Babolat celebra Nadal con la Pure Aero Undecima

Flash

Babolat celebra Nadal con la Pure Aero Undecima

L’azienda francese, da sempre partner del maiorchino, lancia un nuovo modello in edizione limitata. L’intero ricavato delle vendite verrà devoluto alla Rafa Nadal Foundation

Pubblicato

il

Rafael Nadal ha scritto un’altra pagina di storia vincendo il Roland Garros per l’undicesima volta. Per celebrare questo dominio senza precedenti, Babolat, storico partner di Rafa, ha deciso di rilasciare un modello inedito in edizione limitata: la Pure Aero Undecima.

2018 Babolat Pure Aero Undecima

La casa francese ha prodotto undici esemplari della nuova racchetta, tutti autografati da Nadal, che saranno distribuiti all’interno di un pacchetto speciale.

Il pacchetto limited edition contiene:

 
  • Una Pure Aero Undecima firmata da Rafael Nadal
  • Un borsone Pure Aero Undecima capace di contenere 12 racchette
  • Undici matasse di RPM Blast (le corde di Nadal)
  • Un voucher per una settimana premio alla Rafa Nadal Academy, che include allenamenti giornalieri

Il tutto sarà messo in vendita sul sito del Roland Garros per i prossimi undici giorni al prezzo di 11.000 euro. L’intero ricavato sarà devoluto alla Rafa Nadal Foundation, associazione benefica nata nel 2008 per volontà del campione spagnolo e della sua famiglia.

L’Undecima sigilla un momento storico per il tennis, per Rafa, per il Roland Garros e per Babolat“, ha commentato Eric Babolat, CEO dell’omonima azienda produttrice di racchette. “Babolat è incredibilmente orgogliosa di essere stata al fianco di Rafa fin dal primo giorno. Perseguiamo gli stessi valori di passione e ricerca dell’eccellenza. Volevamo celebrare questa vittoria creando qualcosa di veramente speciale e al tempo stesso dando qualcosa in cambio a Rafa e alla sua fondazione dopo tutto quello che lui ha fatto per noi e per i suoi fan“.

Continua a leggere
Commenti

Flash

ATP Santiago: Cecchinato subito fuori, Mager rinuncia al torneo

Ennesima sconfitta per Marco contro il boliviano Dellien in 3 set. Il finalista di Rio, esausto, rinuncia al torneo cileno

Pubblicato

il

La prima partita giocata sul Centrale di Santiago del Cile vede il nostro Marco Cecchinato sfidare il boliviano Hugo Dellien, una sfida che ha visto il sudamericano prevalere in 3 set 6-3 1-6 6-3. Una sconfitta grave per il nostro giocatore che prosegue il suo drammatico momento sportivo, negli ultimi 12 mesi il suo bilancio nei tornei è di 7 vinte e 27 perse con una sola vittoria registrata nei primi due mesi del 2020.

E questa volta l’occasione per vincere era ghiotta dal momento che anche Dellien non vinceva un match ATP dal primo turno dello US Open dello scorso agosto. Dopo aver dominato il secondo set con un perentorio 6-1 Cecchinato ha ceduto il servizio sul 2-1 del terzo per il suo avversario, un break che non riuscirà poi a recuperare.

L’Italia perde anche un altro possibile protagonista ma per motivi completamente diversi: Gianluca Mager dopo la straordinaria settimana che lo ha visto arrivare in finale all’ATP 500 di Rio de Janeiro, è stato costretto a rinunciare al torneo cileno per la fatica accumulata in Brasile.
Al suo posto in tabellone ripescato il peruviano Juan Pablo Varillas.

Il tabellone completo

 

Risultati:
[WC] T. Seybot Wild b. F. Bagnis 6-1 3-6 6-1
[6] H. Dellien b. M. Cecchinato 6-3 1-6 6-3
R. Carballes Baena vs J. Munar
[WC] M.T. Barrios Vera vs [Q] C. Taberner



Continua a leggere

Flash

Il programma di martedì a Dubai e Acapulco: esordio per Nadal, Kyrgios e Fognini

Programma discretamente ricco nei due ATP 500 della settimana. Fognini in campo alle 13 italiane contro Evans

Pubblicato

il

Sarà un martedì piuttosto denso per quanto attiene ai due ATP 500 in corso di svolgimento, ovvero i tornei di Dubai e Acapulco. Negli Emirati, dove Djokovic ha già esordito con una rapida vittoria, scenderanno in campo Fognini (ora di pranzo) e il finalista in carica Tsitsipas, reduce dal bis di Marsiglia. Torna subito in campo anche un altro protagonista di una finale della scorsa settimana, il Nishioka sconfitto da Opelka a Delray Beach.

In Messico esordiranno sia Rafael Nadal che Nick Kyrgios. L’organizzazione del torneo ha diramato la scansione e l’ordine degli incontri maschili ma senza il dettaglio degli orari, che verosimilmente comparirà al termine della prima giornata (che inizierà alle 23 italiane e vedrà l’esordio di Wawrinka, tra gli altri).

Il programma completo di Dubai

Centre Court – ore 11 (italiane)
M. Cilic vs [8] B. Paire
non prima delle 13
D. Evans vs [4] F. Fognini
non prima delle 16
P. Carreno Busta vs [2] S. Tsitsipas
[5] R. Bautista Agut vs J-L. Struff

Court 1 – ore 11
[WC] P. Gunneswaran vs [Q] D. Novak
J. Sousa vs F. Krajinovic
non prima delle 14
DOPPIO
N. Basilashvili vs R. Berankis

Court 3 – ore 11
[PR] Y-H. Lu vs [Q] Y. Uchiyama
non prima delle 13
H. Hurkacz vs A. Bublik
Y. Nishioka vs P-H. Herbert

 

Il programma completo di Acapulco (solo maschile)

Estadio
[Q] J. Jung vs [2] A. Zverev
[1] R. Nadal vs P. Andujar
[6] N. Kyrgios vs U. Humbert

Grandstand
[5] J. Isner vs [WC] M. Zverev
[LL] A. Bolt vs [4] F. Auger-Aliassime
[Q] D. Dzumhur vs [7] G. Dimitrov

Cancha 4
S. Johnson vs [8] D. Lajovic
R. Albot vs [SE] P. Martinez
R. Opelka vs S. Kwon

Cancha 1

T. Fritz vs J. Millman

Continua a leggere

Flash

Fognini a Dubai: “Sono qui senza aspettative”. E si congratula con Mager e Musetti

Prima conferenza stampa di Fabio a Dubai, dove esordirà martedì contro Evans. Aggiornamenti sulle sue condizioni fisiche ed elogi per i due connazionali

Pubblicato

il

Fabio Fognini ha partecipato al media day in attesa del suo esordio a Dubai, che andrà in scena martedì alle 13 (italiane) contro Dan Evans. Il tennista italiano ha deciso di giocare negli Emirati “Perché qui non ci ero mai venuto“, rinunciando in toto alla trasferta sudamericana, sebbene sino a questo momento la scelta di preferire il cemento sia stata piuttosto sfortunata (subito sconfitto a Rotterdam, assente prima a Montpellier e poi a Marsiglia per infortunio). “L’anno scorso ero molto vicino a venire a giocare qui, ma alla fine ho optato per la trasferta sudamericana“.

E proprio sul Sudamerica non mancano le domande, soprattutto sull’impresa di Gianluca Mager, capace di battere Thiem a Rio e di raggiungere la finale. “Viviamo molto vicini. Io sono di Arma di Taggia e lui è di Sanremo, lo conosco molto bene. Ho sempre pensato che potesse giocare così bene, ma non era concentrato al 100% sul tennis. […] Battere Thiem sulla terra è una grande impresa, anche se non era al top della forma dopo l’Australia“.

Le preoccupazioni sulle sue condizioni fisiche sono uno degli argomenti più dibattuti in questa fase della carriera di Fognini. Dopo l’Australia ha giocato claudicante a Rotterdam e – come anticipato – ha dovuto rinunciare a Marsiglia, sempre per i soliti problemi alla caviglia. Fognini si mostra comunque positivo – “Sto lavorando sul mio tennis, per ora è tutto a posto” -ammettendo comunque che “arrivo qua senza aspettative […] dopo l’Australia mi stavo sentendo bene ma ho dovuto rinunciare a due tornei in cui ci tenevo a fare bene“.

 

Chiosa finalesul grande exploit di Musetti, primo 2002 a prendere parte a un torneo ATP – “Veramente bravo!” – e parole al miele per l’intero movimento tennistico italiano: “Sono molto orgoglioso di quello che stanno facendo i giovani: più siamo meglio è“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement