Terzo figlio in arrivo per Andy Murray

Flash

Terzo figlio in arrivo per Andy Murray

Kim Sears, moglie di Andy, è in dolce attesa. La nascita del bambino è prevista per la prossima settimana, proprio durante il torneo di Anversa

Pubblicato

il

Andy Murray e Kim Sears

Si sa quanto sia logorane il tennis per il fisico degli atleti, ma c’è anche un altro “mestiere” che mette a dura prova la resistenza delle persone, ed è quello di genitore. Andy Murray negli ultimi mesi si è dato molto da fare per tornare nel circuito a buoni livelli dopo l’operazione all’anca (e la sfida persa con Fognini questa settimana ne è la prova), e adesso al suo rientro si aggiunge un’ulteriore “fatica”. La moglie Kim Sears infatti è in attesa del terzo figlio, dopo le due bambine Sophia (tre anni) ed Edie di uno. La nascita è imminente tanto che il tennista scozzese è stato costretto a fare qualche aggiustamento nella sua programmazione.

La prossima settimana Murray parteciperà all’ATP 250 di Anversa e la scelta non è ricaduta sul torneo di Stoccolma proprio per ragioni logistiche, in quanto spostarsi dal Belgio in Gran Bretagna è decisamente più agevole. “Il bambino potrebbe arrivare in qualsiasi momento durante la settimana ha fatto sapere l’ex numero 1 del mondo al Times. Questa occasione ci ha dato anche modo di sapere qualche informazione ulteriore sul suo prossimo calendario. Il mio piano è giocare ad Anversa e poi niente fino alla Coppa Davis, che si terrà a Madrid dal 18 al 24 novembre.

Continua a leggere
Commenti

Flash

Bett1Aces di Berlino, il programma di martedì: Berrettini alle 12, Sinner alle 16

Matteo sfiderà Roberto Bautista Agut, Jannik se la vedrà con Dominic Thiem. Nel torneo femminile, in campo Kvitova e Svitolina. Tutto in diretta su Eurosport

Pubblicato

il

Jannik Sinner - Challenger Indian Wells 2020 (foto Luigi Serra)

Giornata di semifinali nell’esibizione Bett1Aces, che si gioca a Berlino sull’erba dello Steffi Graf Stadium. Dopo il successo di ieri in tre set contro Tommy Haas, Jannik Sinner affronterà Dominic Thiem a partire dalle ore 16. Ad aprire il programma di giornata sarà però Matteo Berrettini, che come Thiem ha usufruito di un bye al primo turno. Reduce dal successo nella prima tappa dell’Ultimate Tennis Showdown di Mouratoglou, l’azzurro scenderà in campo alle 12 contro Roberto Bautista Agut, che nei quarti di finale ha superato Jan-Lennard Struff per 6-3 3-6 10-7.

Tempo di semifinali anche nel torneo femminile: Petra Kvitova, che ieri ha battuto Andrea Petkovic per 6-4 6-1, sfiderà Kiki Bertens in chiusura di programma, mentre Anastasija Sevastova (vittoriosa nei quarti contro Julia Goerges, costretta al ritiro nel secondo set) se la vedrà con Elina Svitolina.

IL PROGRAMMA COMPLETO (diretta su Eurosport 1)

ore 12 – R. Bautista Agut vs M. Berrettini
a seguire – A. Sevastova vs E. Svitolina
ore 16J. Sinner vs D. Thiem
a seguire – P. Kvitova vs K. Bertens

Continua a leggere

Flash

Lucas Pouille si opera al gomito destro

Il francese, già sicuro assente a New York, ha poche chance di giocare anche a Parigi, sebbene abbia scritto di sperare in un rientro alle competizioni entro la fine dell’anno

Pubblicato

il

Lucas Pouille - Wimbledon 2019 (foto Roberto Dell'Olivo)

Dopo la conferma del suo forfait per lo US Open, Lucas Pouille ha annunciato su Twitter di doversi operare al gomito destro per cercare di risolvere un problema che lo sta condizionando dallo scorso settembre, come scrive L’Equipe. Queste le sue parole:

Come si può leggere, l’attuale N.58 ATP spera di rientrare prima della fine della stagione, anche se la programmazione condensata dei prossimi mesi rende improbabile la sua partecipazione all’inedita stagione rossa di settembre/ottobre. Secondo quanto riportato dal quotidiano sportivo transalpino, l’infortunio iniziale sembrava poter essere arginato con un mix di riposo e rieducazione, ma la situazione è improvvisamente peggiorata a dicembre, quando l’intensità del dolore patito durante un’esibizione in Arabia Saudita lo ha costretto a rinunciare all’Australian Open, dove difendeva la semifinale, uscendo così dalla Top 50.

Poi è arrivata solo una comparsata nel Challenger di Indian Wells (battuto al secondo turno da Noah Rubin), ultimo torneo prima dell’interruzione dei circuiti, e il resto è storia recente: il ritiro dall’Ultimate Tennis Showdown, le mezze conferme del suo coach, Loic Courteau, e ora la decisione di andare sotto i ferri, favorita forse anche dalla consapevolezza di poter mantenere intatto il proprio bottino in termini di punti – una grande rassicurazione per un giocatore in precarie condizioni fisiche.

 

Continua a leggere

Flash

Riecco Sinner: che sofferenza con Haas a Berlino!

Jannik batte al super tie break l’ex numero 2 ATP nel primo turno del Bett1 Aces. Domani semifinale contro Dominic Thiem

Pubblicato

il

Ritorno in campo con soffertissima vittoria per Jannik Sinner, a oltre quattro mesi dall’ultimo match disputato lo scorso tre di marzo al Challenger di Indian Wells. Il fenomeno da San Candido ha battuto Tommy Haas al super tie break nel primo turno dell’esibizione Bett1 Aces 2020, scattato oggi sull’erba berlinese dell’impianto dedicato a Steffi Graf. Al di là del risultato nel confronto con un campione che ha appeso la racchetta al chiodo ormai da più di due anni, c’era parecchia curiosità riguardo allo stato di forma di Jannik: le risposte sono state discordanti, tra i soliti lampi di pura classe e qualche prevedibile impaccio.

Sempre a proprio agio nelle operazioni dal lato sinistro, Sinner è volato avanti un set e un break, prima di subire un parziale di quattro giochi a zero nella seconda frazione quando gli errori specie con il dritto hanno iniziato ad affastellarsi. Ancora incerto negli spostamenti sul verde, problematica abbastanza normale per un giocatore che sui prati ha giocato appena cinque match in carriera (e nessuno in un main draw), Jannik ha finito per emergere nella volatona decisiva al dieci, rivelatasi anch’essa complicata nonostante il vantaggio di due mini break precocemente guadagnato.

Le insidie dell’amichevole odierna non erano comunque del tutto trascurabili: Haas sarà pure un ex, ma se gli è consentito di colpire da fermo dice ancora la sua e l’arsenale di tagli in dotazione, sui prati, crea ancora molti grattacapi a chi con l’erba ha poca confidenza. “Sapevo che non sarebbe stato facile,” ha concesso Jannik, “Tommy ha smesso da qualche anno ma è ancora un campione e lo ammiro molto, da bambino guardavo tutte le sue partite in televisione.” Tommy ha volentieri ricambiato, ammirato peraltro dalle doti dimostrate dall’altoatesino sugli amati sci, prevedendo per il ragazzino di ventitré anni più giovane un futuro luminoso. Sinner tornerà in campo domani per la semifinale: ad attenderlo ci sarà Dominic Thiem.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement