tre). In un torneo pieno ovviamente di brasiliani da segnalare anche la semifinale raccolta dal ventunenne Alex Blumenberg.

Sharm El Sheikh (Egitto F16, terra battuta, 10mila)
Lo spagnolo Marc Giner ha fatto suo il titolo dopo aver battuto in tre set Pietro Rondoni. Per l’iberico si tratta del primo successo stagionale. Sicuramente il match chiave per Giner è stata la semifinale vinta solo al tiebreak decisivo contro il serbo Danilo Petrovic. Grande settimana per Rondoni che, per raggiungere la finale, ha sconfitto nell’ordine il primo favorito del seeding Karim Hossam, l’austriaco Statzberger, Riccardo Bonadio e Ivan Nedelko (tds tre). Come detto bel torneo anche per Bonadio che ha sconfitto all’esordio il tedesco Petersen e negli ottavi il qualificato argentino Manzanares prima di lasciare strada a Rondoni nei quarti al termine di un incontro molto equilibrato. I due azzurri hanno portato a casa il torneo di doppio approfittando in finale del ritiro della coppia serbo croata composta da Petrovic e Behar.

Edimburgo (Gran Bretagna F10, terra battuta, 10mila)
Marcus Willis era la prima testa di serie del tabellone ed ha confermato i favori della vigilia aggiudicandosi il secondo titolo nelle ultime tre settimane. Sulla terra di Edimburgo l’inglese ha sconfitto in finale il connazionale Neil Puaffley (tds sette) con lo score finale di 6-1 6-3. Torneo dominato dai giocatori britannici con le semifinale raggiunte da Liam Broady (tds cinque) ed Ashley Hewitt (tds due). Quarti di finale per Brydan Klein costretto a dare forfait prima del suo match di quarti di finale contro Pauffley. Ottavi di finale invece per il qualificato azzurro Matteo Marrai sconfitto dal belga Julien Cagnina (tds quattro) dopo aver sconfitto l’inglese Thornton Brown.

Kish (Iran F7, terra battuta, 10mila)
Il ventenne serbo Marko Tepavac batte 6-1 2-6 6-2 in finale il cileno Matias Sborowitz e si aggiudica il titolo. Il ragazzo di Belgrado per raggiungere la finale ha sconfitto nell’ordine Zade, Elangovan, Descotte e Kaczynski. Fuori in semifinale l’ucraino Alekseenko, grande favorito della vigilia, superato dal finalista. Quarti di finale per Luca Pancaldi sconfitto proprio da Alekseenko dopo aver superato l’argentino Castro e l’ucraino Kushakov (tds otto).

Ashkelon (Israele F4, cemento, 10mila)
E’ andato ad un passo dal titolo Stefano Napolitano ma purtroppo il tedesco Robin Kern (tds due) si è rivelato troppo forte. In finale Kern ha avuto la meglio con un netto 6-4 6-1. Settimana perfetta per il teutonico che non ha ceduto neanche un set durante tutto l’arco della settimana. Resta comunque ottimo il torneo di Napolitano (tds quattro) che ha battuto gli israeliani Reznik e Kapach, il russo Karlovskiy e soprattutto in semifinale lo svizzero Adrien Bossel (tds uno).

Mostoles (Spagna F7, cemento, 10mila)
Sui campi in cemento del Club di Mostoles è Ivan Arenas Gualda a conquistare il titolo superando in finale il connazionale Ricardo Ojeda Lara nella rivincita giocata la settimana scorsa a Madrid. Stop in semifinale per altri due giocatori iberici come Ribeiro Navarrete e Vivero Gonzalez. Male lo spagnolo Arauzo Martinez (tds due) superato all’esordio dal britannico Short.

Karlskrona (Svezia F1, terra battuta, 10mila)
Christian Lindell profeta in patria. Il ventiduenne svedese, accreditato della seconda testa di serie, ha superato l’austriaco e primo favorito del seeding Nicolas Reissig con un perentorio 6-2 6-3. Per lo svedese si tratta del primo titolo della stagione ed il quarto della carriera. Semifinale per lo sloveno Mike Urbanija (tds quattro) ed un altro svedese, Ervin Eleskovic.

