La stampa francese snobba la vittoria in Fed Cup de "Les Bleues de Amelie Mauresmo"

Fed Cup

La stampa francese snobba la vittoria in Fed Cup de “Les Bleues de Amelie Mauresmo”

Pubblicato

il

 

Il day after, tutte le reazioni della stampa francese all’incredibile rimonta sull’Italia in Fed Cup, da 0-2 a 3-2, perfettamente orchestrata dal capitano Amelie Mauresmo e messa in atto da Kristina Mladenovic e Caroline Garcia 

Le reazioni della stampa italiana alla debacle azzurra in Fed Cup

Non basta ospitare il campionato del mondo su terra rossa, il Roland Garros secondo dei quattro Slam annuali, né avere una lunga tradizione alle spalle che ti rendono la terza nazione al mondo per Coppe Davis vinte (9) – ma la settima per Fed Cup (2) – con ben dodici giocatori tra i primi cento al mondo tra ATP (8) e WTA (4) e sei Slam conquistati da quando il tennis è diventato uno sport per professionisti (RG 1983 Yannick Noah, AO 1995 e RG 2000 Mary Pierce, AO e W 2006 Amelie Mauresmo e W 2013 Marion Bartoli), per fare del tennis uno degli sport più popolari in Francia soppiantato dal calcio – e dal rugby – alla stregua di quanto avviene in Italia sulle prime pagine dei quotidiani nazionali.

Il giorno dopo la storica rimonta, la prima compiuta dalla Francia in Fed Cup da o-2 a 3-2, peraltro contro una nazionale reduce da quattro successi negli ultimi dieci anni (2006, 2009, 2010, 2013) , la prima pagina de “L’Equipe”, il principale quotidiano sportivo francese, è tutta per lo scontro al vertice della Ligue 1 tra Lione e Paris Saint Germain, finito in pareggio 1-1, che sarebbe valso il sorpasso dei parigini al primo posto in campionato in caso dei tre punti. C’è spazio, sì, per un minimo di sentimento nazionalistico ma solamente come terzo articolo di spalla, sotto alla Coppa d’Africa e al rugby. “Déchaînées”, vengono descritte “scatenate” le eroine transalpine, in difficoltà sabato ma padrone dell’incontro domenica. All’interno “L’Equipe” titola “In un giorno, tutto è cambiato”, ponendo l’accento sull’impresa (“C’est un exploit”) tanto invocata dal capitano francese Amelie Mauresmo nella giornata di sabato, quando sotto 2-0 affermava: “Non ci vuole un miracolo, ci vuole un’impresa”, consapevole delle difficoltà ma fiduciosa delle sue ragazze. Impresa compiuta principalmente grazie a Kristina Mladenovic, preferita alla numero 1 francese Alize Cornet nel match contro Sara Errani che poteva portare il terzo e decisivo punto all’Italia, e al doppio giocato insieme a Caroline Garcia, capace di infliggere la prima sconfitta in Fed Cup alle Cichis, le numero 1 al mondo della specialità. “Non eravamo su una nuvola”, ci tiene a precisare la numero 74 del mondo in singolare ma 20 in doppio, quasi ad ammonire il collega de “L’Equipe” forse ignaro che Mladenovic in doppio ha raggiunto una finale Slam a Wimbledon l’anno scorso persa proprio contro le nostre Errani/Vinci in coppia con Timea Babos. Nel frattempo “L’Italia si interroga”, se questa sconfitta non rappresenti la fine di un ciclo per la nostra nazionale.

“Le Bleus di Amelie Mauresmo sono sensazionali”, per “Le Parisien” secondo cui la nota più bella è rappresentata dall’esplosione di Mladenovic e Garcia, le “demoiselles de Rochefort” entrambe 21enni, destinate a colmare il vuoto generazionale lasciato da Mauresmo, Dechy, Beltrame e Loit, tutte nate nel 1979. Su “Le Monde” lo sport non fa capolino, mentre “Liberation” snobba la Fed Cup liquidandola attraverso un brevissimo trafiletto che vi riportiamo in calce:

“3 vittorie di fila hanno permesso alla Francia di qualificarsi per le semifinali di Fed Cup battendo l’Italia che conduceva 2-0 dopo i primi due singolari. Domenica, Kristina Mladenovic e Caroline Garcia hanno entrambe vinto i loro singolari, poi si sono imposte nel doppio. Cosa diciamo loro? A loro diciamo brave”.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
ATP4 settimane fa

Trattative Sky-FITP-Supertennis. A che punto è la negoziazione dei diritti-tv

Flash4 settimane fa

Diritti TV SKY e FITP: ecco lo scenario di questa aspra negoziazione infinita [VIDEO]

evidenza3 settimane fa

In Svizzera è polemica sulle On di Roger Federer. La risposta: “In Vietnam paghiamo oltre il minimo salariale”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam: Sinner: “Fra uno Slam e una medaglia olimpica scelgo la seconda. Non vedo l’ora di conoscere i migliori atleti del mondo” [AUDIO]

evidenza3 settimane fa

Richard Krajicek: “Piatti mi disse di Sinner ‘diventerà un campione’”. Jannik al servizio è come Djokovic: la battuta è un extra, ma quando gli serve la mette dentro” [VIDEO INTERVISTA]

Flash3 settimane fa

Ubaldo da Rotterdam: “Sinner sulle orme di Camporese? Siamo qui apposta”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, il viaggio di Sinner continua: “Bisogna anche divertirsi. Io ho trovato le persone giuste al momento giusto” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, Sinner: “Contento del numero 3 ma le cose più importanti sono altre” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

Griekspoor, prima “vittima” delle 12 di fila di Jannik: “Per me Sinner è il più forte tennista del mondo” [AUDIO ESCLUSIVO]

Flash4 settimane fa

Mattarella: “Azzurri, in Coppa Davis ho visto un vero spirito di squadra” (Cocchi, Primavera) Campioni d’Italia (Guerrini) Sinner porta il tennis al Quirinale (Piccardi) Italdavis in festa, Sinner incoronato da Mattarella (Mei, Schito)

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement