Coppa Davis, Krajan non si sbottona: "Con Karlovic ho molte opzioni. Decideremo giovedì"

Flash

Coppa Davis, Krajan non si sbottona: “Con Karlovic ho molte opzioni. Decideremo giovedì”

Nella conferenza stampa odierna il capitano croato non ha anticipato nessuna delle scelte per il weekend della finale. I suoi giocatori hanno invece osservato come la superficie di gioco sia più lenta del previsto

Pubblicato

il

 

Dopo la conferenza stampa degli ospiti, l’Argentina, è stata la volta della nazionale di casa, la Croazia. Ha parlato per primo il CT Zeljko Krajan, rispondendo alle domande sulla formazione che prevede di schierare nella finale di Coppa Davis. “Ho le mie idee ma non sono cristallizzate. Aspetteremo fino a giovedì, abbiamo molte più opzioni con Ivo (Karlovic, ndr) in squadra e questo mi facilita le cose. Sembra proprio che servisse arrivare in finale per avere questo Dream Team”. Riguardo Karlovic, presente a fianco a lui, il selezionatore croato ha aggiunto: “Mi è particolarmente caro che abbia accettato la convocazione, perché per noi è molto importante. Lo era anche prima a dire il vero, perché io voglio sempre disporre della squadra migliore. Ma ci siamo ritrovati tutti insieme giusto in tempo”.

Pochi minuti prima gli avversari si erano detti soddisfatti della superficie di gioco, dopo le preoccupazioni espresse nelle settimane precedenti in merito ad una possibile eccessiva rapidità della superficie di gioco. Logico che anche ai giocatori croati venisse chiesto un parere al riguardoÈ più  lenta di quello che ci saremmo aspettati” ha risposto il numero 1 Marin Cilic, “ma si velocizzerà giocandoci sopra e con l’aumento della temperatura all’interno del palazzetto. Credo che la velocità andrà bene ad entrambi” ha chiosato con diplomazia. Più ironico, c’era da aspettarselo, il compagno Karlovic. “Non è così veloce come mi aspettavo, spero si velocizzi. A loro va bene perché se l’aspettavano più rapida”. Il gigante di Salata torna a giocare in Davis dopo quattro anni di assenza, per affrontare l’Argentina per la terza volta nella manifestazione.

I precedenti con i sudamericani non sono benauguranti per il numero 20 del mondo, tuttavia: nel 2002 perse entrambi i singolari (contro Chela e Gaudio), mentre nel 2012 venne sconfitto in singolare (dallo stesso del Potro) e in doppio (in coppia con Cilic, contro Nalbandian e Schwank). Bisogna però ricordare che in entrambi i casi si giocò sulla terra rossa, la superficie meno congeniale al gioco di Karlovic. “Mi sento in ottime condizioni, sono di nuovo in squadra per un match di questa importanza. Quello che è accaduto in passato non ha nessun nesso con l’oggi. Confido che lo scenario sarà completamente diverso ha risposto il trentasettenne, curiosamente coetaneo del tecnico Krajan. Nel caso in cui la Croazia dovesse vincere la finale, diventerebbe il terzo giocatore più vecchio a conquistare l’insalatiera dopo gli australiani Ken Rosewall e Mal Anderson che la vinsero entrambi nel 1973, rispettivamente a 39 e 38 anni. “Da una parte mi sento orgoglioso per essere riuscito a giocare così a lungo ad alto livello, dall’altra parte vorrei essere un po’ più giovane” ha concluso con il consueto humour il tennista zagabrese.

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
ATP4 settimane fa

Trattative Sky-FITP-Supertennis. A che punto è la negoziazione dei diritti-tv

Flash4 settimane fa

Diritti TV SKY e FITP: ecco lo scenario di questa aspra negoziazione infinita [VIDEO]

evidenza3 settimane fa

In Svizzera è polemica sulle On di Roger Federer. La risposta: “In Vietnam paghiamo oltre il minimo salariale”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam: Sinner: “Fra uno Slam e una medaglia olimpica scelgo la seconda. Non vedo l’ora di conoscere i migliori atleti del mondo” [AUDIO]

evidenza3 settimane fa

Richard Krajicek: “Piatti mi disse di Sinner ‘diventerà un campione’”. Jannik al servizio è come Djokovic: la battuta è un extra, ma quando gli serve la mette dentro” [VIDEO INTERVISTA]

Flash3 settimane fa

Ubaldo da Rotterdam: “Sinner sulle orme di Camporese? Siamo qui apposta”

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, il viaggio di Sinner continua: “Bisogna anche divertirsi. Io ho trovato le persone giuste al momento giusto” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

ATP Rotterdam, Sinner: “Contento del numero 3 ma le cose più importanti sono altre” [AUDIO]

ATP2 settimane fa

Griekspoor, prima “vittima” delle 12 di fila di Jannik: “Per me Sinner è il più forte tennista del mondo” [AUDIO ESCLUSIVO]

Flash4 settimane fa

Mattarella: “Azzurri, in Coppa Davis ho visto un vero spirito di squadra” (Cocchi, Primavera) Campioni d’Italia (Guerrini) Sinner porta il tennis al Quirinale (Piccardi) Italdavis in festa, Sinner incoronato da Mattarella (Mei, Schito)

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement