Indian Wells: Born(a) ready! Coric si prende la semifinale

ATP

Indian Wells: Born(a) ready! Coric si prende la semifinale

Il giovane croato piega Kevin Anderson al tie-break decisivo e festeggia il più importante risultato della carriera. In semifinale sfiderà Roger Federer

Pubblicato

il

 

B. Coric  b. [7] K. Anderson 2-6 6-4 7-6(3) (Matteo Marinucci)

Borna Coric [49 ATP] (ultimo giocatore “non” testa di serie rimasto in tabellone) supera 2-6  6-4  7-6(3) in un match molto combattuto il numero 7 del tabellone Kevin Anderson [9 ATP]. Tre a zero i precedenti per il secondo e nessun set perso; l’ultimo incontro risale al terzo turno dello US Open 2017, partita mai in discussione. Nel primo set il match si sviluppa, per il tennista di Johannesburg, sulla falsa riga del match con Carreno Busta; il sudafricano è intoccabile al servizio e spinge appena ne ha l’occasione. Il croato, dal canto suo, avrebbe bisogno di ottime percentuali in risposta, nonché di allungare gli scambi facendo muovere il suo avversario, ovviamente sbagliando il meno possibile. Coric non riesce a fare nessuna di queste cose: soffre la potenza di Anderson, i suoi colpi non fanno male e troppo spesso finiscono lunghi o in rete (sarà -10 il saldo vincenti/non forzati a fine parziale); perde così immediatamente la battuta e Anderson non deve far altro che gestire i suoi turni di servizio e, grazie ad un altro break in chiusura, archivia il primo set per 6 giochi a 2. “Non ho iniziato bene, non riuscivo a trovare il ritmo, lui tirava molto bene il servizio“, conferma Borna in conferenza stampa.

Si ritorna in campo e il croato sembra gestire meglio gli scambi (soprattutto tatticamente), riduce gli errori ed allunga gli scambi, togliendo subito il servizio ad un Anderson oltremodo falloso, in un game lungo e tirato, che può indirizzare il set. E così è: il break iniziale fa la differenza in un set equilibrato in cui entrambi gestiscono bene i propri turni di servizio, ad eccezion fatta per il quarto game, dove il sudafricano si procura una palla break, che Borna annulla; da questo momento non rischia più nulla e chiude il set 6-4. L’inizio del parziale decisivo sembra prendere la stessa piega del primo, con Coric che, con qualche errore di troppo, si trova a fronteggiare subito palle break nel primo game di battuta, salvandosi, e nel terzo; Anderson stavolta ne approfitta e vola 4 a 2. Adesso però, diversamente da inizio match, il giovane classe ’96 è in “partita”: non si scompone e conquista immediatamente il contro break, salendo poi 4 pari.

Si arriva così al tie-break, epilogo tutto sommato giusto per un match giocato molto bene da entrambi, seppur con qualche sbavatura. Anderson, fallosissimo e praticamente senza prime in campo, sceglie il momento sbagliato per uscire dal match (forse un po’ di stanchezza); il croato non trema e porta a casa l’incontro. “Ho rivisto i miei match, ho parlato col mio team e con Riccardo Piatti, la cosa importante era eliminare i cali di concentrazione. Certo, se si paragonano questi campi allo US Open, o a Basilea, la superficie è più lenta, ma la palla comunque schizza via veloce e alta sui grandi servizi. Con Piatti stiamo cercando di migliorare l’attacco, il modo di giocare i punti importanti, devo continuare a migliorare. Oggi ho vinto, ma devo ancora lavorare tanto“, è l’analisi di Borna alla fine della partita.

Coric centra così la prima semifinale di un master 1000 in carriera, giocando un buon match dopo aver perso male il primo set, dimostrando maturità e ottimi progressi al servizio e dal punto di vista tattico. Come da lui dichiarato qualche giorno fa “c’è bisogno di tre o quattro anni di lavoro per diventare un top 10…”se continua su questa strada (e se la stoffa c’è) può riuscirci anche prima.

Chung dura un set, 11a semifinale per Federer

Il tabellone completo

Continua a leggere
Commenti
Advertisement
Ubaldo Scanagatta
Flash20 ore fa

Roland Garros, Scanagatta: “Nadal subito Zverev. Se fosse meglio così? Il teorico cammino di Sinner” [VIDEO]

Jannik Sinner - Madrid 2024 (foto Florin Baltatoiu)
Flash1 giorno fa

Roland Garros, Scanagatta: “Sinner gioca e punta al n. 1 del mondo. E magari pure al Grande Slam. Si deve sognare in grande. Dove capiterà Nadal? Il campione di 14 Roland Garros é’ una mina vagante o no? Riparte l’UbiContest” [VIDEO]

Senza categoria4 giorni fa

Scanagatta a Radio Sportiva: “La bravura di Sara Errani e le prospettive di Zverev per Parigi”[AUDIO]

Alexander Zverev - Roma 2024 (X @inteBNLditalia)
evidenza7 giorni fa

Roma, Scanagatta: “Zverev può aver salvato il torneo” [VIDEO]

Flash1 settimana fa

Roma, Scanagatta: “Meglio le donne che gli uomini. In gara tre delle prime quattro del ranking, fra gli uomini solo due dei primi otto”

Flash2 settimane fa

Roma, Scanagatta: “Con Paolini bye bye Roma per le italiane. 5 azzurri superstiti. Tre giocano oggi ma il clou è Nadal-Hurkacz. Per lo spagnolo addio Roma più che arrivederci?” [VIDEO]

Matteo Berrettini - Roma 2024 (foto Francesca Micheli Ubitennis)
Flash2 settimane fa

ATP Roma, Scanagatta: “Piove sul bagnato. Dopo il KO di Sinner quello di Berrettini, e sul torneo diluvia. Menomale vincono Darderi e Cobolli” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Massey: “Il tetto è in programma e dal prossimo anno le chiamate elettroniche” [VIDEO]

evidenza1 mese fa

Scanagatta: “Un errore arbitrale clamoroso fa perdere a Sinner con Tsitsipas un match quasi vinto” [VIDEO]

ATP1 mese fa

ATP Montecarlo, Scanagatta: “Jannik Sinner batte l’avversario più duro di sempre sul rosso e conserva il secondo posto mondiale” [VIDEO]

⚠️ Warning, la newsletter di Ubitennis

Iscriviti a WARNING ⚠️

La nostra newsletter, divertente, arriva ogni venerdì ed è scritta con tanta competenza ed ironia. Privacy Policy.

 

Advertisement
Advertisement
Advertisement