Antalya-Belconti (Turchia F14, cemento, 10mila)
Sul cemento di Antalya arriva il primo successo della stagione per Ramkumar Ramanathan. Il giocatore indiano ha fatto suo il torneo superando in finale il russo Anton Zaitsev con il punteggio di 6-7 6-0 6-2. Gran torneo di Ramanathan che, per raggiungere l’atto conclusivo, ha sconfitto nell’ordine il cinese Wang, la WC ucraina Sergey Bubka, il qualificato svizzero Rossier ed il tedesco Heller (tds quattro). Semifinale oltre che per Heller anche per il russo Stanislav Vovk, terza testa di serie del tabellone. Fuori negli ottavi la WC ucraina Sergey Bubka. Semaforo rosso all’esordio per Matteo Marfia sconfitto dal finalista Zaitsev per 6-2 6-1.

Vero Beach, FL (USA F12, terra battuta, 10mila)
A sorpresa è l’americano Connor Smith a vincere in casa sulla terra di Vero Beach in Florida. Il 23enne ha sconfitto in finale l’argentino Facundo Mena in due set ed aggiudicandosi il primo titolo della carriera.  Ottimo tutto il torneo di Smith che, dopo aver superato all’esordio Jeff Dadamo, ha messo in riga Hiltzik, Nakagawa e Aguilar (tds due). Ottavi di finale per il sedicenne Stefan Kozlov sconfitto solo in tre set dal finalista Mena.

Continua a leggere
Commenti

Senza categoria

Segui il LIVE della Coppa Davis: Sinner rimonta Cilic! Italia-Croazia 1-1. Decide il doppio: Fognini/Sinner sfidano Mektic/Pavic

La diretta del primo quarto di finale della Coppa Davis by Rakuten dal Pala Alpitour di Torino

Pubblicato

il

Jannik Sinner e Fabio Fognini - Finale Coppa Davis Torino 2021 (Photo by Jose Manuel Alvarez / Quality Sport Images / Kosmos Tennis)

23:41 – Pavic tiene la battuta nonostante un paio di ottime risposte di Sinner. 6-4 e in semifinale a Madrid va la Croazia.

23:36 – L’Italia ha avuto le chance per cercare il controbreak sul servizio di Mektic, ma a Fognini è mancata la lucidità in un paio di occasioni. Pavic servirà per la semifinale sul 5-4.

23:28 – Bruttissimo game da parte degli azzurri, i croati passano in vantaggio 4-3 e servizio.

 

23:16 – Azzurri ancora in difficoltà con Fognini in battuta (e Sinner a rete) ma si salvano, subito raggiunti dai croati sul 2 pari.

22:59 – Fognini e Sinner salvano cinque set point sulla battuta di Fabio, ma il quarto game perso da 40-15 con poca convinzione fa la differenza: 6-3 per Pavic/Mektic.

22:38 – Si comincia. Pavic, Sinner e Mektic tengono il primo turno servizio senza concedere palle break, ma con un paio di errori di Fabio e altrettante incertezze di Jannik a rete arriva il break: 3-1 Croazia.

21:38 – Altro break ed è 6-3: grandissimo Sinner che rimonta un Cilic per larghi tratti al suo livello migliore. Italia-Croazia 1-1. Siamo dove non avremmo mai voluto essere fino a poche ore fa e invece tiriamo un sospiro di sollievo prima di un doppio che i croati pensavano non sarebbe stato necessario.

21:32 – Jannik c’è, Cilic comincia a perdere lucidità: il break al settimo gioco è confermato, 5-3 per il ventenne di Sesto Pusteria.

21:24 – Jannik non è riuscito a confermare il break conquistato in apertura, il punteggio segue l’ordine di battuta, 3 pari.

20:56 – Quasi insperato un’ora fa, il tie-break arriva e sorride all’Italia: passantone di dritto in corsa di Jannik ed è terzo set.

20:34 – Sinner ci ha creduto, Cilic ha tremato: 5 pari!

20:29 – Salvato il 2-4 con servizio&dritto, Marin è tornato a giocare al meglio. Anche Sinner non scherza, il livello è davvero alto. L’equilibrio si rompe con due imperfezioni di Jannik che mandano Cilic sul 5-4 a servire per la semifinale.

20:02 – L’Italtennis tutta attendeva una vaga crepa nella sicumera ostentata da Cilic. Puntuale essa è arrivata e altrettanto puntuale è stato Sinner ad approfittarne: 2 pari.

19:47 – Cilic su una nuvola, strappa il servizio azzurro in apertura di secondo.

19:40 – Tra la vittoria di Gojo e il fortissimo doppio croato, un quasi deresponsabilizzato Cilic mantiene la partita sui propri binari e, nonostante il tentativo di reazione di Jannik, chiude il parziale 6-3.

19:18 – Primissimi giochi con Sinner superiore quando si entra nello scambio e Cilic falloso che fa valere il proprio servizio. Poi Marin aggiusta il tiro, brekka e consolida: 4-1 Croazia.

18:29 – Lorenzo non c’è e un altro brutto game evita a Gojo di andare a servire per chiudere. 6-2 e primo rubber alla Croazia.

18:25 – Gojo sente il momento, concede palle break tremolanti che poi salva bene. Lorenzo ancora insicuro. 5-2 Croazia.

18:10 – Brutto game di Sonego che cede la battuta. Gojo conferma con troppa facilità e sale 4-1. C’è da soffrire, ma prima bisogna ritrovare sicurezza nei colpi.

17:49 – Questa volta il doppio break arriva e il secondo set fila via liscio: 6-2 Italia, si va al terzo.

17:32 – Il set di vantaggio fa pensare troppo Gojo che piazza un doppio fallo sulla palla break. Non senza difficoltà, Lorenzo tiene per il 2-0.

17:14 – Tre gran giocate di Gojo e il primo set va alla Croazia.

17:06 – Sarà il tie-break a decidere l’esito del primo parziale.

16:58 – Gojo si è liberato della tensione iniziale, Sonego non capitalizza l’aver messo le mani sullo scambio del set. 5 pari, con equilibrio non solo nel punteggio.

16:41 – Sfumata la chance del doppio break, è invece l’azzurro a cedere la battuta, 4-3.

16:29 – Uno scambio durissimo e tre errori croati valgono il break per Sonego, che poi consolida senza problemi: 4-1 Italia.

16:00 – Nella giornata in cui la nazionale italiana gioca con il lutto al braccio per la scomparsa del Prof. Parra, da tanti anni nello staff medico azzurro, l’Italia tenta l’assalto alla semifinale trovando sulla sua strada la Croazia di Marin Cilic, Borna Gojo e del doppio n. 1 al mondo Mektic/Pavic. Si comincia con Lorenzo Sonego che sfida Borna Gojo.

Continua a leggere

Senza categoria

Segui il LIVE della Coppa Davis: Italia-Colombia 2-0, azzurri ai quarti

L’Italia può chiudere il discorso qualificazione questa sera al Pala Alpitour

Pubblicato

il

Jannik Sinner - Finale Coppa Davis Torino 2021 (Photo by Jose Manuel Alvarez / Quality Sport Images / Kosmos Tennis)

23:32 – Sinner chiude la pratica con un facile 6-0 e porta l’Italia ai quarti di finale. Si giocheranno sempre a Torino, lunedì
23:13 – Sinner avanti un break anche nel secondo set: 2-0
23:05 – Sinner chiude il primo set 7-5. Italia a un set dai quarti di finale
22:30 – Sinner avanti un break su Galan: 3-2 e servizio


21:50 – Sonego chiude il match: 6-7(5) 6-4 6-2.

21:40 – Sonego ha due break di vantaggio nel terzo set: 4-1 e servizio

21:15 – Sonego porta a casa il secondo set per 6-4 ma grande fatica contro Nicolas Mejia. Non si vedono i quasi 250 posti di differenza in classifica mondiale

 

20:35– Reazione Sonego che ottiene il break nel gioco d’apertura del secondo set

20:25 – Inizia in salita il percorso in questo secondo incontro per l’Italia. Nicolas Mejia (n. 275 ATP) conquista il primo set per 7-5 al tie-break dopo 1h11′ di gioco. La partita, inizialmente programmata per le 16, è iniziata con oltre tre ore di ritardo a causa del protrarsi dell’incontro tra Australia e Ungheria. Potrebbe essere una serata da ore piccole per tutti i presenti al Pala Alpitour

19:00 – Si stanno scaldando Lorenzo Sonego e Nicolas Mejia, primi singolaristi del tie fra Italia e Colombia in programma al Pala Alpitour di Torino. In caso di vittoria, gli azzurri staccheranno il biglietto per i quarti di finale. Nell’altro gruppo torinese, il D, l’Australia ha rimontato l’Ungheria con il punteggio di 2-1, tenendosi in vita nella competizione; i magiari affronteranno domani la Croazia, comunque già certa di finire davanti agli aussies.
Negli altri incontri della prima sessione, la Gran Bretagna ha sconfitto la Francia per 2-1, mentre il Kazakistan ha rimontato la Svezia. Entrambe saranno certe di passare il turno con una vittoria negli incontri di domani: la Gran Bretagna se la vedrà con la Cechia, il Kazakistan col Canada.
Per quanto riguarda il tie attualmente in fase di svolgimento a Madrid, Andrey Rublev ha portato in vantaggio la RTF battendo Quiroz dell’Equador per 6-3 4-6 6-1, mentre Medvedev è 3-0 e servizio su Gomez. A Innsbruck, invece, Dominik Koepfer ha battuto Filip Krajinovic 7-6(4) 6-4: vantaggio tedesco sulla Serbia, fra poco Novak Djokovic proverà a raddrizzare la situazione contro Jan-Lennard Struff

I TITOLI DI OGGI

Continua a leggere

Senza categoria

Segui il LIVE della Coppa Davis: FINALE Italia-USA 2-1, gli americani vincono il doppio

Aggiornamenti live dell’esordio della nazionale italiana nelle Finali di Coppa Davis 2021

Pubblicato

il

Lorenzo Sonego

21:25 – Gli Stati Uniti vincono il doppio 7-6(5) 6-2 e conquistano un rubber che potrebbe essere utile per la qualificazione:

20:50 – Ram e Sock vincono il primo set al tie-break sulla coppia Fognini/Musetti

19:10Sinner chiude 6-2 6-0 senza alcun problema e dà all’Italia la vittoria

19:00 – Sinner è avanti 6-2 3-0 con due break su John Isner. Italia a un passo dal successo

 

18:43Sinner domina il primo set 6-2. Isner assolutamente fuori partita

18:25 – Il secondo singolare comincia ancora bene per l’Italia: break di Jannik Sinner nel terzo gioco contro John Isner

17:39 – Nella sua Torino, Lorenzo Sonego regala il vantaggio all’Italia contro gli USA! Batte Reilly Opelka 6-3 7-6(4) al termine di un match pressoché impeccabile, in cui ha commesso solo 3 errori non forzati (23 per Opelka) e ha concesso una sola palla break

17:30 – Con qualche punto di grande livello Sonego impatta 6-6: sarà tie-break per decidere il vincitore del secondo set. Il pubblico è ora entrato in partita

17:15 – La prima palla break del secondo set ce l’ha Lorenzo nel settimo game, ma manda lunga una risposta di rovescio. 4-3 Opelka

16:47 Sonego chiude 6-3 un ottimo primo set in cui ha commesso solo 2 errori non forzati e ha raccolto più di Opelka con la prima in campo

16:42 – Break Italia! Qualche incertezza a rete e un doppio fallo da parte di Opelka mandano Sonego sul 5-3

16:36 – Il dritto dell’americano inizia a far male. Sonego è costretto ad annullare palla break, tiene il servizio (4-3) e prova a scuotere il pubblico

16:26 – Senza che si veda l’ombra di una palla break, si rimane on-serve. 3-2 Sonego, Opelka ha messo in campo quasi l’80% di prime

16:09 – Inizia Italia – Stati Uniti con Lorenzo Sonego al servizio

15:55 – Al PalaAlpiTour di Torino inizia l’avventura della nazionale italiana di Filippo Volandri nelle Davis Cup by Rakuten Finals 2021. Le formazioni annunciate dai capitani hanno rispettato i pronostici della vigilia: i due “numeri due” saranno Lorenzo Sonego per l’Italia e Reilly Opelka per gli USA. A seguire ci sarà il secondo singolare tra i “numeri uno”: Jannik Sinner per gli azzurri e John Isner per la compagine di capitan Mardy Fish.

I TITOLI DI OGGI

Davis Cup, i tennisti vedono l’Italia favorita con gli USA. Io mica tanto, ma spero di sbagliarmi (Ubaldo Scanagatta)

Lleyton Hewitt si scaglia contro il trasloco della Coppa Davis ad Abu Dhabi: “Sarebbe la fine”

Davis Cup: la Croazia fa sul serio, Australia ko

“Una squadra”, la docuserie sulla Coppa Davis del 1976, verrà presentata al Film Festival di Torino

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement