Nick Bollettieri: Federer, Serena, McEnroe, Nadal e Graf, cosa li rende speciali

Focus

Nick Bollettieri: Federer, Serena, McEnroe, Nadal e Graf, cosa li rende speciali

Pubblicato

il

 

TENNIS FOCUS – In esclusiva per la pagina inglese di Ubitennis, Nick Bollettieri svela cosa rende unici ed inimitabili campioni del calibro di John McEnroe, Steffi Graf, Roger Federer, Serena Williams, Rafael Nadal, Monica Seles, Pete Sampras, Andre Agassi, Jim Courier e Maria Sharapova.  Traduzione di Alessandra Montenero

Ho guardato e praticato sport per tutta la mia vita, e non ne ho assolutamente abbastanza. Mia moglie, Cindi, spesso mi chiede come ogni singolo gioco, sia esso baseball, football, golf o tennis, possa essere così speciale. La mia risposta è molto semplice – è speciale per me perché mi piace l’eccitazione e osservare gli atleti praticare lo stesso sport, ma con il proprio stile di gioco e con le proprie reazioni quasi ad ogni movimento. Diamo un’occhiata ad alcuni dei tennisti migliori di tutti i tempi e cosa li rende così unici e speciali.

John McEnroe

Servizio. La sua posizione di partenza totalmente parallela alla linea con la racchetta e la palla puntate direttamente verso i fan, li rendevano così nervosi che erano come immersi per cercare la sicurezza ogni volta che serviva. Come risultato lui ha avuto uno dei migliori servizi slice del circuito, e non importa se era un mancino.

Rafael Nadal

La maggior parte dei giocatori nel 1960 usano il loro dritto con una presa eastern. A poco a poco, partendo con Jimmy Arias all’inizio degli anni 80, la presa cominciò a girare verso una semi-western, il gioco della forza, e dopo la presa estrema western usata da Nadal. Lui ha perfezionato questo colpo e  durante il processo, ha ispirato così tanti giovani a colpire così.

Pete Sampras

Sampras aveva un dritto veramente semplice (presa eastern), che cominciava con il gomito del braccio che usava per colpire che caricava il movimento d’apertura. Pete aveva anche uno dei servizi migliori nella storia del tennis. Non era così potente come quello dei ragazzi che tirano oggi, ma aveva la stessa consistenza e il suo piazzamento (incluso lo slice verso il dritto che era colpito tra 114 e 118 miglia orari) era incredibile. Oltre a questo, aveva un bellissimo rovescio ad una mano, uno slice di attacco devastante e una delle migliori volee.

Roger Federer

Potrei scrivere volumi di informazioni riguardo a quest’uomo, ma comunque e qualunque cosa scrivessi, non potrei descrivere la totalità di tutto quello che ha fatto sia dentro che fuori dal campo. Gioca con poco sforzo fisico e rispetta sempre i suoi avversari. I suoi movimenti a tutto campo sono assolutamente belli e la sua beneficienza fuori dal campo è anche fantastica da vedere.

Jim Courier

Quando Jim arrivò alla IGM Bollettieri Tennis Academy a 14 anni, sua madre mi mandò una lettera chiedendomi di cambiare completamente la sua presa western e il suo rovescio con uno swing da baseball. Io feci l’opposto – gli dissi di dimenticare il suo rovescio e colpire di dritto tutte le volte! Lui fece esattamente cosa gli era stato detto e diventò numero 1 nel mondo.

Andre Agassi

Agassi era conosciuto per molte cose, ma più di tutto per il suo gioco in campo. Lui aveva incredibili colpi da fondo, un superbo gioco di piedi, e poche semplici strategie che poteva usare. Lui desiderava muovere il suo avversario da un lato all’altro (Bradenton- Las Vegas e viceversa) e non avrebbe mai voluto colpire in lungo linea con il suo rovescio a meno che la palla non fosse in campo. Inoltre io assicuro che Agassi non colpiva lo slice dal lato del rovescio prima di aver fatto un rovescio a due mano perfetto.

Monica Seles

Immaginate una ragazza magra, a 12 anni che colpisce con due mani da tutti e due i lati e sta attaccata alla linea con grandi movimenti. Questo è quello che io vidi guardando Monica giocare all’orange bowl molti anni fa. Cosa feci? Offrii a lei e alla sua famiglia una borsa di studio e non ho mai cambiato niente nel suo gioco, non importa cosa le persone pensavano che io potessi fare. Monica è una delle migliori di tutti i tempi e non potrebbe essere una persona migliore fuori dal campo.

Maria Sharapova

Maria venne all’accademia a nove anni, e io potrei dire che era molto competitiva. Il suo stile è molto semplice. Lei sta sulla linea di fondo e tira senza spin da entrambi i lati. Attacca il servizio dei suoi avversari e viene fuori su palle difensive cercando di colpire vincenti senza preoccuparsi di commettere errori. Alla fine, nessuna è più determinata nell’approccio mentale al gioco della Sharapova. Non datela per sconfitta anche quando è sotto un set e 5-0 0-40! Questo è quello che rende Maria così speciale.

Serena Williams

Non ci sono altri modi per descrivere Serena, se non dicendo questo:

  1. è una vera atleta
  2. è grande e forte
  3. può giocare un tennis offensivo da qualsiasi posizione del campo
  4. ha uno dei più grandi servizi di sempre tra le donne
  5. può tirare vincenti da qualunque posizione
  6. è veramente a suo agio a rete

Quando in salute, Serena è una delle migliori, se non la migliore nella storia dello sport.

Steffi Graf

Steffi era un’atleta fantastica che aveva costruito il suo gioco su un dritto aggressivo con pochissimo spin. Il suo movimento e il suo atletismo rendevano possibile colpire la maggior parte delle volte con il dritto da qualunque parte del campo. Il suo rovescio ad una mano era al 90% slice e le dava il tempo non solo di recuperare, ma anche di rompere il ritmo dell’avversaria. Il suo servizio era anche un’arma, incluso il lancio molto alto che distraeva l’avversaria.

P.S. la gente mi chiede sempre se avessi cambiato qualcosa nel gioco di Steffi. Le avrei suggerito di colpire la palla con un rovescio a due mani, e penso che se avesse fatto questo sarebbe stata imbattibile! Se si potesse combinare il suo dritto con il rovescio di Andre, avreste i perfetti colpi da fondo

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
ATP4 settimane fa

Trattative Sky-FITP-Supertennis. A che punto è la negoziazione dei diritti-tv

Flash4 settimane fa

Diritti TV SKY e FITP: ecco lo scenario di questa aspra negoziazione infinita [VIDEO]

evidenza3 settimane fa

In Svizzera è polemica sulle On di Roger Federer. La risposta: “In Vietnam paghiamo oltre il minimo salariale”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam: Sinner: “Fra uno Slam e una medaglia olimpica scelgo la seconda. Non vedo l’ora di conoscere i migliori atleti del mondo” [AUDIO]

evidenza3 settimane fa

Richard Krajicek: “Piatti mi disse di Sinner ‘diventerà un campione’”. Jannik al servizio è come Djokovic: la battuta è un extra, ma quando gli serve la mette dentro” [VIDEO INTERVISTA]

Flash3 settimane fa

Ubaldo da Rotterdam: “Sinner sulle orme di Camporese? Siamo qui apposta”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, il viaggio di Sinner continua: “Bisogna anche divertirsi. Io ho trovato le persone giuste al momento giusto” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, Sinner: “Contento del numero 3 ma le cose più importanti sono altre” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

Griekspoor, prima “vittima” delle 12 di fila di Jannik: “Per me Sinner è il più forte tennista del mondo” [AUDIO ESCLUSIVO]

Flash4 settimane fa

Mattarella: “Azzurri, in Coppa Davis ho visto un vero spirito di squadra” (Cocchi, Primavera) Campioni d’Italia (Guerrini) Sinner porta il tennis al Quirinale (Piccardi) Italdavis in festa, Sinner incoronato da Mattarella (Mei, Schito)

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement