Nadal: "Federer sarà aggressivo, niente scambi lunghi. Mi adatterò, cambierò qualcosa in corsa"

Flash

Nadal: “Federer sarà aggressivo, niente scambi lunghi. Mi adatterò, cambierò qualcosa in corsa”

Rafa (intervistato da Eurosport) è pronto per la semifinale più attesa del Roland Garros: “È una sfida storica… ma deve essere una semplice partita di tennis”

Pubblicato

il

Rafa Nadal nello studio di Eurosport (photo @Eurosport)

Federer contro Nadal, Roger contro Rafa. Il capitolo numero 39 della rivalità eterna avrà come scenario il Philippe Chatrier del Roland Garros, un evento che non si verificava da ben otto stagioni. In quel 5 giugno 2011 Nadal piegò la sua nemesi per la quinta volta su cinque sfide a Parigi e conquistò il suo sesto titolo al Bois de Boulogne, eguagliando Bjorn Borg (che ieri ha spento 63 candeline). Da allora ha alzato il trofeo altre cinque volte e sta fiutando il dodicesimo trionfo nel torneo in cui più di tutti si sente a casa. Per questi motivi Federer sa bene che non ha molte chance di vittoria nella semifinale che tutti attendono, ma a dirla tutta chiunque al suo posto si troverebbe nella stessa condizione.

A prescindere dalle previsioni, il Fedal si conferma l’evento di spicco nel mondo della racchetta. Un rito pagano per gli appassionati, per il quale quasi ci si scambia gli auguri e si resta in famiglia per gustarselo al meglio. Ma cosa significa questa sfida per Roger e Rafa? Lo spagnolo ha provato a presentare l’incontro nel fermento della vigilia, ospite di Eurosport Espana.

Le condizioni sono buone per te quest’anno, sei felice di giocare questa semifinale in queste condizioni?
Sì. Se un mese fa mi avessi detto che sarei arrivato in semifinale, ovviamente avrei firmato. Anche oggi sono felice di essere qui. Queste due settimane sono state molto positive, sin da quando sono arrivato. Il torneo è così positivo in ogni parte, personalmente e a livello di tennis. Sono felice, ora inizierà la parte più difficile. È un day-by-day, una partita dopo l’altra, devo dare tutto nella semifinale.

 

Sfiderai Federer per la 39esima volta. Si può dire che non è solo la più grande rivalità nella storia del tennis, ma è la più grande rivalità nella storia dello sport? Dopo 15 anni, cosa significa questa rivalità per te?
Significa la realtà; abbiamo giocato così tante partite. Quando ho iniziato la mia carriera lui era già famoso e un ottimo giocatore. Durante tutta la mia carriera ho giocato contro di lui, e anche Novak. Ci contendiamo ciò che è importante per noi e domani sarà un nuovo episodio per entrambi. È diventata una partita storica, ma è solo una partita di tennis. Devo giocare come se fosse una normale semifinale.

Tatticamente, sai come interpretare Roger qui a Parigi. Come spieghi che Federer sul duro è più aggressivo, mentre su terra tu hai un vantaggio?
Penso che Roger proverà a giocare in modo aggressivo anche domani, userà ciò che ha funzionato in passato per lui. Io lo farei se fossi in lui. Ora gioca diversamente. È più aggressivo perché vuole evitare gli scambi lunghi. E questo cambia la partita per me. Se non vuole giocare in questo modo, non lo faremo. Se vuole giocare aggressivo e accorciare i punti, può farlo, perché ha il tennis e la determinazione per farlo. E io dovrò adattarmi. Devo giocare una partita solida. Siamo su terra battuta e al meglio dei 5 set, quindi ho bisogno di raggiungere un livello molto alto e mantenerlo per molto tempo. Ho bisogno di metterlo in difficoltà quando vorrà abbreviare punti: questo è il mio obiettivo principale per domani. Devo essere aggressivo e giocare molto bene per metterlo in difficoltà.

Rafa, ti piace stare dietro la linea di fondo, quando proverai a cambiare la tua strategia?
Non voglio rivelare tutta la mia tattica ora. So quello che voglio fare. È un fatto personale di sensazione e sentimento. Voglio fare qualcosa ma forse lo cambierò durante la partita. Dovrò cambiare il mio piano durante il gioco, mi adeguerò. Tuttavia è importante in questi match andare in campo con una strategia definita. Se ho un piano, ho più possibilità di riuscire. Perché avrei determinazione e convinzione. Se non lo fai, il tuo gioco sarà insicuro.

Ogni minuto del Roland Garros 2019 è disponibile LIVE – in ogni momento e ovunque – su Eurosport  e Eurosport Player

Continua a leggere
Commenti

Flash

Prima Nadal, poi Djokovic: i delusi di Londra al debutto nella nuova Davis

Rafa all’esordio da padrone di casa contro la Russia (oggi alle 18). Nole, che non gioca per il suo Paese dal 2017, sfiderà il Giappone nel day 3: “Voglio arrivare in fondo alla settimana”

Pubblicato

il

Rafa Nadal - Finali Coppa Davis 2019 (via Twitter, @DavisCupFinals)

La copertina del day 2 alla Caja Magica se la prende senza dubbio l’esordio della Spagna padrona di casa, in quello che nelle previsioni (prima dei guai croati e della rinuncia di Medvedev) era stato etichettato come il girone di ferro. “Ho trovato Nadal molto bene – ha commentato il capitano spagnolo Sergi Bruguera -, chiaramente è arrivato da Londra con il dispiacere di non essere riuscito a giocare le semifinali delle Finals, ma adesso sta bene ed è molto motivato per questa settimana“.

L’esordio della Spagna è in programma nel pomeriggio (ore 18) contro la Russia, capace di superare in scioltezza la malconcia Croazia all’esordio. Per il momento si sono rivelate aderenti alla realtà le dichiarazioni ricche di fiducia del capitano Shamil Tarpischev, in sella dal 1974. “L’assenza di Medvedev ci indebolisce, ma abbiamo una squadra comunque in grado di combattere“.

NOLE NEL DAY 3 – Ci sarà da aspettare la sessione mattutina del day 3, invece, per vedere in campo la Serbia di Novak Djokovic contro il Giappone. La presenza contemporanea alle Davis Cup Finals dei primi due protagonisti del ranking mondiale è uno degli argomenti sbattuti sul tavolo da chi crede nella bontà della nuova formula. Anche il serbo non ha superato il girone nel Masters londinese (fattore che ha probabilmente agevolato la sua presenza a Madrid) e proverà quindi a concludere al meglio la stagione difendendo i colori del suo Paese.

Novak Djokovic – Finali Coppa Davis 2019 (photo by Jose Manuel Alvarez / Kosmos Tennis)

L’ultima apparizione con la Serbia del fuoriclasse di Belgrado risale al 2017, mentre il momento migliore in Nazionale rimane l’insalatiera sollevata nel 2010 proprio contro la Francia, avversaria di giovedì. “Far parte del gruppo della Davis mi è sempre piaciuto – ha commentato Nole alla vigilia -, sono sensazioni che mi mancavano da qualche anno, speriamo di arrivare fino alla fine di questa settimana, significherebbe lottare per vincere“.

Qui il calendario completo dei match giorno per giorno

 

Continua a leggere

Flash

Giron e Vandeweghe wild card USTA all’Australian Open

Gran colpo di Coco reduce da un anno e mezzo funestato dagli infortuni. L’ex stella di UCLA Giron avvicina i primi cento e “pregusta” l’accesso diretto

Pubblicato

il

CoCo Vandeweghe - US Open 2017 (foto Josephine Vinci)

Saranno Coco Vandeweghe e Marcos Giron i destinatari degli inviti che il primo torneo del Grande Slam stagionale ogni anno riserva alla federazione statunitense. I due giocatori californiani hanno chiuso in testa le wild card challanges, classifiche costruite sui punti messi in palio da un discreto numero di tornei di secondo livello nell’autunno della stagione tennistica. L’ultimo, il munifico combined chiusosi ieri a Houston, si è rivelato quello decisivo: pur sconfitta nella finalissima da Kirsten Flipkens, Vandeweghe ha raccolto quanto le è bastato a superare in graduatoria Katerina Stewart, sommando i molti punti collezionati nel duello decisivo in Texas a quelli guadagnati raggiungendo i quarti negli ITF di Macon e Tyler.

Fuori per dieci mesi a causa di un serio infortunio alla caviglia destra, Vandeweghe era rientrata la scorsa estate a San José con il ranking protetto di numero 100 WTA, e si trova attualmente oltre la duecentesima posizione. Grazie all’edificante risultato ottenuto, la sfortunata Coco avrà l’opportunità di risalire la china in un Major che ormai tre anni fa l’ha vista addirittura semifinalista.

L’invito maschile, come anticipato, è invece finito nelle mani di Marcos Giron, ex superstar universitaria ai tempi delle frequentazioni a UCLA. Giron a Houston la finale l’ha vinta, superando l’eterno Ivo Karlovic al termine di tre non inaspettati tie break, con la ciliegina sulla torta di sei match point annullati in quello decisivo. Superato sul filo di lana in graduatoria Michael Mmoh, il quale può comunque sperare nel ripescaggio: grazie al successo conquistato ieri, Giron si è infatti spinto fino alla centoduesima piazza del ranking garantendosi buonissime probabilità di staccare il pass per meriti di classifica, eventualità che libererebbe la tanto preziosa wild card in favore del secondo in graduatoria, .

 

Le entry list definitive che sanciranno l’elenco degli aventi diritto al main draw di Melbourne saranno confermate dal computer lunedì 9 dicembre.

Continua a leggere

Flash

Serie A1, i verdetti dell’ultima giornata. TC Prato: gli uomini ai play out, le donne in semifinale

Park Tennis Genova, Match Ball Siracusa, CT Vela Messina e Sporting Club Vigevano si aggiudicano i rispettivi gironi e strappano il pass per le semifinali del campionato maschile. Nel femminile, TC Prato sfiderà Parioli, Lucca se la vedrà con Genova 1893. Il 24 novembre e l’1 dicembre i match di andata e ritorno di playoff e playout

Pubblicato

il

La squadra femminile del TC Prato, qualificata per le semifinali del campionato di A1

A1 MASCHILE – Nel primo girone, dove tutto era ancora in equilibrio, conquista a sorpresa un posto tra le big 4 il Match Ball Siracusa che si impone con un netto 5-1 sul più quotato TC Italia (Forte dei Marmi). A far la differenza in favore dei siciliani sono state le vittorie di Pedro Sousa su Stefano Travaglia, sia in singolo sia in doppio. Non solo perde la vetta il club toscano ma è anche costretto ai playout in quanto l’SC Sassuolo, con un netto 5-1, sconfigge il TC Crema, guadagnandosi la permanenza nel massimo campionato e costringendo anche il club lombardo ai playout.

Non si ribalta la situazione nel secondo girone dove l’SC Selva Alta, già in vantaggio di tre punti, allunga definitivamente sconfiggendo il TC Parioli in una sfida piuttosto equilibrata che ha visto i padroni di casa prevalere per 4-2 grazie alle vittorie nei doppi e ai soliti trascinatori Filippo Baldi e Roberto Marcora. Il CT Bologna conquista la terza posizione nel girone sconfiggendo in casa l’ATA Trentino con il punto decisivo ottenuto da Federico Gaio e Marco Pedrini, che si sono imposti 11-9 al super tie-break contro la coppia formata da Riccardo Bellotti e Marco Brugnerotto.

Nel terzo girone, dove tutto invece era già stabilito, il forte Park TC Genova era già certo delle semifinali scudetto e si è presentato alla sfida con il New Tennis Torre Del Greco con le seconde linee venendo sconfitto nettamente dai campani per 5-1. Sfortunato episodio invece nell’altra sfida, tra CTD Massa Lombarda e SC Angiulli, entrambe già matematicamente condannate ai playout: durante la trasferta in Puglia, diversi componenti della squadra ospite sono stati coinvolti in un brutto incidente stradale nel quale più di tutti è rimasto coinvolto Riccardo Perin, andato in ospedale con una vertebra incrinata al quale vanno i più sinceri auguri di una pronta guarigione. Per questo motivo gli ospiti si sono presentati solamente con tre giocatori e la sfida è stata vinta 6-0 dai padroni di casa.

Nel quarto ed ultimo girone il CT Vela Messina, nonostante il primo posto già aritmetico, si presenta comunque con un’ottima formazione a Prato strappando un 3-3 in casa dei toscani che vengono condannati ai playout salvezza a causa della soffertissima vittoria del CT Maglie contro il TC Vomero, ottenuta grazie a due successi nei super tie-break di doppio da Blancaneux/Portaluri e Crepaldi/Garzelli.

Tutti i risultati della sesta giornata(fonte federtennis.it)

GIRONE 1

Sporting Club Sassuolo – TC Crema 5-1
Enrico Dalla Valle (S) b. Riccardo Sinicropi (C) 62 63
Michele Vianello (S) b. Lorenzo Bresciani (C) 64 64
Stefano Napolitano (S) b. Adrian Ungur (C) 64 62
Samuel Vincent Ruggeri (C) b. Giulio Mazzoli (S) 64 76(1)
Michele Vianello/Giulio Mazzoli (S) b. Adrian Ungur/ Riccardo Sinicropi (C) 76(6) 64
Enrico Dalla Valle/Stefano Napolitano (S) b. Samuel Vincent Ruggeri/Lorenzo Bresciani (C) 64 64

Match Ball Siracusa – TC Italia 5-1
Inigo Cervantes (I) b. Antonio Massara (S) 64 61
Alessandro Ingarao (S) c. Marco Furlanetto (I) 63 62
Pedro Sousa (S) b. Stefano Travaglia (I) 64 60
Ettore Zito (S) b. Mattia Mancini (I) 62 61
Pedro Sousa/Alessandro Ingarao (S) b. Stefano Travaglia/Marco Furlanetto (I) 63 62
Antonio Massara/ Ettore Zito (S) b. Walter Trusendi/Mattia Mancini (I) 63 61

Classifica finale:
10 (6) Match Ball Siracusa – semifinali
9 (6) Sporting Club Sassuolo – resta in A1
9 (6) TC Italia Forte dei Marmi – playout salvezza
7 (6) TC Crema – playout salvezza

GIRONE 2

Sporting Club Selva Alta – TC Parioli 4-2
Filippo Baldi (V) b. Matteo Fago (P) 62 62
Roberto Marcora (V) b. Flavio Cobolli (P) 61 63
Ante Pavic (P) b. Antoine Hoang (V) 36 76(5) 64
Francesco Bessire (P) b. Davide Dadda (S) 64 36 61
Antoine Hoang/Filippo Baldi (S) b. Francesco Bessire/Ante Pavic (P) 62 64
Roberto Marcora/Davide Dadda (S) b. Flavio Cobolli/ Matteo Fago (P) 67(1) 62 10-8

CT Bologna – ATA Trentino 4-2
Fabio Mercuri (B) b. Mattia Bernardi (T) 75 60
Marco Brugnerotto (T) b. Luca Pancaldi (B) 75 60
Federico Gaio (B) b. Riccardo Bellotti (T) 64 61
Davide Ferrarolli (T) b. Manuel Righi (B) 63 64
Federico Gaio/Marco Pedrini (B) b. Riccardo Bellotti/ Marco Brugnerotto (T) 63 46 11-9
Fabio Mercuri/Enrico Baldisserri (B) b. Edoardo Cestarollo/Davide Ferrarolli (T) 61 63

Classifica finale:
16 (6) Sporting Club Selva Alta Vigevano – semifinali
10 (6) TC Parioli – resta in A1
6 (6) CT Bologna – playout salvezza
3 (6) ATA Battisti Trentino – playout salvezza

GIRONE 3

New Tennis Torre del Greco – Park Tennis Club Genova 5-1
Gennaro Orazzo (T) b. Davide Cortimiglia (G) 64 62
Antonio Mastrelia (T) b. Tommaso Lippolis (G) 63 62
Alessandro Ceppellini (G) b. Giovanni Cozzolino (T) 67(1) 64 64
Raffaele Barba (T) b. Oscar Callo (G) 57 62 62
Filippo Palumbo/Giovanni Cozzolino (T) b. Alessandro Ceppellini/ Davide Cortimiglia (G) 64 36 10-4
Antonio Mastrelia/Gennaro Orazzo (T) b. Tommaso Lippolis/Oscar Callo (G) 62 61

SG Angiulli – CTD Massa Lombarda 6-0
Andrea Pellegrino (A) b. Lorenzo Rottoli (M) 3-0 rit.
Duilio Beretta (A) b. Jacopo Bilardo (M) 3-0 rit.
Attila Balazs (A) b. Alessio De Bernardis (M) 3-0 rit.
Gli altri incontri non disputati per ritiro CTD Massa Lombarda

Classifica finale:
15 (6) Park Tennis Club Genova – semifinali
13 (6) New Tennis Torre del Greco – resta in A1
3 (6) CTD Massa Lombarda – playout salvezza
3 (6) SG Angiulli Bari – playout salvezza

GIRONE 4

TC Prato – CT Vela Messina 3-3
Gianluca Naso (M) b. Jacopo Stefanini (P) 61 62
Matteo Trevisan (P) b. Fausto Tabacco (M) 76(3) 61
Filip Horansky (P) b. Enrique Lopez Perez (M) 62 61
Giorgio Tabacco (M) b. Federico Iannaccone (P) 46 76(13) 60
Antonio Famà/Enrique Lopez Perez (M) b. Jacopo Stefanini/Lapo De Marzi (P) 62 64
Filip Horansky/Matteo Trevisan (P) b. Gianluca Naso/Fausto Tabacco (M) 75 63

CT Maglie – Tennis Club Vomero 4-2
Erik Crepaldi (M) b. Miliaan Niesten (V) 63 62
Facund Juarez (V) b. Francesco Garzelli (M) 60 64
Geoffrey Blancaneux (M) b. Francesco Caparco (V) 60 60
Giammarco Cacace (V) b. Giorgio Portaluri (M) 63 16 76(1)
Geoffrey Blancaneux/Giorgio Portaluri (M) b. Gianluca Di Nicola/ Giammarco Cacace (V) 63 36 10-6
Erik Crepaldi/Francesco Garzelli (M) b. Giuseppe Caparco/Miliaan Niesten (V) 46 75 12-10

Classifica finale:
12 (6) CT Vela Messina – semifinali
8 (6) CT Maglie – resta in A1
6 (6) TC Prato – playout salvezza
5 (6) TC Vomero Napoli – playout salvezza


A1 FEMMINILE – Arrivano i verdetti anche nel massimo campionato a squadre femminile. Il TC Genova 1893 conquista nettamente la prima posizione nel primo girone con un deciso 4-0 ai danni del TC Prato, che arriverà ai playoff da seconda classificata, mentre ai playout vanno CA Faenza e BAL Lumezzane che nell’ultima giornata pareggiano 2-2. Nel secondo girone il TC Parioli con un netto 4-0 ai danni del CT Siena conquista la prima posizione in virtù della sorprendente netta sconfitta per 4-0 del CT Lucca fuori casa al Tennis Beinasco.

Tutti i risultati della sesta giornata (fonte federtennis.it)

GIRONE 1

TC Genova 1893 – TC Prato 4-0
Alberta Brianti (G) b. Federica Sacco (P) 75 60
Giulia Remondina (G) b. Lisa Piccinetti (P) 75 60
Denise Valente (G) b. Viola Turini (P) 64 75
Giulia Assereto/Denise Valente (G) b. Lisa Piccinetti/Viola Turini (P) 2-1 rit.

CA Faenza – BAL Lumezzane 2-2
Alice Balducci (F) b. Georgia Brescia (L) 57 63 75
Ylenia In-Albon (L) b. Camilla Scala (F) 63 61
Rubina De Ponti (L) b. Agnese Zucchini (F) 76(5) 63
Alice Balducci/Camilla Scala (F) b. Rubina De Ponti/Ylenia In-Albon (L) 63 62

Classifica finale:
15 (6) TC Genova 1893 – semifinali
12 (6) TC Prato – semifinali
5 (6) CA Faenza – playout salvezza
2 (6) BAL Lumezzane – playout salvezza

GIRONE 2

TC Parioli – CT Siena 4-0
Greta Arn (P) b. Federica Grazioso (S) 64 60
Martina Di Giuseppe (P) b. Lilla Agnes Bukta (S) 60 62
Nastassja Burnett (P) b. Chiara De Vito (P) 61 63
Camilla Rosatello/Beatrice Lombardo (P) b. Lilla Agnes Bukta/Costanza Federici (S) 62 46 10-7

Tennis Beinasco – ASD Circolo Tennis Lucca 4-0
Giulia Gatto-Monticone (B) b. Tatiana Pieri (L) 61 60
Anastasia Grymalska (B) b. Alice Matteucci (L) 61 62
Sofia Caldera (B) b. Laura Bertagni (L) 60 60
Anastasia Grymalska/Sofia Caldera (B) b. Alice Matteucci/Laura Bertagni (L) 60 61

Classifica finale:
11 (6) TC Parioli Roma – semifinali
11 (6) ASD Circolo Tennis Lucca – semifinali
10 (6) USTB Tennis Beinasco – play out salvezza
1 (6) CT Siena – play out salvezza

Sfide playoff:
TC Prato vs TC Parioli
CT Lucca vs TC Genova 1893

Sfide playout:
Tennis Beinasco vs BAL Lumezzane
CT Siena vs CA Faenza

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement