WTA Sydney: si ritirano Petra Kvitova e Agnieszka Radwanska

La tennista ceca numero 6 del ranking WTA e campionessa in carica non recupera dal virus che l’aveva colpita a Shenzhen. Mentre per la polacca, da domani numero 4 del mondo, infortunio alla gamba sinistra

WTA Sydney: si ritirano Petra Kvitova e Agnieszka Radwanska

Petra Kvitova non difenderà il torneo conquistato lo scorso anno a Sydney. È stata la tennista ceca, bicampionessa di Wimbledon e attuale numero 6 del ranking WTA ad annunciare, sui social network, il forfait dal torneo australiano. La Kvitova già la settimana scorsa è stata costretta al ritiro al primo turno del torneo WTA International di Shenzhen proprio a causa di un virus gastrointestinale. “Purtroppo non sarà in grado – ha scritto sulla sua pagina Facebook Petra Kvitova – di difendere il mio titolo a Sydney quest’anno. Ci è voluto molto più tempo di quanto sperassi per riprendermi dal virus intestinale che mi ha colpito a Shenzhen e non sono fisicamente pronta per competere qui. La ceca ha aggiunto: “Sydney è un torneo molto speciale per me, quindi sono molto delusa di non essere in grado di giocare davanti ai miei fantastici fan”. Petra Kvitova ha inoltre sottolineato come, per il momento, non è in dubbio la sua partecipazione agli Australian Open. “Andrò a Melbourne e prenderò il tempo necessario per recuperare in vista degli Australian Open”.  Petra Kvitova avrebbe dovuto affrontare al primo turno la tennista tedesca numero 32 del mondo Sabine Lisicki. La Lisicki, ora, se la vedrà con la lucky loser Polona Hercog.

Agnieszka Radwanska fresca vincitrice del WTA International di Shenzhen e testa di serie numero 2 del torneo di Sydney ha, invece, annunciato il ritiro dal torneo a causa di un infortunio alla gamba sinistra. La Radwanska come testa di serie numero 2 del torneo aveva un bye al primo turno. Il posto in tabellone della polacca è andato alla slovacca Daniela Hantuchova che, dopo aver passato le qualificazioni, si trova già al secondo turno.

 

Brunetto Apicella

CATEGORIE
TAG
Condividi